Salute mentale e disturbo da abbuffate

Il disturbo da alimentazione incontrollata è una condizione grave caratterizzata da un'alimentazione incontrollabile e da un conseguente aumento di peso. Le persone con disturbi dell'alimentazione incontrollata spesso mangiano grandi quantità di cibo (oltre il punto di sentirsi sazi) mentre sentono una perdita di controllo sul loro mangiare. Spesso queste abitudini sono un modo per affrontare depressione, stress o ansia. Anche se il comportamento di abbuffate è simile a quello che si verifica nella bulimia nervosa, le persone con disturbo da alimentazione incontrollata non si impegnano nello spurgo tramite vomito o lassativi.

Molte persone che soffrono di disturbi alimentari incontrollati usano il cibo come un modo per affrontare sentimenti ed emozioni scomodi. Queste sono persone che forse non hanno mai imparato a gestire efficacemente lo stress e trovano confortante e rilassante mangiare il cibo. Sfortunatamente, spesso finiscono per sentirsi tristi e colpevoli di non essere in grado di controllare il proprio mangiare, il che aumenta lo stress e alimenta il ciclo.

Quali sono i sintomi di Binge Eating Disorder?

La maggior parte delle persone mangia troppo di tanto in tanto e molte persone dicono che mangiano spesso più del dovuto. Mangiare grandi quantità di cibo, tuttavia, non significa che una persona abbia disturbi da abbuffate. Le persone con disturbo da alimentazione incontrollata hanno diversi dei seguenti sintomi settimanali per almeno 3 mesi:

  • Episodi frequenti di mangiare quello che altri considererebbero una quantità eccessivamente grande di cibo
  • Sentimenti frequenti di non essere in grado di controllare cosa o quanto viene mangiato
  • Mangiare molto più rapidamente del solito
  • Mangiare fino a quando non è pieno a disagio
  • Mangiare grandi quantità di cibo, anche se non fisicamente affamato
  • Mangiare da solo per imbarazzo per la quantità di cibo che viene mangiato
  • Sentimenti di disgusto, depressione o senso di colpa dopo aver mangiato troppo

Le persone che soffrono di disturbi dell'alimentazione incontrollata tendono anche ad avere:

  • Fluttuazioni di peso
  • Sentimenti di bassa autostima
  • Perdita di desiderio sessuale
  • Dieta frequente

Quali sono le cause del disturbo alimentare da Binge?

La causa esatta del disturbo da alimentazione incontrollata è ancora sconosciuta e i ricercatori stanno appena iniziando a capire le conseguenze del disturbo e i fattori che influenzano il suo sviluppo. Come altri disturbi alimentari, il disturbo da alimentazione incontrollata sembra derivare da una combinazione di fattori psicologici, biologici e ambientali.

Continua

Il disturbo da alimentazione incontrollata è stato collegato ad altri disturbi di salute mentale. Quasi la metà di tutte le persone con disturbo da alimentazione incontrollata ha una storia di depressione, sebbene l'esatta natura del legame non sia chiara. Molte persone riferiscono che la rabbia, la tristezza, la noia, l'ansia o altre emozioni negative possono scatenare un episodio di abbuffate. Anche il comportamento impulsivo e alcuni altri problemi psicologici sembrano essere più comuni nelle persone con disturbo da alimentazione incontrollata.

I disturbi alimentari, compreso il disturbo da alimentazione incontrollata, tendono a scoppiare in famiglie, suggerendo che una predisposizione ai disturbi alimentari potrebbe essere ereditata. I ricercatori stanno anche studiando in che modo le sostanze chimiche del cervello e il metabolismo (il modo in cui il corpo brucia calorie) influenzano lo sviluppo del disturbo da alimentazione incontrollata.

Le persone con disturbi dell'alimentazione incontrollata spesso provengono da famiglie che mangiano troppo o mettono un'enfasi innaturale sul cibo; ad esempio, utilizzandolo come ricompensa o come modo per lenire o confortare.

Quanto è diffuso il disturbo da alimentazione incontrollata?

Anche se solo recentemente riconosciuto formalmente come una condizione distinta, il disturbo da alimentazione incontrollata è probabilmente il disturbo alimentare più comune. La maggior parte delle persone con disturbo da abbuffate è obesa (oltre il 20% sopra un peso corporeo sano), ma anche le persone di peso normale possono essere colpite.

Il disturbo da alimentazione incontrollata probabilmente colpisce l'1-5% di tutti gli adulti. Tra le persone leggermente obese nei programmi di auto-aiuto o perdita di peso commerciale, il 10% al 15% soffre di disturbo da alimentazione incontrollata. Il disturbo è ancora più comune in quelli con obesità grave.

Il disturbo da alimentazione incontrollata è leggermente più comune nelle donne che negli uomini. Il disturbo colpisce gli afro-americani così spesso come i caucasici; la sua frequenza in altri gruppi etnici non è ancora nota. Le persone obese con disturbo da alimentazione incontrollata spesso diventavano sovrappeso in giovane età rispetto a quelle senza disturbo. Potrebbero anche avere episodi più frequenti di perdere e riacquistare peso.

Come viene trattato il disturbo del Binge Eating?

Il trattamento del disturbo da alimentazione incontrollata è difficile perché la maggior parte delle persone si vergogna del proprio disturbo e cerca di nascondere il proprio problema. Spesso hanno un tale successo che persino i familiari e gli amici più stretti non sanno di abbuffarsi.

I disturbi alimentari richiedono un piano di trattamento completo che sia adeguato per soddisfare le esigenze di ciascun paziente. L'obiettivo del trattamento per il disturbo da alimentazione incontrollata è quello di aiutare la persona a ottenere il controllo sul suo comportamento alimentare. Il trattamento più spesso comporta una combinazione delle seguenti strategie:

  • Psicoterapia: questo è un tipo di consulenza individuale che si concentra sul cambiamento del pensiero (terapia cognitiva) e del comportamento (terapia comportamentale) di una persona con un disturbo alimentare. Il trattamento include tecniche pratiche per sviluppare atteggiamenti sani verso il cibo e il peso, nonché approcci per cambiare il modo in cui la persona risponde allo stress e alle situazioni difficili.
  • Farmaco: il farmaco stimolante Vyvanse è attualmente l'unico farmaco approvato dalla FDA per il trattamento del disturbo da alimentazione incontrollata. Altri tipi di medicinali hanno iniziato a ricevere l'attenzione della ricerca per contribuire eventualmente a ridurre il comportamento di abbuffate, come gli anticonvulsivanti Topamax (topiramato) o Zonegran (zonisamide). Alcuni farmaci antidepressivi chiamati inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI) potrebbero essere utilizzati per aiutare a controllare l'ansia e la depressione associati a un disturbo alimentare.
  • Consulenza nutrizionale: Questa strategia è progettata per aiutare a ripristinare i normali schemi alimentari e per insegnare l'importanza della nutrizione e una dieta equilibrata.
  • Terapia di gruppo e / o familiare: Il supporto familiare è molto importante per il successo del trattamento. È importante che i familiari comprendano il disturbo alimentare e ne riconoscano i segni e i sintomi. Le persone con disturbi alimentari potrebbero trarre beneficio dalla terapia di gruppo, dove possono trovare supporto e discutere apertamente i loro sentimenti e preoccupazioni con altri che condividono esperienze e problemi comuni.

Continua

Quali sono le complicazioni del disturbo da alimentazione incontrollata?

Le cattive abitudini alimentari che sono comuni nelle persone con disturbo da alimentazione incontrollata possono portare a seri problemi di salute. Le principali complicazioni del disturbo da alimentazione incontrollata sono le condizioni che spesso risultano dall'essere obesi. Questi includono:

Inoltre, le persone con disturbo da alimentazione incontrollata sono estremamente angosciate dal loro abbuffate. In alcuni casi, le persone trascureranno il loro lavoro, la scuola o le attività sociali per mangiare abbuffate.

Qual è l'Outlook per le persone con disturbo da abbuffate?

Come altri disturbi alimentari, il disturbo da alimentazione incontrollata è un problema serio che può essere risolto con un trattamento adeguato. Con il trattamento e l'impegno, molte persone con questo disturbo possono superare l'abitudine di mangiare troppo e apprendere modelli alimentari salutari.

Si può prevenire il disturbo da alimentazione incontrollata?

Anche se potrebbe non essere possibile prevenire tutti i casi di disturbo da alimentazione incontrollata, è utile iniziare il trattamento nelle persone non appena iniziano ad avere sintomi. Inoltre, insegnare e incoraggiare abitudini alimentari sane e atteggiamenti realistici sul cibo e sull'immagine del corpo potrebbe essere utile anche per prevenire lo sviluppo o il peggioramento dei disturbi alimentari.

Iscriviti alla nostra serie di e-mail gratuite su come diagnosticare, curare e vivere con il disturbo da alimentazione incontrollata.

fonti

FONTI:

Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, quinta edizione: "Binge Eating Disorder".

Associazione nazionale per i disturbi alimentari: "disturbo da alimentazione incontrollata".

Associazione Nazionale di anoressia nervosa e disturbi associati: "disturbo da alimentazione incontrollata".

© 2017 WebMD, LLC. Tutti i diritti riservati.
4.5
5
12
4
5
3
1
2
1
1
0