Lower East Side

Salta alla navigazione Salta alla ricerca

Quartiere storico del Lower East Side
Registro nazionale dei luoghi storici degli Stati Uniti
Distretto storico degli Stati Uniti
Edifici popolari nel Lower East Side
Quartiere in Lower Manhattan (blu)
Posizione Limitato da East Houston, Essex, Canal, Eldridge, South e Grand Streets, e Bowery e East Broadway, Manhattan, New York (originale)
Approssimativamente lungo Division, Rutgers, Madison, Henry e Grand Streets (aumento)
Coordinate Coordinate: 40 ° 43'2 "N 73 ° 59'23" W / 40.71722 ° N 73.98972 ° W
Numero di riferimento NRHP 00001015 (originale)
04000297 (aumento)
Aggiunto a NRHP 7 settembre 2000 (originale)
2 maggio 2006 (aumento)[1]

Il Lower East Side, a volte abbreviato come LES, è un quartiere nella parte sud-orientale del quartiere di Manhattan, a New York, situato all'incirca tra la Bowery e l'East River, e Canal Street e Houston Street. Tradizionalmente un immigrato, quartiere di classe operaia, ha iniziato la rapida gentrificazione a metà degli anni 2000, spingendo il National Trust for Historic Preservation a collocare il quartiere nella loro lista dei luoghi più a rischio in America.[2][3]

confini

L'angolo di Orchard e Rivington Streets, Lower East Side (2005)

Il Lower East Side è approssimativamente delimitato dalla Bowery a ovest, da East Houston Street a nord, dalla F.D.R. Guidi verso est e Canal Street verso sud. Il confine occidentale sotto Grand Street vira a est di Bowery a circa Essex Street.

Il quartiere è delimitato a sud e ad ovest da Chinatown - che si estende a nord fino all'incirca a Grand Street, a ovest da Nolita ea nord dall'East Village.[4][5]

Storicamente, il "Lower East Side" faceva riferimento all'area lungo l'East River da Manhattan Bridge e Canal Street fino alla 14th Street, e approssimativamente delimitata a ovest da Broadway. Comprendeva aree conosciute oggi come East Village, Alphabet City, Chinatown, Bowery, Little Italy e NoLIta. Parti dell'East Village sono ancora conosciute come Loisaida, una pronuncia latina di "Lower East Side".

Politicamente, il quartiere si trova nel 7 ° di New York[6] e il 12[7] distretti congressuali.[8] È nel 65 ° distretto dell'Assemblea dello Stato di New York e[9] 74 ° distretto ,;[10] il 26 ° distretto del Senato dello Stato di New York;[11] e il 1 ° e il 2 ° distretto del Consiglio di New York.[12]

Storia

Prima degli europei

Come tutta l'isola di Manhattan, l'area ora conosciuta come Lower East Side era occupata da membri della tribù dei Lenape, che erano organizzati in gruppi che si spostavano da un luogo all'altro secondo le stagioni, pescando nei fiumi in estate, e spostandosi nell'entroterra e in inverno per raccogliere raccolti e cacciare il cibo. Il loro sentiero principale prendeva all'incirca la strada di Broadway. Un accampamento nella zona del Lower East Side, vicino a Corlears Hook, si chiamava Rechtauck o Naghtogack.[13]

Insediamento anticipato

La popolazione della colonia olandese di New Amsterdam si trovava principalmente al di sotto dell'attuale Fulton Street, mentre a nord si trovavano un certo numero di piccole piantagioni e grandi fattorie chiamate Bouwerij (bowery) al momento (equivalente a "boerderij" nell'odierna olandese). Intorno a queste fattorie c'erano un certo numero di enclavi di africani liberi o "semi-liberi", che fungevano da cuscinetto tra gli olandesi e i nativi americani. Uno dei più grandi di questi era situato lungo la moderna Bowery tra Prince Street e Astor Place.[14] Questi contadini neri erano tra i primi coloni della zona.[15]

Gradualmente, nel corso del 17 ° secolo, ci fu un consolidamento generale delle fattorie e fattorie in pacchi più grandi, e gran parte del lato est-orientale era quindi parte della fattoria Delancy.[15]

La fattoria pre-rivoluzionaria di James Delancey a est della strada postale che porta dalla città (Bowery) sopravvive nei nomi di Delancey Street e Orchard Street. Sulla moderna mappa di Manhattan, la fattoria Delancey[16] è rappresentato nella griglia delle strade da Division Street a nord a Houston Street.[17] In risposta alle pressioni di una città in crescita, Delancey ha iniziato a sorvegliare le strade nella parte meridionale della "West Farm"[18] nel 1760. Uno spazioso progettato Delancey Square- destinato a coprire l'area nelle odierne Eldridge, Essex, Hester e Broome Street - fu eliminato quando la proprietà della famiglia lealista Delancey fu confiscata dopo la rivoluzione americana. I commissari della confisca della città hanno eliminato l'aristocratica piazza prevista per una griglia, cancellando la visione di Delancey di una New York allestita come il West End di Londra.

Corlears Hook (freccia rossa) è "Crown Point" in questa mappa britannica del 1776; "Delaney's [sic] New Square" (quadrato blu a nordovest di Corlears Hook) non fu mai costruito

Gancio Corlears

Il punto di terra sull'East River ora chiamato Corlears Hook era anche chiamato Corlaers Hook sotto il dominio olandese e britannico, e brevemente Crown Point durante l'occupazione britannica nella Rivoluzione. Prese il nome dal maestro Jacobus van Corlaer, che si stabilì in questa "piantagione" che nel 1638 fu chiamata da una versione europeizzata del suo nome Lenape, Nechtans[19] o Nechtanc.[20] Corlaer vendette la piantagione a Wilhelmus Hendrickse Beekman (1623-1707), fondatore della famiglia Beekman di New York; suo figlio Gerardo Beekman fu battezzato nella piantagione, il 17 agosto 1653.

Il 25 febbraio 1643, i volontari della nuova colonia di Amsterdam ne uccisero trenta[21] Incursioni contro il loro accampamento a Corlears Hook, come parte della guerra di Kieft, in rappresaglia per i conflitti in corso tra i coloni e gli indigeni della zona, compresa la loro riluttanza a rendere omaggio, e il loro rifiuto di consegnare l'assassino di un colono.[22]

La proiezione nell'East River che mantenne il nome di Corlaer fu un importante punto di riferimento per i navigatori per 300 anni. Nelle mappe e nei documenti più vecchi è solitamente scritto Corlaers Hook, ma dall'inizio del 19esimo secolo l'ortografia è stata anglicizzata Corlears. Il rozzo insediamento non pianificato che si sviluppò a Corlaer's Hook sotto l'occupazione britannica di New York durante la Rivoluzione fu separato dalla città densamente popolata da aspre colline di ghiacciai fino a quando: "questa regione si trovava al di là della città vera e propria, da cui era separata dall'alto, colline incolte e aspre ", hanno ricordato gli osservatori nel 1843.[23]

Già nel 1816, Corlears Hook era noto per gli amanti dello streetwalkers, "un luogo di villeggiatura per abbandonati e abbandonati di entrambi i sessi", e nel 1821 le sue "strade abbondavano ogni notte con gruppi precostituiti di ladri e prostitute" erano notate dal "Christian Herald" .[24] Nel corso del XIX secolo vennero chiamati prostitute.[25] Nell'estate del colera a New York, nel 1832, un laboratorio di legno a due piani fu requisito per servire come un improvvisato ospedale del colera; tra il 18 luglio e il 15 settembre, quando l'ospedale è stato chiuso, quando il colera si è ridotto, sono stati ammessi 281 pazienti, entrambi in bianco e nero, dei quali 93 sono morti.[26]

Nel 1833, Corlear's Hook era la sede di alcuni dei primi edifici costruiti a New York City.[15]

La posizione originale di Corlears Hook è ora oscurata dalla discarica del litorale.[27] Era vicino all'estremità orientale dell'attuale ponte pedonale sul FDR Drive vicino a Cherry Street. Il nome è conservato in Corlears Hook Park all'incrocio tra Jackson e Cherry Street lungo l'East River Drive.[28]

Immigrazione

La maggior parte degli immigrati che arrivarono a New York nel tardo diciannovesimo secolo e all'inizio del ventesimo secolo arrivarono nel Lower East Side, trasferendosi lì in edifici affollati.[29] Intorno al 1840, un gran numero di immigranti tedeschi si stabilì nell'area, e gran parte di essa divenne nota come "Piccola Germania" o "Kleindeutschland".[15][30] Seguirono gruppi di italiani e ebrei dell'Europa orientale, oltre a greci, ungheresi, polacchi, rumeni, russi, slovacchi e ucraini, ognuno dei quali si stabilì in enclave relativamente omogenee. Nel 1920, il quartiere ebraico era uno dei più grandi di questi gruppi etnici, con 400.000 persone, venditori ambulanti di spicco su Orchard e Grand Streets, e numerosi teatri yiddish lungo la Second Avenue tra Houston e la 14th Street.[15]

Le condizioni di vita in queste "baraccopoli" erano lontane dall'ideale, sebbene alcuni miglioramenti derivassero da un cambiamento delle leggi di zonazione che richiedevano la costruzione di "nuovi edifici legali" con pozzi d'aria tra di loro, in modo che l'aria fresca e un po 'di luce potessero raggiungere ciascuno appartamento. Ancora, i movimenti di riforma, come quello iniziato dal libro di Jacob A. Riis Come le altre mezze vite ha continuato a tentare di alleviare i problemi dell'area attraverso case coloniche, come l'Henry Street Settlement, e altre agenzie di assistenza e di welfare. La città stessa si mosse per affrontare il problema quando costruì le prime case sul lato sud di East 3rd Street tra la First Avenue e Avenue A, e sul lato ovest dell'Avenue A tra East 2nd e East 3rd Street nel 1935-36, la prima tale progetto di edilizia pubblica negli Stati Uniti.[15]

Cambiamento e declino della società

All'inizio del ventesimo secolo, il quartiere era diventato strettamente associato a una politica radicale, come l'anarchismo, il socialismo e il comunismo, ed era anche conosciuto come un luogo in cui erano cresciuti molti artisti popolari, come i fratelli Marx, Eddie Cantor, Al Jolson, George e Ira Gershwin, Jimmy Durante e Irving Berlin. Più tardi, artisti più radicali come i poeti e gli scrittori Beat furono attratti dal vicinato - specialmente le parti che in seguito diventarono l'East Village - dall'edilizia economica e dal cibo scadente.[15]

La popolazione tedesca diminuì all'inizio del XX secolo come conseguenza del Slocum generale disastro e a causa del sentimento anti-tedesco scatenato dalla prima guerra mondiale. Dopo la seconda guerra mondiale, il Lower East Side divenne il primo quartiere integrato razzialmente di New York City con l'afflusso di afroamericani e portoricani. Le aree in cui predominava lo spagnolo erano chiamate Loisaida.[15]

Negli anni '60, l'influenza dei gruppi ebrei e dell'Europa orientale diminuì poiché molti di questi residenti avevano lasciato l'area, mentre altri gruppi etnici si erano coalizzati in quartieri separati, come la Piccola Italia. Il Lower East Side ha vissuto un periodo di "povertà persistente, criminalità, droga e abitazioni abbandonate".[15]

East Village split e gentrification

L'Hotel on Rivington è stato completato nel 2005
Il condominio blu è stato completato nel 2007

L'East Village era un tempo considerato l'angolo nord-occidentale del Lower East Side. Tuttavia, negli anni '60, i dati demografici dell'area sopra Houston Street iniziarono a cambiare, con il movimento di hipsters, musicisti e artisti. I nuovi arrivati ​​e i broker immobiliari pubblicizzarono il nome del villaggio dell'East, e il termine fu adottato dai media popolari dal metà del 1960. Poiché l'East Village sviluppò una cultura separata dal resto del Lower East Side, le due aree vennero viste come due quartieri separati piuttosto che i primi facevano parte di quest'ultimo.[31][32]

Negli anni '80, il Lower East Side aveva iniziato a stabilizzarsi dopo il periodo di declino, e ancora una volta ha cominciato ad attrarre studenti, artisti e membri avventurosi della classe media, così come immigrati da paesi come il Bangladesh, la Cina, il domenicano Repubblica, India, Giappone, Corea, Filippine e Polonia.[15]

Nei primi anni 2000, la gentrificazione dell'East Village si diffuse nel Lower East Side, rendendolo uno dei quartieri più alla moda di Manhattan. Orchard Street, nonostante il suo soprannome "Quartiere di Bargain", ora è costellato di boutique di lusso. Allo stesso modo, ristoranti alla moda, tra cui Clinton St. Baking Company & Restaurant, wd ~ 50, Cube 63 e Falai si trovano su un tratto di Clinton Street alberato che Rivista di New York descritto come "la fila del ristorante più alla moda" nel Lower East Side.[33][34]

Nel novembre del 2007, il condominio blu, una torre di lusso di 32 piani, con 16 piani, è stato completato nella 105 Norfolk Street, a nord di Delancey Street, il cui disegno blu sfaccettato e pixellato è in netto contrasto con il quartiere circostante. Dopo la costruzione dell'Hotel a Rivington, a un isolato di distanza, diversi condomini di lusso intorno a Houston e il New Museum on Bowery, questa nuova ondata di costruzione è un altro segno che il ciclo di gentrificazione sta entrando in una fase di alto lusso simile a SoHo e Nolita nel decennio precedente.

Più recentemente, la gentrificazione che prima era limitata a nord di Delancey Street proseguì verso sud. Diversi ristoranti, bar e gallerie sono stati aperti sotto Delancey Street dopo il 2005, in particolare attorno all'incrocio tra Broome e Orchard Street. Il secondo hotel boutique del quartiere, il Blue Moon Hotel, è stato inaugurato in Orchard Street a sud di Delancey Street all'inizio del 2006. Tuttavia, a differenza di The Hotel on Rivington, il Blue Moon ha utilizzato un edificio popolare, e l'esterno è quasi identico agli edifici vicini. Nel settembre 2013, è stato annunciato che il progetto di riqualificazione dell'Essex Crossing doveva essere costruito nell'area, centrato attorno all'incrocio tra Essex e Delancey Street, ma per lo più utilizzando terra a sud di Delancey Street.[35]

demografia

Sulla base dei dati del censimento degli Stati Uniti del 2010, la popolazione del Lower East Side era 72.957, con un incremento di 699 (1,0%) rispetto ai 72.258 contati nel 2000. Con un'area di 535,91 acri (216,88 ha), il quartiere aveva una popolazione densità di 136,1 abitanti per acro (87,100 / sq mi; 33,600 / km2).[36]

La composizione razziale del quartiere era del 22,6% (16,453) White, 10,9% (7.931) afroamericani, 0,2% (142) nativi americani, 24,9% (18,166) asiatici, 0,0% (13) abitanti del Pacifico, 0,3% (191) da altre razze e 1,6% (1,191) da due o più gare. Ispanici o Latini di ogni razza erano il 39,6% (28.870) della popolazione.[37]

Cultura

"Cliff Dwellers" di Bellows, raffigurante il Lower East Side com'era agli inizi del 20 ° secolo
Katz's Deli, un simbolo della storia culturale ebraica del quartiere

Quartiere degli immigrati

Uno dei quartieri più antichi della città, il Lower East Side è stato a lungo un quartiere operaio di classe inferiore e spesso una sezione povera ed etnicamente diversa di New York. Oltre a irlandesi, italiani, polacchi, ucraini e altri gruppi etnici, un tempo aveva una popolazione tedesca considerevole ed era conosciuta come la piccola Germania (Kleindeutschland). Oggi è una comunità prevalentemente portoricana e dominicana, e nel processo di gentrificazione (come documentato dai ritratti dei suoi residenti nel capitolo di Clinton + Rivington di The Corners Project.)[38]

Dal momento che le ondate migratorie dall'Europa orientale alla fine del XIX secolo e all'inizio del 20 ° secolo, il Lower East Side divenne noto come centro della cultura degli immigrati ebrei. Nel suo libro del 2000 Memorie del Lower East Side: un luogo ebraico in America, Hasia Diner spiega che il Lower East Side è ricordato soprattutto come un luogo di origine ebraica per la cultura ebraica americana ashkenazita.[39] Le vestigia dell'eredità ebraica della zona sono presenti nei negozi di Hester ed Essex Streets e in Grand Street vicino a Allen Street. Una comunità ebraica ortodossa ha sede nell'area, gestendo scuole di yeshiva e una mikvah. Alcuni negozi di Judaica possono essere trovati lungo Essex Street e alcuni scribi ebrei e negozi di varietà. Alcuni negozi e pasticcerie kosher, così come alcuni deli "stile kosher", tra cui il famoso Katz's Deli, si trovano nel quartiere. La Second Avenue nel Lower East Side fu sede di molte produzioni teatrali yiddish nel distretto dei teatri Yiddish durante la prima parte del 20 ° secolo, e la Second Avenue divenne nota come "Yiddish Broadway", anche se la maggior parte dei teatri sono andati. Il cantautore Irving Berlin, l'attore John Garfield e la cantante Eddie Cantor sono cresciuti qui.

Dalla metà del 20 ° secolo, l'area è stata colonizzata principalmente da immigrati, principalmente dall'America Latina, in particolare dall'America Centrale e da Porto Rico. Hanno creato i loro generi alimentari e negozi, commercializzando beni dalla loro cultura e cucina. Bodegas ha sostituito i negozi ebrei. Sono per lo più cattolici romani.

In quello che ora è l'East Village, le popolazioni precedenti di polacchi e ucraini sono andate avanti e sono state largamente soppiantate dai nuovi immigrati. L'immigrazione di numerosi giapponesi negli ultimi quindici anni ha portato alla proliferazione di ristoranti giapponesi e mercati di specialità alimentari. Vi è anche una notevole popolazione di Bangladesi e di altri immigrati provenienti da paesi musulmani, molti dei quali sono membri della piccola Madina Masjid (Moschea), situata sulla First Avenue e sulla 11th Street.

Il quartiere ha ancora molte sinagoghe storiche, come la Sinagoga di Bialystoker,[40] Beth Hamedrash Hagadol, la sinagoga di Eldridge Street,[41] Kehila Kedosha Janina (l'unica sinagoga greca nell'emisfero occidentale),[42] l'Angel Orensanz Center (il quarto più antico edificio della sinagoga negli Stati Uniti), e varie piccole sinagoghe lungo East Broadway.Un altro punto di riferimento, la prima congregazione romeno-americana (la sinagoga di Rivington Street) è parzialmente crollata nel 2006 e successivamente è stata demolita. Inoltre, c'è un tempio Hare Krishna e diverse case di culto buddiste.

Anche i residenti cinesi si sono trasferiti nel Lower East Side e, dalla fine del XX secolo, hanno costituito un grande gruppo di immigrati nella zona. La parte del quartiere a sud di Delancey Street e ad ovest di Allen Street è, in larga misura, diventata parte di Chinatown. Grand Street è una delle principali vie commerciali e dello shopping di Chinatown. All'interno del quartiere si trovano anche negozi di illuminazione e negozi di generi alimentari sulla Bowery.

Quartiere ebraico

Sinagoga di Meseritz
Angel Orensanz Center

Mentre il Lower East Side è stato il luogo delle successive popolazioni di immigrati, molti ebrei americani si rapportano al vicinato in maniera forte, proprio come Chinatown a San Francisco occupa un posto speciale nell'immaginario degli americani cinesi, e Astoria nei cuori del greco americani. E 'stato un centro per gli antenati di molte persone nell'area metropolitana, ed è stato scritto e interpretato nella fiction e nei film.

Alla fine del XX secolo, le comunità ebraiche hanno lavorato per preservare un certo numero di edifici associati alla comunità di immigrati ebrei.[43][44][45]

I punti di riferimento includono:

  • The Educational Alliance Settlement house - 175 East Broadway
  • Henry Street Settlement - 263-267 Henry Street e 466 Grand Street[46]
  • University Settlement House 184 Eldridge Street
  • Katz's Deli - 205 East Houston Street
  • Guss 'Pickles - 87 Orchard Street
  • Kossar's Bialys - 367 Grand Street[47]
  • Gertel's Bake Shop - precedentemente in 53 Hester Street dal 1914 fino alla sua chiusura nel 2007[48]
  • Knickerbocker Village - 10 Monroe Street
  • Streit Matzo Co. - 150 Rivington Street
  • Yonah Shimmel's Knish Bakery - 137 East Houston Street[49]
  • Harris Levy Fine Linens dal 1894 - 98 Forsyth Street
  • Russ & Figlie - 179 East Houston Street[50]
  • Kosher Wine di Schapiro - Essex Street Market

Le sinagoghe includono:

  • Sinagoga di Bialystoker - 7-11 Willet Street
  • Beth Hamedrash Hagadol - 60-64 Norfolk Street
  • Eldridge Street Synagogue - 12 Eldridge Street
  • Kehila Kedosha Janina - 280 Broome Street
  • Angel Orensanz Center - il quarto più antico edificio della sinagoga negli Stati Uniti.
  • Congregazione Chasam Sopher
  • Sinagoga di Meseritz
  • Sinagoga di Stanton Street
  • Boyaner kloiz al 247 East Broadway, inaugurato nel 1928 dal Boyaner Rebbe di New York

Scena artistica

Il quartiere è diventato sede di numerose gallerie d'arte contemporanea. Uno dei primi è stato ABC No Rio.[51] Iniziata da un gruppo di artisti senza onda di Colab (alcuni vivono su Ludlow Street), ABC No Rio ha aperto uno spazio di gallerie esterne che ha invitato la partecipazione della comunità e ha incoraggiato la produzione diffusa di arte. Prendendo un approccio attivista all'arte che è nata da The Real Estate Show (l'acquisizione di un edificio abbandonato da artisti per aprire una galleria esterna solo per averla incatenata chiusa dalla polizia) ABC No Rio ha mantenuto il suo senso di attivismo, comunità, ed esternalità. Il prodotto di questo approccio aperto ed espansivo all'arte era uno spazio per creare nuove opere che non avevano collegamenti con il mercato dell'arte e che erano in grado di esplorare nuove possibilità artistiche.

Altre gallerie estere sorsero in tutto il Lower East Side e East Village - circa 200 al culmine della scena negli anni '80, tra cui la 124 Ridge Street Gallery. Nel dicembre 2007, il New Museum si è trasferito in un nuovissimo edificio, acclamato dalla critica, su Bowery a Prince. Un numero crescente di gallerie si sta aprendo nel quartiere di Bowery per essere nelle immediate vicinanze del museo. Il Museum of Reclaimed Urban Space, inaugurato nel 2012, espone la fotografia del quartiere oltre a raccontare la sua storia di attivismo.

Linea di clienti presso la Clinton St. Baking Company & Restaurant nel 2010

Il quartiere è anche sede di diversi artisti di graffiti, come Chico e Jean-Michel Basquiat.

Vita notturna e musica dal vivo

Poiché il quartiere è stato gentrificato ed è diventato più sicuro di notte, è diventato una destinazione popolare a tarda notte. Orchard, Ludlow ed Essex tra Rivington Street e Stanton Street sono diventati particolarmente affollati di notte, e il rumore che ne deriva è causa di tensione tra proprietari di bar e residenti da lungo tempo.[52][53] Tuttavia, mentre la gentrificazione continua, molti punti di riferimento e luoghi stabiliti sono stati persi.[54]

Il Lower East Side è anche sede di numerosi locali con musica dal vivo. Le band punk suonate al C-Squat e band alternative rock suonano al Bowery Ballroom su Delancey Street e Mercury Lounge su East Houston Street. Le band punk suonano all'Ott's Shrunken Head e all'R-Bar. Punk e band alternative suonano a Bowery Electric appena a nord della vecchia sede del CBGB.[55] Ci sono anche bar che offrono spazi per le performance, come Pianos su Ludlow Street e Arlene's Grocery su Stanton Street.

Il Lower East Side è la sede della Slipper Room, un teatro di burlesque, varietà e vaudeville di Orchard e Stanton. Lady Gaga,[8] Leonard Cohen[9] e U2,[10] sono apparsi tutti lì, mentre appaiono spesso artisti del centro della città come Dirty Martini, Murray Hill e Matt Fraser. Gli spettacoli di varietà sono regolarmente ospitati dai comici James Habacker, Bradford Scobie, Matthew Holtzclaw e Matt Roper sotto le spoglie di vari personaggi.

Vista di La Plaza Cultural dalla East 9th Street
Campo di calcio a sud di Sara D. Roosevelt Park

parchi

Il Lower East Side è la casa di molti parchi privati, come La Plaza Cultural.[56] Il parco Sara D. Roosevelt e Seward Park sono tra i parchi pubblici della zona.

Formazione scolastica

La scuola superiore preparatoria Lower East Side (LESPH) e la scuola superiore Emma Lazarus (ELHS) sono scuole di seconda scelta che consentono agli studenti, di età compresa tra i 17 ei 21 anni, di conseguire il diploma di scuola superiore.LESPH è una scuola bilingue cinese-inglese con un'alta percentuale di studenti asiatici. Il modello didattico di ELHS è l'immersione in inglese con un corpo studentesco etnicamente diversificato.

Il Seward Park Campus comprende cinque scuole con un tasso medio di laurea di circa l'80%. La scuola originale nell'edificio è stata aperta nel 1929 e chiusa nel 2006.[57]

Trasporti

Ci sono diverse stazioni della metropolitana di New York City tra cui Grand Street (B e D), Bowery (J e Z), Second Avenue (F), Delancey Street - Essex Street (F, J, M, e Z), e East Broadway (F).[58] Le linee degli autobus di New York City includono M9, M14A, M14D, M15, M15 SBS, M21, M22, M103, B39.[59]

Il ponte di Williamsburg e il ponte di Manhattan collegano il Lower East Side a Brooklyn. L'unità FDR si trova nelle estremità sud e est del quartiere.[60]

Ci sono più piste ciclabili nella zona. Le piste ciclabili sono presenti su Allen, Chrystie, Clinton, Delancey, Grand, Houston, Montgomery, Madison, Rivington, Stanton e Suffolk Streets; Bowery, East Broadway e FDR Drive; i ponti di Williamsburg e Manhattan; e l'East River Greenway.[61]

Il Lower East Side dovrebbe essere servito dal traghetto di New York[62] a partire dal 2018.[63][64]

Nella cultura popolare

Letteratura per bambini

  • Famiglia di tutti i tipi, una serie di cinque libri di Sydney Taylor pubblicata per la prima volta dal 1951 al 1978[65]
  • La casa sul tetto; Una storia di Sukkot di David A. Adler
  • Rebecca Rubin, un personaggio della serie di libri e bambole American Girl, è una ragazza ebrea cresciuta in una famiglia di immigrati nel 1914.[66]

romanzi

  • Vita bassa di Luc Sante[67]
  • Donatori di pane di Anzia Yezierska[68]
  • Bella vita di Richard Price[69]
  • Ragtime di E. L. Doctorow
  • I diari di basket di Jim Carroll
  • Meravigliarsi di R.J. Palacio
  • Chiamalo Dormi di Henry Roth

Canzoni

  • "Dea dei bassifondi" di The Fugs
  • "Ballad Of The Lower East Side" di Michael Monroe
  • "Beautiful Night" di B2ST
  • "Clinton St Girl" di Wakey! Wakey!
  • "Giù sul Lower East Side" di Justin Townes Earle
  • "East Side Beat" di The Toasters
  • "East Side Story" di Emily King
  • "For My Family" di Agnostic Front
  • "Heavy Metal Lover" di Lady Gaga
  • "In the Flesh" di Blondie
  • "L.E.S. Artistes" di Santigold
  • "L.E.S." di Childish Gambino (aka Donald Glover)
  • "Vivere in L.E.S." di INDK
  • "Lower East Side Crew" di Warzone
  • "Lower East Side" di David Peel
  • "The Luckiest Guy On The Lower East Side" di The Magnetic Fields
  • "Ludlow St" di Julian Casablancas
  • "Ludlow Street" di Suzanne Vega
  • "Marry the Night" di Lady Gaga
  • "New York City Tonight" di GG Allin
  • "Ha preso un sacco di pillole (e morì)" di Robbie Fulks
  • "Southside" di Fun Lovin 'Criminals
  • "Qual è il mio nome?" di Rihanna ft. Drake
  • "Veni Vidi Vici" di Madonna
  • Motociclo LP di Lotti Golden
  • David Peel e la Lower East Side Band, una delle prime band punk
  • Gogol Bordello, un gruppo di zingari punk della zona
  • The Holy Modal Rounders, una band folk-folk negli anni '60
  • Nausea, una band di crust punk alla fine degli anni '80 e all'inizio degli anni '90

Riproduce

  • Storia segreta del Lower East Side di Alice Tuan[70]
  • Benvenuti in Arroyo di Kristoffer Diaz[71]

cinema

  • Città di alfabeto
  • Batterie non incluse
  • Bei perdenti
  • Prima di andare
  • Cloverfield
  • Il ciabattino
  • Il corruttore
  • Attraversando Delancey[72]
  • Data notte
  • Duro duro con una vendetta
  • Donnie Brasco
  • Downtown 81
  • Rane per serpenti
  • Hester Street[73]
  • Le sue persone
  • Sono leggenda
  • L'italiano
  • Johnny Dangerously
  • Numero fortunato Slevin
  • Uomini in nero
4.5
5
13
4
5
3
2
2
1
1
1