Segnali di pericolo di recidiva di un disturbo alimentare

Nel viaggio verso la guarigione, la maggior parte dei malati sperimenterà bei giorni e brutte giornate. Il recupero richiede molto tempo e molto lavoro. È importante riconoscere i "segnali di pericolo" di una ricaduta. Se sei un malato e sei in grado di riconoscere i segni che sta accadendo una recidiva, è importante che tu lo condivida con i tuoi genitori / il gruppo di trattamento o quelli che ti aiutano. Se sei un genitore o un caregiver per qualcuno che è un malato, allora è anche importante che tu capisca i segni di una ricaduta in modo da poter intervenire.

Molte persone subiscono periodi di recidiva durante il recupero. È durante questo periodo che i malati capiscono che possono contare su sistemi di supporto per aiutare. Di seguito è riportato un elenco di segnali di pericolo che potrebbero indicare che una persona che si sta riprendendo da un disturbo alimentare sta vivendo una ricaduta.

  • Divergenza rispetto al programma stabilito per la ristorazione, come saltare i pasti. Inizialmente, questo potrebbe accadere a causa della persona che si riprende dal disturbo alimentare diventando compiacente con il loro programma alimentare. Tuttavia, questo può trasformarsi in una ricaduta a lungo termine se non identificata.
  • Intraprendere o intraprendere un particolare tipo di dieta restrittiva. Questo è particolarmente difficile come l'emergere di diete nei media che possono facilmente essere mascherati da un'alimentazione sana. Per una persona che si sta riprendendo da un disturbo alimentare qualsiasi forma di dieta restrittiva ha il potenziale per far ricadere quella persona. È molto importante che sia i malati in fase di recupero che i disturbi alimentari e gli operatori sanitari comprendano che è molto rischioso per il recupero dei pazienti intraprendere qualsiasi forma di pratiche dietetiche restrittive come veganismo, fruttarismo, basso contenuto di grassi, basso contenuto di carboidrati, ecc.
  • Ritiro o depressione. Ci sono molte ragioni per cui una persona potrebbe sperimentare la depressione. In qualcuno che si sta riprendendo da o ha una storia di disturbi alimentari può spesso accadere che la depressione può essere causata da una riduzione della fornitura di sostanze nutritive. Quando i nostri corpi non hanno abbastanza carburante, spesso iniziano a sentirsi stanchi mentre le risorse vengono dirottate e le riserve di energia si stanno esaurendo.
  • Prevenzione di un cibo specifico, senza una ragione particolare. I disturbi alimentari sono difficili, e spesso troveranno il modo di esprimersi quando una persona che sta soffrendo comincia ad allargare la gamma di cibo che sta mangiando. Se un elemento di cibo che una volta veniva mangiato improvvisamente diventa un apparente cibo per la paura, questo dovrebbe essere considerato come una potenziale area di ricaduta.
  • Emergenza, o riemergenza di rigidi schemi alimentari come mangiare solo in determinati momenti della giornata o in particolari luoghi, diminuzione della varietà di cibi consumati, solo usando particolari pezzi di posate o misurando quantità di cibo. Questi sono esempi di comportamenti di disturbo alimentare che possono riemergere dopo un prolungato periodo di recupero. Inizialmente l'adozione di schemi alimentari rigidi può riemergere a causa della compiacenza, tuttavia, questi potrebbero progredire in una ricaduta se non vengono identificati e trattati di conseguenza.
  • Riemergenza di comportamenti di abbuffate o spurgo
  • Esercizi eccessivi o esercizio fisico su attività sociali
  • Pesatura giornaliera o altri comportamenti di "controllo" come la misurazione o la presa di grasso
  • Guardarsi allo specchio spesso
  • Essere disonesti con quelli che ti aiutano
  • Volendo avere il controllo tutto il tempo
  • Aumento del pensiero ossessivo sul cibo e sul peso
  • Volendo isolare
  • Atteggiamenti perfezionisti
  • Indossare solo abiti larghi
  • Sentirsi disgustato da se stessi dopo aver mangiato
  • Credendo che sarai felice e di successo se magro
  • Sensazione di essere "troppo grassa", anche se la gente dice il contrario
  • Variazione significativa del peso in entrambe le direzioni

I particolari comportamenti di recidiva saranno ovviamente diversi da persona a persona. Generalmente, i comportamenti di recidiva saranno quelli che sono più rilevanti per un particolare individuo. Spesso questi possono essere comportamenti che hanno la tendenza a insinuarsi nuovamente nella vita dei malati anche molto tempo dopo che sono considerati recuperati.

In una società ossessionata dalla dieta e dalla magrezza, per le persone che si stanno riprendendo da un disturbo alimentare è molto difficile non dover affrontare quotidianamente consigli dietetici da fonti non richieste. I feed di notizie di Facebook, Twitter e Instagram possono assomigliare a una raffica di pareri e consigli relativi al cibo che spesso non sono scientificamente fondati e possono potenzialmente essere un danno alla ripresa. A meno che una persona che si sta riprendendo da un disturbo alimentare scelga di non partecipare ai social media, non guardi mai la televisione e non guardi mai le riviste, lui o lei non possono rimuovere se stesse dall'influenza dei media. Tuttavia, i malati possono fare la scelta di ignorare tutti i consigli dietetici che non provengono dal suo team di trattamento e questo approccio è altamente consigliabile al fine di ridurre al minimo il rischio di recidiva. Possono anche scegliere invece di seguire solo siti di social media orientati al recupero.

Contenuto sponsorizzato:

Una delle migliori strutture di trattamento specializzata nell'aiutare chi ha problemi di alimentazione è Aloria Health. Offrono diversi livelli di assistenza a seconda delle esigenze individuali. Questi includono ambulatorio intensivo, trattamento PHP / day e assistenza residenziale. Per saperne di più su Aloria Health e vedere se possono aiutarti, basta seguire il link.

Ritorno alla pagina iniziale

Letture aggiuntive:

Piano di prevenzione delle ricadute - Come creare il proprio piano dettagliato di prevenzione delle ricadute.
Prevenzione delle recidive - Suggerimenti e suggerimenti per aiutarti a prevenire una ricaduta o a gestirne uno dopo che è successo
Affrontare la famiglia e gli amici di dieta durante il recupero

Aggiornato da Tabitha Farrar - 2014
Scritto da Colleen Thompson - 1997

4.6
5
15
4
1
3
3
2
1
1
1