Cibo per una pelle sana


Introduzione alla nutrizione per una pelle sana

Molte persone sono interessate non solo alla loro salute generale, ma anche alla salute della loro pelle. Ottenere la migliore nutrizione possibile è essenziale per mantenere la pelle sana. Infatti, anche se è impossibile prevenire il processo di invecchiamento della pelle, una buona alimentazione può aiutare a mantenere una carnagione attraente.

La pelle umana richiede che i nutrienti prosperino. Questi possono essere ottenuti da una dieta sana e attraverso l'integrazione multivitaminica. Non c'è dubbio che il tuo benessere, compresa la salute della pelle, può essere migliorato mangiando cibi sani come frutta, verdura, cereali, noci e pesce. L'uso di integratori (ad esempio vitamina A) può anche aiutare a mantenere la pelle sana.

Studi scientifici hanno dimostrato che una dieta ricca di frutta, verdura, noci, yogurt, uova, olii vegetali, cereali integrali, tè e acqua comporta meno foto-invecchiamento e rughe cutanee rispetto a diete che includono carne rossa, latte intero, burro, zucchero prodotti e patate. Per comprendere meglio il ruolo svolto dalla dieta nel mantenere la pelle sana, sarà utile una comprensione di base di come i radicali liberi distruggono le nostre cellule e di come gli antiossidanti agiscono per proteggersi dal danno cellulare.


Radicali liberi e antiossidanti per una pelle sana

I radicali liberi sono atomi o molecole con elettroni dispari (non accoppiati) che sono generalmente altamente reattivi. I radicali liberi sono generati nei nostri corpi durante il normale metabolismo. Possono anche essere creati dal sistema immunitario del tuo corpo nel tentativo di combattere virus e batteri. A volte, fattori ambientali come inquinamento, radiazioni, fumo di sigaretta ed erbicidi possono anche innescare la formazione di radicali liberi.

L'effetto dannoso dei radicali liberi si accumula man mano che si invecchia. I radicali liberi possono essere formati quando l'ossigeno interagisce con determinate molecole. Con l'invecchiamento della pelle, i suoi componenti principali si ossidano a causa dell'esposizione a molecole di ossigeno dei radicali liberi. Queste molecole di ossigeno hanno perso un elettrone dai processi metabolici naturali e sono in continua ricerca di cellule più deboli del corpo per assorbire uno dei loro elettroni. Una volta che una cellula sana ha perso un elettrone, si indebolisce. I radicali liberi possono causare danni estesi al DNA nel tempo, provocando la morte delle cellule e l'invecchiamento dell'organismo.

Gli antiossidanti sono sostanze chimiche che proteggono le cellule neutralizzando gli effetti di fattori quali il sole, l'inquinamento, il vento, la temperatura, le emozioni, il metabolismo e l'eccesso di ossigeno. Gli antiossidanti comuni sono vitamine A, C, E e beta carotene. La funzione speciale degli antiossidanti è quella di proteggere le cellule combattendo i radicali liberi. Inglobano le cellule dei radicali liberi, neutralizzando in tal modo i loro attacchi ed eliminandoli dal corpo.

Gli antiossidanti rafforzano le cellule e le rendono più resistenti agli attacchi dei radicali liberi sui loro elettroni. Proteggono le cellule di collagene ed elastina dalla distruzione e aiutano anche a prevenire danni a cellule e tessuti che potrebbero portare a danni e malattie cellulari. Gli antiossidanti neutralizzano l'effetto dei radicali liberi donando uno dei loro stessi elettroni, riducendo così il comportamento di ricerca dei radicali liberi. Non diventano radicali liberi come risultato della donazione di un elettrone a causa della loro intrinseca stabilità.

Il danno cellulare causato dai radicali liberi rende le cellule più suscettibili all'attacco da batteri e altri fattori che innescano il processo di invecchiamento. L'efficienza con cui il corpo si occupa dei radicali liberi è un fattore importante nel determinare la longevità e la salute delle cellule del corpo.

Come fa il corpo a gestire i radicali liberi? Fortunatamente, alcuni nutrienti come vitamine, minerali, antiossidanti e altri nutrono la pelle. Questi nutrienti possono essere ottenuti come supplementi, dalla vostra dieta, o possono essere applicati direttamente sulla pelle.


Vitamina A

SpinaciLa vitamina A protegge dal fotodanneggiamento, che deriva dall'esposizione prolungata ai raggi ultravioletti (ad es. Dal sole). Il fotodismo contribuisce all'invecchiamento precoce e alla cellulite (cioè la perdita di elasticità della pelle). La vitamina A favorisce la crescita del collagene, che mantiene la pelle soda e senza rughe, e quindi aiuta a combattere i danni da scottature. La vitamina A ha un ruolo unico nel promuovere la salute della pelle, in quanto sopprime le ghiandole che producono oli e diminuisce il verificarsi di acne. È anche responsabile per la crescita e la rigenerazione delle cellule della pelle, che aiutano a formare gli strati protettivi della pelle. Questi strati protettivi proteggono da certe condizioni e malattie della pelle, come la psoriasi e la pelle secca. La vitamina A è quindi necessaria per il mantenimento e la riparazione del tessuto cutaneo. Di conseguenza, uno stato povero di vitamina A può portare ad una carnagione secca e traballante.

I frutti gialli e le verdure a foglia verde sono ricche fonti di vitamina A. Inoltre, l'applicazione di creme contenenti vitamina A alla pelle può migliorare la salute della pelle e aiutare a controllare l'acne.


Complesso di vitamina B

Di tutte le vitamine del gruppo B, la biotina (vitamina B7) è la più importante trovata nella pelle. La carenza di biotina può causare dermatiti (una reazione cutanea pruriginosa e squamosa). La biotina è abbondante in molti alimenti, tra cui banane, uova, farina d'avena e riso. Il corpo è anche in grado di fare un po 'di biotina da solo.

Preparazioni topiche in crema contenenti vitamine del gruppo B possono aiutare a donare alla pelle una luminosità quasi istantanea, mentre idratano le cellule e aumentano il tono generale. La niacina (vitamina B3) in particolare aiuta la pelle a trattenere l'umidità, quindi le creme che contengono questa sostanza nutriente possono aiutare la tua carnagione a sembrare più paffuta e più giovane in un tempo molto breve. La niacina ha anche proprietà antinfiammatorie che possono lenire la pelle secca e irritata. In concentrazioni più elevate, può anche funzionare come agente schiarente per uniformare il tono della pelle a chiazze. L'applicazione della vitamina B topica ha dimostrato di migliorare notevolmente l'invecchiamento della pelle umana.


Vitamina C

Il tuo corpo non può produrre la sua vitamina C, ma è necessario per il mantenimento del collagene. I componenti principali che supportano la struttura della pelle, il collagene e l'elastina, vengono distrutti dai radicali liberi, portando allo sviluppo delle rughe.

Ottenere abbastanza vitamina C aiuterà quindi a mantenere la salute della pelle. Ricche fonti di vitamina C sono agrumi e verdure come arance, lime e limone. Anche le fragole, i pomodori, i peperoni dolci, i piselli, i peperoni, i broccoli, i cavolfiori e le verdure a foglia sono buone fonti.

È inoltre possibile applicare la crema topica di vitamina C per stimolare la produzione di collagene. Le migliori creme per la pelle sana sono formulazioni che contengono la forma di acido L-ascorbico di vitamina C, l'unica forma che può penetrare negli strati della pelle e migliorare la produzione di collagene.


Vitamina E

La vitamina E è un antiossidante che può aiutare a proteggere la componente grassa della pelle dagli effetti dannosi dei radicali liberi. Applicare lozioni per il corpo che contengono vitamina E può aiutare a proteggere contro gli effetti dell'esposizione al sole e può lenire la pelle secca e ruvida. In combinazione con la vitamina C, la vitamina E fornisce anche protezione dall'effetto dannoso dell'ultravioletto (luce UV). Inoltre, i fattori associati al danno al DNA nella pelle sembrano essere ridotti con il miglioramento dello stato di vitamine antiossidanti. La vitamina E aiuta a rallentare la conversione del collagene solubile, che è predominante nella pelle giovane, in collagene insolubile, che è caratteristico dell'invecchiamento della pelle. L'integrazione con vitamina E naturale può migliorare la struttura della pelle.

Ricche fonti alimentari di vitamina E sono oli vegetali, arachidi, semi (ad esempio girasole), olive, broccoli, spinaci e asparagi.

La supplementazione con vitamina E può essere necessaria per aiutarti ad avere abbastanza vitamina E. Tuttavia, grandi dosi di vitamina E possono essere dannose e dovrebbero essere evitate. Per essere sicuri, l'assunzione giornaliera raccomandata di vitamina E è di 400 UI o meno.


Minerali per una pelle sana

Nutrizione per una pelle sanaI minerali che svolgono un ruolo importante nel mantenimento della pelle sana comprendono selenio, rame e zinco.


Selenio

Il selenio è un antiossidante minerale che aiuta a minimizzare i danni causati dalla luce ultravioletta. Le prove scientifiche suggeriscono che il selenio svolge un ruolo chiave nella prevenzione del cancro della pelle. Preso come integratore o usato in una crema, questo minerale aiuta a proteggere la pelle dai danni del sole. Se passi del tempo al sole, il selenio potrebbe aiutarti a ridurre le possibilità di bruciare.

Le migliori fonti alimentari di selenio includono tonno, germe di grano, semi di sesamo, noci, broccoli, cavolini di Bruxelles, funghi, cereali integrali, frutti di mare, aglio e uova.


Rame

In presenza di vitamina C e zinco, il rame aiuta a promuovere la crescita di elastina. La ricerca mostra che l'applicazione di creme ricche di rame può rendere la pelle soda e aiutare a ripristinare un po 'di elasticità. Tuttavia, la carenza di rame è rara e il rame supplementare potrebbe causare problemi.


Zinco

Lo zinco è un minerale che aiuta a mantenere le fibre di collagene ed elastina, aiutando così a prevenire cedimenti e rughe. Collega anche gli amminoacidi necessari per formare il collagene.

Preso nella dieta o usato per via topica, lo zinco lavora per pulire la pelle attraverso la produzione di olio da domare. Può essere efficace nel controllare la formazione delle lesioni dell'acne o aiutare a ripulire quelli già presenti sulla pelle.

Le fonti alimentari di zinco includono uova, frutti di mare, tacchino, maiale, cereali integrali, noci, funghi, ostriche, carne magra e pollame.


Altre considerazioni nutrizionali per una pelle sana

Nutrizione per una pelle sanaOltre alle vitamine e ai minerali, anche altri nutrienti svolgono un ruolo importante nel mantenimento della pelle sana.


Acido alfa lipoico

L'acido alfa-lipoico è un potente antiossidante, più potente di vitamina C o E. Gli esperti di pelle considerano l'alfa-lipoico speciale per la sua capacità di penetrare sia l'olio che l'acqua, colpendo le cellule della pelle sia dall'interno che dall'esterno. corpo. Aiuta a prevenire il danno cellulare delle cellule causato dai radicali liberi nello stesso modo in cui le vitamine C ed E lo fanno. L'acido alfa-lipoico aiuta anche altre vitamine a lavorare in modo più efficace per ricostruire le cellule della pelle danneggiate dall'ambiente.

L'acido alfa-lipoico è disponibile in integratori o in creme.


Dimetilaminoetanolo (DMAE)

Il dimetilamminoetanolo (DMAE) è una sostanza presente in natura che aiuta a sintetizzare un neurotrasmettitore chiamato acetilcolina. Stimola anche la sintesi di fosfatidilcolina, un componente importante delle membrane cellulari. Alcuni studi hanno riportato che DMAE riduce l'accumulo cellulare di lipofuscina, un pigmento marrone che consiste in blocchi raggruppati di rifiuti molecolari e tende ad accumularsi nelle cellule delle persone anziane. Il DMAE causa una piccola quantità di tensione della pelle, probabilmente stabilizzando le membrane cellulari, aumentando l'acetilcolina o riducendo la lipofuscina; tuttavia, il meccanismo esatto non è chiaro. È anche un altro potente antiossidante e sembra avere un impatto positivo su entrambe le rughe e sul rilassamento del viso. Sebbene DMAE potrebbe non essere in grado di invertire il rilassamento del viso, può ridurre la sua progressione. Tuttavia, uno studio ha sollevato preoccupazioni in merito alla sicurezza dell'applicazione topica di DMAE, in quanto potrebbe essere tossico per le cellule.

DMAE è disponibile in integratori e creme per uso topico. Le fonti alimentari di DMAE includono acciughe e sardine.


Acido ialuronico

L'acido ialuronico è prodotto dal tuo corpo. La sua funzione principale è quella di lubrificare le articolazioni in modo che le ginocchia, i gomiti, le dita delle mani e dei piedi si muovano in modo fluido e semplice. Ha anche la capacità di tenere insieme le cellule della pelle, mantenendo la pelle più liscia e giovane. Può contenere fino a 1.000 volte il suo peso d'acqua, aiutando così le cellule della pelle a rimanere umide.

Questo nutriente non è facilmente disponibile nel cibo, ma è incluso in alcune creme per uso topico.


Acidi grassi essenziali (EFA)

salmoneGli acidi grassi essenziali (EFA) svolgono un ruolo importante nella struttura delle cellule in modo tale che ogni organo del corpo, inclusa la pelle, sia suscettibile agli effetti della carenza di EFA. La mancanza di EFA cruciali per la produzione della barriera naturale dell'olio della pelle può causare pelle secca e facilmente infiammabile. Senza un adeguato approvvigionamento di EFA, la pelle produce una forma più irritante di sebo, che può causare problemi.

Esistono due famiglie principali di EFA: acidi grassi omega 6 (ad esempio acido linoleico) e acidi grassi omega 3 (ad esempio acido alfa-linolenico).

I ruoli importanti degli acidi grassi omega 3 includono:

  • Rafforzamento e aumento della fluidità della delicata membrana cellulare, assicurando così una membrana cellulare sana e resistente che mantiene le tossine e porta i nutrienti. Questo aiuta a bloccare le sostanze nocive, ma consente ai nutrienti di entrare nelle cellule della pelle.
  • Ridurre la produzione del corpo di agenti infiammatori che hanno il potenziale di danneggiare la pelle.
  • Incoraggiare la produzione di forti fibre di collagene ed elastina.
  • Aumentare il flusso sanguigno assottigliando il sangue e migliorando l'elasticità dei globuli rossi, fornendo così più ossigeno per nutrire la pelle.
  • Mantenere la pelle idratata, aiutando così a prevenire la pelle secca e altre condizioni della pelle.

Di per sé, l'acido linoleico (LA) non ha alcun beneficio reale sul corpo fino a quando non viene ulteriormente convertito in acido gamma-linoleico (GLA). Una volta formato, GLA viene rapidamente convertito in prostaglandina. Questo processo è influenzato negativamente da stress, inquinamento, consumo di alcol, sigarette, cattiva alimentazione e un eccesso di grassi saturi. Questi possono rallentare o inibire la conversione di LA in GLA. È noto che GLA ha un effetto antinfiammatorio sulla pelle e allevia la pelle secca e disturbi cronici della pelle (ad es. Eczema, psoriasi).

Le prostaglandine sono messaggeri ormonali che svolgono un ruolo nella regolazione di una varietà di funzioni del corpo. La prostaglandina E1 influenza la crescita cellulare, il ciclo riproduttivo, il sistema immunitario e la pelle.

Un apporto equilibrato di acidi grassi omega 3 e omega 6 aiuterà a mantenere una pelle sana e dall'aspetto più giovane. Un rapporto 1: 1 tra l'omega 6 e l'acido grasso omega 3 è l'ideale, sebbene la maggior parte delle diete tipiche non lo soddisfino. Gli acidi grassi Omega 6 si ottengono facilmente da alimenti come prodotti da forno, oli da cucina vegetali, pollame e cereali. I pesci di acqua fredda, tra cui salmone, sardine e sgombri sono ricchi di acidi grassi omega 3. Il salmone è anche ricco di proteine, potassio, selenio e vitamina B12. Pertanto, mangiare più salmone contribuirà a mantenere la pelle elastica e giovane.


Tè verde

I polifenoli sono composti che eliminano i radicali liberi che causano il cancro. Il tè verde è una ricca fonte di questi composti. È anche ricco di sostanze nutritive (ad esempio vitamine C, D e K, riboflavina, zinco, calcio, magnesio, ferro) che svolgono un ruolo importante nel ridurre l'infiammazione e proteggere le membrane cellulari.


Alimenti da evitare per una pelle sana

Alcuni alimenti innescano determinati prodotti reattivi che tendono a compromettere la salute della pelle. Di tutti i cibi conosciuti, lo zucchero bianco e la farina bianca hanno il maggior potenziale di causare l'invecchiamento della pelle. Lo zucchero bianco è molto infiammatorio per il corpo e crea un alto numero di radicali liberi. Componenti di prodotti farinacei come prodotti da forno si attaccano alla pelle e impediscono ai nutrienti di nutrire le cellule. Ciò porta ad una cattiva qualità della pelle e ad una indebolita difesa immunitaria contro i radicali liberi. I grassi saturi possono anche causare pori ostruiti e infetti.


Punti di sintesi

Nutrizione per una pelle sanaLa pelle sana è considerata un buon indicatore della salute interna. Mettere creme, lozioni e trattamenti costosi sulla parte esterna del corpo non può realmente fornire soluzioni ai problemi derivanti da carenze nutrizionali nel corpo. Consumare i cibi giusti ed evitare quelli sbagliati può rivelare una pelle bella e giovane senza incorrere negli ingenti costi di cosmetici costosi.

Alcuni alimenti salutari che possono aumentare il tuo stato nutrizionale e, di conseguenza, darle una pelle luminosa e luminosa includono:

  • Alimenti ricchi di vitamina A: prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi sono ricchi di vitamine A e D. I prodotti animali (ad esempio fegato) e le piante (ad esempio frutta e verdura gialle / arancioni come la carota e il melone) hanno un precursore della vitamina A chiamata beta-carotene. L'anguria ed i pomodori sono buone fonti di licopene (un tipo di beta-carotene). Pertanto, le diete che includono molta arancia scura (ad esempio carote, patate dolci, zucche invernali) e verdure verde scuro (ad esempio broccoli, spinaci, cavoli) forniranno un'alta quantità di vitamina A.
  • Frutta contenente antiossidanti: es. fragole, mirtilli e prugne.
  • Olio d'oliva: ricco di acidi grassi omeaga 3.
  • Tè freddo verde: contiene preziosi antiossidanti.

Maggiori informazioni

Bellezza e salute Per ulteriori informazioni su come rimanere sani e belli, comprese le informazioni su nutrizione, fumo e cosmetici, vedere Bellezza e salute.
Nutrizione Per ulteriori informazioni sulla nutrizione, comprese informazioni su tipi e composizione di alimenti, nutrizione e persone, condizioni relative all'alimentazione, e diete e ricette, oltre ad alcuni video e strumenti utili, vedi Nutrizione.

Riferimenti

  1. Cadenas E, Packer L (eds). Comprensione del processo di invecchiamento: il ruolo dei mitocondri, dei radicali liberi e degli antiossidanti. New York: CRC Press; 1999.
  2. Giovannucci E, Ascherio A, Rimm EB, Stampfer MJ, Colditz GA, Willett WC. Assunzione di carotenoidi e retinolo in relazione al rischio di cancro alla prostata. J Natl Cancer Inst. 1995; 87(23): 1767-76.
  3. Shah NS, Lazarus MC, Bugdodel R, Hsia SL, He J, Duncan R, et al. Gli effetti della vitamina K topica sui lividi dopo il trattamento laser. J Am Acad Dermatol. 2002; 47(2): 241-4.
  4. Heinrich U, Gärtner C, Wiebusch M, Eichler O, Sies H, Tronnier H, et al. La supplementazione con beta-carotene o una quantità simile di carotenoidi misti protegge gli esseri umani dall'eritema indotto da UV. J Nutr. 2003; 133(1): 98-101.
  5. Poster Mostre del 61 ° Meeting annuale dell'American Academy of Dermatology: San Francisco, 2003 [online]. American Academy of Dermatology. 3 giugno 2003 [citato il 16 settembre 2007]. Disponibile dall'URL: http://www.aad.org/ meetings / previous / _doc / Posters_2003 Annual Meeting.pdf
  6. Placzek M, Gaube S, Kerkmann U, Gilbertz KP, Herzinger T, Haen E, et al. Il danno al DNA indotto dall'ultravioletto B nell'epidermide umana viene modificato dall'acido ascorbico antiossidanti e dal D-alfa-tocoferolo. J Invest Dermatol. 2005; 124(2): 304-7.
  7. Burke KE, Combs GF Jr, Gross EG, Bhuyan KC, Abu-Libdeh H. Gli effetti della L-selenometionina topica e orale sulla pigmentazione e il cancro della pelle indotti dall'irradiazione ultravioletta. Cancro nutrizionale. 1992; 17(2): 123-37.
  8. Clark LC, Combs GF Jr, Turnbull BW, Slate EH, Chalker DK, Chow J. Effetti della supplementazione di selenio per la prevenzione del cancro nei pazienti con carcinoma della pelle. Uno studio controllato randomizzato. JAMA. 1996; 276(24): 1957-63.
  9. Poster Mostre del 60 ° Incontro annuale dell'American Academy of Dermatology: New Orleans, 2002 [online]. American Academy of Dermatology. 2 novembre 2002 [citato il 16 settembre 2007]. Disponibile dall'URL: http://www.aad.org/ meetings / previous / _doc / Posters_2002 Annual Meeting.pdf
  10. Perricone N, Nagy K, Horváth F, Dajkó G, Uray I, Zs-Nagy I. L'acido alfa lipoico (ALA) protegge le proteine ​​dalle alterazioni indotte dai radicali liberi dell'idrossile: Razionale per la sua applicazione topica geriatrica. Arch Gerontol Geriatr. 1999; 29(1): 45-56.
  11. Grossman R. Il ruolo del dimetilaminoetanolo nella dermatologia cosmetica. Am J Clin Dermatol. 2005; 6(1): 39-47.
  12. Morissette G, Germain L, Marceau F. L'effetto antirughe del 2-dimetilaminoetanolo concentrato topico interessa una citopatologia vacuolare. Br J Dermatol. 2007; 156(3): 433-9.
  13. Ando H, Ryu A, Hashimoto A, Oka M, Ichihashi M. L'acido linoleico e l'acido alfa-linolenico alleggeriscono l'iperpigmentazione ultravioletta della pelle. Arch Dermatol Res. 1998; 290(7): 375-81.
  14. Boelsma E, Hendriks HF, Roza L. Cura della pelle nutrizionale: effetti sulla salute di micronutrienti e acidi grassi. Am J Clin Nutr. 2001; 73(5): 853-64.
4.5
5
14
4
5
3
3
2
2
1
1