6 alimenti per aiutare a prevenire la malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer inizia spesso con quella che sembra essere semplice dimenticanza, ma provoca molto più devastazione nel tempo, distruggendo la parola, la comprensione e la coordinazione e causando irrequietezza e drammatiche oscillazioni dell'umore. La dieta corretta può ritardare l'insorgenza della malattia o ridurre il rischio fino al 40%.

Di Pamela Johnson

Acidi grassi omega-3

Si può sapere che questi sono punti fondamentali della famosa dieta mediterranea sana per il cuore, ma prove recenti suggeriscono che possono ridurre anche il rischio di Alzheimer. Mangiare pesce grasso come salmone, aringa o tonno bianco una volta alla settimana può rallentare il declino cognitivo del 10%.

Gli acidi grassi omega-3, in particolare il tipo noto come DHA trovato nei pesci grassi, sembrano essere la chiave. Dato che alti livelli di DHA sono necessari per il normale sviluppo cerebrale, questo ha senso. Inoltre, gli acidi grassi omega-3 di tutte le varietà - compresi quelli trovati nelle noci, semi di lino e olio d'oliva - contrastano l'infiammazione, che può contribuire all'accumulo di proteine ​​nel cervello.

Ridurre il rischio di malattia di Alzheimer con il piano di dieta Diet MIND.

Alimenti ricchi di vitamine C ed E

Il sottoprodotto di tutte le reazioni chimiche nel nostro cervello occupato sono i radicali liberi, molecole instabili che danneggiano le cellule, forse accelerando il declino mentale. Gli alimenti che contengono antiossidanti neutralizzano quei radicali liberi, "assorbendo" l'"inquinamento" nel cervello.

La ricerca sulle abitudini alimentari di grandi gruppi di persone ha scoperto che mangiare molti cibi ricchi di vitamina C (come peperoni rossi, ribes, broccoli e fragole) e vitamina E (come l'olio d'oliva e le mandorle) può ridurre il rischio di sviluppare l'Alzheimer .

In uno studio condotto da ricercatori del Rush Institute for Healthy Aging a Rush-Presbyterian-St. Luke's Medical Center di Chicago, le persone che consumavano più vitamina E dagli alimenti (in media 11,4 UI) avevano un rischio di Alzheimer che era del 67% inferiore rispetto a quello delle persone che ne avevano meno (media di 6,2 UI).

L'effetto degli integratori è meno chiaro, probabilmente perché tendono ad essere assunti in dosi elevate, a differenza del cibo consumato nell'arco della vita. Gli alimenti contengono anche tutte le forme di vitamina E, mentre gli integratori in genere contengono solo un tipo, alfa-tocoferolo. Le diverse forme di vitamina E neutralizzano diverse forme di radicali liberi.

Qui ci sono 13 vitamine essenziali per il tuo corpo.

Cibi e bevande ricchi di flavonoidi

Per difendersi dalle radiazioni solari e dagli erbivori affamati, le piante hanno creato un arsenale di sostanze chimiche protettive chiamate polifenoli. I flavonoidi sono tra i più duri e rientrano nella categoria degli antiossidanti.

I frutti ricchi di flavonoidi includono mele, mirtilli, mirtilli e pompelmo. Verdure che vantano flavonoidi includono asparagi, cavolini di Bruxelles, cavoli, aglio, cavoli, cavoli rapa, fagioli e fagioli, cipolle, piselli e spinaci. Uno studio ha scoperto che le persone che hanno bevuto succhi di frutta e verdura come l'arancia, la mela o il pomodoro tre volte alla settimana avevano meno probabilità di sviluppare la malattia di Alzheimer. Uno studio su animali ha dimostrato che il succo di melograno dimezza il rischio di malattia di Alzheimer nei ratti. Altri studi dimostrano che più flavonoidi una persona mangia, minore è la probabilità di sviluppare demenza.

Inoltre: 20 frutti e verdure ricchi di antiossidanti da mangiare

Curry in polvere

I cuochi in India e in altri paesi usano il curry in abbondanza e l'incidenza dell'Alzheimer è inferiore in questi luoghi rispetto a molte nazioni occidentali. Curry potrebbe essere uno dei motivi. Un ingrediente principale in polvere di curry è la curcuma, che contiene la curcumina (che dà al curry il suo colore giallo).

Gli studi hanno dimostrato che le persone che hanno consumato la più alta quantità di cibi al curry hanno in realtà prestazioni cerebrali migliori. Le autopsie sul cervello dei malati di Alzheimer hanno rivelato grumi densi di una proteina chiamata amiloide. In studi di laboratorio e su animali, i ricercatori hanno scoperto che la curcumina è un potente composto antiossidante, antinfiammatorio e anti-amiloide. Si lega alle proteine ​​amiloidi e impedisce loro di raggrupparsi per formare placca, quindi potrebbe essere che la curcumina offra un triplice colpo alla malattia di Alzheimer.

Prova ad aggiungere queste otto incredibili spezie indiane ai tuoi piatti.

Alimenti ricchi di folato

I medici sanno da anni che la carenza di alcune vitamine del gruppo B, in particolare del folato, può rendere difficile svolgere alcuni compiti cognitivi. Nuove evidenze mostrano che anche livelli leggermente bassi possono avere un effetto simile perché il folato, insieme alle vitamine B6 e B12, aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di omocisteina. Questo amminoacido altera la funzione cerebrale e può aumentare drasticamente il rischio di una persona per il morbo di Alzheimer (così come le malattie cardiache). La buona notizia è che il folato di alimenti come verdure a foglia verde e fagioli secchi può rallentare il declino cognitivo.

Inoltre: 5 fatti su malattie cardiache che ogni donna dovrebbe sapere

Vino

Uno studio francese ha dimostrato che bere tre bicchieri di vino da 125 millilitri (4 once) al giorno riduceva il rischio di Alzheimer del 75%. Saluti a questo!

Non lasciare che quella bottiglia vada sprecata! Ecco otto usi ingegnosi per il vino avanzato.

4.4
5
11
4
5
3
3
2
3
1
0