Carenza di vitamina D provoca aumento di peso; ecco come far cadere i chili senza sforzo aumentando la tua integrazione vitaminica

https://www.naturalnews.com/045575_vitamin_D_deficiency_weight_gain_nutritional_solutions.html

Delizioso

(NaturalNews) Per anni, l'equazione matematica offerta a coloro che cercavano di perdere peso sembrava abbastanza semplice: brucia più calorie di quelle che consumi. Pezzo di torta, giusto? Sfortunatamente, come per quasi tutto ciò che riguarda il corpo umano, non è così semplice. Nel corso degli anni, sono emerse sempre più prove scientifiche, a conferma di ciò che molti di noi hanno sempre sospettato: ciò dimostra che l'aumento e la perdita di peso sono influenzati da molti, molti fattori. Tra questi: genetica, sesso, età, ormoni, livelli di stress, esposizione a tossine e molte condizioni di salute. Anche i fattori sociali e ambientali possono entrare in gioco.

La carenza di vitamina D provoca aumento di peso

Più di uno dei più recenti studi sull'aumento di peso lo ha collegato a una carenza di vitamina D. Uno studio riportato da L'American Journal of Clinical Nutrition (AJCN) (1) ha rilevato che le donne i cui livelli ematici di vitamina D hanno raggiunto livelli sani attraverso l'integrazione durante un programma di dieta ed esercizio fisico hanno perso più peso rispetto a quelli i cui livelli ematici non lo hanno fatto. Un altro studio, pubblicato anche da AJCN (2), ha mostrato che i benefici della perdita di peso - abbassamento della pressione sanguigna, livelli più bassi di zucchero nel sangue e insulina e bassi livelli di lipidi nel sangue - sono aumentati nei partecipanti che hanno assunto calcio e vitamina D durante il loro programma di perdita di peso. Ancora, un altro studio, riportato al SCIENCE.NaturalNews.com (3), ha mostrato che le persone di origine indiana indiana erano molto più suscettibili all'obesità e all'insulino-resistenza quando erano carenti di vitamina D.

Il legame tra vitamina D e perdita di peso non è chiaramente compreso. Alcuni scienziati ipotizzano che speciali recettori di vitamina D sulle cellule adipose dicano loro se dovrebbero essere bruciati come energia o conservati come peso corporeo in eccesso. Le cellule del recettore nel cervello che controllano il metabolismo e i livelli di fame potrebbero aver bisogno anche della vitamina D per funzionare correttamente.

È stato anche dimostrato che la vitamina D riduce l'infiammazione sistemica associata al sovrappeso. Quindi, anche se non puoi perdere tutto il peso che desideri, avere livelli adeguati di vitamina D riduce lo stress sul tuo corpo e, quindi, gli effetti dannosi del peso corporeo in eccesso.

Altri fattori di carenza di vitamina D da considerare

Oltre all'aumento di peso, le carenze di vitamina D sono state collegate a molte altre malattie, alcune delle quali possono anche portare a guadagnare chili in più. Bassi livelli ematici di vitamina D sono stati collegati alla depressione, ad esempio, e la stanchezza e l'apatia della depressione possono portare a inattività che può, a sua volta, contribuire all'aumento di peso. Le carenze di vitamina D sono state anche collegate al cattivo controllo della glicemia nel corpo. Questo può contribuire sia all'aumento di peso che al rischio di sviluppare il diabete.

Condizioni gravi come l'artrite reumatoide (AR) e la sclerosi multipla (SM) sono state anche collegate a livelli inadeguati di vitamina D, e l'inattività risultante può portare ad un aumento di peso che può, a sua volta, esacerbare i sintomi di entrambe queste condizioni. Sia l'AR che la SM sono talvolta trattati con prednisone, un corticosteroide i cui effetti collaterali includono l'aumento di peso.

Le migliori fonti

Secondo Gli alimenti più salati del mondo (4), le migliori fonti alimentari di vitamina D includono pesce grasso come merluzzo, tonno, sgombro e salmone. Anche il latte e le uova di mucca hanno vitamina D. Alcuni funghi, specialmente se esposti alla luce ultravioletta, sono anche una buona fonte di questa importante vitamina.

Mentre la pelle può produrre D dalla luce solare, molti fattori possono rallentare questo processo: la stagione, il tempo, quanto a nord si vive, i livelli di inquinamento e persino l'uso della crema solare. La maggior parte delle persone avrà bisogno di assumere integratori alimentari per raggiungere i livelli raccomandati.

Altri consigli per la perdita di peso

Non c'è pillola magica quando si tratta di dieta. Anche se aggiungere supplementi di vitamina D alla tua routine può essere un ottimo primo passo verso la perdita di chili indesiderati, non dimenticare di apportare altri cambiamenti sensibili al tuo stile di vita. Ad esempio, prova ad ottenere almeno 30 minuti di esercizio cinque o sei volte alla settimana. Dovresti anche tagliare gli zuccheri trasformati dalla tua dieta e mangiare molta frutta, verdura e cereali integrali. Sostituisci i grassi animali nella tua dieta, come quelli che si trovano nella carne rossa, nel latte e nel formaggio, con oli polinsaturi e monoinsaturi amanti del cuore e della vita come quelli che si trovano nell'olio di oliva e negli avocado.

fonti:

1) http://ajcn.nutrition.org

2) http://ajcn.nutrition.org

3) http://science.naturalnews.com

4) http://whfoods.org

Agisci: supporta Natural News collegandoti a questo articolo dal tuo sito web

Permalink a questo articolo:

Incorpora il collegamento dell'articolo: (copia il codice HTML qui sotto):

Ristampa questo articolo:

Uso non commerciale OK, cita NaturalNews.com con link cliccabile.

Segui Natural News su Facebook, Twitter, Google Plus e Pinterest

4.2
5
14
4
1
3
1
2
2
1
1