Perché la sterlina diminuisce e cosa significa per le famiglie e le imprese?

La sterlina è caduta contro un paniere di altre valute. Ecco perché è successo, cosa significa e se la Gran Bretagna dovrebbe essere preparata per ulteriori cadute.

Perché la sterlina è caduta?

Il valore della sterlina è influenzato da una serie di fattori, tra cui crescita, tassi di interesse e inflazione. Le solide economie tendono ad avere valute più forti perché gli investitori investono denaro in paesi che ritengono possano crescere fortemente in futuro.

Hanno bisogno della valuta locale per realizzare questi investimenti e l'aumento della domanda di sterline aumenta il suo valore.

È vero il contrario per le economie più deboli. Guarda la Russia. Lo shock del calo dei prezzi del petrolio ha spinto il paese in recessione lo scorso anno, mentre i rischi geopolitici hanno anche reso il paese un posto meno attraente per gli investitori per parcheggiare i loro soldi. Di conseguenza, il rublo è diminuito drasticamente.

Il percorso previsto dei tassi di interesse riguarda anche le valute. I più alti tassi di interesse di solito si traducono in migliori rendimenti su gilt e titoli di stato. Questo attrae capitali d'oltremare.

La decisione dello scorso dicembre da parte della Federal Reserve statunitense di alzare i tassi di interesse ha spinto al rialzo il dollaro.

Nei mesi precedenti la mossa, gli investitori si aspettavano che la Banca d'Inghilterra avrebbe seguito la Fed e inasprito la politica poco dopo. Ciò ha aiutato la sterlina a rimanere relativamente forte contro un paniere di altre valute.

Ma il recente periodo di crescita, inflazione e retribuzione più debole, combinato con una prospettiva globale più cupa, significa che gli investitori stanno rivalutando le prospettive del Regno Unito.

A fine anno, i mercati ritenevano che i tassi sarebbero aumentati a ottobre. Ora pensano che i tassi rimarranno in sospeso fino alla fine del decennio. Ciò ha contribuito all'indebolimento della sterlina.

A volte, i movimenti delle valute sono guidati più dalla speculazione che dai fondamentali economici.

A febbraio, la sterlina è scesa a un minimo di sette anni dopo che Boris Johnson ha dichiarato che avrebbe sostenuto la campagna per la Gran Bretagna di lasciare l'UE.

L'ex sindaco di Londra è uno dei politici più popolari della Gran Bretagna, e bookmaker e commercianti lo hanno visto come un segnale che una Brexit - e tutte le incertezze e i rischi per la crescita che potrebbe portare - è ora più probabile.

Servizio di lettura: risparmia sui pagamenti internazionali con i trasferimenti di denaro internazionali di Telegraph

Cosa significa per le famiglie e le imprese?

Per i vacanzieri, sono cattive notizie. Una sterlina più debole significa che i britannici avranno meno soldi per i loro soldi all'estero.

Una sterlina più debole significa anche che le imprese del Regno Unito devono pagare di più per le merci che acquistano in valute estere, rendendo le importazioni più costose. Questi maggiori costi potrebbero alimentare l'inflazione interna.

Per gli esportatori, le notizie sono più luminose. Una sterlina più debole rende i loro beni più competitivi, aumentando la crescita. I produttori si sono lamentati negli ultimi anni che la sterlina forte ha danneggiato il commercio.

Una sterlina più debole rende le esportazioni britanniche più competitiveCredito: Getty Images

Tuttavia, la Gran Bretagna non vende più cose all'estero come una volta. Il massiccio deprezzamento della sterlina visto sulla scia della crisi finanziaria non ha eliminato il deficit commerciale della Gran Bretagna.

La Bank of England sta osservando da vicino le recenti cadute della sterlina, specialmente nel contesto del referendum dell'UE del 23 giugno.

Mark Carney, il governatore della Bank of England, ha affermato che "è sicuro dire che c'è un sacco di premi referendari che è entrato in sterline".

Mentre Carney ha detto che il comitato di politica monetaria (MPC) che fissa i tassi di interesse "non sta facendo un giudizio" sul risultato o sulle conseguenze del plebiscito, i responsabili politici stavano facendo piani di emergenza per un'uscita.

È improbabile che uno shock sterile "isolato" cambi la politica. Tuttavia, i responsabili delle politiche seguiranno da vicino per vedere se una sterlina più debole si nutre di sentimento più debole e di decisioni di spesa.

Gertjan Vlieghe, membro esterno del MPC, ha affermato che se "l'aumento dell'incertezza" sul probabile esito del referendum "finisce per manifestarsi in una maggiore incertezza da parte delle famiglie e delle imprese", ciò potrebbe "ridurre o ritardare la spesa".

Se la sterlina cade molto più, ciò potrebbe portare ad un forte aumento dell'inflazione, che potrebbe costringere il MPC ad alzare i tassi di interesse. Tuttavia, ha detto Vicky Redwood, capo economista del Regno Unito presso Capital Economics, ha detto che lo slittamento in sterline non è stato "uno sviluppo completamente negativo".

Ha detto: "Secondo la regola generale della Bank of England, un calo del 4% in sterline aumenta l'inflazione di 1 punto percentuale, ma questo si ripartirebbe tra tre e quattro anni e se la sterlina diminuirà, ora è il momento migliore come qualsiasi, l'inflazione è prossima allo zero e rischia di risalire al suo obiettivo solo lentamente, mentre le aspettative di inflazione, semmai, hanno bisogno di una spinta ".

La sterlina cadrà ulteriormente?

Gli esperti la pensano così.

La Deutsche Bank ha detto alla fine dell'anno scorso che la sterlina era una delle valute più sopravvalutate al mondo. Crede che la sterlina scenderà a $ 1,28 contro il biglietto verde entro la fine di quest'anno.

Citi ritiene che la sterlina potrebbe scendere a un minimo di $ 1,35 rispetto al dollaro, mentre Saxo Bank ritiene che scenderà a $ 1,30 entro la fine di quest'anno.

Questo non è solo a causa dei rischi Brexit. Gli economisti ritengono che l'ampio deficit delle partite correnti della Gran Bretagna, che misura la differenza tra il denaro che scorre dentro e fuori dal Regno Unito, abbia lasciato l'Inghilterra vulnerabile agli shock.

I pessimisti temono che un grande shock finanziario potrebbe esporre l'incapacità della Gran Bretagna di farsi strada nel mondo, provocando una corsa alla sterlina.Ciò danneggerebbe l'economia e aumenterebbe l'inflazione.

Le aspettative che la Fed aumenterà i tassi a un ritmo relativamente più veloce rispetto al Regno Unito dovrebbero anche spingere la sterlina verso il basso rispetto al dollaro.

Ma i rischi della Brexit rimangono. Morgan Stanley ritiene che la sterlina potrebbe scendere a $ 1,30 se la Gran Bretagna estrarrà dall'UE, mentre Goldman Sachs crede che la sterlina potrebbe scendere a un minimo di $ 1,15.

La previsione dei movimenti valutari è molto difficile. Ma con il referendum di giugno dietro l'angolo e una serie di venti contrari di fronte all'economia globale, è probabile che si tratti di una corsa sconnessa.

Scopri come i trasferimenti di denaro internazionali di Telegraph possono farti risparmiare denaro con tassi di cambio da battere in banca qui >>

4.2
5
14
4
3
3
2
2
2
1
1