Sintomi di astinenza da caffeina: Top Quindici

Il ritiro della caffeina non fa ridere e può essere molto debilitante per chi improvvisamente senza caffeina.

Prelievo della caffeina

Se sei o sei stato un consumatore accanito di caffè o di bevande energetiche, allora sei consapevole di quanto le bevande contenenti caffeina possano dare dipendenza.

Solo poche ore dopo aver saltato la dose programmata i sintomi di astinenza da caffeina iniziano a manifestarsi.

Il ritiro della caffeina è ora un disturbo riconosciuto ed è elencato nel DSM-5.

Se hai mai provato a smettere di caffeina senza un programma di disintossicazione della caffeina come Wean Caffeine, allora sai quanto può essere difficile e doloroso smettere di fumare. In genere più caffeina consuma una persona, maggiore è l'intensità e la durata del prelievo.

Ecco i sintomi più comuni di astinenza da caffeina. Sarai confortato nel sapere che non stai davvero morendo ma semplicemente stai detossando dalla caffeina.

Anche se normalmente non sei un bevitore di caffeina, potresti manifestare sintomi quando smetti di bere anche se solo per pochi giorni di seguito.

Top 15 sintomi di astinenza da caffeina

  1. Mal di testa
    Un mal di testa da caffeina di solito inizia dietro gli occhi e poi si sposta sulla parte anteriore della testa.
  2. Sonnolenza
    Questo non è la tua normale stanchezza, questo è seduto dritto ma non riesco ancora a tenere gli occhi aperti alla stanchezza.
  3. Irritabilità
    Tutti e tutti ti danno l'ultimo nervo. È meglio solo chiuderti nella tua stanza durante questa fase.
  4. letargo
    Dimentica la produttività in questa fase, perché non sarai motivato a fare nulla a causa della sensazione di mancanza di energia.
  5. Stipsi
    La caffeina stimola l'intestino, quindi senza la sua dose giornaliera, anche il colon diventa un po 'irritabile.
  6. Depressione
    L'astinenza da caffeina può togliere ogni speranza di vivere. Il blues temporaneo è una cosa, ma se già lotti con la depressione questo potrebbe essere un grosso problema.
  7. Dolore muscolare, rigidità, crampi
    Se normalmente hai della caffeina prima dell'allenamento, durante l'astinenza da caffeina potresti sentire come se i tuoi muscoli avessero dei pesi legati a loro.
  8. Mancanza di concentrazione
    Dimentica la scuola, lo studio, la chirurgia del cervello o la riparazione dei motori a reazione durante questa fase di ritiro.
  9. Sintomi influenzali
    Un naso chiuso, seni ostruiti e pressione del seno sono stati segnalati da persone che si sono ritirate dalla caffeina.
  10. Insonnia
    Alcune persone in realtà non riescono a dormire quando attraversano il ritiro della caffeina.
  11. Nausea e vomito
    Alcune persone non riescono nemmeno a pensare al cibo nei primi due giorni di ritiro che aggrava la sensazione di letargia.
  12. Ansia
    In alcune persone, la caffeina causa ansia, ma in altri, il ritiro dal farmaco può causare sensazioni di ansia e anche alcuni attacchi di panico sono stati segnalati da alcuni.
  13. Cervello annebbiato
    Il ritiro può far sì che alcune persone sperimentino la nebbia del cervello che è descritta come la difficoltà di avere pensieri coerenti, difficoltà nel pensare e la difficoltà di svolgere compiti comuni.
  14. Vertigini
    L'astinenza da caffeina può causare il senso di equilibrio di alcune persone.
  15. Anomalie del ritmo cardiaco
    Poiché la caffeina stimola anche il muscolo cardiaco, alcune persone sperimentano cambiamenti nel ritmo cardiaco durante il ritiro. Sono stati riportati sia la bassa pressione sanguigna che palpitazioni.

La disintossicazione non è una questione di risate

L'astinenza da caffeina è un'esperienza molto spiacevole.

I sintomi di astinenza durano solo da alcuni giorni a una settimana per consumatori leggeri di caffeina ma possono durare 2 mesi o più per quelli che avevano consumato circa 1000 mg o più al giorno. Tuttavia, anche per il consumatore più pesante i peggiori sintomi si attenuano dopo circa una settimana.

Anche dopo che il periodo di sospensione è finito, molti non si sentono mai abbastanza bravi come fanno quando bevono caffeina tutto il tempo. Alcuni credono che la caffeina altera in modo permanente la chimica del cervello.

Ciò è probabilmente dovuto ai cambiamenti che si verificano con i livelli di dopamina nel cervello a causa della caffeina giornaliera.

La caffeina può essere coinvolgente

Quanto dipendenti dalla caffeina sei / eri?

Puoi prendere il nostro quiz sulla diagnosi di dipendenza da caffeina per vedere dove posizioni. Questo potrebbe spiegare perché il ritiro della caffeina è stato così difficile.

Gli esseri umani possono essere dipendenti nulla - compresa la caffeina. Se dipendenza o dipendenza, la realtà è che per molti, fermare il consumo di caffeina è molto difficile.

Che tu lo voglia o no dipende da come le tue abitudini stanno influenzando la tua salute, le tue relazioni o le persone che ti circondano.

Per la maggior parte delle persone, la loro normale abitudine al caffè non può influenzare nessuna di queste cose.

Ridurre l'impatto della caffeina

C'è qualche ricerca che indica che i prodotti contenenti rutaecarpina possono effettivamente ridurre l'impatto della caffeina. Lo fanno aiutando con il metabolismo della caffeina. Scopri di più qui.

La scienza del ritiro

brain-caffeina-addiction
  1. La caffeina crea dipendenza perché la molecola stessa si adatta perfettamente ai recettori dell'adenosina del nostro cervello.
  2. L'adenosina è responsabile di dire al cervello quando è il momento di riposare o dormire.
  3. Poiché questi recettori sono bloccati da molecole di caffeina, la dopamina (la sostanza chimica di benessere) funziona in modo più efficiente. L'eccesso di adenosina segnala alle ghiandole surrenali di rilasciare adrenalina, che perpetua ulteriormente la sensazione di prontezza.
  4. Nel corso del tempo, il cervello aggiunge più recettori di adenosina per compensare la caffeina, il che causa una "tolleranza" di accumularsi nella molecola della caffeina.
  5. Quando una persona manca o decide di abbandonare la dose abituale di caffeina, il cervello viene inondato con livelli di adenosina e dopamina che diminuiscono drasticamente causando un disequilibrio tra la chimica del cervello.
  6. L'aumento dell'adenosina e una diminuzione dei livelli di adrenalina portano ad alcuni dei sintomi di astinenza da caffeina sopra elencati.

Facilitare i sintomi

Per coloro che stanno passando il ritiro della caffeina, ci sono alcune cose che possono essere fatte per alleviare i sintomi e consentire una maggiore produttività.

  • Gradualmente tornare indietro - Se si rinuncia consapevolmente alla caffeina, potrebbe essere saggio svezzarsi gradualmente dalla caffeina che si oppone al tacchino freddo. Raccomandiamo la caffeina Wean come un modo sistematico e preciso per ridurre gradualmente il consumo di caffeina a zero in un periodo di 30 giorni.
  • Prendi antidolorifici - L'assunzione di aspirina, ibuprofene e Tylenol può anche aiutare ad alleviare i sintomi di mal di testa e dolori muscolari associati al ritiro.
  • Bere molta acqua - Stare ben idratati è fondamentale durante il processo di astinenza e ti aiuterà a stare meglio.
  • Riposarsi bene - È utile pianificare il ritiro durante un weekend o un periodo in cui la produttività non è una necessità. Dormire molto il primo giorno o due è piuttosto comune.
  • Esercizio: la maggior parte delle persone non ha voglia di allenarsi, ma in realtà ti farà sentire meglio. L'esercizio causa il rilascio di dopamina, che ora è a scarseggiare in assenza di caffeina. Avrai bisogno di tutta la dopamina che puoi ottenere, quindi muoviti.
  • Mangiare in modo sano - Aiutare anche la tua dieta. Mangiare molta frutta e verdura fresca fornirà al tuo corpo la nutrizione di cui ha bisogno, fornendo così energia naturale e promuovendo uno stato d'animo più positivo.

In ogni caso, ricorda che il ritiro dalla caffeina è difficile e richiede tempo. Presto sarai privo di caffeina e potrai vivere la vita senza l'influenza quotidiana della caffeina.

Hai avuto sintomi di astinenza da caffeina che non sono nella lista sopra? Condividili nei commenti qui sotto.

Ultima modifica: 13 maggio 2018

Riferimenti

  • Juliano, L. M., & Griffiths, R. R. (2004). Una revisione critica del ritiro della caffeina: convalida empirica di sintomi e segni, incidenza, gravità e caratteristiche associate. Psicofarmacologia, 176 (1), 1-29. Studia
  • Silverman, K., Evans, S. M., Strain, E. C., & Griffiths, R. R. (1992). Sindrome da astinenza dopo la cessazione in doppio cieco del consumo di caffeina. New England Journal of Medicine, 327 (16), 1109-1114. Studio pdf
  • Rogers, P. J., Heatherley, S. V., Mullings, E. L., & Smith, J. E. (2013). Più veloce ma non più intelligente: effetti di astinenza da caffeina e caffeina sulla vigilanza e sulle prestazioni. Psicofarmacologia, 226 (2), 229-240. Studia
  • Budney, A. J., Brown, P. C., Griffiths, R. R., Hughes, J. R., & Juliano, L. M. (2013). Ritiro e dipendenza dalla caffeina: un'indagine di convenienza tra i professionisti delle dipendenze. Journal of caffeine research, 3 (2), 67-71. Studia
  • Lack, L., & Johannson, K. (2013). Ritiro di caffeina: costi o benefici ?. Medicina del sonno, 14, e53. Studia

Sintomi di astinenza da caffeina: Top Quindici

Tabella dei contenuti:

Cos'è il ritiro della soda?

La soda contiene sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio o alti livelli di zucchero con coloranti caramello, acido fosforico corrosivo e caffeina. Viene consumato dalla maggioranza come bevande analcoliche ed è solubile nei grassi e nell'acqua. Il consumo eccessivo porta a varie malattie come aumento delle secrezioni gastriche, aggravamento del sistema cardiaco, aumento degli attacchi di asma, ecc. Le persone spesso diventano dipendenti dal consumo di soda soprattutto sotto forma di bevande analcoliche quotidianamente. Quando una persona prova a smettere di soda, deve affrontare quello che è noto come ritiro della soda.

Sintomi di ritiro della soda

  • Sonnolenza
  • Irritabilità
  • letargo
  • Stipsi
  • Mal di testa
  • Sintomi influenzali
  • Depressione
  • Mancanza di concentrazione
  • Anomalie nel ritmo cardiaco
  • Cervello annebbiato
  • Insonnia
  • Nausea
  • vomito
  • Vertigini
  • Ansia

Valutazione

  • Conoscenza approfondita delle quantità e della frequenza di assunzione di sodio deve essere data al medico
  • Le tossine che colpiscono il paziente vengono rivelate conducendo determinati esami medici
  • Il paziente può confidare allo psichiatra sulla ragione di questa dipendenza
  • Importante conoscere il background medico per scegliere il trattamento corretto

Trattamento

  • Smettere di fumare - Ci sono due modi in cui una persona può smettere di bere. Innanzitutto, è il metodo con cui si riduce gradualmente l'uso della sostanza che dà al cervello più tempo per adattarsi al cambiamento. In secondo luogo, è il metodo con cui l'uso della sostanza viene interrotto improvvisamente. In questo caso viene dato un impulso al neurotrasmettitore (dopamina), noto come molecola motivazionale.
  • Cambiamento delle abitudini di consumo: il 25% delle bevande consumate durante la settimana di ogni mese deve essere decaffeinato e questa percentuale dovrebbe aumentare del 25% ogni mese. Garantisce una transizione graduale.
  • Bevande alternative - Passare al tè verde è un'opzione salutare poiché è in grado di scovare le tossine dal corpo e inculcare un'abitudine sana. Le persone che dipendono dalla soda si lamentano spesso della sete, il tè verde può essere un'opzione salutare qui.

Prevenzione

Il processo di astinenza può essere facilitato dagli alimenti che consumano che sono ricchi di:

Amminoacidi tirosina o fenilalanina

I rimedi di erbe noti come adattogeni e bere molta acqua possono anche aiutare a rendere il processo di astinenza molto più facile. Inoltre, l'applicazione dei seguenti prodotti aiuta a ridurre gli effetti della sindrome:

  • Oli essenziali di menta piperita
  • Lavanda
  • Camomilla

Quanto tempo ci vuole per disintossicare la soda?

La componente principale della soda che deve essere rimossa dal corpo è la caffeina. Il tempo impiegato per la disintossicazione completa dipende dall'individuo e quanto possono limitare il suo consumo. I sintomi di astinenza iniziano a manifestarsi entro 12-24 ore.

Riferimenti
4.4
5
11
4
5
3
1
2
2
1
1