Panoramica delle tendenze e delle tendenze nell'obesità

introduzione

L'obesità è una delle maggiori preoccupazioni per la salute nelle comunità di tutto il paese, con circa il 70% dei funzionari di contea che lo classifica come un problema principale in cui vivono. I fattori correlati all'obesità sono anche classificati come problemi prioritari di salute delle comunità, tra cui nutrizione e attività fisica al 58%, malattie cardiache e ipertensione al 57% e diabete al 44%.1

Ci sono stati progressi nell'affrontare l'epidemia. Dopo decenni di aumento, il tasso nazionale di obesità tra i 2 e i 19 anni ha iniziato a stabilizzarsi e l'aumento dell'obesità tra gli adulti è rallentato nel tempo. Eppure l'obesità rimane una minaccia più grande per la nostra salute e per la nazione ora di quanto non fosse una generazione fa. Se le tendenze continuano, i bambini di oggi potrebbero essere la prima generazione a vivere una vita più breve e meno sana rispetto ai loro genitori.

I tassi di obesità variano da stato a stato, ma rimangono alti a livello nazionale. Negli Stati Uniti, più di uno su tre adulti e uno su sei bambini (di età compresa tra 2 e 19 anni) sono obesi e uno su 11 bambini piccoli (di età compresa tra 2 e 5 anni) sono obesi.2 I tassi di obesità negli adulti vanno da un massimo di 37,7 in Louisiana a un minimo di 22,3 in Colorado.3 I tassi di infanzia sono più alti in Mississippi (21,7 per cento) e più bassi in Oregon (9,9 per cento).4 I tassi di obesità differiscono anche da contea a contea e da quartiere a quartiere. Più di 20 stati hanno contee con tassi di obesità negli adulti superiori al 40 per cento, incluse 29 contee in Mississippi e 14 contee in Alabama. Solo due stati hanno contee con tassi di obesità negli adulti inferiori al 20%: 17 contee in Colorado e una in Massachusetts.5 (Nota: i dati di classifica e roadmap di County Health sono disponibili per ogni stato di countyhealthrankings.org)

Gli individui obesi sono a maggior rischio di diabete di tipo 2, malattie cardiache, alcune forme di cancro, demenza e una serie di altri problemi di salute. I bambini che sono in sovrappeso o obesi sono a maggior rischio di ipertensione, diabete di tipo 2 e malattie cardiache. E più i bambini sono sovrappeso o obesi, più è probabile che rimangano così nell'età adulta. Ad un livello più ampio, i tassi di obesità elevati hanno anche un impatto significativo sulla comunità più grande.

L'obesità è un problema finanziario. La crisi dell'obesità costa alla nostra nazione oltre 150 miliardi di dollari in costi sanitari all'anno6 e miliardi di dollari in più in perdita di produttività.7 Il pubblico e i funzionari sono giustamente preoccupati di assicurarsi che ogni dollaro dei contribuenti sia speso saggiamente. Investire nella prevenzione dell'obesità offre un significativo ritorno sull'investimento per il contribuente americano. Ogni stato e comunità è influenzato dal costo dell'obesità - l'obesità grave da sola costa i programmi Medicaid di stato tra $ 5 milioni nel Wyoming e $ 1,3 miliardi in California ogni anno.8 I costi dell'assistenza sanitaria per l'obesità complessiva vanno da $ 279 per persona all'anno in Wyoming a $ 768 in Oregon.9 I datori di lavoro vogliono gestire le imprese in luoghi con popolazioni più sane - con una forza lavoro più produttiva e con minori costi sanitari.

L'obesità è un problema di sicurezza nazionale. La crisi dell'obesità influisce anche sulla prontezza militare della nostra nazione. Essere in sovrappeso o obesi è la principale causa di squalifiche mediche, con circa un quarto dei richiedenti di servizi rifiutati per il superamento degli standard di peso o grasso corporeo.10 I membri del servizio obesi e i membri della loro famiglia che sono obesi costano ai militari circa $ 1 miliardo ogni anno in costi di assistenza sanitaria e perdita di produttività.11 Missione: la disponibilità ha rilevato che oltre il 70% dei giovani di oggi non è idoneo a prestare servizio militare a causa dell'obesità o del sovrappeso, di precedenti penali, abuso di droghe o deficit educativi.12

L'obesità è un problema di sicurezza della comunità. Con milioni di americani obesi e sovrappeso che servono come primi soccorritori, vigili del fuoco, agenti di polizia e in altri ruoli essenziali di servizio e protezione della comunità, la sicurezza pubblica è a rischio. Il 70% dei vigili del fuoco è in sovrappeso o obeso, mettendoli a rischio di eventi cardiovascolari - la principale causa di decessi in linea di condotta.13 Gli agenti di polizia hanno un'aspettativa di vita più breve rispetto alla popolazione generale, probabilmente a causa del loro alto tasso di obesità nella media.14

L'obesità è uno sviluppo infantile e un problema di rendimento scolastico. La prevenzione dell'obesità è un investimento nella capacità dei nostri figli di imparare e crescere. L'obesità infantile è correlata a una scarsa performance educativa15 e aumento del rischio di bullismo e depressione.16 Se tutti i bambini hanno l'opportunità di crescere con un peso sano - uno stile di vita che include cibo nutriente e molto tempo per il gioco attivo - hanno maggiori probabilità di raggiungere il loro pieno potenziale.

L'obesità è una questione di equità. L'obesità colpisce in modo sproporzionato il basso reddito17 e comunità rurali18 così come alcuni gruppi razziali ed etnici, compresi i neri,19 Latinos20 e nativi americani.21 Le disuguaglianze sociali contribuiscono a queste disparità. Ad esempio, in molte comunità, i bambini hanno pochi spazi esterni sicuri per giocare o percorsi accessibili per andare a piedi o in bicicletta a scuola. I loro quartieri possono essere spesso deserti di cibo, con piccoli punti di ristoro e fast-food che vendono e pubblicizzano cibi e bevande non salutari, ma mancano quelli con cibi freschi e sani a prezzi accessibili. Pertanto, affrontare l'epidemia di obesità è anche una lotta per l'equità della salute.

L'obesità è una priorità nazionale. Gli americani (elettori registrati) hanno valutato l'obesità come la principale preoccupazione per la salute nel paese in un recente sondaggio di opinione condotto dai gruppi di ricerca Greenberg, Quinlan, Rosner Research e Bellweather.E quasi i tre quarti (73%) sostengono investimenti crescenti per migliorare la salute delle comunità, tra cui affrontare la crisi dell'obesità e altri importanti problemi di salute. Il supporto si estende attraverso le linee di partito (il 57% dei repubblicani, l'87% dei democratici e il 70% degli indipendenti) e regionalmente in tutto il paese (75% nel Nord-est, 71% nel Midwest, 72% nel Sud e 75% nell'Ovest ).22

I tassi di obesità sono raddoppiati tra gli adulti e più che triplicati tra i bambini dagli anni '80. In risposta, i funzionari della sanità hanno sviluppato strategie per contrastare le tendenze. Ci sono stati segni di progresso. Gli sforzi concertati hanno contribuito a rallentare la crescita tra gli adulti (i tassi sono rimasti invariati in 45 stati e Washington, DC e declinati in uno stato (Kansas) l'anno scorso), e i tassi dell'infanzia si sono stabilizzati a livello nazionale e sono addirittura diminuiti in alcuni punti nell'ultimo decennio . In effetti, i tassi di obesità tra i bambini di 5 anni e sotto sono diminuiti da circa il 14% nel 2003-2004 a meno del 10% nel 2013-2014.23 Anche i tassi di obesità tra i bambini di 2 e di 4 anni a basso reddito sono diminuiti.24

Le agenzie federali, statali e locali svolgono un ruolo chiave nella creazione e nel sostegno di politiche a beneficio di milioni di famiglie e quartieri in tutta l'America. Esperti dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), National Institutes of Health (NIH), Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti, Amministrazione per i bambini e le famiglie (ACF), FDA (Food and Drug Administration) ), i centri di ricerca accademici e le agenzie statali e locali di sanità pubblica di tutto il paese hanno studiato e sviluppato le migliori strategie per prevenire e affrontare l'obesità tra bambini e adulti. Questi includono il miglioramento degli standard nutrizionali per gli alimenti e le bevande offerti attraverso il Programma alimentare per bambini e adulti (CACFP) e nelle scuole a livello nazionale. Queste agenzie forniscono anche la base di prove e assistenza tecnica per ogni distretto scolastico del paese per sviluppare piani di benessere locale efficaci, strategici per identificare "punti caldi" dove i problemi sono i più gravi, i bisogni sono i più grandi e dove sforzi promettenti possono essere più efficace Comunità, scuole e famiglie in tutto il paese fanno affidamento sull'assistenza tecnica, sull'orientamento, sui toolkit e sulle valutazioni di esperti che dimostrano sforzi efficaci che possono fare la differenza per migliorare la salute. Questi sforzi consentono alle comunità di imparare dalle migliori prove e programmi, in modo che possano costruirle a beneficio delle proprie comunità.

Le decisioni individuali che le persone prendono sul mangiare e sull'attività non sono prese nel vuoto. Dove le famiglie vivono, imparano, lavorano e giocano, tutte hanno un grande impatto sulle scelte che sono in grado di fare. Gli alimenti salutari sono spesso più costosi e meno disponibili in alcuni quartieri, e trovare luoghi sicuri e accessibili e avere il tempo di essere attivi può essere una sfida per molti.

Ad esempio, la maggior parte dei bambini trascorre lunghi periodi di tempo in asili nido e scuole in cui le opzioni alimentari possono essere fuori dal controllo dei genitori.

Dopo anni di crescita, i tassi si sono stabilizzati e ora possono andare nella giusta direzione, ma solo se gli sforzi ricevono risorse e sostegno sufficienti per andare avanti.

Gli approcci di maggior successo sono spesso sforzi globali, localizzati, "basati sul luogo" - dove i leader ei membri di una comunità costruiscono partnership che riuniscono operatori sanitari e sanitari; ospedali, scuole e università; centri e centri per l'infanzia; gruppi di servizi sociali; filantropiche; organizzazioni di comunità, di fede e di sviluppo della comunità; e trasporti e pianificatori abitativi - per valutare le priorità all'interno dell'area locale; sfruttare le risorse della comunità esistenti; e determinare le strategie più efficaci e basate sull'evidenza che possano soddisfare al meglio le loro esigenze. Gli esperti hanno identificato una serie di politiche e programmi che le comunità possono implementare per rendere il mangiare sano e l'attività fisica parte delle routine quotidiane delle persone, compreso il miglioramento della nutrizione scolastica, iniziative complete per le strade, accesso allo spazio aperto, incentivi per acquisti alimentari salutari, etichettatura degli alimenti e limiti alla pubblicità per i bambini.

Le strategie di maggior impatto si concentrano in genere sull'aiutare i bambini a mantenere un peso sano - dal momento che è molto più facile e più efficace prevenire l'obesità che tentare di invertire la tendenza in seguito - e offrire agli adulti opportunità di nutrizione migliorata e maggiore attività fisica, per essere il più sano possibile, indipendentemente dal loro peso.

Lo stato annuale di Obesity: politiche migliori per un rapporto più sano in America mette in evidenza le tendenze dell'obesità e le strategie, le politiche, i programmi e le pratiche mirate a invertire l'epidemia - aiutare i bambini a crescere con un peso sano e gli adulti essere il più sani possibile a qualsiasi peso . Sebbene la relazione si concentri su progressi e politiche promettenti, mostra anche che questi approcci non hanno ancora ricevuto un livello sufficiente di investimenti o priorità per invertire i tassi su larga scala.

La relazione di quest'anno mostra che c'è ancora un bisogno urgente di affrontare la crisi dell'obesità - e che la posta in gioco e le finanze finanziarie sono troppo alte per consentire l'autocompiacimento. Sottolinea anche il fatto che esiste una vasta gamma di sforzi che possono fare la differenza. Dopo anni di crescita, i tassi si sono stabilizzati e ora possono andare nella giusta direzione, ma solo se gli sforzi ricevono risorse e sostegno sufficienti per andare avanti.

Le serie di relazioni sullo stato dell'obesità hanno documentato i progressi significativi compiuti negli ultimi 15 anni per ridurre i tassi di obesità.Le politiche e le pratiche basate sull'evidenza possono fare la differenza, ma devono essere mantenute e ricevere un livello sufficiente di investimenti per ottenere risultati. Le azioni per limitare le politiche e ridurre i finanziamenti per gli sforzi di prevenzione dell'obesità avranno conseguenze negative per la salute degli americani.

Alcune strategie chiave per contrastare la crisi includono:

  • Sostenere genitori, famiglie e operatori sanitari nello sforzo di offrire scelte alimentari e di bevande più salutari, incoraggiare un'ampia attività fisica e servire da buoni esempi spendendo meno tempo sui loro schermi e più tempo a camminare, andare in bicicletta e giocare con i propri figli;
  • Assicurare un'alimentazione sana e bevande alternative sono disponibili per i bambini nelle scuole e nelle strutture per l'infanzia e aumentare le opportunità di essere attivi e coinvolti in programmi di attività fisica di alta qualità;
  • Rendere le opzioni alimentari sane più accessibili - attraverso sforzi come strategie di finanziamento alimentare sano, programmi di assistenza nutrizionale, sforzi di educazione alimentare e mercati degli agricoltori;
  • Fornire assistenza sanitaria per la consulenza e i servizi per l'obesità e una forte assistenza sanitaria preventiva per i bambini;
  • Impegnare i sistemi sanitari e gli ospedali a supportare l'accesso a servizi che promuovono la salute dei loro pazienti al di fuori degli appuntamenti dei medici, come attraverso programmi in corso, coaching e consulenza in grado di ridurre i costi sanitari e produrre risultati migliori;
  • Incoraggiare lo sviluppo e la progettazione di smart community - come le politiche di utilizzo del territorio che supportano lo sviluppo di spazi verdi, parchi e sentieri e le iniziative Complete Streets, che centinaia di comunità hanno adottato a livello nazionale, che promuovono la vita attiva, incluso più percorribili, a uso misto e aree ricreative;
  • Sostenere gli sforzi delle aziende alimentari e delle bevande per produrre e commercializzare opzioni sane e convenienti e ridurre calorie, zuccheri e grassi in alimenti e bevande; e
  • Aumentare i programmi di benessere sul luogo di lavoro e il coinvolgimento dei datori di lavoro nel sostenere iniziative di miglioramento della salute a livello di comunità, come Live Well San Diego e NashVitality.

Ad esempio, nel Nuovo Messico, l'organizzazione senza scopo di lucro Healthy Kids, Healthy Communities (HKHC) collabora con dipartimenti di sanità pubblica statale e locale, scuole e altre parti interessate per sostenere gli sforzi che aiutano i bambini a mangiare bene e muoversi di più, servendo quasi una scuola pubblica pubblica su quattro studenti in comunità con i più alti tassi di povertà nello stato.

Ci sono molti punti luminosi da segnalare: programmi e politiche che stanno facendo davvero la differenza. Ad esempio, nel Nuovo Messico, l'organizzazione senza scopo di lucro Healthy Kids, Healthy Communities (HKHC) collabora con dipartimenti di sanità pubblica statale e locale, scuole e altre parti interessate per sostenere gli sforzi che aiutano i bambini a mangiare bene e muoversi di più, servendo quasi una scuola pubblica pubblica su quattro studenti in comunità con i più alti tassi di povertà nello stato.25 Il programma include il supporto di percorsi sicuri alle scuole, produzione di prodotti di alta qualità nelle scuole, costruzione di attività fisica nella giornata scolastica, produzione di alimenti più sani e accessibili, soprattutto nelle aree rurali e remote, e sostegno di strutture di assistenza all'infanzia più sane. Il risultato? Un declino dell'11,1 per cento del sovrappeso e dell'obesità tra i bambini del terzo anno e un declino del 15,5 per cento tra i bambini dell'asilo dello stato. Se questo e altri sforzi di successo fossero aumentati, migliorerebbe notevolmente la salute della nazione.

Raggiungere questo obiettivo richiederà l'aiuto di tutte le istituzioni della società - governi, imprese, comunità e famiglie. In poche parole, tutte le comunità devono collaborare per investire in politiche, pratiche e programmi che funzionano. Con il passare del tempo, questi investimenti pagano - in termini di risparmio di vite umane e costi sanitari. Lavorando insieme, le comunità possono creare una cultura della salute e ridurre l'epidemia di obesità.

Tendenze nazionali dell'obesità

Bambini e giovani

A livello nazionale, i tassi di obesità infantile sono rimasti stabili negli ultimi dieci anni

A livello nazionale, i tassi di obesità infantile (da 2 a 19 anni) sono rimasti stabili negli ultimi dieci anni - circa il 17% [National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES), dati 2011-2014].26

  • Dal 1980, i tassi di obesità infantile (da 2 a 19 anni) sono triplicati - con i tassi di obesi da 6 a 11 anni più che raddoppiati (dal 7,0 al 17,5 percento) e tassi di adolescenti obesi (dai 12 ai 19 anni) quadruplicare dal 5% al ​​20,5%.27,28 [NHANES, dati 2011-2014]
  • I tassi di obesità sono anche diventati molto più alti a partire da età precedenti: l'8,9 per cento dei bambini dai 2 ai 5 anni ora è obeso e circa il 2 per cento è estremamente obeso.29 [NHANES, dati 2011-2014]
  • Quasi il 2% dei bambini piccoli (di età compresa tra 2 e 5 anni) sono estremamente obesi, il 4,3% di quelli di età compresa tra 6 e 11 anni sono estremamente obesi e il 9,1% di quelli di età compresa tra 12 e 19 anni sono estremamente obesi (indice di massa corporea (BMI) pari o superiore al 120 percento del 95esimo percentile specifico per sesso sui grafici di crescita CDC-BMI per età).30 [NHANES, dati 2011-2014]
  • Ci sono anche significative ingiustizie razziali ed etniche. I tassi sono più alti tra i bambini Latino (21,9%) e Nero (19,5%) rispetto ai bambini bianchi (14,7%) e asiatici (8,6%) (dai 2 ai 19 anni) e le percentuali sono più elevate a partire da età precedenti e aumentano più rapidamente.31 [NHANES, dati 2011-2014]
    • Il 21,4% delle femmine latine e il 22,4% dei maschi latini sono obesi.
    • Il 20,7% delle donne nere e il 18,4% dei maschi neri sono obesi.
    • Il 15,1% delle donne bianche e il 14,3% dei maschi bianchi sono obesi.
    • Il 5,3% delle donne asiatiche e l'11,8% dei maschi asiatici sono obesi.
    • Tra i bambini in età prescolare (dai 2 ai 5 anni), i latini sono tre volte più probabili (15,6%) e i neri hanno il doppio delle probabilità (10,4%) di essere obesi rispetto ai bianchi (5,2%) e asiatici (5,0%).
    • Tra i bambini nativi americani indiani / dell'Alaska, il 25% dei bambini dai 2 ai 5 anni, il 31% dei bambini dai 6 agli 11 anni e il 31% dai 12 ai 19 anni sono obesi.32 [Indian Health Service, 2008]
  • Inoltre, ci sono anche disuguaglianze significative nei tassi di obesità estrema (BMI pari o superiore al 120% del 95 ° percentile specifico per sesso nelle classifiche di crescita BMI per età):33 [NHANES, dati 2011-2014]
    • Quasi il 9% del nero, il 7,6% del latino, il 4,4% del bianco e l'1,3% dei bambini asiatici sono estremamente obesi (dai 2 ai 19 anni).
    • Tra i bambini in età prescolare (dai 2 ai 5 anni), i Latinos (7,6%) ei Neri (8,6%) hanno quasi il doppio delle probabilità di essere estremamente obesi rispetto ai bianchi (4,4%).

adulti

  • I tassi di obesità hanno superato il 35% in cinque stati, il 30% in 25 stati e il 25% in 46 stati. Il tasso più basso era del 22,3% in Colorado. [Behavioral Factor Surveillance System (BRFSS), 2015]
    • Nel 1985, nessuno stato aveva un tasso di obesità negli adulti superiore al 15%; nel 1991, nessuno stato superava il 20%; nel 2000 nessuno stato superava il 25%; e, nel 2006, solo il Mississippi era superiore al 30 percento.
  • A livello nazionale, quasi il 38% degli adulti è obeso.34 [NHANES, dati 2013-2014]
    • Quasi l'8% degli adulti è estremamente obeso (BMI maggiore o uguale a 40,0).35
    • I tassi di obesità sono più alti tra le donne (40,4 per cento) rispetto agli uomini (35,0 per cento).36 Nell'ultimo decennio (2005-2014), il tasso di obesità tra le donne è aumentato del 5,1 per cento, mentre il tasso tra gli uomini è aumentato solo dell'1,7 per cento.
    • Le donne sono anche quasi il doppio delle probabilità (9,9 per cento) di essere estremamente obese rispetto agli uomini (5,5 per cento).37
    • Inoltre, le percentuali sono le più alte tra gli adulti di mezza età (41% per i 40-59 anni), rispetto al 34,3% dei bambini tra i 20 ei 39 anni e il 38,5% degli adulti di età pari o superiore a 60 anni.38
  • Esistono significative ingiustizie razziali ed etniche. [NHANES, dati 2013-2014]
    • I tassi di obesità sono più alti tra i neri (48,4 per cento) ei latini (42,6 per cento) rispetto ai bianchi (36,4 per cento) e agli americani asiatici (12,6 per cento).39
    • Le disuguaglianze sono più alte tra le donne: i neri hanno un tasso del 57,2%, latini del 46,9%, bianchi del 38,2% e asiatici del 12,4%. Per gli uomini, i latini hanno un tasso del 37,9%, neri del 38,0% e bianchi del 34,7%.40
    • Le donne nere (16,8 per cento) hanno più probabilità di essere estremamente obese rispetto alle donne bianche (9,7 per cento).41
  • E ci sono disuguaglianze di reddito e / o istruzione.
    • Quasi il 33% degli adulti che non hanno conseguito il diploma di scuola superiore erano obesi rispetto al 21,5% di quelli che si erano laureati all'università o al college tecnico. [Dati 2008-2010]
    • Più del 33% degli adulti che guadagnano meno di $ 15.000 all'anno sono obesi rispetto al 24,6% di coloro che hanno guadagnato almeno $ 50.000 all'anno.42 [Dati 2008-2010]

Lo stato dell'obesità degli adulti: panoramica

Dopo anni di rapidi aumenti, la crescita del tasso di obesità negli adulti in America ha iniziato a rallentare, e persino a diminuire, in alcuni luoghi. A livello statale, i tassi di obesità negli adulti sono aumentati in quattro stati (Colorado, Minnesota, Washington e West Virginia), sono diminuiti in uno stato (Kansas) e sono rimasti stabili nel resto. Questo supporta tendenze che hanno mostrato livelli stabili negli ultimi anni. L'anno scorso è stata la prima volta in cui questo rapporto annuale ha registrato un calo dei tassi di obesità negli adulti, con quattro stati in declino, e gli straordinari hanno iniziato a rallentare la crescita. Nel 2006, i tassi sono aumentati in 31 stati; nel 2010, le tariffe sono aumentate in 16 stati.

Tuttavia, l'obesità rimane uno dei problemi di salute più diffusi, costosi e mortali d'America. Più di un terzo degli adulti statunitensi è obeso (37,9% nel 2013-2014).43 L'obesità aumenta il rischio di sviluppare pressione alta, malattie cardiache, diabete di tipo 2, ictus, artrite, malattie del fegato, malattie renali, morbo di Alzheimer, cistifellea e problemi di salute mentale, così come molti tipi di cancro.44 Ogni anno l'obesità è associata a più di 100.000 decessi prematuri.45 L'obesità durante la gravidanza aumenta le probabilità di complicanze, tra cui diabete gestazionale, preeclampsia, parto cesareo e parto morto.46,47,48

Le cause dell'obesità sono complesse e includono fattori individuali, sociali e ambientali, ma è chiaro che la maggior parte degli americani non mangia abbastanza cibo sano o attività fisica a sufficienza. Per esempio:

  • Meno della metà degli adulti americani soddisfa le linee guida aerobiose nazionali per la forma fisica.49
  • Più dell'80% degli americani non mangia abbastanza verdure e più del 70% non mangia abbastanza frutta.50
  • Quasi la metà (circa il 49 percento) degli americani americani beve una bevanda addolcita con zucchero in un dato giorno.51
  • La maggior parte degli americani supera i livelli raccomandati di grassi solidi, zucchero e sodio aggiunti.52

Anche gli ambienti fisici e sociali svolgono un ruolo nell'epidemia di obesità. Le comunità progettate per il trasporto in auto, i lavori che richiedono ore di seduta dietro una scrivania e le opzioni di intrattenimento che ruotano attorno a guardare uno schermo incoraggiano uno stile di vita sedentario. Nel frattempo, i cibi trasformati e le bevande zuccherate sono pesantemente pubblicizzati, e spesso meno costosi e più facilmente disponibili rispetto alle alternative più sane.53 In molte comunità, non ci sono negozi di alimentari dove i residenti possono acquistare alimenti a prezzi accessibili e nutrienti. La ricerca ha dimostrato che è probabile anche una predisposizione genetica all'obesità, sebbene gli studi abbiano dimostrato che una dieta sana e l'attività fisica possono contrastare questi rischi.54

L'obesità costa alla nazione più di $ 149 miliardi di costi sanitari all'anno.55 Anche i costi indiretti attribuibili all'obesità sono dell'ordine di miliardi a causa dell'assenteismo scolastico e occupazionale e della ridotta produttività. Uno studio ha stimato che l'assenteismo indiretto costa fino a 6,3 miliardi di dollari all'anno.56

L'obesità minaccia la nostra preparazione militare, così come il numero di individui in grado di servire come primi soccorritori, pompieri e agenti di polizia. In effetti, essere in sovrappeso o obesi è la principale causa di squalifica medica, con il 23% dei richiedenti servizi armati respinti a causa di peso eccessivo o grasso corporeo.57 La ricerca ha stimato che i membri del servizio obesi costano al Dipartimento della Difesa 1,1 miliardi di dollari in costi medici e 105,6 milioni di dollari all'anno in perdita di produttività.58Missione: prontezza - un gruppo composto da ammiragli e generali in pensione - ha avvertito che la crisi dell'obesità minaccia la futura forza delle nostre forze armate.59

Negli Stati Uniti, ci sono due strumenti principali al CDC utilizzati per tracciare i tassi di obesità negli adulti:

1. Il sistema di sorveglianza del fattore di rischio comportamentale è la fonte per i dati sull'obesità degli adulti stato-per-stato in questo rapporto. I vantaggi di questo sondaggio includono: (a) è la più grande indagine sanitaria telefonica in corso nel mondo; (b) ogni indagine statale è rappresentativa della popolazione di quello stato; e (c) il sondaggio viene condotto annualmente, quindi ogni anno sono disponibili nuovi dati sull'obesità. I lati negativi di questo sondaggio includono: (a) piccoli campioni che in alcuni stati proibiscono la raccolta di informazioni significative su particolari gruppi razziali ed etnici; e (b) gli intervistati intervistati riferiscono autonomamente il loro peso e altezza, il che può portare a tassi di obesità segnalati inferiori ai tassi effettivi, a causa della tendenza delle persone a sottovalutare il loro peso ed esagerare la loro altezza.60

2. La National Health and Nutrition Examination Survey è la fonte dei dati nazionali sull'obesità degli adulti in questo rapporto e misura anche i tassi di obesità infantile. Come strumento di indagine, NHANES ha diversi vantaggi: (a) esamina un campione rappresentativo a livello nazionale di americani di età compresa tra 2 e più anziani; e (b) combina interviste con esami fisici, aumentando l'accuratezza dei dati. Un lato negativo del sondaggio è il ritardo tra la raccolta e la segnalazione. Ad esempio, le più recenti percentuali di obesità pubblicate da NHANES sono dal 2013-2014.

Tassi di obesità per adulti stati-per-stati

Le due mappe sottostanti illustrano la maggiore crescita dei tassi di obesità statale tra il 1993, quando il BRFSS è diventato un sistema di sorveglianza nazionale e nel 2017. Si noti che il CDC ha apportato alcune modifiche metodologiche all'indagine nel 2011, che non consentono confronti diretti. Tuttavia, queste mappe riflettono le tendenze confermate da altri sondaggi, che mostrano tutti un forte aumento dei tassi di obesità negli ultimi 25 anni.

Tendenze nell'obesità tra gli adulti statunitensi

Tassi nazionali di obesità per adulti

A livello nazionale, il 37,9% degli adulti americani era obeso nel 2013-14 (NHANES).61 I tassi di obesità estrema o grave sono del 7,7% e oltre il 70% sono sovrappeso o obesi.

Dopo decenni di aumenti, i tassi si sono stabilizzati durante il periodo tra il 2003-2004 e il 2011-12 e sono leggermente aumentati tra le donne dal 2011-12 al 2013-14 (utilizzando misure di rilevanza statistica).62 I tassi di obesità erano quasi triplicati da quando il CDC iniziò a seguirli nel 1960 e sono raddoppiati dagli anni '80.63

Le percentuali di obesità variano in base al sesso, all'età e ad altre caratteristiche. Il tasso di obesità è più alto tra le donne (40,4 per cento) rispetto agli uomini (35,0 per cento); le donne hanno anche tassi più elevati di obesità di classe 3 (9,9 per cento rispetto al 5,5 per cento per gli uomini).64 Nel 2011-2014, gli americani di mezza età (età 40-59) avevano il più alto tasso di obesità di qualsiasi fascia di età al 41,0%, seguito da anziani (dai 60 anni in su) al 38,5%, e poi giovani adulti (età 20-39) a 34,3 per cento.

4.4
5
14
4
4
3
2
2
2
1
1