Abitudini e suggerimenti di vegani di lunga durata sani e di successo

Con i giusti strumenti e trucchi, una dieta a base di piante è incredibilmente gratificante, appagante e, naturalmente, deliziosa. Per molti di noi, tuttavia, fare o mantenere la transizione verso questo stile di vita può sembrare scoraggiante, ma non deve esserlo. Sia che tu stia cercando di diventare completamente vegano, di lavorare su un brutto periodo nella tua dieta vegana o vegetariana, o semplicemente di ridurre il consumo di prodotti animali, c'è un sacco di cose da imparare dalle molte persone che sono state in grado di felicemente e salubremente mantiene una dieta vegana o vegetariana per anni o addirittura decenni.

Emula queste cinque abitudini dei vegani di successo e sarai sulla buona strada per una vita nutriente e senza crudeltà.

Basano la loro dieta su cibi integrali, piuttosto che su faux meat.

Al giorno d'oggi, la maggior parte dei supermercati sono pieni di una vasta gamma di carni finte altamente proccessed che spesso portano una somiglianza inquietante per la cosa reale. Grazie a proteine ​​iper-elaborate sviluppate dopo anni di ricerche di laboratorio, questi prodotti hanno un aspetto, un odore, un gusto e una cottura simile alla carne animale che è facile scambiarli semplicemente per il pollo, il manzo o il maiale nella vostra dieta senza battere un occhio.

Dai un'occhiata ai più popolari blog o libri di cucina vegani, però, e non troverai molti di questi prodotti surrogati che fanno la loro apparizione. Perchè no? Perché la maggior parte dei vegani a lungo termine non li mangia spesso, se non mai.

Certo, essere in grado di mangiare qualcosa di familiare può essere molto confortante all'inizio del viaggio basato sulla pianta, ma concentrare i pasti sui sostituti continua a rafforzare l'idea ormai superata che i prodotti animali dovrebbero essere una parte centrale della nostra dieta e che una dieta vegana è intrinsecamente mancante qualcosa.

I vegani di lunga durata sviluppano invece un amore per le verdure e proteine ​​vegetali sane e minimamente lavorate come il tofu, il tempeh, il seitan, i legumi e i fagioli che sono deliziosi e nutrienti a pieno titolo.

Mangiano una vasta gamma di cibi provenienti da tutto il mondo.

Se sei abituato a una dieta americana standard (SAD) o ad un'altra dieta occidentale, rimuovere i prodotti animali potrebbe farti sentire come se stessi lasciando un intero grande e vuoto nel mezzo della tua dieta. Nessuno vuole vivere su sandwich con solo pomodoro e lattuga, o cene a base di verdure verdi, patate e niente al centro del piatto. Avere solo poche verdure tra cui scegliere e fare affidamento sulla stessa proteina vegana ogni giorno può portare a una noia estrema, per non parlare delle indigestioni e delle carenze nutrizionali.

I vegani di successo, tuttavia, hanno imparato che la chiave per la felicità a lungo termine è quella di trarre ispirazione dalle culture alimentari in cui le verdure sono la stella e la carne svolge solo un ruolo di supporto. Le cucine come cinese, tailandese, indiano e caraibico, ad esempio, presentano una vasta gamma di deliziose verdure (ad es. Bok choi, gombo, verdi, broccoli cinesi, fagioli lunghi - la lista è senza limiti!) E proteine ​​vegetali (ad es. fagioli, lenticchie, tofu di seta, tofu solido, tempeh, tofu di ceci) che non è necessario mangiare due volte lo stesso pasto.

Sono diventati grandi cuochi e amano sperimentare in cucina.

Poiché pochissimi di noi hanno imparato la cucina vegana dai nostri genitori e nonni, potremmo aver bisogno di essere creativi e avventurosi in cucina per sviluppare un repertorio di cucina basato sulle piante. Con la giusta tecnica, il gustoso cibo vegano non è più difficile da fare rispetto allo standbys tradizionale.

Molti vegani di lunga data hanno imparato una manciata di abilità di base e sostituzioni, come fare roux, salsa di crema di base, verdure saltate in padella, zuppe di verdure sostanziose e stufati a base di legumi. Con questo arsenale di tecniche, non è più necessario affidarsi esclusivamente a ricette vegane specializzate o andare in speciali ristoranti vegani per mangiare qualcosa di delizioso, ma può facilmente adattare qualsiasi piatto che trovano in un pasto a base vegetale.

Non pongono richieste irrealistiche su se stesse per essere perfette.

Poiché i prodotti animali nascosti sono purtroppo così diffusi nel cibo tradizionale, molti aspiranti vegani si ritrovano timorosi di non essere mai "all'altezza" degli standard apparentemente impossibili di perfetto veganismo. Altri neofiti di origine vegetale si picchiano dopo aver consumato accidentalmente un cibo non vegano o fatto scivolare durante un momento particolarmente debole. Mettere tanta pressione su se stessi può essere incredibilmente stressante e può rendere difficile rilassarsi e divertirsi in situazioni sociali che coinvolgono il cibo.

Quando ho scritto un articolo su questo tema sul mio blog l'anno scorso, diversi vegani sono intervenuti per condividere che alla fine hanno deciso di smettere di ossessionare questi tipi di "errori" che alla fine hanno avuto un impatto trascurabile sulla loro salute, il benessere degli animali e ambiente. Si sono resi conto che essere arrabbiati con se stessi per questi salti mortali dopo che il fatto non avrebbe cambiato nulla, ma correva il rischio di renderli infelici. I vegani felici ea lungo termine riconoscono di essere solo umani e che rimanere felicemente impegnati nello stile di vita e di essere un modello di comportamento positivo e accomodante verso gli altri è più importante ed efficace nel produrre cambiamenti piuttosto che andare in panico per una goccia canaglia di siero di latte .

Si lasciano sfuggire a volte.

Una notte del Ringraziamento dopo che tutti erano andati a letto, una mia amica ha catturato sua madre, che era stata vegetariana per oltre 20 anni, rosicchiando un pezzo di tacchino rimasto. Imbarazzata, sua madre confessò che sapeva che se non avesse preso un piccolo assaggio allora, non sarebbe stata in grado di togliersi la testa dal tacchino più tardi. Il giorno dopo, è tornata alla sua dieta senza carne come se nulla fosse accaduto ed è rimasta vegetariana per molti anni.Barare in quel momento di debolezza non era una pericolosa china scivolosa, ma un modo per lei di ottenere la brama del suo sistema in modo controllato in modo che potesse riprendere la sua dieta.

Ora, naturalmente, questo è un esempio estremo e la maggior parte dei vegani di lunga data o vegetariani non mangerebbero mai volontariamente carne in nessuna circostanza. Ma, soprattutto per le occasioni speciali, molti mangiatori a base vegetale che durano tutta la vita a volte si trattano per un pasto che in qualche modo non è conforme ai loro standard dietetici tipici, sia che ciò significhi chowing su qualcosa che è più ricco, più dolce, più elaborato, più costoso , o forse meno locale di quello che mangiano normalmente.

Qualunque sia la ragione per cui abbiamo un punto debole, questo tipo di indulgenza fa parte dell'essere umano, e ci permette di sfogarci in modo da non iniziare a sentirci eccessivamente limitati. Finché è fatto in modo pensieroso e in circostanze isolate, lo splurging, come fare una vacanza, può essere un modo salutare per ricaricarsi.

Come mostrano questi esempi, trovare la felicità a lungo termine con una dieta a base vegetale significa prendere provvedimenti per garantire che il rapporto con il cibo rimanga divertente e privo di stress. Tutto ciò che serve è avvicinarsi al mangiare a base vegetale con un atteggiamento aperto, tollerante e creativo.

Fonte immagine principale: Risotto allo zafferano con verdure arrostite

Abitudini e suggerimenti di vegani di lunga durata sani e di successo

Si stima che 6 milioni di americani siano vegani, che in genere sono considerati una scelta salutare. 16 milioni sono vegetariani. Tuttavia, ci sono degli svantaggi nel veganismo rigoroso che richiede un'attenta considerazione.

Mara Kahn, autrice di "Vegan Tradimento: amore, bugie e fame in un mondo solo per le piante", scava nella storia e nella scienza del veganismo, rivelando molti fatti spesso ignorati su questa dieta strettamente vegetale.

Ha messo insieme una storia avvincente, coprendo il suo personale viaggio dall'essere un vegano e vegetariano all'esplorazione di dieta e salute e scoprire la verità dietro l'hype. Questo libro copre veramente le questioni vegane nella loro interezza.

"Anche se il mio libro è intitolato" Vegan Tradimento ", rispetto i vegani e quello che stanno cercando di fare. Il mio stesso viaggio mi ha riportato a vegetarianismo. So che molti ... vegetariani diventati vegani ... soffrono di una diminuzione della forza e di una vacillante salute.

Penso che questo sia un argomento che è stato spazzato sotto il tappeto e non viene discusso apertamente nella comunità vegana. Penso che sia molto importante iniziare questa discussione. Spero che questo libro aiuti a rilanciare quel dialogo veramente importante, " Dice Kahn.

Il veganismo non ha alcun sostegno storico per le sue rivendicazioni sulla salute

Il Dott. Mercola dice, "Mentre non discuterò mai con chiunque decida di essere un vegano per ragioni filosofiche, spirituali o etiche, credo che sia importante considerare e affrontare i rischi se si sta saltando nel veganismo per i suoi presunti benefici sulla salute da solo “.

I sondaggi mostrano che considerazioni etiche sono la ragione principale per cui le persone si convertono al vegetarismo e al veganismo. Ma come Kahn rivela nel suo libro, il veganismo non è l'unica dieta etica. Presenta anche argomenti convincenti che non è una dieta storicamente convalidata.

Kahn è diventato vegetariano all'età di 19 anni, mentre viaggiava in Europa. È diventata una convertita durante la notte dopo aver incontrato una giovane donna vegana che Kahn definisce "un bellissimo esemplare di umanità" e "estremamente sana" - non rendendosi conto che questa stessa donna sarebbe tornata a mangiare carne solo cinque anni dopo a causa di un'energia sbiadita. quella volta, Kahn aveva mangiato una dieta in stile americano a base di carne, tra cui pancetta e hamburger.

A quel tempo, negli anni '70, il veganismo era in gran parte sconosciuto. Non ha avuto una forte presa negli Stati Uniti fino agli anni '80.

È interessante notare che l'indagine di Kahn rivela che non sembra esserci un singolo gruppo culturale nella storia del mondo che sia sopravvissuto a lungo termine a una dieta esclusivamente vegetale. Quindi, dal punto di vista della salute, c'è ben poco supporto storico per il rigoroso veganismo idealizzato oggi.

"Ho fatto una ricerca approfondita della storia del vegetarismo. In effetti, ho trascorso quasi sei anni alla ricerca di questo libro. Sono un giornalista ... adoro scavare in profondità " Dice Kahn.

"A questo punto, è davvero importante distinguere tra vegetarismo e veganismo. Il vegetarianismo ha una storia molto lunga e onorevole. Risale almeno a 2500 anni fa in Grecia, e molto più lontano di quello nella valle dell'Indo, in India e in quella parte del mondo.

Ha dimostrato di essere una dieta praticabile ... [Eppure anche] nelle parti settentrionali dell'India, le regioni del Kashmir, mangiano carne perché il clima è così diverso nelle regioni montuose dell'India settentrionale.

Il vegetarianismo ha una storia molto lunga e nobile con risultati di salute verificati. Tuttavia, il veganismo ... è una dieta non storica ... I suoi benefici per la salute non sono verificati.

C'erano enclaves sparse di persone religiose che vivevano vite di clausura che probabilmente seguì una dieta vegana ... ma queste erano popolazioni molto, molto piccolee non abbiamo idea se fossero sani e per quanto tempo hanno vissuto. "

Ci sono benefici a breve termine per il veganismo, ma rischi a lungo termine

Questo è un punto molto importante che Spring Run vuole fare per quanto riguarda la nostra posizione sul veganismo.

Da una prospettiva storica, il veganismo è uno sviluppo molto recente. Le radici del veganismo risalgono all'Inghilterra, quando nel 1944 Donald Watson coniò il termine "vegano". L'argomento principale di Watson per il veganismo era etico. All'età di 14 anni era stato testimone del massacro di un maiale, che lo ha lasciato inorridito.

Immediatamente, decise di smettere di mangiare carne e voleva che il mondo intero seguisse l'esempio, nonostante non avesse ricevuto alcuna formazione in nutrizione. Il veganismo è basato sull'ideologia, non sulla fisiologia umana, ci ricorda Kahn nel suo libro, che approfondisce anche l'evoluzione umana.

Parte della confusione è che molti vegani appaiono abbastanza sani nelle fasi precedenti. Questo non è così sorprendente se si considera il fatto che molti passano dagli alimenti trasformati a una dieta a base vegetale prevalentemente grezza. L'afflusso di cibi vivi migliorerà indubbiamente la tua salute.

Tuttavia, a lungo termine, l'assenza di tutti gli alimenti a base animale può richiedere un pedaggio, poiché alcuni nutrienti non possono essere ottenuti dal regno vegetale. Esempi di carnosina, carnitina, taurina, retinolo, vitamina D3, acido linoleico coniugato e grassi omega-3 a catena lunga. La carenza di vitamina B12 è anche molto comune tra i vegani.

Dopo sei o sette anni, la B12 conservata nel fegato sarà completamente esaurita, a quel punto potreste iniziare a sperimentare gravi malattie neurodegenerative. Ci sono molti casi documentati di cecità da carenza di vitamina B12, così come altri disturbi neurologici.

Storicamente, il vegetarianismo include sempre alcuni alimenti per animali

Il vegetarismo in genere consente sia i latticini che le uova. Ai tempi di Pitagora, i primi vegetariani occidentali mangiavano anche pesce.(Oggi, questo "ramo" del vegetarianismo è talvolta separato e definito pescetarianismo).

Identificare il cibo per ottimizzare la salute è uno degli obiettivi primari di Spring Run, e affermiamo che il pesce è uno degli alimenti più salutari del pianeta, principalmente per il suo contenuto di acido docosaesaenoico (DHA) - un grasso omega-3 a 22 carbonio che è assolutamente essenziale per la tua salute, in quanto è un componente strutturale delle tue membrane cellulari.

Se hai bassi livelli di DHA, è quasi fisiologicamente impossibile essere sani perché è una parte così importante della generazione di energia a livello molecolare. Hai bisogno di DHA, che si trova solo nei pesci grassi e in certi altri animali marini come il krill.

C'è anche la fisica quantistica in corso rispetto alla sua capacità di catturare la luce e integrarla nel tuo sistema. Ad esempio, il DHA nell'epitelio pigmentato della retina è responsabile della conversione della luce solare in corrente elettrica CC vitale di cui il tuo corpo ha bisogno. Se sei carente, la tua capacità di generare energia dai tuoi mitocondri sarà compromessa.

Certo, l'inquinamento delle acque è una preoccupazione importante oggi, quindi devi mangiare davvero basso sulla catena alimentare. Le acciughe, le sardine, le aringhe, il salmone selvaggio dell'Alaska, le uova di pesce e il krill sono tutte buone scelte in quanto sono ad alto contenuto di omega-3 pur essendo a basso contenuto di mercurio e di altri inquinanti.

Piaccia o no, hai bisogno di DHA marino

Se escludi questi alimenti, non sarai semplicemente in salute. E contrariamente alla credenza popolare, semplicemente non è possibile ottenere tutto il DHA necessario da fonti vegetali. L'omega-3 a base vegetale (acido alfa-linolenico o ALA) ha 18 atomi di carbonio mentre gli omega-3 a base marina (DHA e acido eicosapentaenoico o EPA) hanno rispettivamente 22 e 20. La differenza nella lunghezza della catena di carbonio fa una differenza significativa in termini di funzionalità.

L'ALA funziona come fonte di carburante (cibo), mentre EPA e DHA sono elementi strutturali. Oltre il 90% del grasso omega-3 presente nel tessuto cerebrale è il DHA, il che suggerisce quanto sia importante per una sana funzione neurologica, ad esempio.

Il problema è che, sebbene il tuo corpo possa convertire alcuni degli ALA trovati nelle piante per il DHA trovato negli oli marini, è molto raro che sia superiore al 5% - il tasso di conversione tipico è dell'1% -3%, o addirittura Di meno. Questo semplicemente non è abbastanza per avere un vantaggio significativo.

Quindi, per favore, non commettere l'errore di pensare di poter rinunciare al DHA di origine marina per un ALA vegetale trovato in semi di lino, olio di semi di lino, semi di chia, noci e verdure a foglia verde.

L'aggiunta di pesce può fare una grande differenza

Penso che uno dei motivi per cui i vegetariani - almeno quelli che seguono il modello di Pitagora, che include il pesce - sembrano così sani è perché questa dieta è più povera di proteine ​​rispetto alla convenzionale dieta a base di carne. Quando si mangia una quantità eccessiva di proteine, si stimolano potenti percorsi biochimici che scatenano la malattia. Questo, combinato con il fatto che il pesce fornisce omega-3 e altri grassi e cofattori sani, costituisce un valido argomento per la forma "pescetaria" del vegetarianismo.

"Sono totalmente d'accordo," Dice Kahn. "Ricordo di aver cercato di essere di nuovo un onnivoro ... Ho iniziato a mangiare un sacco di pesci e la mia salute è salito alle stelle quasi immediatamente ... La mia energia è schizzata alle stelle. Ho iniziato a dormire meglio. I miei nervi si calmarono. Ero molto riconoscente per questo primo [salmone selvaggio] che ho mangiato; per l'energia e l'amore rinnovato per la vita che mi ha concesso. E 'stato assolutamente incredibile.

Ho fatto interviste e parlato o sentito le storie di centinaia di vegani e di ex-vegani, e quasi invariabilmente ... la stessa cosa è successa a loro ... Penso che ci sia una buona ragione per cui Pitagora mangiò qualche pesce di tanto in tanto. Era abbondante nella regione mediterranea in cui viveva. Non era contaminato. C'è una ragione che lo ha prescritto ai suoi seguaci di tutti i giorni nelle città. Quella ragione è probabilmente DHA ...

Il DHA è davvero un problema con i vegani ... Infatti, due dei fondatori del veganismo, quando sono diventati più anziani, hanno sofferto della malattia di Parkinson. Avevano testato il loro DHA ed era zero ... Mangio sardine a giorni alterni. La corsa di energia potente e sostenuta Vengo da loro che non riesco a trovare da nessuna parte nel mondo vegetale. "

Basso contenuto di proteine ​​e basso contenuto di grassi - 2 barriere sanitarie comuni per i vegani

Se mantenere basse le proteine ​​è una mossa saggia, le proteine ​​eccessivamente basse possono diventare un problema per i vegani, specialmente se la vostra dieta è anche povera di grassi sani. Alcuni assumeranno solo dall'8 al 12% di proteine ​​delle piante nella loro dieta quotidiana, che può innescare un deperimento muscolare. "In questo senso, i vegani stanno consumando carne dopo tutto - il loro - se non mangiano abbastanza proteine", dice Kahn.

Il basso contenuto di grassi è un altro, a mio avviso, più relativo al problema, tra i vegani. Quando mangi una dieta ad alto contenuto di carboidrati netti (carboidrati totali meno fibre), stai essenzialmente bruciando carboidrati come combustibile principale. Se si passa a livelli relativamente bassi di carboidrati netti, che è facile fare con una dieta vegetariana poiché le verdure sono così ad alto contenuto di fibre, allora il tuo corpo inizia a bruciare i grassi come combustibile principale. Ciò significa che è necessario aumentare la quantità di grassi sani nella dieta per soddisfare le richieste di carburante del tuo corpo.

Il grasso dietetico sufficiente è anche essenziale per mantenere livelli sani di ormone, note di Kahn, compresi gli ormoni sessuali. Il veganismo crudo in particolare è associato alla perdita di mestruazioni (amenorrea), dovuta all'assunzione di calorie e grassi, aumentando il rischio di infertilità e osteoporosi.

Il basso contenuto di grassi è probabilmente molto più problematico di quello a basso contenuto proteico, perché una volta che si inizia a bruciare i grassi per il carburante, iniziano i processi di risparmio proteico che consentono di ottenere dal 6 all'8% di proteine ​​senza rischiare di sprecare i muscoli. Ho solo l'8 per cento di proteine ​​nella mia dieta e non credo di essere carente di proteine. Questo perché il grasso è il mio combustibile principale. Se stessi bruciando carboidrati, non mi andrebbe affatto bene con una quantità così bassa di proteine.

Il veganismo ha un alto tasso di abbandono

I problemi di salute associati al veganismo creano un alto tasso di abbandono. È difficile trovare buone statistiche al riguardo, dal momento che le persone non vogliono discuterne. Molti si vergognano, sentendosi in qualche modo "falliti" e molti sono svergognati dai loro compagni vegani, i quali credono che stiano commettendo un enorme errore nel tornare a mangiare cibi animali.

"Ho persino letto racconti di ex-vegani che lo descrivono come una specie di culto. Il vergogna che ne deriva è molto potente ... Un vegano mi ha detto che quando ha deciso di andare a comprare alcune uova per la prima volta, non so, 10 o 15 anni ... il suo fidanzato, che era un vegano convinto, si è rifiutato di entra con lei. In realtà, le aveva detto ... preferiva essere una vegana continuamente sofferente che essere un sano mangiatore di carne.

Questo, per me, era una perfetta illustrazione di ciò che personalmente chiamavo Speciesismo Reverse, preferendo la salute di un animale alla salute del tuo prossimo essere umano, che è davvero una specie di nuova cosa, penso, nella storia umana. Non si parla molto della comunità vegana - l'alto tasso di abbandono - ma i numeri sono grandi ... Si stima che circa il 50 per cento dei vegani sia rimasto a causa della forza in declino e della salute in declino. "

Anche la dieta vegana influenza gli animali

Quello che molti vegani non riescono ad integrare nella loro valutazione complessiva è che anche il consumo di una dieta esclusivamente vegetale comporta l'uccisione di un'ampia varietà di animali. Non intenzionalmente, ovviamente, ma piuttosto come un artefatto del processo di crescita del cibo. In sostanza, non c'è un pranzo senza animali, che è una citazione diretta dal libro di Kahn. Ci sarà un certo tipo di distruzione della vita coinvolta. Poi c'è anche il problema della coscienza delle piante.

Come notato da Kahn, a meno che non si coltivi tutto il cibo da soli in un ambiente organico senza lavorazione con attrezzi manuali, gli animali vengono distrutti nell'agricoltura industriale. Studi condotti da scienziati rispettabili mostrano che fino al 70 per cento dei roditori e dei piccoli animali presenti nei campi di coltivazione industriale finiscono per essere uccisi dai macchinari. Gli animali vengono uccisi anche in trappole e durante la conservazione e il trasporto di cibo. Come dice Kahn:

"Per essere un vegano, devi da qualche parte tracciare la linea su quale cibo mangerai e cosa no. Per la maggior parte di loro, è una questione di coscienza. La persona vivente è cosciente di ciò che sta succedendo? Soffre? Questa demarcazione tra un animale conscio e inconscio è totalmente cambiata nel corso della storia e in tutte le culture.

Ad esempio, ora guardano il pesce. In passato, era solo deciso, perché erano così freddi e privi di espressione, che i pesci non avevano coscienza. Ma i nuovi test stanno dimostrando che forse lo fanno ... "

Vale anche la pena notare che alcuni dei vegani di ricerca si affidano a sostanziare le loro scelte dietetiche in quanto in realtà non offrono tali prove. Ad esempio, quando Kahn ha approfondito alcuni degli studi più noti che i vegani amano citare, ha scoperto che in realtà definiscono il vegetarianismo in modo molto ampio. Non supportano affatto una dieta puramente vegetale (vegana). Non solo questi studi includevano i mangiatori di pesce, ma anche i mangiatori di latticini e anche quelli che mangiavano carne rossa una volta alla settimana.

Perché l'American Dietetic Association Now promuove la dieta a base vegetale

Kahn dice di essere molto diffidente nei confronti degli studi vegani condotti dai vegani. Come per tutti i conflitti di interesse, le persone hanno la tendenza a trovare ciò che vogliono trovare, anche se devono massaggiare un po 'i dati per arrivarci. È interessante notare che negli ultimi anni l'Accademia di nutrizione e dietetica (AND), in precedenza l'American Dietetic Association (ADA), ha fatto la transizione verso la promozione di una dieta a base vegetale. A quanto pare, questa decisione si basava principalmente sulle raccomandazioni di un devoto vegano e vegetariano.

"Il documento di posizione ADA, uscito nel 2009, raccomanda una dieta vegetariana e vegana a tutte le persone di tutte le età, dall'infanzia alla vecchiaia. Se fai qualche altro lavoro di scavo, come amano fare i giornalisti, [trovi] è stato co-autore di due persone. Uno era vegetariano e uno era vegano. In realtà, il vegetariano appartiene a una denominazione religiosa che incoraggia la diffusione del vegetarianismo in tutto il mondo.

La mia domanda è: perché questi due autori non erano taggati per conflitto di interessi? Lo stanno raccomandando a tutto il mondo e a tutte le età …

Ci sono alcuni gravi difetti nella loro ricerca. Prima di tutto, ho guardato le loro fonti. Non riesco a ricordare se fosse 100 o 200 fonti. Ho trovato solo 17 in tutte quelle fonti esclusive dei vegani. Non puoi fare ricerche vegetariane e applicarle ai vegani. Semplicemente non funziona. Ci sono troppi nutrienti mancanti in una dieta vegana che sono presenti in una dieta vegetariana.

Vorrei che i vegani non solo leggessero blog vegani e siti web e raccomandazioni di altri vegani. Hanno bisogno di guardare alla scienza, alla ricerca - fonti non distorte.Hanno bisogno di leggere il mio libro, che direbbe loro tutto quello che vogliono sapere sulla storia, la filosofia e fatti nutrizionali del veganismo ".

"Non è un'affermazione gonfiata, posso assicurarti. Ho letto centinaia di libri sulla salute, e il libro di Kahn, "Vegan Betrayal", è tra i migliori quando si tratta di prendere in giro la verità sul veganismo e sulla salute "afferma il Dott. Mercola.

Equilibrio etico e salute quando si sceglie la vostra dieta

Non sono contrario al vegetarismo. Secondo la definizione di Pitagora, sono vegetariano. Mangio piccole quantità di proteine ​​animali; principalmente pesce Occasionalmente, avrò un po 'di carne biologica nutrita con erba o di pollo pascoluto. Ma la carne non è una delle pietre miliari della mia dieta, e credo che molte persone potrebbero trarre beneficio dall'abbassare il consumo di carne. Non dovrebbe essere del tutto escluso, tuttavia, poiché gli alimenti per animali contengono sostanze nutritive molto preziose di cui il corpo ha bisogno per una salute ottimale.

Le uova bio pasturate sono un'altra fonte di nutrienti incredibilmente sani. Idem per il burro crudo. Se l'etica e il benessere degli animali sono le tue preoccupazioni, ti incoraggerei a indagare e istruirti sugli alimenti animali allevati con umanità.

Sì, l'animale morirà alla fine, ma c'è una tremenda differenza tra la vita di un animale allevato in una operazione di alimentazione animale concentrata (CAFO) e quella sollevata sul pascolo a cui è permesso vivere una vita piena, sana e senza stress . C'è anche una grande differenza nel modo in cui vengono macellati.

Alla fine della giornata, devi scegliere tra la vita di un animale da qualche parte - anche se solo alcuni roditori catturati in un raccoglitore - o la tua salute. Bisogna trovare un equilibrio tra l'ottimizzazione della propria salute e il minor numero di sofferenze inutili.

"Se guardi la dieta più lodata al mondo, la dieta mediterranea - che tra l'altro, stavano facendo uno studio a lungo termine e che hanno concluso all'inizio del 2013 perché i benefici erano così enormi pensavano che fosse immorale privare il gruppo di controllo - la dieta mediterranea, che è per lo più piante, pesce limitato, carne rossa limitata, latte limitato, [ti dà] tutti i carne-nutrienti hai bisogno ... è una dieta completa.

È stata nominata una delle migliori diete del mondo. È storicamente convalidato da migliaia di anni e da molte, molte generazioni che questa dieta conferisce una salute duratura e lunga vita ... La dieta vegana non è convalidata. Questo è quello su cui dobbiamo lavorare - facendo in modo che gli studi di ricerca siano fatti, in modo che i futuri vegani sappiano a cosa stanno andando incontro " Dice Kahn.

Spring Run supporta una dieta mediterranea, così come quella che viene chiamata una "dieta tradizionale" (molto simile al Mediterraneo), propagandata da molti tra cui Sally Fallon, autrice di "Tradizioni nutrienti", per individui relativamente sani che non hanno serie processi di malattia. Per quelli che lo fanno, ogni individuo deve valutare i suoi problemi specifici e indirizzare la loro dieta di conseguenza. Ad esempio, una dieta Paleo o Primal è molto vantaggiosa per chi ha più allergie alimentari. Ognuno è diverso e ha esigenze diverse, quindi non esiste una soluzione unica per tutti! Tuttavia, ci sono alcuni aspetti più ampi, come mangiare tutti gli alimenti a base vegetale indefinitamente, al contrario di mangiare un mix di piante e animali, che gli studi mostrano chiaramente i risultati di.

Quindi non dovrebbe sorprendere che Spring Run non sostenga una dieta completamente vegana - vendiamo e serviamo carni locali. Offriamo alcuni pasti completamente vegani a base vegetale, e tutti i nostri prodotti sono coltivati ​​biologicamente, ma ancora una volta non supportano il consumo a lungo termine completamente vegano. Per favore fai le tue ricerche per il bene della tua salute!

Ma non vendiamo solo carni! Spring Run non sostiene la crudeltà verso gli animali (riteniamo che i CAFO convenzionali siano molto crudeli, oltre a produrre carne terribilmente insalubri), motivo per cui vendiamo e serviamo solo prodotti animali da produttori che abbiamo visitato personalmente o ricercato le loro pratiche per assicurarsi che gli animali siano trattati umanamente, nel loro ambiente naturale, mangiando la loro dieta naturale. Vogliamo solo carni pulite, sane e il meglio per il tuo corpo!

Abbiamo anche visto un consumo di cereali più ampio di quello sano, e in genere cereali non salutari, con diete vegane. Questo è semplicemente un altro intero blog!

Anche se certamente non discuteremo mai con nessuno per evitare gli alimenti animali per ragioni che sono il diritto di una persona a scegliere, come ragioni etiche ... lo faremmo per motivi di salute. Tuttavia, è possibile evitare alcune delle sindromi di deficienza che derivano dalla scelta di evitare i cibi animali seguendo alcune raccomandazioni (vedi "Veganismo: evitare carenze comuni").

Ricorda, "gli alimenti a base animale" non sono limitati alle sole carni. Mentre crediamo che le carni organiche alimentate con erba e finite possano essere abbastanza sane, non ci crediamo tutti ha bisogno di mangiare carne per rimanere in salute. Inoltre non hai bisogno di grandi quantità di carne. In effetti, la maggior parte degli americani mangia molto più del necessario per una salute ottimale, che ha una serie di rischi per la salute.

Se non vuoi mangiare carne, ci sono molti altri alimenti a base animale che puoi includere nella tua dieta, come pesce o frutti di mare senza mercurio, uova ruspanti, latticini crudi e grassi omega-3 da krill.Tali prodotti, quando ottenuti da fonti umane come le fattorie biologiche in cui gli animali sono liberi di vagare e di consumare la loro dieta naturale, non hanno bisogno di essere evitati per motivi animaleschi o altri motivi morali, poiché gli animali non sono danneggiati fornendo latte e uova. Nel frattempo, forniscono molti nutrienti importanti anche nella carne, e incoraggiamo il consumo di questi.

Se sei convinto che una dieta vegana è giusta per te, allora considera almeno un programma di integrazione per ottenere i nutrienti che non puoi ottenere dalla tua dieta. Ricorda che quelli inclusi in "Veganismo: evitare carenze comuni" sono giusti alcuni di quelli di cui siamo a conoscenza. Le carenze di calcio e iodio sono comuni anche tra i rigidi vegani, ad esempio, e ci potrebbero essere altri nutrienti nei cibi animali che ancora ignoriamo che ti perderai se eviti tutti gli alimenti a base animale.

Tratto da mercola.com

4.2
5
11
4
2
3
3
2
3
1
0