Semplice test per l'ictus che chiunque può eseguire

13 febbraio 2003 (Phoenix) - Un team di ricercatori ha ideato un test di un minuto che può essere utilizzato dalle persone comuni per diagnosticare l'ictus - e il test è così semplice che persino un bambino può usarlo. Un test così facile e veloce potrebbe potenzialmente salvare migliaia di pazienti colpiti da ictus dagli effetti disabilitanti, consentendo un trattamento più veloce.

"Sono solo tre semplici passaggi" dice Jane Brice, MD, assistente professore di medicina d'urgenza presso la University of North Carolina-Chapel Hill School of Medicine. Brice dice a WebMD che il test è basato su una scala sviluppata dai ricercatori dell'Università di Cincinnati. Il test in tre parti, chiamato Cincinnati Pre-Hospital Stroke Scale (CPSS), può essere utilizzato per diagnosticare la maggior parte dei colpi, dice Brice.

Brice e i suoi colleghi hanno misurato l'accuratezza del test prima insegnandolo a 100 astanti sani. Gli astanti hanno quindi eseguito il test sui sopravvissuti allo stroke. Per diagnosticare un ictus, i presenti hanno eseguito i seguenti tre passaggi:

1. Bystander disse ai pazienti: "Mostrami i tuoi denti". Il "smile test" è utilizzato per verificare la debolezza facciale unilaterale - un classico segno di ictus.

2. Quindi ai pazienti è stato detto di chiudere gli occhi e alzare le braccia. I pazienti con ictus di solito non possono sollevare entrambe le braccia alla stessa altezza, un segno di debolezza del braccio.

3. Infine, ai pazienti è stato chiesto di ripetere una semplice frase per verificare lo sluring della parola, che è un altro classico segno di ictus. "A Cincinnati, i ricercatori hanno chiesto ai pazienti di dire:" Il cielo è blu a Cincinnati ", dice Brice. Ma nello studio, i ricercatori hanno variato quattro frasi semplici come "Non piangere sul latte versato".

Complessivamente, il 97% degli astanti è stato in grado di seguire con precisione le istruzioni per dare il test, afferma Amy S. Hurwitz, una studentessa di medicina dell'UNC che ha contribuito alla progettazione dello studio.

Gli astanti erano accurati al 96% nel rilevare problemi di linguaggio e il 97% in modo accurato nell'individuare la debolezza del braccio su un solo lato. Erano meno precisi nel rilevare la debolezza del viso - con solo un tasso di accuratezza del 72% per questo test. Ma Hurwitz dice: "È difficile individuare le differenze nel sorriso di uno sconosciuto. Speriamo che nella maggior parte dei casi il" passante "sarà in realtà qualcuno che conosce il paziente e quindi un sorriso insolito sarà evidente".

Continua

"Questo è tutto per il tempo", dice Edgar J. Kenton III, professore di neurologia clinica presso la Thomas Jefferson University di Wynnewood, Pa. Kenton, che non è stato coinvolto nello studio, dice che i farmaci anti-coagulazione usati per trattare la maggior parte degli ictus può essere somministrato solo nelle prime tre ore dopo un ictus. Così, lui e altri specialisti di ictus cercano costantemente modi per accelerare il trattamento.

"Questo è così semplice che anche un bambino potrebbe usarlo. Guarda quanti bambini hanno salvato i loro genitori facendo CPR, e questo è molto più semplice", dice Kenton. Dice che pensa che il test debba essere promosso per l'uso da parte del pubblico in generale.

Brice è d'accordo con questa valutazione, dicendo che potrebbe essere come la campagna Stop, Drop and Roll per evitare ustioni. "Lo chiamiamo: parla, saluta, sorridi".

Notizie sulla salute WebMD

fonti

FONTI: American Stroke Association 28th International Stroke Conference.Jane Brice, MD, assistente professore di medicina d'urgenza, Università del NordCarolina-Chapel Hill School of Medicine. Amy S. Hurwitz, studentessa di medicina,Università della Carolina del Nord-Chapel Hill. Edgar J. Kenton III, professore dineurologia clinica, Thomas Jefferson University, Wynnewood, Pa.

© 2003 WebMD, Inc. Tutti i diritti riservati.
4.5
5
13
4
2
3
1
2
1
1
0