Farmaci anti-obesità

Salta alla navigazione Salta alla ricerca

Orlistat (Xenical) il farmaco più comunemente usato per trattare l'obesità e sibutramina (Meridia) un farmaco che è stato recentemente ritirato a causa di effetti collaterali cardiovascolari

I farmaci anti-obesità o i farmaci dimagranti sono agenti farmacologici che riducono o controllano il peso. Questi farmaci alterano uno dei processi fondamentali del corpo umano, la regolazione del peso, alterando l'appetito o l'assorbimento delle calorie.[1] Le principali modalità di trattamento per gli individui in sovrappeso e obesi rimangono a dieta ed esercizio fisico.

Negli Stati Uniti orlistat (Xenical) è attualmente approvato dalla FDA per l'uso a lungo termine.[2][3] Riduce l'assorbimento del grasso intestinale inibendo la lipasi pancreatica. Rimonabant (Acomplia), un secondo farmaco, funziona attraverso uno specifico blocco del sistema endocannabinoide. È stato sviluppato dalla consapevolezza che i fumatori di cannabis spesso soffrono la fame, che viene spesso definita come "i munchies". Era stato approvato in Europa per il trattamento dell'obesità ma non ha ricevuto l'approvazione negli Stati Uniti o in Canada a causa di problemi di sicurezza.[4][5] L'Agenzia europea per i medicinali nell'ottobre 2008 ha raccomandato la sospensione della vendita di rimonabant poiché i rischi sembrano essere maggiori dei benefici.[6]Sibutramina (Meridia), che agisce nel cervello per inibire la disattivazione dei neurotrasmettitori, diminuendo così l'appetito è stata ritirata dai mercati degli Stati Uniti e del Canada nell'ottobre 2010 a causa di preoccupazioni cardiovascolari.[3][7]

A causa dei potenziali effetti collaterali e della limitata evidenza di piccoli benefici nella riduzione del peso, specialmente nei bambini e negli adolescenti obesi,[8] si raccomanda di prescrivere farmaci anti-obesità solo per l'obesità, dove si spera che i benefici del trattamento superino i suoi rischi.[9][10]

Meccanismi d'azione

I farmaci anti-obesità attuali e potenziali possono operare attraverso uno o più dei seguenti meccanismi:

  • Agenti rilascianti di catecolamina come anfetamina, fentermina e anfetamine sostituite correlate (ad es. Bupropione) che agiscono come soppressori dell'appetito sono gli strumenti principali usati per il trattamento dell'obesità.[11][12]
  • Aumento del metabolismo del corpo.
  • Interferenze con la capacità del corpo di assorbire nutrienti specifici nel cibo. Ad esempio, Orlistat (noto anche come Xenical e Alli) blocca la ripartizione del grasso e quindi impedisce l'assorbimento del grasso. I supplementi di fibre OTC glucomannano e gomma di guar sono stati utilizzati allo scopo di inibire la digestione e ridurre l'assorbimento calorico

Anorectics sono principalmente destinati a sopprimere l'appetito, ma la maggior parte dei farmaci in questa classe agiscono anche come stimolanti (ad esempio, anfetamina), e i pazienti hanno abusato di farmaci "off label" per sopprimere l'appetito (ad esempio digossina).

Storia

I primi tentativi descritti di produrre perdita di peso sono quelli di Soranus di Efeso, un medico greco, nel II secolo d.C. Ha prescritto elisir di lassativi e purganti, oltre a calore, massaggi ed esercizi. Questo è rimasto il pilastro del trattamento per oltre mille anni. Fu solo negli anni '20 e '30 che iniziarono ad apparire nuovi trattamenti. Sulla base della sua efficacia per l'ipotiroidismo, l'ormone tiroideo è diventato un trattamento popolare per l'obesità nelle persone eutiroidee. Ha avuto un effetto modesto ma ha prodotto i sintomi dell'ipertiroidismo come un effetto collaterale, come le palpitazioni e il sonno difficile. 2,4-dinitrofenolo (DNP) fu introdotto nel 1933; ciò ha funzionato disaccoppiando il processo biologico della fosforilazione ossidativa nei mitocondri, inducendoli a produrre calore invece di ATP. L'effetto collaterale più significativo era una sensazione di calore, spesso con sudorazione. Il sovradosaggio, sebbene raro, porta ad un aumento della temperatura corporea e, in ultima analisi, ad ipertermia fatale. Alla fine del 1938 il DNP era caduto in disuso perché la FDA aveva acquisito il potere di esercitare pressioni sui produttori, che volontariamente lo ritiravano dal mercato.[13]

Le anfetamine (commercializzate come benzedrina) divennero popolari per la perdita di peso durante la fine degli anni '30. Hanno lavorato principalmente sopprimendo l'appetito e hanno avuto altri effetti benefici come una maggiore prontezza. L'uso di anfetamine aumentò nei decenni successivi, incluso Obetrol e culminò nel regime della "pillola arcobaleno". Questa era una combinazione di più pillole, tutte pensate per aiutare con la perdita di peso, prese durante il giorno. Regimi tipici comprendevano stimolanti, come anfetamine, ormone tiroideo, diuretici, digitale, lassativi e spesso un barbiturico per sopprimere gli effetti collaterali degli stimolanti. Nel 1967/1968 un certo numero di morti attribuite a pillole per la dieta innescò un'inchiesta del Senato e la graduale attuazione di maggiori restrizioni sul mercato.[14]

Nel frattempo, phentermine era stato approvato dalla FDA nel 1959 e fenfluramina nel 1973. I due non erano più popolari di altri farmaci fino a quando nel 1992 un ricercatore riferì che quando combinati i due causarono una perdita di peso del 10% che fu mantenuta per più di due anni.[15]Fen-Phen è nato e rapidamente è diventato il farmaco dieta più comunemente prescritto. La Dexfenfluramina (Redux) è stata sviluppata a metà degli anni '90 come alternativa alla fenfluramina con un minor numero di effetti collaterali e nel 1996 ha ottenuto l'approvazione regolamentare. Tuttavia, questo ha coinciso con prove crescenti che la combinazione poteva causare malattia cardiaca valvolare fino al 30% di coloro che l'avevano assunto, portando al ritiro di Fen-fen e dexfenfluramina dal mercato nel settembre 1997.[14]

L'efedra è stata rimossa dal mercato statunitense nel 2004 per timore che aumentasse la pressione sanguigna e potesse provocare ictus e morte.[16]

medicazione

Alcuni pazienti trovano che la dieta e l'esercizio fisico non sono un'opzione praticabile; per questi pazienti, i farmaci anti-obesità possono essere l'ultima risorsa.Alcuni farmaci per la perdita di peso prescritti sono stimolanti, che sono raccomandati solo per l'uso a breve termine, e quindi sono di utilità limitata per i pazienti estremamente obesi, che possono aver bisogno di ridurre il peso nel corso di mesi o anni.[17]

Orlistat

Orlistat (Xenical) riduce l'assorbimento del grasso intestinale inibendo la lipasi pancreatica. Alcuni effetti collaterali dell'uso di Orlistat includono movimenti intestinali frequenti e oleosi (steatorrea). Ma se il grasso nella dieta è ridotto, i sintomi spesso migliorano. Originariamente disponibile solo su prescrizione, è stato approvato dalla FDA per la vendita da banco nel febbraio 2007.[18] Il 26 maggio 2010, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato un'etichetta rivista per Xenical per includere nuove informazioni di sicurezza sui casi di grave danno epatico che sono stati riportati raramente con l'uso di questo farmaco.[19] Dei 40 milioni di utenti di Orlistat in tutto il mondo, sono stati segnalati 13 casi di gravi danni al fegato.[20]

lorcaserin

Lorcaserin (Belviq) è stato approvato il 28 giugno 2012 per l'obesità con altre co-morbidità. La perdita di peso media da parte dei partecipanti allo studio è stata modesta, ma gli effetti collaterali più comuni del farmaco sono considerati benigni.[21] Riduce l'appetito attivando un tipo di recettore della serotonina noto come il recettore 5-HT2C in una regione del cervello chiamata ipotalamo, che è noto per controllare l'appetito.[22]

sibutramina

Sibutramina (Reductil o Meridia) è un anoressico o soppressore dell'appetito, riducendo il desiderio di mangiare. La Sibutramina può aumentare la pressione sanguigna e può causare secchezza delle fauci, stitichezza, mal di testa e insonnia.

In passato, gli Stati Uniti hanno notato che Meridia era un farmaco innocuo per combattere l'obesità. Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti del distretto settentrionale dell'Ohio ha respinto 113 casi lamentando gli effetti negativi del farmaco, affermando che i clienti non erano a conoscenza dei fatti e che i rappresentanti coinvolti non erano sufficientemente qualificati.[23]

La Sibutramina è stata ritirata dal mercato negli Stati Uniti,[24] il Regno Unito,[25] l'Unione Europea,[26] Australia,[27] Canada,[28] Hong Kong[29] e Colombia.[30] È stato dimostrato che i suoi rischi (infarto miocardico e ictus non pericolosi per la vita) superano i benefici.

Rimonabant

Rimonabant (noto anche come SR141716; nomi commerciali Acomplia e Zimulti)[31] era un farmaco anoressico antiobesità che è stato approvato per la prima volta in Europa nel 2006 ma è stato ritirato in tutto il mondo nel 2008 a causa di gravi effetti collaterali psichiatrici; non è mai stato approvato negli Stati Uniti.[32][33] Rimonabant è un agonista inverso per il recettore cannabinoide CB1 ed è stato il primo farmaco approvato in quella classe.[34][35]

Metformina

Nelle persone con diabete mellito di tipo 2, il farmaco metformina (Glucophage) può ridurre il peso.[36] La metformina limita la quantità di glucosio prodotta dal fegato e aumenta il consumo muscolare di glucosio. Aiuta anche ad aumentare la risposta del corpo all'insulina.[37]

Exenatide / liraglutide / semaglutide

exenatide Byetta è un analogo a lunga durata dell'ormone GLP-1, che gli intestini secernono in risposta alla presenza di cibo. Tra gli altri effetti, GLP-1 ritarda lo svuotamento gastrico e promuove una sensazione di sazietà. Alcune persone obese sono carenti di GLP-1 e la dieta riduce ulteriormente il GLP-1.[38] Byetta è attualmente disponibile come trattamento per il diabete mellito di tipo 2. Alcuni pazienti, ma non tutti, scoprono di perdere peso considerevole durante l'assunzione di Byetta. Gli svantaggi di Byetta includono che deve essere iniettato per via sottocutanea due volte al giorno e che causa nausea grave in alcuni pazienti, specialmente quando si inizia la terapia. Byetta è raccomandato solo per i pazienti con diabete di tipo 2.[39]

liraglutide Saxenda è un altro analogo del GLP-1 per l'amministrazione quotidiana.

semaglutide Ozempic è un altro analogo del GLP-1, più efficace e approvato una volta alla settimana.

Amylin / pramlinatide

Un analogo dell'amilina (secreto dalle cellule beta del pancreas in un rapporto fisso quando l'insulina viene rilasciata e attivata), il pramlintide, originariamente sviluppato da Amylin Pharmaceuticals, ora di proprietà di AstraZeneca Pharmaceuticals, è attualmente disponibile per il trattamento del diabete ed è in fase di test per il trattamento obesità nei non diabetici.

Phentermine / topiramato

Articolo principale: Phentermine / topiramato

La combinazione di phentermine e topiramato, marca Qsymia (ex Qnexa) è stata approvata dalla FDA statunitense il 17 luglio 2012, come trattamento per l'obesità complementare a una dieta e regime di esercizio fisico.[40] L'Agenzia europea per i medicinali, al contrario, ha respinto l'associazione come trattamento per l'obesità, citando preoccupazioni sugli effetti a lungo termine sul cuore e sui vasi sanguigni, sulla salute mentale e sugli effetti collaterali cognitivi.

Bupropione / naltrexone

Articolo principale: Bupropione / naltrexone

Bupropione / naltrexone è un farmaco combinato usato per la perdita di peso in coloro che sono obesi o in sovrappeso con alcune malattie legate al peso. Combina basse dosi di bupropione e naltrexone. Entrambi i farmaci hanno mostrato individualmente alcune prove di efficacia nella perdita di peso, e la combinazione ha mostrato di avere alcuni effetti sinergici sul peso.Nel settembre 2014, una formulazione a rilascio prolungato del farmaco è stata approvata per la commercializzazione negli Stati Uniti con il marchio Contrave. La combinazione è stata successivamente approvata nell'Unione Europea nella primavera del 2015, dove sarà venduta con il nome Mysimba.

Altre droghe

Altri farmaci per la perdita di peso sono stati anche associati a complicanze mediche, come l'ipertensione polmonare fatale e il danno alla valvola cardiaca a causa di Redux e Fen-fen e ictus emorragico dovuto a fenilpropanolamina.[41][42] Molte di queste sostanze sono correlate all'anfetamina.

La Tesofensina (NS2330) è un inibitore del reuptake della serotonina-noradrenalina-dopamina della famiglia dei farmaci feniltropano, che è in fase di sviluppo per il trattamento dell'obesità.[43] La Tesofensina fu originariamente sviluppata da una società di biotecnologia danese, NeuroSearch, che trasferì i diritti a Saniona nel 2014.[44] La Tesofensina è stata valutata negli studi clinici umani di fase 1 e di fase 2 allo scopo di studiare il potenziale di trattamento in relazione all'obesità.

Prodotti o programmi senza ricetta medica senza ricetta medica per la perdita di peso sono fortemente promossi dalla pubblicità per posta e stampa e su Internet. La Food and Drug Administration degli Stati Uniti raccomanda cautela nell'uso di questi prodotti,[45] poiché molte delle affermazioni di sicurezza ed efficacia non sono comprovate.[46] Gli individui con anoressia nervosa e alcuni atleti cercano di controllare il peso corporeo con lassativi, pillole dimagranti o farmaci diuretici, anche se generalmente non hanno alcun impatto sul grasso corporeo.[47] I prodotti che funzionano come un lassativo possono causare la caduta del livello di potassio nel sangue, che può causare problemi cardiaci e / o muscolari. Il piruvato è un prodotto popolare che può causare una piccola perdita di peso. Tuttavia, il piruvato, che si trova nelle mele rosse, nel formaggio e nel vino rosso, non è stato studiato a fondo e il suo potenziale di perdita di peso non è stato scientificamente stabilito.[48]

Medicina erboristica e alternativa

Le linee guida canadesi per la pratica clinica affermano che non ci sono prove sufficienti per raccomandare a favore o contro l'uso di fitoterapia, integratori alimentari o omeopatia contro l'obesità.[49]

Si sostiene che l'acido linoleico coniugato contribuisca a ridurre l'obesità, ma è inefficace per questo uso.[50]

Farmaci anti-obesità

Perché provare i piani dietetici?

Perdere peso non è mai facile, e chiunque cerchi di cambiare le libbre ha bisogno di un sano mix di motivazione, supporto e un grande piano d'azione. Sia che gli utenti stiano cercando di mantenere il proprio corpo in forma per l'estate, di liberarsi del peso del bambino dopo una gravidanza, o semplicemente di sentirsi più sicuri nella propria pelle, i piani pasto possono essere un'ottima scelta. Ci sono tonnellate tra cui scegliere, dai servizi di consegna di frullato, ai pasti freschi controllati con porzioni di prodotti freschi alla tua porta. Optare per ottenere ingredienti consegnati invece di piatti pronti, e anche imparare alcune divertenti abilità di cucina come parte di un intero nuovo te.

4.3
5
12
4
3
3
2
2
2
1
0