I fagioli sono sani o no? | Benessere mamma

Versare i fagioli, sono sani o no


Fagioli, fagioli, buoni per il tuo cuore ...

Per citare un detto preferito tra compagni di classe maschi quando ero in seconda elementare. Questa citazione afferma che i fagioli sono buoni per il tuo cuore, tra le altre cose.

Non è che possiamo mettere tutto il brodo in un'infanzia dicendo, ovviamente, ma il consenso generale nella comunità della salute è che i fagioli sono, in generale, un alimento "salutare" e che, se combinati con il riso, formano una proteina perfetta per i vegetariani.

I fagioli si presentano in qualche forma in molte culture e paesi diversi, anche se i metodi di preparazione variano enormemente. Gli americani, da parte nostra, assorbono la maggior parte del nostro consumo di fagioli dai prodotti a base di soia e soia.

Le arachidi, tecnicamente anche un legume e non una noce, costituiscono anche una parte sostanziale del nostro consumo di fagioli e sono anche un'allergia in rapida crescita, soprattutto tra i bambini.

Cosa c'è in un fagiolo?

I fagioli contengono molte fibre solubili, proteine, carboidrati, acido folico e ferro. Inoltre contengono Lectins, che sono presenti anche in quantità elevate in grani. A causa del loro contenuto proteico, i fagioli (legumi) hanno spesso un ruolo primario nella dieta dei vegetariani, sebbene non senza costi.

Le lectine nei legumi sono un'importante misura protettiva per la pianta di fagioli e potenzialmente dannosa per l'uomo. Prima dell'alba dei semi di soia resistenti alle malattie geneticamente modificati (grazie, Monsanto) e dei loro corrispondenti pesticidi tossici ed erbicidi, le piante di leguminose erano in realtà abbastanza in grado di difendersi.

Cosa fanno le lectine?

Le lectine sono proteine ​​specifiche che si legano ai carboidrati ed esistono nelle piante a vari livelli come meccanismo protettivo. Quando gli animali che non sono abituati a consumare particolari tipi di lectine li mangiano, sperimenteranno dolore o morte.

Questa reazione non è assente negli esseri umani, come ho detto quando ho spiegato perché i grani possono essere così dannosi. Come spiega Wikipedia, un esempio di reazione lectina negli esseri umani:

Alcuni tipi di fagioli crudi e specialmente fagioli rossi e renali contengono una tossina nociva (la lectina Phytohaemagglutinin) che deve essere distrutta dalla cottura. Un metodo consigliato è quello di far bollire i fagioli per almeno dieci minuti; i fagioli crudi potrebbero essere più tossici dei fagioli crudi.[8] La cottura dei fagioli in una pentola a cottura lenta, a causa delle temperature più basse spesso utilizzate, potrebbe non distruggere le tossine anche se i fagioli non hanno odore o sapore 'cattivo'[8] (anche se questo non dovrebbe essere un problema se il cibo raggiunge l'ebollizione e rimane lì per un po 'di tempo).

All'estremo, le lectine sono abbastanza potenti da essere un agente di guerra biologica come nel caso della ricina. La ricina è una lectina isolata nell'olio di ricino e agisce su determinate cellule proteiche, permettendo alla ricina di entrare nella cellula e prevenire la sintesi proteica, portando infine alla morte cellulare.

Ovviamente, alcune lectine hanno più effetti tossici di altre, come evidenziato dall'esempio sopra, ma tutte le lectine hanno qualche effetto sul corpo. Questo è il motivo per cui cereali, fagioli e altri alimenti contenenti lectina non possono essere consumati crudi.

Le lectine sono in grado di danneggiare il rivestimento dell'intestino, in particolare i microvilli. Questo accade quando le lectine si legano ai recettori proteici nel rivestimento intestinale, causando danni.

Quando gli intestini sono danneggiati, le lectine e gli alimenti a cui si legano possono passare attraverso la parete intestinale e nel flusso sanguigno. Queste molecole appiccicose possono quindi devastare il flusso sanguigno.

Una volta che le lectine galleggiano nel flusso sanguigno, possono legarsi a qualsiasi carboidrato contenente cellule proteiche, inclusi i recettori dell'insulina e della leptina, desensibilizzandoli. Senza una corretta funzione di insulina e leptina, possono emergere problemi come il diabete e la sindrome metabolica. Si ipotizza che le lectine possano causare resistenza all'insulina e alla leptina, due fattori principali nell'obesità e nel diabete. Come spiega Whole Health Source:

Ciò che non è così speculativo è che una volta che sei resistente alla leptina, diventi obeso e resistente all'insulina e, a quel punto, sei intollerante a qualsiasi tipo di carboidrato. Ciò potrebbe spiegare l'efficacia della restrizione dei carboidrati nella perdita di peso e nel miglioramento della salute generale.

Wikipedia aggiunge:

La lectina può causare resistenza alla leptina, influenzando le sue funzioni (il segnale ha alti livelli di leptina e numerosi effetti raccolti per proteggere dal sovraccarico lipidico), come indicato dagli studi sugli effetti dei polimorfismi a singolo nucleotide sulla funzione della leptina e del recettore della leptina.[9]

Tale resistenza alla leptina può tradursi in malattie, in particolare potrebbe essere responsabile dell'obesità negli esseri umani che hanno alti livelli di leptina.

Le lectine hanno anche il potenziale per legarsi a qualsiasi tessuto contenente carboidrati nel corpo, dalla tiroide al cuore. (Forse i fagioli non sono poi così buoni per il cuore!). La mia teoria personale è che le particelle appiccicose e il cibo pre-digerito che galleggiano nel flusso sanguigno fanno molto di più per ostruire le arterie rispetto ai grassi saturi viscosi, che ottengono il cattivo rap!

Quindi, le lectine possono contribuire alla malattia e all'obesità quando passano attraverso la parete intestinale e fluttuano attraverso il nostro flusso sanguigno con altre parti del cibo pre-digerito. Personalmente, non sono un grande fan dell'idea di cibo parzialmente digerito che galleggia nel mio sangue, quindi c'è una soluzione?

Ridurre la lectina in fagioli e cereali

Certamente non voglio che i fagioli prendano tutto il calore qui! I grani contengono livelli di lectine altrettanto alti e possono provocare altrettanto devastazione, se non di più.

Tutte le piante, infatti, contengono lectine in quantità variabili. Cereali e fagioli (soprattutto soia e arachidi) hanno concentrazioni particolarmente elevate, insieme a noci, latte pastorizzato e alimenti geneticamente modificati.

Gli effetti nocivi delle lectine (e dell'acido fitico) possono essere mitigati usando metodi tradizionali di perpetrazione, come la germinazione, la fermentazione e l'ammollo, anche se questi non rimuovono completamente le lectine. Sfortunatamente, questi metodi sono raramente praticati e i grani nelle forme lavorate che normalmente consumiamo sono piccole centrali elettriche.

Nel corso del tempo, queste lectine possono causare gravi danni al rivestimento intestinale e, infine, danni cellulari all'interno del corpo.

Quale livello di consumo di lectina è sicuro?

Questa è una domanda difficile senza una risposta unica. Certamente, se i cibi contenenti alti livelli di lectine saranno consumati, i metodi tradizionali come l'ammollo, la fermentazione e la germinazione dovrebbero essere usati per ridurre al minimo il contenuto di lectina.

La mia raccomandazione personale è di eliminare le più alte fonti di lectine e ridurre le altre fonti, se possibile. Da Wikipedia:

Gli alimenti con alte concentrazioni di lectine, come fagioli, cereali, semi e noci, possono essere dannosi se consumati in eccesso in forma non cotta o impropriamente cotta. Gli effetti avversi possono includere carenze nutrizionali e reazioni immunitarie (allergiche)7. Probabilmente, la maggior parte degli effetti delle lectine è dovuta a disagio gastrointestinale attraverso l'interazione delle lectine con le cellule epiteliali dell'intestino. Un recente studio in vitro ha suggerito che il meccanismo del danno alla lectina può verificarsi interferendo con la riparazione di cellule epiteliali già danneggiate.8

Personalmente, evito i grani (e legumi tranne le rare occasioni), impregni le noci durante la notte e confido che i livelli molto più bassi in altre piante non danneggino troppo il mio intestino. Rimozione di tutti gli alimenti trasformati e commercialmente preparati rimuoverà i peggiori trasgressori: cereali e soia.

Se sei in sovrappeso o stai cercando di perdere peso, potrebbe essere utile evitare le lectine in modo più rigoroso. Poiché le lectine possono legarsi ai recettori della leptina e dell'insulina, possono aumentare la resistenza ai carboidrati e causare aumento di peso o incapacità di perdere peso.

Per molti, evitare le lectine, specialmente per un anno circa, può aiutare a guarire il rivestimento intestinale e facilitare la perdita di peso, la riduzione dei sintomi allergici e altri miglioramenti della salute.

Quindi, immagino che la logica di secondo grado non sia così solida dopo tutto ... i fagioli non sono necessariamente buoni per il cuore, anche se altre parti del detto suonano ancora vere!

Mangi i fagioli? Se sì, che tipo (s)? Condividi qui sotto!

4.8
5
13
4
1
3
3
2
1
1
1