Sono musulmani vegetariani

La parola "musulmano" significa colui che si sottomette alla volontà di Dio, indipendentemente dalla loro razza, nazionalità o origine etnica. Essere musulmani comporta la piena sottomissione e l'obbedienza attiva a Dio, l'unico e unico Dio, e vivere secondo il Suo messaggio. Alcune persone credono erroneamente che l'Islam è solo una religione per gli arabi, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Non solo ci sono convertiti all'Islam in ogni angolo del mondo, specialmente in Inghilterra e in America, ma dando uno sguardo al mondo musulmano dalla Bosnia alla Nigeria e dall'Indonesia al Marocco, si può chiaramente vedere che i musulmani provengono da molti razze, gruppi etnici e nazionalità. È anche interessante notare che, in realtà, circa l'85% di tutti i musulmani non sono arabi - ci sono più musulmani in Indonesia che in tutto il mondo arabo! Quindi, anche se è vero che la maggior parte degli arabi sono musulmani, ma la grande maggioranza dei musulmani non sono arabi. Tuttavia, chiunque si sottometta completamente a Dio e Lo adora da solo, senza partner e senza figlio e senza compagno, è un musulmano. Continuità del messaggio L'Islam non è una nuova religione perché "la sottomissione alla volontà di Dio", cioè l'Islam, è sempre stata l'unica religione accettabile agli occhi di Dio. Per questa ragione, l'Islam è la vera "religione naturale" ed è lo stesso messaggio eterno rivelato attraverso i secoli a tutti i profeti e messaggeri di Dio. I musulmani credono che tutti i profeti di Dio, che includono Abramo, Noè, Mosè, Gesù e Maometto, hanno portato lo stesso messaggio del Monoteismo Puro. Per questo motivo, il Profeta Muhammad non fu il fondatore di una nuova religione, come molte persone pensano erroneamente, ma fu il profeta finale dell'Islam. Rivelando il Suo ultimo messaggio a Maometto, che è un messaggio eterno e universale per tutta l'umanità, Dio finalmente adempì l'alleanza che fece con Abramo, che fu uno dei primi e più grandi profeti. È sufficiente dire che la via dell'Islam è la stessa del modo in cui il profeta Abramo, perché sia ​​la Bibbia che il Corano ritraggono Abramo come un esempio imponente di qualcuno che si è sottomesso completamente a Dio e lo ha adorato senza intermediari. Una volta realizzato, dovrebbe essere chiaro che l'Islam ha il messaggio più continuo e universale di ogni religione, perché tutti i profeti e messaggeri erano "musulmani", cioè coloro che si sottomettevano alla volontà di Dio e predicavano "l'Islam", cioè la sottomissione a la volontà di Dio Onnipotente. L'Unità di Dio Il fondamento della fede islamica è la credenza nell'Unità di Dio Onnipotente - il Dio di Abramo, Noè, Mosè e Gesù. L'Islam insegna che una pura credenza in un unico Dio è intuitiva negli esseri umani e quindi soddisfa l'inclinazione naturale dell'anima. In quanto tale, il concetto di Dio dell'Islam è semplice, non ambiguo e facile da capire. L'Islam insegna che i cuori, le menti e le anime degli esseri umani sono adatti a ricettacoli per una chiara rivelazione divina, e che le rivelazioni di Dio all'uomo non sono offuscate da misteri auto-contraddittori o idee irrazionali. In quanto tale, l'Islam insegna che anche se Dio non può essere pienamente compreso e compreso dalle nostre menti umane finite, non si aspetta che accettiamo assurde credenze false o dimostrabili su di Lui. Secondo gli insegnamenti dell'Islam, Dio Onnipotente è assolutamente Uno e la Sua Unità non dovrebbe mai essere compromessa dall'associare partner con Lui - né nell'adorazione né nella fede. A causa di ciò, i musulmani sono tenuti a mantenere una relazione diretta con Dio, e quindi tutti gli intermediari sono assolutamente vietati. Dal punto di vista islamico, credere nell'Unità di Dio significa rendersi conto che tutta la preghiera e l'adorazione dovrebbero essere esclusivamente per Dio, e che solo Lui merita titoli come "Signore" e "Salvatore". Alcune religioni, anche se credono in "Un Dio", non fanno tutta la loro adorazione e preghiere per Lui solo. Inoltre, danno anche il titolo di "Signore" agli esseri che non sono Onniscienti, Potenti e Non Cambiano - anche secondo le loro stesse scritture. Basti dire che, secondo l'Islam, non è sufficiente che le persone credano che "Dio è Uno", ma devono attualizzare questa credenza con una condotta corretta. In breve, nel concetto islamico di Dio, che è completamente basato sulla Rivelazione Divina, non c'è ambiguità nella divinità: Dio è Dio e l'uomo è uomo. Poiché Dio è l'unico Creatore e Continuo Sostenitore dell'Universo, Egli è trascendente al di sopra della Sua creazione - il Creatore e la creatura non si mescola mai. L'Islam insegna che Dio ha una natura unica e che è libero dal genere, dalle debolezze umane e al di là di qualsiasi cosa gli esseri umani possano immaginare. Il Corano insegna che i segni e le prove della saggezza, del potere e dell'esistenza di Dio sono evidenti nel mondo che ci circonda. In quanto tale, Dio invita l'uomo a meditare sulla creazione per costruire una migliore comprensione del suo Creatore. I musulmani credono che Dio sia amorevole, compassionevole e misericordioso e che si interessi degli affari quotidiani degli esseri umani. In questo, l'Islam colpisce un unico equilibrio tra falsi ecclesiastici e filosofici. Alcune religioni e filosofie ritraggono Dio come un semplice "Potere Superiore" impersonale che non è interessato, o ignaro, della vita di ciascun individuo umano. Altre religioni tendono a dare a Dio qualità umane e insegnano che Egli è presente nella sua creazione, incarnandosi in qualcuno, qualcosa - o anche tutto. Nell'Islam, tuttavia, Dio Onnipotente ha chiarito la verità lasciando che l'umanità sappia che è "Compassionevole", "Misericordioso", "Amoroso" e il "Risponditore delle preghiere". Ma ha anche sottolineato con forza che "non c'è nulla di simile a Lui", e che Egli è in alto al di sopra del tempo, dello spazio e della Sua creazione.Infine, va detto che il Dio che i mussulmani adorano è lo stesso Dio che gli ebrei e i cristiani adorano - perché c'è un solo Dio. È un peccato che alcune persone credano erroneamente che i musulmani adorino un Dio diverso da ebrei e cristiani, e che "Allah" sia solo il "dio degli arabi". Questo mito, che è stato propagato dai nemici dell'Islam, è completamente falso poiché la parola "Allah" è semplicemente il nome arabo di Dio Onnipotente. È la stessa parola per Dio usata dagli ebrei e dai cristiani di lingua araba. Tuttavia, dovrebbe essere chiarito che anche se i musulmani adorano lo stesso Dio degli ebrei e dei cristiani, il loro concetto di lui differisce in qualche modo dalle credenze di altre religioni - principalmente perché si basa completamente sulla rivelazione divina di Dio. Ad esempio, i musulmani respingono la credenza cristiana che Dio è una Trinità, non solo perché il Corano lo rifiuta, ma anche perché se questa fosse la vera natura di Dio, Egli avrebbe chiaramente rivelato ad Abrahamo, Noè, Gesù e tutti gli altri profeti . Risposta La parola "Islam" è una parola araba che significa "sottomissione alla volontà di Dio". Questa parola deriva dalla stessa radice della parola araba "salam", che significa "pace". Come tale, la religione dell'Islam insegna che per raggiungere la vera pace della mente e la sicurezza del cuore, bisogna sottomettersi a Dio e vivere secondo la Sua legge divinamente rivelata. La verità più importante che Dio ha rivelato all'umanità è che non c'è nulla di divino o degno di essere adorato tranne Dio Onnipotente, quindi tutti gli esseri umani dovrebbero sottomettersi a Lui. Tutti i profeti, sin dall'inizio dell'umanità (inclusi Noè, Abrahamo, Mosè, Gesù e Muhammad, la pace sia su di loro) hanno chiesto l'Islam, nel senso di piena sottomissione all'unico e unico Dio e fede nei Suoi profeti e messaggeri. Di conseguenza, il musulmano è colui che:. testimoniare che nessun dio eccetto uno e un solo Dio e che Muhammad è il Suo messaggero e profeta,. avere fede in Dio, nei Suoi angeli, nei Suoi libri sacri (inclusi Salmi, Torah, Bibbia e Corano), nei Suoi profeti (inclusi Noè, Abrahamo, Mosè, Gesù e Muhammad), Ultimo Giorno e destino. crede e segue i pilastri dell'Islam 5,. segue gli insegnamenti e le guide del Corano e del Suo profeta Maometto (PBUH). . segue i buoni principi morali per insegnamenti del Corano e del profeta Maometto (PBUH). non rovina l'ambiente e mantiene la sua pulizia. è vantaggioso per la sua comunità e per l'umanità Fai riferimento alla domanda correlata di seguito sui principi di base dell'Islam.

4.2
5
10
4
5
3
2
2
3
1
1