Latte a basso contenuto di carboidrati? Cosa devi sapere sul latte su Keto

Che cosa era meglio di un bambino che versare un bicchiere di latte per inzuppare i biscotti? Molti di noi sono cresciuti con il latte. Infatti, la maggior parte dei mammiferi appena nati dipende dal latte materno per la sopravvivenza e nutrienti adeguati.

Mentre i mammiferi sono sempre stati biologicamente in grado di produrre latte, è stato solo intorno al 10.000 a.C. che l'addomesticamento di alcuni animali ha iniziato a verificarsi - portando ad un maggiore uso di latte per l'uomo.

Cos'è il latte?

Come la storia vuole, il latte è diventato un po 'un tesoro prezioso.

Nell'antico Egitto il latte era riservato solo ai più ricchi di individui. Le mucche e le pecore erano sacre, il che le rendeva preziosi possedimenti grazie alle loro capacità di produzione del latte. Tuttavia, non è stato fino agli inizi del 1600 che le mucche europee sono state trasferite per essere distribuite in America.

I primi test di pastorizzazione nel 1862 furono condotti da Louis Pasteur, un microbiologo che creò questo processo per garantire la sicurezza del latte e rese possibile la distribuzione e il deposito del latte una volta lasciato l'allevamento.

Le mucche da latte alimentate ad erba sono le mucche da cui si vuole prendere il latte. Sono in grado di pascolare sulle loro diete naturali e di essere in un ambiente confortevole. Una volta che le mammelle sono piene, è pronta per essere munta.

La lavorazione del latte

Una volta che il latte viene prelevato dalla mucca, viene trasportato direttamente in una vasca refrigerata o in un silos e tenuto lì per non più di 48 ore. Sono mantenuti più freschi di 39 gradi Fahrenheit per garantire che non ci sia separazione del grasso del latte dal mik. Da qui, il latte viene trasportato nei siti di produzione prima della lavorazione.

Prima della raccolta, i campioni del latte vengono prelevati e testati per garantire che tutti i livelli di grasso del latte, di proteine ​​e di cellule di latte e di batteri siano tutti di qualità superiore. La lavorazione del latte inizia con la pastorizzazione. Tutto ciò significa che il latte viene riscaldato fino a una certa temperatura per un determinato periodo di tempo e quindi viene nuovamente raffreddato.

Una volta pastorizzato, il latte passa attraverso un processo chiamato omogeneizzazione. Questo processo consiste nel setacciare il latte crudo attraverso un atomizzatore in modo che il grasso venga disperso in modo uniforme in tutto il latte. Altrimenti, il grasso galleggia e si siede sulla parte superiore del contenitore. Questo è simile a come sarebbe stato sviluppato il ghee, tranne che con il burro.

Poi arriva il processo di separazione. È qui che il contenuto della crema e del latte viene manipolato per creare diversi tipi di latte. Per produrre latte intero, la crema viene reintrodotta nel latte fino a quando il contenuto di grassi raggiunge circa il tre-quattro percento. Per il latte magro, viene reintrodotto fino all'1%. Quando si tratta di latte scremato o latte magro, la crema viene reintrodotta fino a quando non è solo a circa mezzo punto percentuale.

Ora che conosciamo la lavorazione del latte, parliamo di valore nutrizionale.

Il latte intero, il latte che ha più grasso in esso, ha alcuni incredibili benefici per la salute, ma si trova a circa 12 grammi di carboidrati netti, otto grammi di grassi e otto grammi di proteine ​​per uno, otto once (o circa una tazza).

Quindi, il latte intero si adatta a una dieta a basso contenuto di carboidrati o chetogenica?

Come (e quando) il latte si inserisce in una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Il latte è accettabile nella dieta chetogenica, ma bisogna stare attenti.

Mentre una tazza di latte intero non ti farà del male (o ti farà uscire dalla chetosi), è un po 'più alta nel contenuto di carboidrati di quella preferita per chi ha una dieta a basso contenuto di carboidrati o chetogenica. Questo potrebbe facilmente essere inserito nei temuti carboidrati nascosti che potresti dimenticare di includere nei tuoi obiettivi macronutrienti per il giorno.

Tuttavia, una tazza di latte può offrire alcuni benefici per la salute piuttosto spettacolari.

Il latte intero è ricco di vitamine e minerali tra cui:

  1. Calcio
  2. Vitamina D
  3. Fosforo
  4. Potassio
  5. Vitamina A
  6. Vitamina B12

N. 1: Calcio

Il calcio è spesso associato alla salute delle ossa. Tuttavia, svolge anche molti altri ruoli. Recenti studi di ricerca hanno dimostrato che potrebbe persino essere in grado di proteggere da malattie cardiache, diabete e persino il cancro.

2: vitamina D

La vitamina D è prodotta dall'organismo in risposta all'esposizione al sole, ma può anche essere assunta in forma di integratore o consumata in alcuni alimenti come il latte. La vitamina D ha dimostrato di migliorare la salute delle ossa, migliorare la salute del sistema immunitario, regolare i livelli di insulina e migliorare la salute cardiovascolare.

3: fosforo

Sapevi che il fosforo è il secondo elemento più ricco del corpo? Costituisce una percentuale intera del nostro sistema. Con questo detto, non c'è dubbio che si tratta di un minerale essenziale che è responsabile di centinaia di diverse attività cellulari.

4: Potassio

Dietro il fosforo, il potassio è il terzo minerale più abbondante nel corpo. Il suo partner nel crimine (o piuttosto nella salute) è il sodio, entrambi lavorano insieme nella pompa del sodio-potassio per supportare e aumentare la funzione cellulare ottimale [*].

5: vitamina A

La vitamina A è un antiossidante chiave che offre una serie di benefici diversi a diversi sistemi in tutto il corpo. Il suo ruolo numero uno è aiutare a combattere l'infiammazione - che è stata dimostrata essere la causa principale di molte malattie croniche oggi disponibili.

# 6: Vitamina B12

Alcuni dei principali benefici della vitamina B12 includono i suoi ruoli nel migliorare la salute del cervello e del cuore. Non aumenta solo la funzione cognitiva, ma aiuta a formare la copertura protettiva della mielina. È sicuro dire che se sei carente di vitamina B12, le tue capacità cognitive potrebbero potenzialmente prendere un duro colpo.

Mentre il latte intero racchiude tutti questi benefici e altro ancora, solleva ancora la domanda, è possibile avere una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Quando dovrebbe essere evitato il latte nella dieta a basso contenuto di carboidrati?

Per non dire che non si può avere latte su alcuni tipi di diete keto, ma basta essere prudenti con l'assunzione di carboidrati quando ce l'hai. Oltre ad essere a dieta a basso contenuto di carboidrati, un altro motivo per cui potresti voler evitare il latte di mucca è se sei intollerante al lattosio.

Cosa significa essere intolleranti al lattosio?

Mentre alcune persone lo sperimentano in modo diverso e possono soffrire peggio di altri, l'intolleranza al lattosio è una condizione in cui le persone hanno problemi digestivi tra cui gonfiore, crampi, nausea, gas, ecc. In risposta all'ingestione di prodotti caseari.

Altrimenti, se si digerisce ancora bene il caseificio, ma semplicemente si vuole iniziare una dieta a basso contenuto di carboidrati o chetogenica, ci potrebbero essere alcune opzioni per voi. Alcuni tipi di diete keto (compresa la dieta mirata di keto e la dieta ciclica di keto) hanno tempi opzionali di aumento dell'assunzione di carboidrati per alimentare e recuperare dall'esercizio più duro.

La dieta mirata di cheto (TKD) è pensata per individui più attivi che hanno bisogno di più carboidrati ovunque da un'ora prima e un'ora dopo il loro allenamento. La dieta ciclica di keto (CKD), d'altra parte, consente fino a due giorni interi di caricamento di carboidrati per rifornire completamente le riserve di glicogeno. La CKD consente 2 giorni di carboidrati con gli altri cinque giorni seguendo una dieta chetogenica standard.

Tuttavia, la CKD è raccomandata solo per atleti o bodybuilder che eseguono allenamenti estremamente intensi, altrimenti i livelli di glicogeno non finiranno per essere esauriti e non sarai in grado di mantenere la chetosi.

Quindi il latte è a basso contenuto di carboidrati?

Il latte non dovrebbe essere la prima cosa da scegliere se stai cercando una bevanda a basso contenuto di carboidrati. Se sei veramente bramato del latte, ci sono alcuni ottimi sostituti del latte a basso contenuto di carboidrati che possono soddisfare la tua voglia senza andare oltre l'assunzione di carboidrati. Se si desidera un latte intero, si consiglia di farlo solo se si sta seguendo il TKD o il CKD o se si sa che l'assunzione di carboidrati per il giorno sarà intorno ai 25-50 grammi.

Il latte intero non è a basso contenuto di carboidrati.

Steph è uno scrittore, sollevatore di pesi competitivo e consulente nutrizionale con la passione per la salute e il benessere. È la fondatrice di The Athlete's Kitchen, un sito web dedicato a fornire al proprio pubblico articoli, ricette e le ultime informazioni nutrizionali sui propri cibi preferiti.

4.5
5
10
4
2
3
2
2
3
1
1