È sicuro mangiare pane o formaggio ammuffito?

Dal dott. Mercola

Prendi un pezzo di formaggio dal tuo frigorifero e noti macchie sfocate di muffa bianca o verde. Dovresti lanciarlo o semplicemente tagliare lo stampo? Che dire della muffa che appare su altri alimenti, come fragole o pane?

Le "regole" su quando è sicuro mangiare cibo ammuffito o non variano a seconda del tipo di cibo. In generale, se il cibo è duro, come un mattone di formaggio cheddar o una carota, puoi tagliare la parte ammuffita (più circa un pollice intorno ad essa) e usare il resto.

Per gli alimenti più morbidi, dovrebbero essere scartati quando si macchia la muffa perché, il fatto è, muffa può essere abbastanza pericoloso, e le sue radici possono facilmente permeare i cibi morbidi, contaminando le aree che sembrano essere prive di muffa. Lasciatemi spiegare…

Cos'è la muffa?

La muffa è un tipo di funghi microscopici che vive di materia organica. Si stima che ci siano 300.000 o più specie diverse di funghi, la maggior parte dei quali sono filiformi e producono spore che possono essere facilmente diffuse nell'aria o nell'acqua (o dagli insetti). In molti casi, lo stampo consisterà in tre parti principali:1

  • Fili di radice (che possono diffondersi nel cibo e potrebbero non essere visibili ad occhio nudo)
  • Steli che si innalzano sopra il cibo
  • Spore alla fine degli steli (le spore danno lo stampo al suo colore)

Alcuni stampi sono perfettamente sicuri da mangiare e, in alcuni casi, anche desiderabili (l'esempio classico sarebbe formaggi fatti con la muffa, come il blu, il brie, il camembert e il gorgonzola). Altre muffe possono essere piuttosto tossiche e possono produrre reazioni allergiche e problemi respiratori o produrre sostanze velenose chiamate micotossine.

La muffa di Aspergillus, ad esempio, che si trova più spesso su carne e pollame (oltre che a livello ambientale), può causare un'infezione chiamata aspergillosi,2 che è in realtà un gruppo di malattie che vanno da infezioni polmonari da lievi a gravi, o anche infezioni di tutto il corpo.

Il tipo più grave di aspergillosi è l'aspergillosi invasiva, ovvero quando la muffa invade i vasi sanguigni e si diffonde nel resto del corpo. Aspergillus l'allergia può provocare febbre, tosse produttiva e peggioramento dell'asma.

Con l'aspergillosi, puoi effettivamente far crescere una "palla fungina" nei polmoni, una palla aggrovigliata di fibra fungina chiamata aspergilloma. L'aspergilloma può portare a tosse con sangue (emottisi), respiro sibilante, dispnea, affaticamento e perdita di peso. Altre muffe alimentari comuni includono:

Alternaria Botrytis Cladosporium
Fusarium Geotrichum Monilia
Manoscus Mortierella Mucor
Neurospora oidio Oosproa
Penicillium Rhizopus Thamnidium

I cereali e le noci sono fonti comuni di micotossine tossiche

Una delle maggiori preoccupazioni per quanto riguarda la muffa nel cibo sono le micotossine che alcune varietà producono. Una delle micotossine più ricercate è l'aflatossina, un veleno che causa il cancro. Secondo l'US Food and Drug Administration (FDA):3

"Negli Stati Uniti sono state identificate aflatossine nei prodotti a base di mais e mais, arachidi e prodotti derivati ​​dalle arachidi, semi di cotone, latte e noci come noci del Brasile, noci pecan, pistacchi e noci.Altri grani e noci sono sensibili ma meno inclini alla contaminazione. "

Si dice che l'aflatossina sia la sostanza cancerogena più nota in natura ed è nota per causare il cancro al fegato e la soppressione immunitaria negli esseri umani. Mentre la FDA statunitense e il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) monitorano le arachidi e il mais da campo per l'aflatossina a livelli elevati, c'è preoccupazione per l'esposizione a lungo termine a bassi livelli di questa tossina comune legata alla muffa.

Secondo l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) delle Nazioni Unite, circa il 25% delle colture alimentari mondiali sono affette da micotossine, compresa l'aflatossina.4 Come notato dall'USDA:5

"Molti paesi cercano di limitare l'esposizione all'aflatossina regolando e monitorando la sua presenza su materie prime destinate all'uso come alimenti e mangimi.

La prevenzione dell'aflatossina è uno dei problemi di tossicità più impegnativi del tempo presente ... Le aflatossine sono considerate contaminanti inevitabili di alimenti e mangimi, anche laddove sono state seguite buone pratiche di fabbricazione. "

Sfortunatamente, questo è un tipo di tossina muffa che non è possibile rilevare esaminando il cibo. Ci sono alcuni suggerimenti che puoi usare per minimizzare questo rischio, comunque. Nel caso dei pistacchi, ad esempio, assicurati che i pistacchi che mangi provengano da un fornitore affidabile, che asciuga i dadi immediatamente dopo la raccolta per ridurre al minimo il deterioramento.

Alcuni coltivatori di pistacchio della California usano anche spore di un fungo benefico per spostare i funghi che producono aflatossina. Questa strategia è stata trovata per ridurre l'aflatossina fino al 45 percento, senza l'uso di sostanze chimiche.6 Puoi ridurre ulteriormente il rischio:

  • La scelta di pistacchi in guscio (pistacchi sgusciati sono molto più probabilità di essere contaminati con aflatossina)
  • Evitare pistacchi tinti, che possono coprire la colorazione
  • Evitare di mangiare pistacchi che hanno un sapore aspro o segni di muffa, umidità eccessiva o danni agli insetti

Muffa sul cibo: cosa lanciare, cosa tenere

La muffa che è visibile potrebbe sembrare esistere in aree contenute sul tuo cibo - un punto peloso grigio qui o qualche punto verde lì. Tuttavia, sotto questa forma visibile sono probabilmente le radici profonde che possono aver invaso il resto del cibo. Nei casi in cui la muffa è pericolosa, i suoi elementi tossici possono essere contenuti non solo in questi fili ma anche in tutto il cibo.

Per questo motivo, se vedi la muffa ovunque su un alimento morbido e facilmente penetrabile, dovresti scartarla. Potrebbe anche essere necessario gettare alimenti vicini che potrebbero aver toccato l'area ammuffita, poiché la muffa può diffondersi rapidamente e facilmente, specialmente nei prodotti.Gli alimenti ammuffiti che getti via dovrebbero essere messi in una piccola carta o in sacchetti di plastica in modo che la muffa non possa fuoriuscire.

Fare non cercare di annusare il cibo ammuffito per vedere se è rovinato, in quanto ciò può introdurre spore di muffa nel tratto respiratorio. Nel caso di cibi più duri, è accettabile tagliare il punto ammuffito e circa un pollice intorno ad esso (per assicurarsi di aver rimosso le radici).

Quando si esegue questa operazione, assicurarsi che il coltello non tocchi lo stampo e contaminare l'area che si sta tagliando. L'USDA ha compilato la tabella qui sotto per aiutarti a determinare quando un cibo ammuffito deve essere conservato o scartato.7

CIBO TRATTAMENTO RAGIONARE
Pranzo a pranzo, pancetta o hot dog Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Gli alimenti ammuffiti possono anche avere batteri in crescita insieme alla muffa.
Salumi duri e prosciutti di campagna stagionati Uso. Sfregare la superficie dello stampo. È normale che questi prodotti stabili a magazzino abbiano uno stampo superficiale.
Carne e pollame rimanenti cotti Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Gli alimenti ammuffiti possono anche avere batteri in crescita insieme alla muffa.
Casseruole cotte Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Gli alimenti ammuffiti possono anche avere batteri in crescita insieme alla muffa.
Pasta e grano cotto Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Gli alimenti ammuffiti possono anche avere batteri in crescita insieme alla muffa.
Formaggio stagionato
(non formaggio in cui la muffa è parte della lavorazione)
Uso. Tagliare almeno 1 pollice intorno e sotto il punto dello stampo (tenere il coltello fuori dallo stampo stesso in modo da non contaminare le altre parti del formaggio). Dopo aver tagliato lo stampo, ricoprire il formaggio con un impacco fresco. La muffa generalmente non può penetrare in profondità nel prodotto.
Formaggio fatto con la muffa
(come Roquefort, blu, Gorgonzola, Stilton, Brie e Camembert)
Scartare i formaggi a pasta molle come il brie e il camembert se contengono muffe che non fanno parte del processo di produzione. Se lo stampo in superficie è su formaggi a pasta dura come il Gorgonzola e lo Stilton, tagliare lo stampo di almeno 1 pollice intorno e sotto lo stampo e maneggiare come formaggio duro (sopra). Stampi che non fanno parte del processo di produzione possono essere pericolosi.
Formaggio morbido
(come cottage, crema di formaggio, Neufchatel, chevre, Bel Paese, ecc.) Formaggi sbriciolati, triturati e affettati (tutti i tipi)
Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Il formaggio tagliuzzato, affettato o sbriciolato può essere contaminato dallo strumento da taglio. Il formaggio molle ammuffito può anche avere una crescita batterica insieme allo stampo.
Yogurt e panna acida Scartare Gli alimenti con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie. Gli alimenti ammuffiti possono anche avere batteri in crescita insieme alla muffa.
Marmellate e gelatine Scartare Lo stampo potrebbe produrre una micotossina. I microbiologi raccomandano di scovare lo stampo e utilizzare il condimento rimanente.
Frutta e verdura, AZIENDA
(come cavoli, peperoni, carote, ecc.)
Uso. Tagliare almeno 1 pollice intorno e sotto il punto dello stampo (tenere il coltello fuori dallo stampo stesso in modo da non contaminare le altre parti del prodotto). Piccole macchie di muffa possono essere tagliate con frutta e verdura a basso contenuto di umidità. È difficile che la muffa penetri negli alimenti densi.
Frutta e verdura, SOFT
(come cetrioli, pesche, pomodori, ecc.)
Scartare I frutti e le verdure SOFT con alto contenuto di umidità possono essere contaminati sotto la superficie.
Pane e prodotti da forno Scartare Gli alimenti porosi possono essere contaminati sotto la superficie.
Burro di arachidi, legumi e noci Scartare Gli alimenti trasformati senza conservanti sono ad alto rischio di muffa.

Un'adeguata conservazione degli alimenti può aiutare a prevenire il cibo guastato

Dopo aver rimosso un oggetto ammuffito dal tuo frigorifero, assicurati di pulire l'area in cui è stato conservato (puoi trovare suggerimenti su come pulire al meglio il tuo frigorifero qui). Altrimenti, potresti semplicemente ri-contaminare il prossimo prodotto alimentare che hai inserito. Successivamente, puoi ridurre drasticamente il deterioramento degli alimenti imparando le basi della corretta conservazione degli alimenti. Nel tuo frigorifero, ad esempio, carne, pollame, pesce e avanzi devono essere conservati sul ripiano inferiore, dove le temperature sono fredde e stabili.

D'altra parte, la porta del frigorifero è la parte più calda del frigorifero e le temperature possono fluttuare in modo significativo, quindi usatela solo per conservare condimenti e burro. Gli agrumi possono durare fino a due settimane direttamente sul bancone, mentre aglio e cipolle devono essere conservati in una dispensa buia e fresca, dove rimarranno freschi fino a quattro mesi. La vita di verdure a foglia verde può essere prolungata di ben tre giorni in più se non li lavi prima di metterli nel tuo frigo. Ricorda inoltre che mele, pere e banane rilasciano agenti di maturazione naturali che accelereranno il decesso di qualsiasi altro prodotto posto nelle loro vicinanze. Per ulteriori dettagli, ho elencato 27 suggerimenti per far durare più a lungo la spesa, che include molti suggerimenti per tenere a bada la crescita della muffa:

  1. Conservare le cipolle in collant vecchi per tenerli freschi fino a otto mesi (annodare tra loro per tenerli separati).
  2. Tritare le cipolle verdi asciutte e conservarle in una bottiglietta di plastica vuota. Metti la bottiglia nel freezer e cospargila di quello che ti serve quando stai cucinando.
  3. Quando si conservano le patate, tenerle lontano dalle cipolle (questo li farà rovinare più velocemente). Conservandoli con le mele contribuiranno a far germinare le patate.
  4. Conservare le insalate in una terrina ricoperta di pellicola trasparente e aggiungere un tovagliolo di carta per assorbire l'umidità. Un tritacarne aiuterà anche a rimuovere l'umidità in eccesso - un colpevole chiave delle foglie appassite - dai tuoi verdi.
  5. I funghi devono essere conservati in un sacchetto di carta in un luogo fresco e asciutto o in frigorifero. Evitare di conservare funghi in plastica, poiché qualsiasi umidità intrappolata potrebbe causarne il deterioramento.

Come ridurre la crescita delle muffe sul cibo

Ci sono ulteriori passaggi che è possibile adottare per proteggere il cibo dalla crescita delle muffe. Quando servi il cibo, è importante tenerlo coperto, ad esempio, perché questo aiuta a prevenire l'esposizione alle spore della muffa che possono essere presenti nell'aria. Quando utilizzi cibi jarred, dovresti anche mettere gli avanzi in un contenitore pulito (non conservarli nello stesso barattolo). È sempre importante conservare in modo rapido gli avanzi (entro due ore o meno) e utilizzare gli avanzi entro tre o quattro giorni (in questo modo la muffa non avrà la possibilità di crescere).8

Se hai dei contenitori di cibo seduti nel tuo frigo per un tempo sufficiente a diventare ammuffito, probabilmente non stai pianificando i tuoi pasti nel modo più efficiente possibile. Prima di andare a fare la spesa, prepara un programma di pasti per la settimana. Fai un controllo approfondito di ciò che hai già a portata di mano in modo da non lasciare che il buon cibo diventi cattivo e fai in modo che i tuoi pasti siano pianificati in modo che i cibi freschi che acquisti vengano mangiati in modo tempestivo (e mentre sono ancora fresco).

Hai considerato la muffa nella tua casa?

Mentre è importante ridurre e ridurre al minimo l'esposizione alle muffe nei tuoi alimenti, è anche consigliabile prendere in considerazione altre fonti di esposizione alla muffa, compresa quella in casa. Si ritiene che il 40% di tutte le scuole americane e almeno il 25% o più di tutte le case siano influenzate dalla crescita di muffe e microbi dovuta all'intrusione di acqua.

Secondo l'esperto di stampi Dr. Jack Thrasher, la prevalenza della muffa in America è così grande che si riferisce ad essa come una pandemia. Un odore di muffa e muffa è un suggerimento che è necessario controllare la vostra casa per eventuali segni visibili di muffa. Problemi di salute inspiegabili, tra cui frequenti mal di testa, stanchezza cronica, eruzioni cutanee, allergie, sinusiti croniche e altro ancora possono essere dovuti all'esposizione alle muffe. Per ulteriori informazioni, si prega di consultare la mia intervista con il Dr. Thrasher di seguito, in cui si discute degli effetti sulla salute di muffe tossiche e batteri nella vostra casa, nonché le sue raccomandazioni per la bonifica.

Lunghezza totale video: 1:13:43

Scarica Interview Transcript

4.3
5
10
4
5
3
1
2
2
1
0