Olio di vinaccioli: è sano o no? - Dr. Axe

Olio di vinaccioli - Dr. Axe

Se non sei sicuro di quali oli comprare in questi giorni e quali saltare, non sei assolutamente il solo. Il mondo degli oli da cucina può essere davvero confuso - con tutti i discorsi sui diversi metodi per "pressare" gli oli, temperature di cottura ideali, vari punti di fumo e così via. Poi c'è tutta la questione se certi oli siano sani o no.

L'olio di vinaccioli è uno di questi oli da cucina che è stato controverso da qualche tempo a questa parte. Da un lato, è simile all'olio d'oliva ricco di benefici in quanto contiene alcuni grassi monoinsaturi, ma principalmente è fatto di grassi polinsaturi (PUFA) come gli acidi grassi omega-6 e omega-9. Nelle dosi giuste, questi possono essere grassi sani anti-infiammatori che sono buoni per gli ormoni, la salute del cervello, la salute del cuore, le fibre dei tessuti e così via. Ma d'altra parte, gli alti livelli di PUFA e di omega-6 del petrolio d'uva sono in realtà una cattiva notizia - dal momento che la maggior parte delle persone già prende troppo di loro la loro dieta.

Probabilmente sei consapevole che i "grassi buoni" sono assolutamente essenziali per la salute generale, dal momento che ogni cellula del tuo corpo richiede acidi grassi per aiutare a costruire il suo strato protettivo esterno. Alcuni grassi, in particolare gli acidi grassi omega-3, aiutano anche a ridurre l'infiammazione che causa la malattia. Ma a parte gli omega-3, le cose possono diventare confuse, specialmente quando si tratta di altri acidi grassi come gli omega-6 e gli omega-9.


Fatti di nutrizione dell'olio di vinaccioli

Un cucchiaio di olio di vinaccioli ha circa: (1)

  • 14 grammi di grassi (circa il 10% di grassi saturi, il 16% di monoinsaturi e il 70% di polinsaturi)
  • 120 calorie
  • 9 milligrammi di vitamina E (19 percento DV)

Proprio come con altri oli vegetali (come mais, cartamo, soia o girasole o olio di colza), potresti aver sentito che l'olio di vinacciolo è sano perché contiene grassi insaturi noti come PUFA, oltre a piccole quantità di vitamine come la vitamina E. L'olio di vinacciolo è stato associato a livelli di colesterolo più bassi, a un miglioramento della salute del cuore ea certi altri benefici per la salute, quindi è facile capire perché la gente ritenga che sia una buona scelta. E può essere - Dipende solo da come si adatta alla dieta generale di qualcuno e come viene utilizzata.

Nutrizione dell'olio di vinaccioli - Dr. Axe

Il buono, il brutto e il cattivo dell'olio d'uva

Il buono: come l'olio di vinaccioli può essere sano

Le uve stesse sono piene di sostanze nutritive, in particolare alcuni tipi di antiossidanti - motivo per cui il vino (vino rosso speciale) che fornisce resveratrolo può essere utile in quantità da piccole a moderate. (2) Ma per quanto riguarda l'olio ricavato dai semi dell'uva? Non è esattamente la stessa cosa - e non irradia con le stesse vitamine, resveratrolo, fibre alimentari o "proantocianidine".

L'olio di vinacciolo ha alcuni attributi positivi e sostanze nutritive da offrire, ma alla fine della giornata, manca di vitamina K, vitamina C, rame e potassio rispetto al consumo effettivo di uva. Calorie per calorie, se consideriamo le sostanze nutritive disponibili, è meglio mangiare probabilmente uva e usare un altro olio da cucina come l'olio di oliva o di cocco.

Tuttavia, ci sono alcune qualità interessanti dell'olio di vinacciolo da considerare. Ecco alcuni motivi per cui l'olio di vinaccioli non è sempre così male come alcuni ritengono che sia, e perché in alcuni casi può essere un buon olio da cucina:

1. Molto alto in PUFA Omega-6, specialmente acidi linoleici

Come sottolinea il Centro medico dell'Università del Maryland, "ci sono diversi tipi di acidi grassi omega-6, e non tutti favoriscono l'infiammazione." (3) Una percentuale molto elevata degli acidi grassi omega-6 proviene da vari ortaggi olii, che di solito includono alti livelli di acido linoleico (LA). LA viene convertita in acido gamma-linolenico (GLA) una volta che la si digerisce e GLA può avere ruoli protettivi nel corpo.

GLA potrebbe essere in grado di abbassare i livelli di colesterolo e l'infiammazione in alcuni casi, specialmente quando viene convertito in un'altra molecola chiamata DGLA. (4) Uno studio pubblicato nel International Journal of Food Science and Nutrition anche trovato che rispetto ad altri oli vegetali come l'olio di girasole, il consumo di olio di vinaccioli era molto più utile per ridurre l'infiammazione e l'insulino-resistenza nelle donne sovrappeso o obese. (5)

In base ai risultati dei test cromatografici liquidi ad alte prestazioni, la composizione chimica dell'olio di vinacciolo è identificata come: linoleico (65 percento), linolenico (1,5 percento), oleico (17 percento), palmitico (8 percento), stearico (4,4 percento) e acidi arachidonici (0,6 per cento). (6) La più alta percentuale di acido grasso nell'olio di vinaccioli, l'acido linoleico, è un tipo di grasso essenziale, il che significa che non possiamo farcela da soli e dobbiamo procurarcela dal cibo.

È interessante notare che gli animali che consumano l'acido linoleico trasformano l'acido linoleico coniugato (CLA) nelle viscere e il CLA (che si trova principalmente nelle fonti di grassi saturi come manzo nutrito con erba e latte vaccino crudo) ha dimostrato di aiutare nella perdita di peso, riducendo cancro, malattie cardiovascolari, osteoporosi e altri benefici. (7)

2. Buona fonte di vitamina E

L'olio di vinacciolo contiene una buona quantità di vitamina E, che è un antiossidante importante che molte persone potrebbero usare più di. Rispetto all'olio d'oliva, offre circa il doppio della vitamina E! Questo è enorme, perché la vitamina E migliora notevolmente l'immunità, così come molte altre importanti funzioni corporee. (8)

3. Zero grassi trans e non idrogenati

Potrebbe ancora esserci qualche discussione su quali rapporti tra i diversi acidi grassi siano i migliori, ma non c'è dibattito sui pericoli dei grassi trans e dei grassi idrogenati, motivo per cui dovrebbero essere evitati. I grassi trans si trovano comunemente in fast food, snack confezionati e cibi fritti.Le prove sono così chiare che sono dannosi per la nostra salute che in alcuni casi sono persino vietati in alcuni casi e molti grandi produttori di alimenti si stanno impegnando a rinunciare a usarli per sempre.

4. Punto di fumo elevato rispetto ad altri oli vegetali

I PUFA di solito non sono la scelta migliore per cucinare perché sono noti per ossidarsi facilmente e diventare "tossici". Tuttavia, l'olio di vinacciolo ha un punto di fumo moderatamente più alto dell'olio d'oliva o di altri oli vegetali PUFA (più su questo argomento di seguito). (9)

5. Benefico per capelli e pelle

Oltre al consumo di olio di semi d'uva, alcune persone preferiscono usare questo olio per idratare la pelle e i capelli in modo naturale. Dal momento che è privo di ingredienti sintetici, una buona fonte di vitamina E e caricato con acidi grassi idratanti, sembra non esserci nulla di sbagliato nell'usare l'olio di vinaccioli non raffinato topicamente. (10, 11)

Il cattivo e il cattivo: come l'olio di vinaccioli può non essere salutare

La composizione di acidi grassi dell'olio di vinaccioli è dove le cose diventano davvero controverse. Ormai sai che l'olio di vinaccioli è molto ricco di grassi polinsaturi, ma tieni presente che esistono diversi tipi di PUFA: omega-3, omega-6 e omega-9.

Dal momento che la maggior parte degli acidi grassi presenti nell'uva sono polinsaturi, questo può essere considerato buono e cattivo, a seconda di chi lo chiedi. Mentre molte autorità sanitarie governative ritengono che i PUFA siano sani, mentre continuano a svergognare fonti di grassi saturi di qualità, c'è sempre il consenso di tutti equilibrio o il rapporto tra diversi grassi è ciò che è veramente importante. L'abbondanza di omega-6 nella dieta rispetto ad altri acidi grassi (soprattutto gli omega-3) è problematica perché aumenta i livelli di infiammazione. (12)

È facile per i produttori di olio di vinaccioli e per i professionisti del marketing promuovere il loro prodotto sano perché è molto povero di grassi saturi e ricco di grassi insaturi, ma viste le informazioni che conosciamo oggi su come i grassi sono effettivamente utilizzati nel corpo, questo non è un punto di forza molto forte. Per decenni, ai grassi saturi è stato attribuito un brutto nome, ma oggi sappiamo che alcuni grassi saturi (come quelli trovati nell'olio di cocco o nel burro) sono essenziali per la salute generale - e ciò di cui abbiamo davvero bisogno è preoccuparci troppo omega-6 pro-infiammatori.

Se confrontiamo la quantità di omega-6 nell'olio d'uva con altri oli vegetali, troviamo che l'uva ha uno dei livelli più alti. Ecco come impilano diversi oli:

  • Olio di vinaccioli: 70% di PUFA omega-6
  • Olio di girasole: 68 percento
  • Olio di mais: 54 percento
  • Olio di soia: 51 percento
  • Olio di colza: 19 percento

Gli omega-3 e gli omega-6 che otteniamo dalle nostre diete competono fondamentalmente l'uno con l'altro. Nel corpo, entrambi subiscono conversioni chimiche per essere trasformati in diverse molecole che hanno vari ruoli. Omega-6 e omega-3 sono necessari per la funzione cerebrale, il metabolismo, la funzione dei neurotrasmettitori e altro ancora. Gli Omega-6 non sono cattivi per natura; la gente sembra averne troppa per il proprio bene.

Diverse autorità raccomandano rapporti diversi tra omega 3 e omega 6 (come 1: 1 o fino a 10: 1), ma la maggior parte accetta che l'assunzione di omega-3 più elevata sia correlata a una salute migliore. Ad esempio, nella dieta mediterranea, il livello di acidi grassi omega-6 è molto più basso rispetto alla dieta americana standard. La dieta mediterranea è stata legata alla salute del cuore, alla gestione del peso e al funzionamento cognitivo in età avanzata. Le persone che vivono nel Mediterraneo di solito consumano una dieta molto bassa in prodotti animali allevati in fattoria, oli vegetali raffinati e snack confezionati con omega-6, che è un motivo in più per cui la dieta americana non sembra così buona.

Ecco alcuni aspetti negativi del consumo di una dieta troppo alta negli omega-6:

  • Aumento dell'infiammazione: come hai imparato, il consumo eccessivo di PUFA può portare ad un'accentuata infiammazione, che aumenta i rischi per le malattie del cuore, dei vasi sanguigni, del cervello e in qualsiasi altro luogo, compresa la formazione del cancro. L'infiammazione ha luogo quando i radicali liberi alterano il modo in cui il DNA agisce, attaccando le membrane cellulari e cambiando il modo in cui funziona il sistema immunitario. Maggiore è l'infiammazione che si verifica, prima si mostrano segni di invecchiamento e più è probabile che si abbia a che fare con la malattia.
  • Colesterolo alto: quando otteniamo i radicali liberi da alimenti tossici, che possono accadere nel caso di PUFA che si ossidano e danneggiano molecolarmente, il nostro corpo non è in grado di metabolizzare e usare il colesterolo. Questo può aumentare il rischio di arterie intasate, malattie cardiache e così via.
  • Squilibrio ormonale e disturbi della tiroide: l'infiammazione danneggia la nostra capacità di produrre e bilanciare ormoni importanti. Livelli molto elevati di omega-6 potrebbero essere in grado di interferire con la capacità di produrre ormoni sessuali e ormoni che stabilizzano l'umore e possono interferire con l'attività della tiroide.
  • Obesità e aumento di peso: quando i livelli di infiammazione aumentano e gli ormoni si alterano, questo può significare un metabolismo lento e altri problemi che controllano il peso. La tua tiroide è la tua ghiandola principale quando si tratta del tuo metabolismo e della capacità di bruciare calorie per l'energia, quindi l'ultima cosa che vuoi fare è interferire con il suo ruolo.
Il buono, cattivo e brutto dell'olio d'uva - Dr. Axe

Il miglior tipo di olio di vinaccioli da acquistare e utilizzare

Un'altra cosa da considerare è il modo in cui i benefici dell'olio di vinaccioli reggono prima ancora di acquistarlo, così come quando cucini con esso.

Come è fatto l'olio di vinaccioli

L'olio di vinaccioli è ovviamente prodotto con le uve, ma quello che potresti non sapere è che di solito è un sottoprodotto della vinificazione. Dopo aver fatto il vino, premendo il succo dalle uve e lasciando i semi dietro, gli oli vengono estratti dai semi schiacciati.Potrebbe sembrare strano che l'olio sia contenuto nel seme di un frutto, ma in realtà una piccola quantità di grasso è presente in quasi tutti i semi, persino semi di cereali, legumi, verdure e così via.

Gli oli possono essere fatti in vari modi - ad esempio, alcuni sono "spremuti a freddo" o "spremuti" (come olio di cocco vergine grezzo o olio extravergine di oliva), mentre altri richiedono solventi chimici e un processo molto lungo per disegnare oli fuori Per estrarre l'olio dai minuscoli semi d'uva, è necessario utilizzare macchinari pesanti e talvolta sostanze chimiche. Alcune moderne macchine industriali utilizzate per produrre olio di vinaccioli riscaldano l'olio a temperature molto elevate, il che è l'opposto di ciò che vogliamo, poiché questo può distruggere l'olio. Quindi, per questa ragione, i potenziali benefici dei diversi oli di vinaccioli dipendono molto da come sono stati trattati e imbottigliati.

Riesci a trasformare un grasso buono in un grasso cattivo cucinando un po 'di olio nelle alte calorie? Scommetti che puoi. Questo processo è chiamato ossidazione e si verifica quando un olio instabile viene riscaldato in un punto in cui la sua composizione molecolare viene cambiata. Questo può trasformare l'olio "rancido" e farlo aumentare l'infiammazione, piuttosto che aiutarci facendo il contrario. Poiché gli oli vegetali raffinati tendono a ossidarsi quando si cucina con loro, si vuole stare lontani da oli potenzialmente rancidi il più possibile.

Lo stesso può accadere anche quando un olio instabile è vecchio e sta seduto a lungo, soprattutto se esposto a luce e calori alti mentre si è seduti sugli scaffali, sia nei negozi che nella propria cucina.

Cucinare con olio di vinaccioli

L'olio di vinaccioli può essere un buon sostituto per l'olio d'oliva nei momenti in cui friggere e saltare, ed è decisamente un passo avanti rispetto agli oli vegetali. In termini di gusto, è praticamente privo di sapore e inodore, cosa che alcune persone amano perché non altera il gusto di ricette come il cocco o l'olio d'oliva a volte può.

Se acquisti e utilizzi olio di vinaccioli, rendi la più alta qualità su cui riesci a mettere le mani. Idealmente, cerca sempre olii biologici, spremuti a freddo - anche quando acquisti olio extravergine di oliva o olio di cocco. La spremitura a freddo, o pressatura per espulsore, significa che l'olio non è stato riscaldato a temperature molto elevate durante il processo di fabbricazione, il che impedisce la variazione della composizione molecolare degli acidi grassi. La spremitura a freddo utilizza fondamentalmente potenti macchine per spremere l'olio, senza esporlo a solventi chimici o altri ingredienti che possono penetrare nell'olio e danneggiare la salute.

Cerca un'indicazione su qualsiasi bottiglia di olio che acquisti che indichi come è stata fatta. Si può supporre che, a meno che la bottiglia non dichiari che è stato premuto a freddo o con l'espulsore, probabilmente non lo è stato. Per ridurre i costi e accelerare l'efficienza, la maggior parte dei produttori si rivolge a solventi come l'esano, insieme alle macchine ad alta temperatura, durante il periodo di lavorazione. Quindi potresti dover pagare un po 'di più per un olio d'uva di alta qualità, ma ne vale la pena.

Quando si tratta di cucinare, l'olio di vinaccioli è una scelta migliore dell'olio d'oliva. È più stabile dell'olio di oliva o di altri oli vegetali raffinati e ha proprietà simili all'olio di cocco in quanto può essere riscaldato senza rancidi facilmente.

Tuttavia, consiglio di usare olio di cocco o burro / burro chiarificato con l'erba quando si cuoce sopra sia l'olio d'uva che l'olio d'oliva. L'olio di cocco è solitamente solido in forma poiché è un grasso per lo più saturo, ma questo non significa che sia malsano - in realtà, proprio l'opposto. Il cocco ha la più alta soglia di calore degli oli da cucina più comuni e può resistere a temperature più elevate rispetto ai grassi monoinsaturi. Il burro e il burro chiarificato sono simili in quanto non diventano facilmente rancidi, quindi usali quando cuociono anche a temperature elevate (padella, tostatura, cottura al forno, grigliate, per esempio) invece di olio di vinaccioli.


Quindi, l'olio di vinaccioli è sano o no?

La linea di fondo? La maggior parte delle persone può permettersi di mangiare meno omega-6 e più omega-3, quindi, considerando che l'olio di vinaccioli fornisce grandi quantità di omega-6, non è la scelta migliore per tutti.

È possibile che cucinare con un po 'di olio di vinaccioli qua e là sia innocuo e forse effettivamente benefico? Sì. Ma non dovrebbe essere la fonte primaria di grassi nella vostra dieta e dovreste mirare a bilanciarlo con altri tipi di grassi sani da olio di cocco, olio d'oliva, pesce selvatico, avocado e così via.

Leggi Successivo: Nutrizione allo yogurt greco: buona o cattiva?


4.5
5
11
4
2
3
3
2
2
1
1