Perdita di peso

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per altri usi, vedere Perdita di peso (disambiguazione).

Perdita di peso
Una raffigurazione della perdita di peso di un individuo.
Classificazione e risorse esterne
ICD-10 R63.4
ICD-9-CM 783.21
DiseasesDB 28440
Maglia D015431

La perdita di peso, nel contesto della medicina, della salute o della forma fisica, si riferisce a una riduzione della massa corporea totale, dovuta a una perdita media di liquidi, grasso corporeo o tessuto adiposo o massa magra, ovvero depositi di minerali ossei, muscoli, tendini e altro tessuto connettivo. La perdita di peso può verificarsi involontariamente a causa di una malnutrizione o di una malattia di base o derivare da uno sforzo consapevole per migliorare uno stato reale o percepito di sovrappeso o obesi. La perdita di peso "inspiegabile" che non è causata dalla riduzione dell'apporto calorico o dell'esercizio fisico è chiamata cachessia e può essere un sintomo di una grave condizione medica. Perdita di peso intenzionale è comunemente indicata come dimagrimento.

Intenzionale

Perdita di peso intenzionale è la perdita di massa corporea totale a causa di sforzi per migliorare la forma fisica e la salute, o per cambiare l'aspetto attraverso il dimagrimento. La perdita di peso negli individui in sovrappeso o obesi può ridurre i rischi per la salute,[1] aumentare la forma fisica,[2] e può ritardare l'insorgenza del diabete.[1] Potrebbe ridurre il dolore e aumentare il movimento nelle persone con osteoartrosi del ginocchio.[2] La perdita di peso può portare a una riduzione dell'ipertensione (pressione del sangue alta), tuttavia non è chiaro se questo riduca i danni correlati all'ipertensione.[1]

La perdita di peso si verifica quando il corpo sta spendendo più energia nel lavoro e nel metabolismo di quanto non stia assorbendo dal cibo o da altri nutrienti. Utilizzerà quindi riserve immagazzinate da grasso o muscoli, portando gradualmente alla perdita di peso. Per gli atleti che cercano di migliorare le prestazioni o di soddisfare la classificazione di peso richiesta per la partecipazione a uno sport, non è raro cercare ulteriore perdita di peso anche se sono già al loro peso corporeo ideale. Altri possono essere spinti a perdere peso per ottenere un aspetto che considerano più attraente. Tuttavia, il sottopeso è associato a rischi per la salute, come difficoltà a combattere infezioni, osteoporosi, diminuzione della forza muscolare, problemi di regolazione della temperatura corporea e persino aumento del rischio di morte.[3]

Le diete ipocaloriche sono anche indicate come diete a percentuale bilanciata. A causa dei loro effetti dannosi minimi, questi tipi di diete sono più comunemente raccomandati dai nutrizionisti. Oltre a limitare l'apporto calorico, una dieta equilibrata regola anche il consumo di macronutrienti. Dal numero totale di calorie giornaliere assegnate, si raccomanda che il 55% provenga da carboidrati, il 15% da proteine ​​e il 30% da grassi con non più del 10% di grasso totale proveniente da forme sature. Ad esempio, una dieta da 1.200 calorie raccomandata fornirebbe circa 660 calorie dai carboidrati, 180 dalle proteine ​​e 360 ​​dal grasso. Alcuni studi suggeriscono che un aumento del consumo di proteine ​​può aiutare ad alleviare i morsi della fame associati a un ridotto apporto calorico aumentando la sensazione di sazietà.[4]La restrizione calorica in questo modo ha molti benefici a lungo termine. Dopo aver raggiunto il peso corporeo desiderato, le calorie consumate al giorno possono essere aumentate gradualmente, senza superare i 2.000 netti (cioè sottraendo le calorie bruciate dall'attività fisica dalle calorie consumate). In combinazione con una maggiore attività fisica, si ritiene che le diete ipocaloriche siano più efficaci a lungo termine, diversamente dalle diete d'emergenza, che nella migliore delle ipotesi possono ottenere risultati a breve termine. L'attività fisica potrebbe migliorare notevolmente l'efficienza di una dieta. Il regime di perdita di peso più sano, quindi, è quello che consiste in una dieta equilibrata e un'attività fisica moderata.

L'aumento di peso è stato associato ad un consumo eccessivo di grassi, zuccheri (aggiunti), carboidrati raffinati in generale e consumo di alcol. Depressione, stress o noia possono anche contribuire all'aumento di peso, e in questi casi si consiglia agli individui di cercare aiuto medico. Uno studio del 2010 ha scoperto che coloro che soffrivano di una buona notte di sonno hanno perso più del doppio di grassi rispetto alla dieta privata del sonno.[5][6]

Sebbene abbia ipotizzato che la supplementazione di vitamina D possa essere d'aiuto, gli studi non lo supportano.[7] La maggior parte dei dieters riguadagna il peso a lungo termine.[8]

Secondo le linee guida dietetiche per gli americani, coloro che raggiungono e gestiscono un peso sano lo fanno con maggiore successo, facendo attenzione a consumare solo poche calorie per soddisfare i propri bisogni ed essere fisicamente attivi.[9] Secondo la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, le persone sane che cercano di mantenere il proprio peso dovrebbero consumare 2.000 calorie (8,4 MJ) al giorno.

tecniche

Vedi anche: Gestione dell'obesità

I metodi meno invasivi di perdita di peso, e quelli più spesso raccomandati, sono gli aggiustamenti ai modelli alimentari e l'aumento dell'attività fisica, generalmente sotto forma di esercizio fisico. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato che le persone combinino una riduzione degli alimenti trasformati ricchi di grassi saturi, zucchero e sale[10] e contenuto calorico della dieta con un aumento dell'attività fisica.[11]

Si raccomanda inoltre un aumento dell'assunzione di fibre per regolare i movimenti intestinali. Altri metodi di perdita di peso includono l'uso di farmaci e integratori che riducono l'appetito, bloccano l'assorbimento del grasso o riducono il volume dello stomaco. La chirurgia bariatrica può essere indicata nei casi di grave obesità. Due comuni procedure chirurgiche bariatriche sono bypass gastrico e bendaggio gastrico.[12] Entrambi possono essere efficaci nel limitare l'assunzione di energia alimentare riducendo la dimensione dello stomaco, ma come con qualsiasi procedura chirurgica entrambi vengono con i propri rischi[13] che dovrebbe essere considerato in consultazione con un medico.Gli integratori alimentari, sebbene ampiamente usati, non sono considerati una sana opzione per la perdita di peso.[14] Molti sono disponibili, ma pochissimi sono efficaci a lungo termine.[15]

La banda gastrica virtuale utilizza l'ipnosi per fare in modo che il cervello pensi che lo stomaco sia più piccolo di quello che realmente è e quindi riduce la quantità di cibo ingerito. Questo porta come conseguenza alla riduzione del peso. Questo metodo è completato con un trattamento psicologico per la gestione dell'ansia e con l'ipnosi. La ricerca è stata condotta sull'uso dell'ipnosi come alternativa alla gestione del peso.[16][17][18][19] Nel 1996 uno studio ha rilevato che la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) era più efficace per la riduzione del peso se rinforzata con l'ipnosi.[17]Accettazione e impegno Therapy ACT, un approccio consapevole alla perdita di peso, ha anche negli ultimi anni dimostrando la sua utilità.[20]

Perdita di peso permanente

Affinché la perdita di peso sia permanente, anche i cambiamenti nella dieta e nello stile di vita devono essere permanenti. La dieta a breve termine non ha dimostrato di produrre una perdita di peso a lungo termine o una salute migliore, e potrebbe anche essere controproducente.[21]

Industria di perdita di peso

Esiste un mercato sostanziale per prodotti che promettono di rendere la perdita di peso più facile, più rapida, più economica, più affidabile o meno dolorosa. Questi includono libri, DVD, CD, creme, lozioni, pillole, anelli e orecchini, impacchi per il corpo, cinture per il corpo e altri materiali, centri fitness, cliniche, allenatori personali, gruppi per la perdita di peso e prodotti alimentari e integratori.[22]

Nel 2008 sono stati spesi annualmente negli Stati Uniti 33 miliardi di dollari e 55 miliardi di dollari in prodotti e servizi per la perdita di peso, comprese le procedure mediche e farmaceutiche, con centri di perdita di peso tra il 6 e il 12% della spesa annuale totale. Oltre 1,6 miliardi di dollari l'anno sono stati spesi per supplementi di perdita di peso. Circa il 70 percento dei tentativi di dieta degli americani sono di natura di auto-aiuto.[23][24]

Nell'Europa occidentale, le vendite di prodotti per la perdita di peso, escluse le prescrizioni mediche, hanno superato i 1,25 miliardi di euro (900 milioni di sterline / 1,4 miliardi di dollari) nel 2009.[24]

involontario

caratteristiche

Perdita di peso involontaria può derivare dalla perdita di grassi corporei, perdita di liquidi corporei, atrofia muscolare o persino una combinazione di questi.[25][26] Generalmente è considerato un problema medico quando almeno il 10% del peso corporeo di una persona è stato perso in sei mesi[25][27] o il 5% nell'ultimo mese.[28] Un altro criterio utilizzato per valutare il peso troppo basso è l'indice di massa corporea (BMI).[29] Tuttavia, anche una minore quantità di perdita di peso può essere motivo di grave preoccupazione in una persona anziana fragile.[30]

Perdita di peso involontaria può verificarsi a causa di una dieta inadeguata e nutriente in relazione al fabbisogno energetico di una persona (generalmente chiamata malnutrizione). I processi patologici, i cambiamenti nel metabolismo, i cambiamenti ormonali, i farmaci o altri trattamenti, i cambiamenti nella dieta correlati alla malattia o al trattamento o l'appetito ridotto associato a una malattia o un trattamento possono anche causare una perdita di peso non intenzionale.[25][26][27][31][32][33] Uno scarso utilizzo di nutrienti può portare alla perdita di peso e può essere causato da fistole nel tratto gastrointestinale, diarrea, interazione farmaco-nutriente, deplezione enzimatica e atrofia muscolare.[27]

La continua perdita di peso può deteriorarsi con lo spreco, una condizione vagamente definita chiamata cachessia.[30] La cachessia differisce in parte dalla fame perché implica una risposta infiammatoria sistemica.[30] È associato a esiti peggiori.[25][30][31] Negli stadi avanzati della malattia progressiva, il metabolismo può cambiare in modo da perdere peso anche quando ottengono ciò che è normalmente considerato un'alimentazione adeguata e il corpo non può compensare. Questo porta a una condizione chiamata sindrome da anoressia da cachessia (ACS) e l'alimentazione o la supplementazione aggiuntiva è improbabile che aiuti.[27] I sintomi della perdita di peso da ACS comprendono una grave perdita di peso da parte dei muscoli piuttosto che del grasso corporeo, perdita di appetito e sensazione di sazietà dopo aver mangiato piccole quantità, nausea, anemia, debolezza e affaticamento.[27]

Grave perdita di peso può ridurre la qualità della vita, compromettere l'efficacia o il recupero del trattamento, peggiorare i processi patologici ed essere un fattore di rischio per alti tassi di mortalità.[25][30] La malnutrizione può influenzare ogni funzione del corpo umano, dalle cellule alle funzioni corporee più complesse, tra cui:[29]

  • risposta immunitaria;
  • guarigione delle ferite;
  • forza muscolare (compresi i muscoli respiratori);
  • capacità renale e deplezione che portano a disturbi dell'acqua ed elettroliti;
  • termoregolazione; e
  • mestruazioni.

Inoltre, la malnutrizione può portare a carenze vitaminiche e di altro tipo e all'inattività, che a sua volta può pre-disporre di altri problemi, come le piaghe da decubito.[29]

La perdita di peso involontaria può essere la caratteristica che porta alla diagnosi di malattie come il cancro[25] e diabete di tipo 1.[34]

Nel Regno Unito, fino al 5% della popolazione generale è sottopeso, ma più del 10% di quelli con malattie polmonari o gastrointestinali e che hanno avuto recentemente un intervento chirurgico.[29] Secondo i dati del Regno Unito che utilizzano lo strumento di screening universale Malnutrition ("MUST"), che incorpora la perdita di peso involontaria, oltre il 10% della popolazione oltre i 65 anni è a rischio di malnutrizione.[29] Una percentuale elevata (10-60%) dei pazienti ospedalieri è a rischio, insieme ad una proporzione simile nelle case di cura.[29]

Le cause

Correlati alla malattia

La malnutrizione correlata alla malattia può essere considerata in quattro categorie:[29]

Problema Causa
Assunzione alterata Lo scarso appetito può essere un sintomo diretto di una malattia, o una malattia potrebbe rendere doloroso il mangiare o indurre la nausea. La malattia può anche causare avversione al cibo.

L'incapacità di mangiare può derivare da: diminuzione della coscienza o confusione, o problemi fisici che interessano il braccio o le mani, la deglutizione o la masticazione. Restrizioni alimentari possono anche essere imposte come parte del trattamento o indagini.La mancanza di cibo può derivare da: povertà, difficoltà nello shopping o nella cucina e pasti di scarsa qualità.

Digestione e / o assorbimento alterati Ciò può derivare da condizioni che influenzano il sistema digestivo.
Requisiti modificati Le modifiche alle richieste metaboliche possono essere causate da malattia, chirurgia e disfunzione d'organo.
Eccessive perdite di nutrienti Le perdite dal gastrointestinale possono verificarsi a causa di sintomi quali vomito o diarrea, nonché fistole e stomi. Possono anche esserci perdite da scarichi, inclusi tubi nasogastrici.

Altre perdite: condizioni come le ustioni possono essere associate a perdite come gli essudati cutanei.

I problemi di perdita di peso relativi a malattie specifiche includono:

  • Con il progredire della broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), circa il 35% dei pazienti sperimenta una grave perdita di peso chiamata cachessia polmonare, compresa una diminuzione della massa muscolare.[31] Circa il 25% ha una perdita di peso da moderata a grave e molti altri hanno una perdita di peso.[31] Una maggiore perdita di peso è associata a una prognosi peggiore.[31] Le teorie sui fattori contribuenti includono la perdita di appetito correlata all'attività ridotta, l'energia aggiuntiva necessaria per la respirazione e la difficoltà di mangiare con dispnea (respiro affannoso).[31]
  • Cancro, una causa molto comune e talvolta fatale di perdita di peso inspiegabile (idiopatica). Circa un terzo dei casi di perdita di peso involontaria sono secondari alla neoplasia. I tumori da sospettare in pazienti con perdita di peso inspiegabile includono carcinoma gastrointestinale, prostata, epatobiliare (carcinoma epatocellulare, carcinoma del pancreas), malaria ovarica, ematologica o polmonare.
  • Le persone con HIV spesso sperimentano la perdita di peso ed è associata a esiti peggiori.[35] La sindrome da deperimento è una condizione che definisce l'AIDS.[35]
  • I disturbi gastrointestinali sono un'altra causa comune di perdita di peso inspiegabile - in realtà sono la causa non cancerosa più comune di perdita di peso idiopatica. Le possibili eziologie gastrointestinali di perdita di peso inspiegabile includono: malattia celiaca, ulcera peptica, malattia infiammatoria intestinale (malattia di Crohn e colite ulcerosa), pancreatite, gastrite, diarrea e molte altre condizioni gastrointestinali.
  • Infezione. Alcune malattie infettive possono causare perdita di peso. Malattie fungine, endocarditi, molte malattie parassitarie, AIDS e alcune altre infezioni subacute o occulte possono causare perdita di peso.
  • Malattia renale. I pazienti che hanno l'uremia hanno spesso appetito, vomito e nausea poveri o assenti. Questo può causare perdita di peso.
  • Malattia cardiaca Le malattie cardiovascolari, in particolare l'insufficienza cardiaca congestizia, possono causare una perdita di peso inspiegabile.
  • Malattia del tessuto connettivo
  • Malattia neurologica, tra cui la demenza[36]
  • Problemi orali, gustativi o dentali (incluse le infezioni) possono ridurre l'assunzione di sostanze nutritive che portano alla perdita di peso.[27]

La terapia-correlato

Il trattamento medico può direttamente o indirettamente causare perdita di peso, compromettere l'efficacia del trattamento e il recupero che può portare ad ulteriore perdita di peso in un circolo vizioso.[25]

Molti pazienti soffrono e hanno una perdita di appetito dopo l'intervento.[25] Parte della risposta del corpo alla chirurgia è quella di dirigere l'energia alla guarigione delle ferite, che aumenta il fabbisogno energetico complessivo del corpo.[25] La chirurgia influisce indirettamente sullo stato nutrizionale, in particolare durante il periodo di recupero, poiché può interferire con la guarigione della ferita e altri aspetti del recupero.[25][29] La chirurgia influisce direttamente sullo stato nutrizionale se una procedura altera in modo permanente l'apparato digerente.[25]È spesso necessaria la nutrizione enterale (alimentazione tubolare).[25] Tuttavia, una politica di "nulla per bocca" per tutti gli interventi gastrointestinali non ha dimostrato di beneficiare, con qualche suggerimento che potrebbe ostacolare il recupero.[37]

La nutrizione post-operatoria precoce fa parte dei protocolli Enhanced Recovery After Surgery.[38] Questi protocolli includono anche il carico di carboidrati nelle 24 ore prima dell'intervento chirurgico, ma i precedenti interventi nutrizionali non hanno dimostrato di avere un impatto significativo.[38]

Alcuni farmaci possono causare perdita di peso,[39] mentre altri possono causare aumento di peso.

4.3
5
14
4
2
3
1
2
1
1
1