Come funziona la digestione e come posso migliorare la mia? (Grafica animata)

introduzione

Il cibo che mangi contiene le sostanze nutritive che fungono da elementi costitutivi e fornisce energia e nutrimento in tutto il corpo. Nel cibo, i nutrienti sono contenuti in grandi molecole legate chimicamente e fisicamente insieme. La digestione è il processo di abbattere queste molecole strettamente legate in singoli nutrienti che possono essere presi nel tuo corpo e utilizzati per supportare le sue funzioni. Semplicemente definito, la digestione riduce le cose in una dimensione in cui possono essere assorbite nel tuo corpo.

La digestione si verifica nel tratto gastrointestinale: il tubo lungo da 20 a 30 piedi che si estende dalla bocca all'ano. Tutto ciò che mangi scorre attraverso questo sistema, ma fino a quando non viene assorbito attraverso il tratto intestinale, i nutrienti presenti nel cibo sono fisicamente fuori dal tuo corpo. Questo perché il tratto gastrointestinale funziona come una pelle interna e fornisce una barriera tra ciò che si ingerisce dal mondo esterno (esterno) e il flusso sanguigno interno e le cellule. Parte del processo di digestione, quindi, è il trasporto selettivo di nutrienti attraverso la parete cellulare che riveste il tratto intestinale. Una volta trasportati attraverso la barriera intestinale all'interno del corpo, questi nutrienti possono entrare nel flusso sanguigno e circolare in tutti i tessuti per mantenere la funzione degli organi, sostenere il bisogno di energia e provvedere alla crescita e alla riparazione di nuove cellule e tessuti.

Mentre la digestione può essere semplicemente definita, la sua meccanica è piuttosto complessa. Questo perché il tuo cibo contiene così tante diverse dimensioni, forme e tipi di singole molecole, tutte strettamente intrecciate, e perché ognuno di questi tipi di molecole è chimicamente distinto. La digestione utilizza sia processi meccanici, come la masticazione e la macinazione, che aiutano a separare i diversi tipi di molecole, sia i processi chimici, sotto forma di enzimi che possono tagliare i legami all'interno delle molecole, per rilasciare piccoli nutrienti nel sistema. Un'analogia sono due o più catene di catenelle di diversi tipi intrecciate, annodate e collegate tra loro. La digestione sarebbe il processo che consiste nel separare e separare le catene, di solito richiedendole in un paio di punti, quindi separandole e tagliandole ulteriormente in tanti pezzi più piccoli, in modo che possano diventare elementi costitutivi per altre catene di catenine.Il cibo è complesso e contiene molti tipi di molecole

Il cibo è una miscela molto complessa di diversi tipi di molecole molto grandi: le proteine ​​e alcuni carboidrati; molecole di dimensioni medie come i grassi; e un'ampia varietà di molecole più piccole, tra cui vitamine, minerali, carboidrati piccoli come gli zuccheri e altri fitonutrienti, che sono sostanze protettive presenti nelle piante (fito = pianta). La maggior parte degli alimenti che si mangiano è una miscela di tutte queste diverse molecole e, poiché è necessaria una varietà di tipi di nutrienti, il tuo corpo deve essere in grado di digerire questi vari tipi di molecole nel cibo.

Le dimensioni, così come il tipo di molecola, fanno la differenza nel modo in cui un alimento viene digerito, i nutrienti che ne derivano e dove questi nutrienti vengono assorbiti dal tuo corpo. Ogni tipo di molecola ha una sua sfida rispetto alla digestione.Le proteine ​​forniscono blocchetti di amminoacidi per la crescita e la riparazione

Le proteine ​​sono estremamente importanti perché costituiscono la maggior parte del tessuto strutturale del corpo, come le ossa e i tessuti connettivi che forniscono la forma e la forma a cui le cellule si attaccano. Le proteine ​​sono coinvolte in quasi tutte le funzioni del corpo poiché gli enzimi sono proteine ​​e gli enzimi sono le molecole del corpo che svolgono gran parte del lavoro, come la costruzione di nuovi tessuti o la rimozione di tessuto danneggiato. Le proteine ​​sono anche portatrici di messaggi nel tuo corpo, trasportano ormoni da un posto a altro e trasportano segnali attraverso le membrane cellulari al tuo DNA.

Il tuo corpo produce costantemente nuove proteine ​​per reintegrare ciò che è perduto dai danni ai tessuti o per provvedere alla crescita. Gli enzimi vengono continuamente prodotti di nuovo per sostituire gli enzimi più vecchi e meno funzionali. Pertanto, per mantenere una salute ottimale, il tuo corpo ha bisogno di un apporto continuo di nutrienti per supportare la produzione di proteine.

Le proteine ​​sono costituite da molecole più piccole chiamate amminoacidi che sono legate insieme da legami chimici come perle su una catena. Per diventare una proteina attiva e funzionale, questa serie di aminoacidi si ripiega su se stessa formando una struttura tridimensionale attorcigliata e intrecciata. Una singola molecola proteica può avere dimensioni che vanno da 200 a fino a 5.000 amminoacidi legati insieme.Come ottengo la proteina di cui ho bisogno?

Per fare in modo che la proteina di cui il tuo corpo ha bisogno, deve ottenere gli elementi proteici, gli amminoacidi, dalle proteine ​​nel cibo. Sebbene verdure e cereali forniscano alcune proteine, si ottiene la maggior parte delle proteine ​​da noci, legumi, uova, pesce, carne e latticini. Quando mangi questi alimenti contenenti proteine, il tuo corpo deve prendere le grandi catene proteiche e ridurli a singoli amminoacidi o dipeptidi (due amminoacidi, di = due, peptidi = amminoacidi) prima di poterli assorbire. Una volta assorbiti, gli aminoacidi vengono trasportati attraverso il flusso sanguigno verso i tessuti che ne hanno bisogno, come i muscoli. Quindi, il tuo corpo utilizza questi amminoacidi per ricostruire le proprie proteine ​​nelle forme necessarie per sostenere la crescita e la riparazione del tessuto.

Il tuo corpo produce enzimi chiamati proteasi per aiutare ad abbattere le proteine ​​nel cibo per gli aminoacidi. Le proteasi tagliano le proteine ​​tra specifici amminoacidi per produrre le catene di peptidi più piccole. Prima che le proteasi possano agire sulla proteina, la proteina deve prima essere distrutta, un processo chiamato denaturazione, che si traduce in una lunga proteina a catena singola.Le proteine ​​sono denaturate nello stomaco, con l'aiuto dell'acido gastrico (acido cloridrico), l'azione di miscelazione dello stomaco e la pepsina della proteasi.

Dopo la denaturazione nello stomaco, la lunga proteina a catena singola viene trasportata nell'intestino tenue prossimale, il duodeno, che contiene diversi tipi di proteasi. Queste proteasi agiscono sulla catena proteica, tagliandola ulteriormente fino a quando sono presenti solo dipeptidi e singoli amminoacidi. Gli aminoacidi e i dipeptidi sono assorbiti nell'intestino tenue, principalmente nella sezione centrale, il digiuno.Di quante proteine ​​ho bisogno?

Si stima che un adulto in buona salute abbia bisogno di circa 40-65 grammi di proteine ​​al giorno. Se questo non è previsto nel cibo che mangi, il tuo corpo inizierà a rompere i muscoli e altri tessuti per ottenere gli aminoacidi di cui ha bisogno. L'assunzione inadeguata e la digestione degli aminoacidi dalle proteine ​​possono portare a rallentamento della crescita, scarsa formazione dei muscoli, capelli sottili e fragili, lesioni cutanee, un sistema immunitario mal funzionante e molti altri sintomi.

Negli alimenti vegetali e animali, gli aminoacidi necessari sono principalmente forniti sotto forma di grandi molecole proteiche che richiedono tutti gli aspetti della digestione delle proteine ​​- denaturazione nello stomaco e azione proteasica nell'intestino - prima dell'assorbimento. Amminoacidi liberi, che non richiedono alcuna elaborazione da parte del corpo prima dell'assorbimento, possono anche essere presenti ma generalmente non si trovano in grandi quantità.

Negli alimenti trasformati, le proteine ​​vengono talvolta fornite come proteine ​​idrolizzate, il che significa che sono state tagliate chimicamente in catene più piccole da due a 200 amminoacidi chiamati peptidi. Questi frammenti di peptidi possono essere più facili da digerire per il tuo corpo; cioè, potrebbero non aver bisogno di essere denaturato nello stomaco, ma sono ancora troppo grandi per l'assorbimento diretto e devono essere digeriti nell'intestino. Alcuni alimenti appositamente prodotti per uso ospedaliero o sanitario sono fatti di amminoacidi elementali; questi prodotti forniscono gli stessi aminoacidi e non richiedono digestione prima dell'assorbimento.I grassi isolano le cellule del tuo corpo dal mondo esterno

I grassi, chiamati anche lipidi, sono necessari per molte importanti funzioni nel vostro corpo. I grassi sono un componente principale delle membrane di tutte le cellule del tuo corpo: senza grassi, le tue cellule non avrebbero copertura o limite. Fornendo la membrana attorno a tutte le cellule, i grassi sono vitali per isolare il corpo dal mondo esterno. I grassi possono anche essere usati per fornire energia e sono coinvolti nel sostenere il sistema immunitario, la salute del cervello e la funzione cardiovascolare.

Esistono molti tipi diversi di grassi, ma solo alcuni sono essenziali, il che significa che il tuo corpo non può crearli internamente, quindi devi prenderli attraverso la tua dieta. Questi grassi essenziali includono un acido grasso omega-6 (acido linoleico) e un acido grasso omega-3 (acido linolenico) e si trovano nella quantità più elevata di noci, semi e pesci. La carne contiene alti livelli di grassi che non sono considerati essenziali, chiamati acidi grassi saturi, e contiene anche colesterolo, che non è essenziale e viene digerito allo stesso modo dei grassi. Elevate quantità di grassi saturi non essenziali e troppo poco di grassi essenziali possono causare problemi con il sistema immunitario, arterie indurite e squamazione della pelle, tra gli altri sintomi.

Oltre ad essere una parte necessaria della vostra dieta, durante la digestione, i grassi agiscono anche come portatori delle vitamine liposolubili (A, D, E e K) e dei carotenoidi, permettendo così il loro assorbimento. (I carotenoidi, come il beta-carotene, sono un gruppo di composti liposolubili altamente colorati nelle piante con una vasta gamma di effetti protettivi sulla salute.) Senza grassi nella dieta, non sareste in grado di assorbire queste importanti vitamine, e mostrerebbe sintomi di carenza come problemi di coagulazione del sangue (vitamina K), ossa deboli (vitamina D) o disturbi della vista (vitamina A).Cosa succede quando mangio un alimento contenente grassi?

I grassi sono presenti nel cibo principalmente come tre molecole di grasso attaccate a una molecola principale chiamata glicerolo, ma il tuo corpo non può assorbire direttamente questa molecola. Come le proteine, il tuo corpo deve prima abbattere questa molecola più grande in quelle più piccole. Ad esempio, dopo aver mangiato un pezzo di salmone, che contiene grassi essenziali, il tuo corpo deve prima rimuovere o rimuovere le molecole di grasso dalla spina dorsale del glicerolo a cui sono attaccate. Questo processo è chiamato idrolisi e i tipi di enzimi che idrolizzano i grassi dal glicerolo sono chiamati lipasi. Le lipasi sono secrete sotto la lingua, nello stomaco e dal pancreas; pertanto, l'idrolisi dei grassi inizia i minuti in cui i grassi entrano in bocca e continua nello stomaco, dove si verifica la maggior parte dell'idrolisi dei grassi.

Dopo l'idrolisi, l'assorbimento dei grassi è complicato dal fatto che, come qualsiasi olio, sono insolubili in acqua, e quindi il corpo ha un sistema in atto per fornire un aggregato di grassi solubilizzati. Il corpo usa acidi biliari, che agiscono come detergenti, per formare globuli grassi o aggregati. Dopo l'aggregazione con la bile, gli aggregati grassi, chiamati anche miscele, vengono trasportati nell'intestino tenue, dove possono essere assorbiti direttamente dalle cellule intestinali e assorbiti nel corpo.

L'assorbimento del grasso dalle miscele inizia nella prima parte dell'intestino tenue, il duodeno, con la maggior parte dell'assorbimento che si verifica nella parte centrale dell'intestino, il digiuno. Gli acidi biliari generalmente rimangono indietro nel tratto intestinale, agendo più come una navetta.I carboidrati supportano il bisogno di energia e forniscono fibre per la salute intestinale

I carboidrati sono una combinazione variegata di molecole molto piccole e molto grandi e comprendono circa il 40-45 per cento del fabbisogno energetico per il tuo corpo. Ottieni la maggior parte dei carboidrati da cereali, frutta e verdura.I piccoli carboidrati, come lo zucchero da tavola (saccarosio) o il glucosio, conferiscono un sapore dolce agli alimenti. I carboidrati più grandi, come gli amidi o le fibre, forniscono sostanza agli alimenti. Esempi di questi carboidrati più grandi includono gomme, gel o paste, come si ottiene con pane o pasta biscotto. A cottura ultimata, questi alimenti hanno una struttura, come una fetta di pane o un cracker, ma sono composti principalmente da diversi tipi di carboidrati.Cosa succede quando mangio una ciotola di cereali?

Solo le singole molecole di zucchero piccole, chiamate monosaccaridi (mono = one, saccaride = zucchero), possono essere assorbite direttamente. Il glucosio e il fruttosio sono esempi di monosaccaridi. Poiché i carboidrati esistono nel cibo non solo come monosaccaridi, ma anche come molte combinazioni di questi monosaccaridi collegati tra loro, il tuo corpo deve tagliare questi carboidrati fino alle loro singole unità di monosaccaridi.

Molti degli zuccheri semplici che danno al cibo il suo sapore dolce si trovano come due piccoli zuccheri legati insieme. Ad esempio, quando mangi una ciotola di cereali, il tuo corpo deve digerire il saccarosio (zucchero da tavola), che è composto da due piccoli zuccheri, ai suoi monosaccaridi. Per fare questo, utilizza un enzima chiamato sucrasi, che taglia saccarosio per produrre glucosio e fruttosio, un processo chiamato idrolisi. Il latte del cereale prende il suo sapore dolce dal carboidrato chiamato lattosio, che viene tagliato (idrolizzato) in monosaccaridi dalla lattasi, per produrre galattosio e glucosio. La maggior parte dell'idrolisi dei carboidrati si verifica nell'intestino tenue; cioè, questi carboidrati vengono principalmente trasportati nell'intestino tenue prima di essere tagliati nei glucosaccaridi, nel galattosio e nel fruttosio. Dopo l'idrolisi, questi singoli monosaccaridi vengono quindi assorbiti direttamente nel duodeno e nel digiuno.

I cereali sono anche ricchi di fibre e forniscono al tuo corpo questa importante sostanza nutritiva. La fibra è costituita da carboidrati molto grandi contenenti tipi di strutture chimiche che non vengono scomposte o digerite dal corpo. La fibra viaggia intatta nel tratto gastrointestinale e finisce nell'intestino crasso, dove fornisce nutrimento ai batteri intestinali che la fermentano. La fibra è chiamata solubile o insolubile, a seconda della sua capacità di assorbire acqua e di essere fermentata nell'intestino crasso.Cos'è l'amido?

Le piante immagazzinano la loro energia unendo insieme molte molecole di glucosio in un complesso lungo da diverse centinaia a diverse migliaia di molecole di glucosio. I cibi vegetali che contengono energia immagazzinata, ad esempio i semi che devono fornire energia alla pianta giovane quando inizia a crescere, sono ricchi di amido. Quando la giovane pianta inizia a crescere, l'amido viene scisso per formare il glucosio per produrre energia. L'amido si trova nel cibo come amido di amilosio, che è un amido a catena diritta e amido di amilopectina, che è un amido a catena ramificata.

Quando mangi cibi con amido, come mais o patate, il tuo corpo digerisce questo carboidrato molto grande allo stesso modo in cui digerisce le proteine. Il tuo corpo utilizza un numero di enzimi per abbattere una catena di amidi ampia e lineare nelle piccole unità individuali collegate tra loro, le molecole di glucosio, che possono essere quindi assorbite nell'intestino. Gli enzimi che degradano gli amidi sono chiamati amilasi. Le amilasi sono molto importanti perché l'amido è prevalente nella nostra dieta e una fonte principale da cui deriviamo il glucosio, la principale molecola di zucchero che l'organismo utilizza per produrre energia. Le amilasi in realtà tagliano l'amido verso due unità di zucchero, il maltosio e l'isomaltosio, e poi altri enzimi, chiamati maltasi e isomaltasi, idrolizzano questi due zuccheri nel singolo glucosio monosaccaride.

Le amilasi sono prodotte in bocca e, pertanto, quando si mangia amido viene subito agito, dando inizio al processo di scissione dell'amido. Questo è uno dei motivi per cui masticare a fondo piuttosto che ingoiare il cibo è così importante. Dal momento che gli zuccheri più piccoli che provengono dall'amilasi sull'amido sono più gustosi, se si tiene un cracker in bocca e si fa girare la saliva attorno ad esso, si può notare l'aspetto di un gusto più dolce.

Un particolare tipo di amido si trova in alcuni alimenti, come le banane crude e verdi. Si chiama amido resistente e prende il nome perché è resistente alla digestione. Pertanto, l'amido resistente è più simile a una fibra, che viaggia attraverso il tratto intestinale non digerito fino a raggiungere l'intestino crasso dove, come la fibra, può essere fermentato dai batteri nel colon.Vitamine e minerali sono assorbiti in modo selettivo

Vitamine e minerali hanno una struttura e una quantità abbastanza varia nei cibi che si mangiano. Possono essere trovati nel cibo in forma libera, legati chimicamente a una molecola più grande, o strettamente racchiusi all'interno di un aggregato alimentare. Nella maggior parte dei casi, vengono liberati durante il consumo dal processo meccanico di macinazione. Possono anche essere liberati durante la rottura delle grandi molecole come le proteine ​​e l'amido, in cui possono essere racchiusi.

Dal momento che il tuo corpo richiede quantità specifiche di questi nutrienti chiave, la maggior parte delle vitamine e alcuni minerali hanno trasporti attivi in ​​atto per assorbimento e vengono introdotti nel corpo in modi molto specifici. Questi trasporti attivi agiscono come navette, raccogliendo la vitamina o il minerale e portandolo attraverso la parete cellulare intestinale nel corpo, dove può essere rilasciato direttamente o trasferito su un'altra molecola di trasporto. Poiché vitamine e minerali sono piccoli e si trovano solitamente in livelli molto inferiori rispetto agli amminoacidi, carboidrati e grassi, questi trasporti attivi devono selezionare e estrarre queste importanti molecole dal cibo e portarle nel tuo corpo. I trasporti attivi richiedono energia per funzionare correttamente.

Il calcio e il ferro sono esempi di minerali che vengono trasportati nell'organismo attraverso il trasporto attivo.La maggior parte delle vitamine idrosolubili hanno anche un trasporto attivo, e questi trasporti attivi si trovano principalmente nella sezione centrale dell'intestino tenue, il digiuno. Alcuni minerali, come ferro e calcio, sono assorbiti nella prima parte dell'intestino tenue e nel digiuno. Le vitamine liposolubili (vitamine A, D, K ed E), come discusso sopra, vengono assorbite con miscele di grasso e quindi richiedono che il grasso sia presente per il loro pieno assorbimento.

Il magnesio è un minerale di enorme importanza per la salute delle ossa, la produzione di energia e un funzionamento sano in tutto il corpo poiché attiva più di 300 enzimi cellulari. Come il calcio, il magnesio deve essere costantemente fornito per mantenere la funzione ottimale. Il magnesio non ha un trasporto attivo, ma dipende interamente dall'assunzione alimentare e da un rivestimento intestinale sano per il suo assorbimento e può essere assorbito in tutto l'intestino tenue e anche nel colon. Bassi apporti di magnesio, o perdita di capacità del tratto intestinale di assorbire il magnesio a causa di infiammazione o malattia intestinale, possono causare una varietà di problemi come contrazioni muscolari o tremori, debolezza, irritabilità e irrequietezza, depressione e ossa deboli. Il magnesio si trova ai livelli più alti di alimenti interi come i cereali, ma viene spesso rimosso durante la lavorazione. Il pane integrale ei cereali avranno una quantità di magnesio molto superiore rispetto al pane bianco, che è fatto con farina raffinata.

La vitamina B12 viene anche assorbita in modo diverso dalle altre vitamine e minerali. Innanzitutto, è più comunemente associato alle proteine ​​e quindi richiede la liberazione della proteina. Quindi, richiede una proteina prodotta nello stomaco, chiamata fattore intrinseco, per il suo assorbimento, ma non viene assorbita fino a quando il complesso del fattore intrinseco della vitamina B12 raggiunge la parte finale dell'intestino tenue, l'ileo. La digestione ottimale della vitamina B12 dipende dalla capacità di produrre una quantità sana di acido dello stomaco, poiché la scomposizione proteica richiede acido gastrico e la ricerca ha dimostrato che anche il fattore intrinseco non viene secreto in livelli adeguati quando l'acido dello stomaco è basso.DIGESTIONE

Clicca su mangiare per avviare l'animazione. Passa con il mouse sulle parti della traccia digestiva per vedere cosa fanno.Dove si verifica la digestione?

L'intero processo di digestione coinvolge molti organi diversi, che sono chiamati sistema digestivo e comprendono la bocca, l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue, l'intestino tenue, il retto e l'ano. Altri organi sono coinvolti nel sostenere il processo digestivo, ma non sono tecnicamente considerati parte del sistema digestivo. Questi organi sono la lingua, le ghiandole nella bocca che producono la saliva, il pancreas, il fegato e la cistifellea.Cosa succede in bocca?

La digestione inizia in bocca con la masticazione del cibo (masticazione). La masticazione non solo suddivide gli aggregati molto grandi di molecole di cibo in particelle più piccole e consente alla saliva e agli enzimi di entrare all'interno dei complessi alimentari più grandi, ma innesca anche un messaggio di segnalazione al corpo per avviare l'intero processo digestivo. La ricerca ha dimostrato che l'attivazione dei recettori del gusto nella bocca e il processo fisico di masticazione segnalano il sistema nervoso (nervoso). Ad esempio, il gusto del cibo può innescare il rivestimento dello stomaco per produrre acido, un processo chiamato fase cefalica della digestione; quindi, lo stomaco inizia a rispondere al cibo ancor prima che il cibo lasci la bocca.

La saliva è secreta dalle ghiandole salivari in bocca e inumidisce il cibo per migliorare la masticazione e la macinatura. La saliva contiene anche alcuni enzimi che iniziano la scomposizione di amidi e grassi. Ad esempio, la digestione dei carboidrati inizia con l'enzima salivare alfa-amilasi e la digestione dei grassi inizia con la secrezione dell'enzima lipasi linguale da parte delle ghiandole sotto la lingua.Cosa succede nell'esofago?

L'esofago, a volte chiamato esofago, collega la bocca allo stomaco. Fornisce il cibo misto saliva dalla bocca allo stomaco e funge da blocco d'aria tra il mondo esterno e il tubo digerente. L'importanza della capacità dell'esofago di separare la bocca e lo stomaco può essere vista nella condizione nota come GERD (malattia da reflusso gastroesofageo), in cui la barriera esofagea non è efficace, quindi il contenuto acido dello stomaco può sfuggire nell'esofago. Tutti sperimentano un reflusso gastroesofageo e l'esofago, con l'aiuto di un altro utile componente della saliva, bicarbonato salivare, ha la capacità di eliminare qualsiasi acido dello stomaco che fuoriesce. In molte persone, tuttavia, questo reflusso si verifica più frequentemente di quanto dovrebbe, causando dolore e compromettendo la digestione. Questa situazione si chiama GERD ed è una delle condizioni più comunemente osservate in medicina oggi.Cosa succede nello stomaco?

L'esofago si apre nello stomaco, che è una grande camera costituita dal fondo, dal corpo e poi dall'antro. L'intero coinvolgimento dello stomaco nella digestione è chiamato fase gastrica della digestione. Lo stomaco è il luogo primario in cui le proteine ​​vengono smontate e scomposte in piccoli peptidi. A causa del suo ambiente acido, lo stomaco è anche una camera di decontaminazione per batteri e altri microrganismi potenzialmente tossici che possono essere entrati nel sistema gastrointestinale attraverso la bocca.

Il fondo e il corpo dello stomaco, che di solito sono indicati insieme e costituiscono la maggior parte dello stomaco, sono dove lo stomaco immagazzina il cibo prima di essere consegnato all'intestino. Quando il cibo penetra nel fondo e nel corpo dello stomaco, il rivestimento del fondo (chiamato mucosa fundica gastrica) produce acido idroclorico (HCl).Questo ambiente acido è fondamentale per distruggere le tossine negli alimenti, come i batteri, nonché per districare le complesse catene proteiche tridimensionali, un processo chiamato denaturazione delle proteine.

La mucosa del fondo gastrico secerne anche l'enzima pepsinogeno, che è presente nello stomaco per la maggior parte del tempo ma è inattivo fino a quando l'acido è presente, quando diventa attivato come pepsina. La pepsina agisce sulle proteine ​​denaturate idrolizzando, o tagliando, i legami tra gli aminoacidi nella catena proteica, risultando in diverse catene più piccole, o peptidi.

L'idrolisi dei grassi è molto attiva nello stomaco. I grassi sono già stati esposti alla lipasi nella saliva, che inizia l'idrolisi, ma è la lipasi gastrica, secreta dallo stomaco, che è principalmente responsabile dell'idrolisi dei grassi nell'uomo.

L'antro, o parte inferiore dello stomaco, è il sito per l'azione di macinazione dello stomaco e contiene un meccanismo sensore, chiamato gastrina, per regolare il livello di acido prodotto nel corpo dello stomaco. L'antro controlla anche lo svuotamento del cibo nell'intestino attraverso lo sfintere pilorico. In questo modo il cibo può essere consegnato nell'intestino in modo controllato. Una volta che la miscela cibo-acido-enzima lascia lo stomaco, si chiama chimo. Il movimento del chimo attraverso lo sfintere pilorico stimola l'intestino a rilasciare gli ormoni secretina e colecistochinina, che segnalano al pancreas di rilasciare il suo contenuto, il succo pancreatico, all'interno del lume (il rivestimento) del duodeno (il primo segmento dell'intestino tenue ).Cosa succede nell'intestino tenue?

L'intestino tenue, che è specificamente progettato per massimizzare il processo di digestione e assorbimento, ha una superficie estesa con pieghe interne, chiamate plicae, villi e microvilli, per aumentare la sua area superficiale e migliorare la sua capacità di assorbire i nutrienti. Tutti insieme, questa superficie è chiamata il bordo del pennello dell'intestino tenue. Alcuni enzimi sono presenti sulla superficie del bordo del pennello, come i disaccaridasi come la sucrasi, la maltasi e il lattosio, che idrolizzano i disugars (zuccheri composti da due monosaccaridi) alle loro due singole molecole di zucchero.

Il duodeno, la parte dell'intestino tenue più vicino allo stomaco, è una camera di neutralizzazione in cui il chimo dello stomaco è mescolato con bicarbonato, che ricompare, questa volta nel succo pancreatico. Il bicarbonato riduce l'acidità del chimo, consentendo così a più enzimi di funzionare e favorendo la disgregazione delle macromolecole ancora presenti. Il succo pancreatico contiene anche molti degli enzimi necessari per la digestione delle proteine, come la tripsina e la chimotripsina, enzimi che tagliano proteine ​​e peptidi in catene di uno, due e tre amminoacidi; e amilasi, un enzima che continua l'idrolisi dell'amido.

Alcune sostanze nutritive, come ferro e calcio, vengono assorbite nel modo più efficiente nel duodeno; tuttavia, il digiuno, la parte centrale dell'intestino tenue, è il luogo in cui la maggior parte dei nutrienti viene assorbita attivamente. Gli amminoacidi così come la maggior parte delle vitamine e dei minerali sono assorbiti nel digiuno. Il processo di assorbimento utilizzato dal digiuno è chiamato assorbimento attivo poiché il tuo corpo utilizza l'energia per selezionare i nutrienti esatti di cui ha bisogno. Portatori di proteine ​​o canali si collegano a questi nutrienti e li portano attraverso la parete cellulare del digiuno e nella vena porta, che li porta al fegato.

L'assorbimento attivo del grasso si verifica anche nel duodeno e nel digiuno e richiede che il grasso sia messo in piccoli aggregati che possono essere trasportati direttamente nel tuo corpo. Il corpo usa la bile come detergente per solubilizzare il grasso. La bile è prodotta dal fegato, immagazzinata nella cistifellea e rilasciata nel duodeno e nel digiuno dopo un pasto. Quindi può formare miscele, piccole gocce di grasso, per l'assorbimento dei grassi. Questo processo è particolarmente importante per l'assorbimento delle vitamine liposolubili (vitamine A, D, E e K) e per l'assorbimento del colesterolo.

4.2
5
13
4
1
3
1
2
2
1
1