Dieta diverticolite: una lista di cibi da evitare

La diverticolite è un tipo di malattia diverticolare. È una condizione medica seria che provoca l'infiammazione delle tasche nel rivestimento dell'intestino. Questi sacchetti sono chiamati diverticoli. Si sviluppano quando i punti deboli della parete intestinale cedono sotto pressione, causando il rigonfiamento delle sezioni.

Nella maggior parte dei casi, i sacchetti si trovano nell'intestino crasso, che è anche chiamato il colon. Il diverticolo esiste spesso all'interno del corpo senza infezione o infiammazione. Questa condizione è chiamata diverticolosi, una condizione meno grave della diverticolite. La diverticolosi diventa più comune con l'età, verificandosi in circa la metà degli americani di età superiore ai 60 anni.

Con diverticolite, questi diverticoli sono infiammati o infetti, oppure possono lacerarsi. La diverticolite può portare a seri problemi di salute o complicazioni, tra cui:

  • nausea
  • febbre
  • forte dolore addominale
  • movimenti intestinali sanguinosi
  • ascesso (una tasca di tessuto infiammata)
  • fistola

La tua dieta può influenzare i tuoi sintomi di diverticolite. Continuate a leggere per conoscere alcuni cibi che potreste voler evitare, e come la vostra dieta dovrebbe variare quando avete sintomi e quando non lo siete.

Poiché l'esatta causa alla radice della diverticolite non è ancora nota, non esiste una lista di alimenti noti per alleviare i sintomi di questa condizione. Inoltre, il National Institutes of Health (NIH) afferma che non è necessario evitare determinati alimenti se si dispone di diverticolite.

Tuttavia, se si dispone di diverticolite, si consiglia di prendere in considerazione la conservazione di determinati alimenti al minimo. Parlate con il vostro medico se dovreste evitare i seguenti alimenti o ridurre le quantità che consumate.

Alimenti FODMAP alti

La ricerca ha scoperto che una dieta che limita gli alimenti ad alto contenuto di FODMAPs (oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli) può giovare alle persone con sindrome dell'intestino irritabile. I ricercatori hanno suggerito che anche le persone con diverticolite possono beneficiare di questa dieta.

Alcuni esempi di alimenti ricchi di FODMAP includono:

  • alcuni frutti, come mele, pere e prugne
  • latticini, come latte, yogurt e gelato
  • alimenti fermentati, come crauti o kimchi
  • fagioli
  • cavolo
  • cavoletti di Bruxelles
  • cipolle e aglio

Alimenti ricchi di fibre

Gli alimenti ad alto contenuto di fibre possono essere utili per le persone con diverticolite e possono anche aiutare a prevenire la condizione in primo luogo. Una revisione sistematica del 2017 degli studi sulla diverticolosi e l'insorgenza di diverticolite acuta ha mostrato una "riduzione dei sintomi addominali e la prevenzione della diverticolite acuta" con l'assunzione di fibre.

Tuttavia, ogni individuo è diverso e il fabbisogno specifico di fibre varia in base alle condizioni e ai sintomi. Se hai dolore o altri sintomi, il medico potrebbe suggerirti di limitare l'assunzione di questi alimenti per un po 'di tempo. Questo perché la fibra aggiunge volume alle feci e può aumentare la peristalsi o le contrazioni del colon. Questo può essere doloroso e scomodo se stai avendo una fiammata.

Evitare cibi ricchi di fibre, soprattutto se sei infiammato, può alleviare i sintomi in alcune persone e dare al tuo sistema un riposo temporaneo. Inoltre, si consiglia di includere quantità maggiori o minori di fibre, consumando molta acqua.

Gli alimenti ricchi di fibre che potresti voler limitare o evitare includono durante una riacutizzazione includono:

  • fagioli e legumi come fagioli, ceci (ceci), lenticchie e fagioli
  • cereali integrali come riso integrale, quinoa, avena, amaranto, farro e bulgur
  • verdure
  • frutta

Alimenti dietetici occidentali

Una "dieta occidentale" standard ad alto contenuto di grassi e zuccheri e povera di fibre può essere collegata a un'aumentata incidenza di diverticolite. La ricerca suggerisce che evitare i seguenti alimenti può aiutare a prevenire la diverticolite o ridurre i sintomi:

  • carne rossa
  • grani raffinati
  • latte intero
  • cibi fritti

Evitare altri cibi

In passato, i medici raccomandavano che le persone con diverticolite evitassero di mangiare noci, popcorn e molti semi. Questo perché si pensava che le minuscole particelle di questi alimenti potessero depositarsi nei sacchetti e provocare un'infezione.

Tuttavia, più recentemente, la maggior parte dei medici si è allontanata da questo consiglio. La ricerca moderna non ha mostrato prove che collegano quegli alimenti a problemi diverticolari aumentati.

Alcune ricerche hanno anche suggerito che l'alcol venga evitato dalle persone con diverticolite.

Gli approcci terapeutici e terapeutici per la diverticolite variano da persona a persona. Tuttavia, il medico probabilmente suggerirà di adottare alcuni cambiamenti nella dieta per rendere la condizione più facile da tollerare e meno probabilità di peggiorare nel tempo.

Se stai avendo un attacco acuto di diverticolite, il medico può suggerire una dieta povera di fibre o una dieta liquida chiara per alleviare i sintomi. Potrebbero raccomandare di seguire una di queste diete fino a quando non si sarà guarito dall'infiammazione e dal dolore.

Alimenti a basso contenuto di fibre

Gli alimenti a basso contenuto di fibre da considerare se si hanno sintomi di diverticolite includono:

  • riso bianco, pane bianco o pasta bianca (anche se dovresti fare attenzione a evitare cibi contenenti glutine se intolleranti)
  • cereali secchi a basso contenuto di fibre
  • frutti trasformati come la salsa di mele o le pesche in scatola
  • proteine ​​animali cotte come pesce, pollame o uova
  • olio d'oliva o altri oli
  • zucca gialla, zucchine o zucca (pelate, semi rimossi e cotti)
  • spinaci cotti, barbabietole, carote o asparagi
  • patate senza pelle
  • succhi di frutta e verdura

Chiara dieta liquida

Una chiara dieta liquida è un approccio più restrittivo per alleviare i sintomi della diverticolite. Il medico può prescriverlo per un breve periodo di tempo. Una dieta liquida chiara di solito consiste in:

  • acqua
  • trucioli di ghiaccio
  • ghiaccio si apre con purea di frutta congelata o pezzi di frutta tritata finemente
  • brodo di minestra o brodo
  • gelatina (come Jell-O)
  • tè o caffè senza creme, aromi o dolcificanti
  • chiare bevande elettrolitiche

Altre considerazioni dietetiche

Che si tratti di una dieta liquida chiara o no, è generalmente utile bere almeno otto tazze di liquidi al giorno. Questo ti aiuta a mantenerti idratato e a sostenere la tua salute gastrointestinale.

Assicurati di parlare con il tuo medico prima di apportare modifiche sostanziali alla dieta. Dopo che le tue condizioni migliorano, il medico può raccomandare di aggiungere lentamente alimenti a basso contenuto di fibre alla tua dieta. Una volta che non si hanno più sintomi di diverticolite, il medico può suggerire di riprendere una dieta bilanciata a più alto contenuto di fibre.

Anche se evitare cibi ricchi di fibre può aiutare ad alleviare i sintomi della diverticolite, la ricerca ha dimostrato che consumare regolarmente una dieta ricca di fibre, con molte verdure, frutta e cereali integrali, può ridurre il rischio di diverticolite.

Questo perché la fibra può ammorbidire il tuo corpo materiale di scarto. Feci più morbide passano attraverso l'intestino e il colon in modo più rapido e semplice. Questo, a sua volta, riduce la pressione nel tuo sistema digestivo, che aiuta a prevenire la formazione di diverticoli, così come lo sviluppo di diverticolite. La fibra si trova naturalmente in alimenti ricchi di sostanze nutritive, come verdure, frutta e cereali integrali.

Una dieta ricca di fibre è spesso una delle prime cose che un medico consiglierà se ti è stata diagnosticata una diverticolosi o se sei già guarito da un episodio di diverticolite.

Se non consumi più fibre, assicurati di iniziare lentamente quando lo aggiungi alla tua dieta. Uno studio prospettico di coorte ha rilevato che coloro che consumavano almeno 25 grammi di fibre al giorno avevano un rischio inferiore del 41% di sviluppare la malattia diverticolare, rispetto a quelli che ne consumavano solo 14 grammi. Per le persone senza problemi diverticolari, mangiare una dieta ricca di fibre aiuta a promuovere un sano sistema digestivo.

La ricerca mostra anche che i batteri intestinali svolgono un ruolo nella malattia diverticolare. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, è probabile che studi futuri supportino la modulazione dei batteri intestinali attraverso una dieta ricca di fibre e un'integrazione probiotica.

Se ti è stata diagnosticata una diverticolite, parla con il tuo medico sia delle tue esigenze alimentari sia delle restrizioni alimentari. È importante discutere del ruolo svolto dal cibo nell'aiutare a guarire e possibilmente ad aggravare la sua condizione.

Se hai bisogno di ulteriori indicazioni, chiedi al tuo medico di indirizzarti a un dietologo. In particolare, cercare un operatore sanitario che abbia esperienza di lavoro con persone che hanno diverticolite. Possono aiutarti a trovare i modi per goderti i cibi ricchi di fibre di cui hai bisogno nella tua dieta.

Inoltre, rimani in contatto con il tuo medico circa le tue condizioni. Mentre la diverticolite può rimanere latente per lunghi periodi di tempo, tieni presente che è una condizione cronica e permanente. Se inizi a notare un aumento dei sintomi, prepara un piano di azione dal tuo medico che può ridurre il dolore e il disagio e aiutarti a gestire la tua condizione.

4.5
5
12
4
4
3
2
2
3
1
1