Motivazione: perso o semplicemente fuori posto?

Alcune riflessioni di un terapeuta

Quando uno studente Brown viene nel mio ufficio con la denuncia "Non so cosa c'è che non va, semplicemente non ho alcuna motivazione", le ruote nella mia testa cominciano a girare in un certo schema. Comincio a ordinare un elenco di domande che potrei chiedere a ciò che potrebbe aiutarci a capire insieme, PERCHÉ questo è successo, PERCHÉ ORA, e QUANTO POTREBBE AIUTARE. Queste non sono domande "segrete" insegnate solo ai terapeuti in formazione avanzata, quindi ho pensato che sarebbe stato utile condividerle in modo tale che gli studenti potessero iniziare a esplorare questi problemi da soli prima (o mentre, o invece) venire a vedi me o uno dei miei colleghi.

Prima di tutto, vogliamo sapere se questo problema di motivazione è un cambiamento recente o in corso da molto tempo? La risposta a questa domanda inizia a restringere l'elenco delle cause.

Problema di lunga data?

Se hai sempre avuto problemi con la motivazione, forse c'è un disturbo da deficit di attenzione o una disabilità dell'apprendimento che ha reso accademici, l'organizzazione del tempo e delle cose, o iniziato per te più duro che per gli altri. Questo potrebbe non essere stato diagnosticato prima d'ora perché la tua intelligenza superiore alla media ti ha permesso di compensare ed esibirti ad un livello elevato fino al college. Quasi senza eccezioni, una persona con tali difficoltà crede di essere "più pigra" e meno motivata di altre.

Un'altra possibilità, se il problema della motivazione è di vecchia data, è che ci sono forze psicologiche al lavoro. Ciò che è un meccanismo di adattamento adattivo in un momento della vita può diventare fonte di sofferenza a un altro. Ad esempio, si può affrontare la lotta tra il desiderio di essere accettati per se stessi e il desiderio di compiacere i propri genitori, soddisfacendo le loro alte aspettative, facendo solo il minimo per "riuscire"; ma non essere "motivato" dall'interno. Questo può funzionare molto bene per molto tempo, mantenendo i genitori orgogliosi di te, ma con la tua soddisfazione interiore di aver preservato il tuo vero sé non provando il più forte possibile. Al college le cose cambiano. Potresti trovarti a desiderare di poterti motivare di più dall'interno; che avevi più motivazione per fare il lavoro extra che avrebbe portato l'eccellenza o la soddisfazione.

Nella vita reale, ovviamente, nulla è così semplice come suggerisce l'esempio sopra. Le ragioni psicologiche per una vita di "bassa motivazione" spesso non sono ovvie all'inizio e richiedono un lavoro investigativo. (Un terapeuta può essere una scelta utile come co-investigatore in questo progetto.) A volte gli studenti si scoraggiano perché la causa e la cura non arrivano rapidamente, ma se ci vogliono 18 o 20 anni per perfezionare questo modello, di solito ci vuole almeno alcuni mesi per svilupparne uno diverso.

(È importante ricordare che la "mancanza di motivazione" è un termine relativo. Certamente, l'ammissione alla Brown University non è offerta a coloro la cui motivazione è nulla. La semplice compilazione dell'applicazione richiede una motivazione).

Problema recente?

Cosa succede se il cambiamento nella motivazione è più recente? In primo luogo, dobbiamo escludere le cause ovvie. Le malattie fisiche, la depressione e l'alcol, il consumo di pentola e altri farmaci sono in cima alla lista. Nel caso della malattia fisica, ci saranno altri sintomi oltre alla diminuzione della motivazione. Una visita ai servizi sanitari è in ordine.

Se il problema deriva dalla depressione, il cambiamento di motivazione può essere accompagnato dal sentirsi giù, triste, senza speranza o semplicemente vuoto, senza entusiasmo per la vita. Ci possono essere cambiamenti nell'appetito e nel sonno, diminuzione della capacità di concentrazione e ricordo. La vita potrebbe sentirsi insignificante e le cose che prima portavano piacere non lo fanno più. Potresti anche pensare di finire la tua vita. Potresti essere consapevole di quale evento (i) ha causato la depressione o potrebbe essere più difficile individuare il motivo per cui ti è successo in questo momento. In ogni caso, vale la pena consultare i servizi psicologici per scoprire se si ha una depressione clinica, che è una malattia comune (10 milioni di persone negli Stati Uniti ogni anno) e può essere trattata efficacemente. Con un trattamento adeguato, ci si può aspettare un miglioramento in poche settimane.

Ora, alcol e altre droghe. È triste, ma è vero che i farmaci (alcuni farmaci da prescrizione, droghe da strada e alcol) possono interferire spesso e spesso con la motivazione. Il meccanismo potrebbe essere semplice come rimandare il tuo lavoro accademico perché stai bevendo e poi ti stai allontanando, così bevi di nuovo e ti allontani di più, ecc. Molto presto, stai bevendo molto e studiando un po ', molto piccolo. Nel caso della marijuana, gli esperti ritengono che esista effettivamente una "sindrome amotivazionale" che deriva dall'uso costante del vaso.

Qualunque sia la tua droga di scelta, se hai difficoltà di motivazione è un semplice esperimento per fermare il farmaco completamente per un mese e vedere quale effetto ha. Se la tua motivazione migliora, l'uso di droghe può essere almeno una parte del problema. Naturalmente, se sei dipendente dal farmaco, potrebbe essere necessario più di un mese per osservare gli effetti positivi dell'astinenza a causa dei sintomi di astinenza.

Cause multiple

Qui voglio sottolineare che potrebbe esserci più di una causa che contribuisce al tuo problema di motivazione. L'uso di alcol può essere una causa, ma non l'unica. Si potrebbe avere una depressione peggiorata dall'uso di alcol dopo la rottura di una relazione d'amore. Potresti avere il disturbo da deficit di attenzione, auto-medicato dalla marijuana.

Il cielo è il limite per combinazioni, commutazioni e sequenze circolari di causalità che coinvolgono alcol e altre droghe. Ha senso prendere sul serio tutti i fattori eziologici. Forse quando non sei più depresso e la tua motivazione è tornata, l'uso moderato di alcool potrebbe non essere più un problema.Forse c'è un farmaco più efficace del piatto per curare il disturbo da deficit di attenzione.

Esitazioni della motivazione

Particolari punti lungo il percorso per la laurea rendono uno suscettibile di "esitazioni di motivazione". Alcuni studenti sperimentano una grande flessione nella motivazione a volte nel loro primo anno. Hanno implacabilmente spinto, spinto e spinto se stessi per 12 o 13 anni per ottenere l'ammissione ad un prestigioso istituto di istruzione superiore ed eccoli ... realizzando che non c'è riposo per gli stanchi. Devono spingere, spingere e spingere se stessi per 4 o 6 o 10 anni prima di potersi rilassare. (Mi fa stancare solo a pensarci.) Si sentono bruciati e logori e non riescono a ottenere la motivazione per fare molto. A volte sembrano davvero sconcertati sul motivo per cui non riescono a tenere il passo per sempre. Dentro, le loro menti stanno supplicando: "PER FAVORE, dammi una pausa!" Parlarne attraverso aiuta a guadagnare un po 'di prospettiva sulla situazione e a riformularlo in modo che il piacere abbia un posto accanto al successo.

Non di rado, la motivazione di alcuni studenti fa un tuffo quando le loro concentrazioni sono state dichiarate. All'improvviso arriva una consapevolezza molto spiacevole: "Sono nel campo sbagliato, ma è troppo tardi per cambiare ora. Dovrò andare avanti per altri 30 o 40 anni come ingegnere (o avvocato o dottore o qualsiasi altra cosa) e non vedo l'ora di andare in pensione perché non posso tornare indietro ora. Proverò a non pensarci troppo (anche se lo detesto). Posso sopportare qualsiasi cosa se mi decidessi a farlo. Devo essere un ingegnere (avvocato, dottore, ...) perché mio padre (madre, zio, ...) si aspetta che io sia. " C'è da meravigliarsi che uno studente con un tale dilemma abbia difficoltà a radunare l'impegno per comprimere i compiti con entusiasmo? Un'esplorazione onesta della scelta della concentrazione può essere in ordine, anche se sembra al momento di sollevare più problemi e minacciare piani educativi ben disposti e costosi.

L'approccio della laurea è un altro momento in cui la motivazione può calare. Potrebbe essere la semplice vecchia "anzianite" (la sindrome "per-bene-sake-datti-il-diploma-già"). Potrebbero essere le paure non riconosciute legate al significato della laurea (es. "Se mi laureo, devo essere totalmente indipendente, non chiedere più aiuto a nessuno.") La laurea ha tanti significati, unici per ogni individuo e spesso solo vagamente la consapevolezza di qualcuno. Questa è un'altra occasione in cui potrebbe essere d'aiuto una chiacchierata con il membro del personale dei servizi psicologici del vicinato.

Domande da porsi

Ci sono alcune domande evocative che ho trovato utili nell'esplorare i problemi di motivazione / procrastinazione del mio e del mio cliente. Li offro per la tua considerazione. Puoi semplicemente meditare le risposte per te stesso, scrivere le risposte (potresti essere sorpreso di ciò che viene fuori) o parlarne con un amico che può spronarti a guardare più profondamente.

1) Questo problema è dovuto alla motivazione generale o specifica a determinati compiti? Qual è la differenza tra i compiti che non ho problemi e quelli per i quali mi sento immotivato? Questa potrebbe essere la differenza tra la depressione generale e il blocco di uno scrittore a causa del fatto che la sorella maggiore è una scrittrice e per davvero non si vuole più vivere sotto la sua ombra. "Adoro il mio corso di matematica, mi fa sentire così intelligente, odio il mio corso di storia, l'insegnante non prende sul serio il mio punto di vista, non ho voglia di fare niente per lui .." O, "lo faccio mi sto facendo studiare per gli esami di biologia a scelta multipla, ma non riesco proprio a farmi iniziare quei documenti di sociologia, non sono molto bravo nell'organizzare i miei pensieri per questi documenti, è questione di acquisire più abilità nel fare quel tipo di scrivere, o ho una disabilità dell'apprendimento o c'è qualcosa in particolare in quel corso? " Oppure: "Non ho alcun problema a motivarmi a fare un lavoro di prim'ordine nel Frog Leap Team, pratico tutto il tempo e do tutto me stesso, ma le lezioni .... posso solo mettermi in moto. "Forse dovrei prendere lezioni diverse, forse non dovrei essere al college in questo momento".

2) Quali potrebbero essere le cose POSITIVE se non mi spiego e quali potrebbero essere le cose NEGATIVE se lo faccio? Ciò richiede una qualche associazione libera, come la chiamano gli psicologi, lasciando andare la mente e guardando le risposte che emergono, non importa quanto illogiche. Ad esempio, "Se non mi sento motivato, potrei non laurearmi e (risultato positivo), allora non dovrò lasciare i miei amici e potrò rimanere a Brown un altro semestre. Forse a quel punto sarò pronto lasciare." Oppure, "Se davvero inserisco il mio tutto in questo progetto, potrei non ottenere un buon feedback dal professore e quindi dovrei rinunciare al mio sogno di essere un artista (risultato negativo)."

3) Chi, (oltre a me) pensa che dovrei essere più motivato o pensa che dovrei fare queste cose per le quali non ho alcuna motivazione? E cosa potrebbe succedere nel mio rapporto con quella persona? Una risposta: "Mia madre, e sono stanco di correre la mia vita!" Un'altra risposta: "Società, e sto ancora cercando di capire se devo semplicemente fare ciò che sono" supposto "o se posso iniziare a fare ciò che voglio per cambiare". Ancora un altro: "Mio nonno che sta pagando la mia retta, mi sento come se dovessi davvero eccellere qui o non ha ottenuto il valore dei suoi soldi, ma d'altra parte voglio davvero giocare anche a me".

4) Sono un perfezionista? Dicono che il perfezionismo porta alla procrastinazione e alla procrastinazione porta alla paralisi. "Loro" potrebbero aver ragione. Il perfezionismo può avere una serie di effetti negativi sulla motivazione. Prima di tutto, è un fardello terribile e come tutti i pesi diventa più pesante più a lungo lo porti.Il perfezionismo può indurre a rimandare ciò che deve essere fatto a causa della paura di non raggiungere l'obiettivo: "Se non riesco a farlo perfettamente, non posso farlo affatto". In alternativa: "Se lo faccio perfettamente, allora mostrerò che ho la capacità di farlo e dovrò farlo perfettamente ogni volta".

5) 5) Sono bloccato nell'etica "work = worth"? Ti senti come se dovessi SEMPRE lavorare o che non puoi suonare fino a quando TUTTO il lavoro è finito? Pensi che se finisci questo lavoro, ci sarà ancora molto da fare, all'infinito? Con questo ritornello che gioca costantemente nella parte posteriore della mente, è difficile essere motivati ​​a fare molto. Da dove è nata questa idea per te? I tuoi genitori lavorano costantemente? È religione? (Non ci sono molti della setta puritana originale rimasta, ma i discendenti sono molti.)

6) Ci sono messaggi dalla mia famiglia che mi stanno confondendo, ostacolandomi, trattenendomi? Questo è difficile, perché alcuni di questi messaggi sono più o meno appresi inconsciamente, mai pronunciati ad alta voce. Inoltre, alcuni di loro sono in conflitto. Per esempio, nella mia famiglia c'era sicuramente il valore del duro lavoro, ma coesistendo insieme era un disprezzo per coloro che hanno raggiunto il "successo" (sono orgogliosi, pensano di essere migliori di tutti, egoisti, ecc. ). Allora, cosa deve fare un bambino? Lavora davvero, davvero sodo, ma entra nella tua strada e non riesci effettivamente a seguire tutte le ingiunzioni della famiglia. Questo può facilmente manifestarsi in bassa motivazione. "Non riesco a capire perché non riesco ad andare avanti. Più si avvicina alla laurea, peggio sembra arrivare ..."

Un altro esempio è il messaggio di una famiglia che ha superato la grande privazione, il pericolo, la povertà, ecc. Tali genitori sono solitamente determinati a offrire ai propri figli maggiori possibilità. Mentre i genitori potrebbero non aver avuto l'opportunità di andare al college o aver dovuto superare enormi ostacoli per ottenere le proprie educazioni, hanno lavorato sodo e sacrificato per DARE ai loro figli ciò che non avevano o che era così alto prezzo per loro. Questo è un dono davvero meraviglioso, ma ciò che spesso è inaspettato sia da genitore che da bambino è che il dono non è privo di dolore per il bambino. Come il bambino-destinatario c'è un sentimento di enorme senso di colpa a) non essere degno perché non stai "lavorando duramente come puoi" eb) non aver sofferto tanto quanto i genitori in primo luogo. Gli studenti in questa situazione mi chiedono: "Perché non posso lavorare 18 ore al giorno?" Mio padre ha fatto.Il mio fratello maggiore lo fa ora (nella scuola di medicina, ovviamente). Cosa c'è di sbagliato in me che non riesco a farmi funzionare come quello?" Ci sono molte buone e legittime ragioni, individuali come la persona che pone la domanda. A volte ci vuole un po 'di esplorazione per sistemare le risposte per intero. La risposta breve è che sei cresciuto in un ambiente diverso e in una famiglia diversa da quella dei tuoi genitori. Potrebbero non aver avuto molta scelta su quanto dovessero lavorare duramente quando avevano la tua età. Tu fai. Inoltre, nonostante tu ami e rispetti i tuoi genitori e quanto ti sia grato per la loro generosità, c'è dentro di te (come in tutti noi) un pezzo di te che risente delle aspettative e vive il sogno di qualcun altro (in questo caso , il sogno dei tuoi genitori di avere avuto una vita più facile o più opportunità che stanno vivendo per te attraverso di te).

Anche il tuo ruolo in famiglia può avere un ruolo. Sei la "stella", il "portatore standard"? Potresti essere stanco di una definizione unidimensionale di te stesso e faticare a trovare un'identità più complessa. Uno che include il rallentamento, non dover essere sempre il migliore, anche essere nella media. D'altra parte, potresti avere il ruolo di "coglione" irresponsabile o "dunce". Che ci crediate o no, ci sono molti studenti di Brown, indubbiamente abbastanza intelligenti, che per qualche ragione sono stati etichettati in questo modo prima nella loro vita. È incredibile quanto duramente proviamo, per lealtà inconscia verso i nostri genitori per adempiere alle loro profezie su di noi. Potremmo trovarci misteriosamente immotivati ​​per avere successo a causa di questo.

7) Hai esigenze in competizione che richiedono di essere prese sul serio? Sai, potrebbe essere solo che in realtà hai bisogno di dormire, mangiare, giocare, socializzare e la ragione per cui non puoi motivarti a fare un lavoro accademico, è che le tue esigenze in competizione sono avvincenti. Ascolta prima che sia troppo tardi.

Pensieri di separazione

In sintesi, mi piacerebbe lasciarti con un paio di commenti finali. Prima di tutto, la discussione di cui sopra non è affatto completa. Ci sono molte storie lasciate inenarrabili; ognuno unico come la persona a cui appartiene. Inoltre, contrariamente a quanto può sembrare implicito sopra, non ci sono semplici equazioni causa-effetto nella vita reale. Queste riflessioni sono semplicemente intese come un punto di partenza, per iniziare il processo di esame dei problemi, per inquadrare un po 'le domande.

E per ultimo, è la mia teoria che la mancanza di motivazione o la diminuzione della motivazione o il sentirsi turbati su quanta motivazione si dovrebbe avere contro quanto si ha è un segnale per prestare attenzione a quello che sta succedendo. Come abbiamo visto, ci possono essere molte cause, molteplici cause. In ogni situazione, tuttavia, c'è qualcosa di importante in corso e il problema di motivazione è la sveglia. Alla fine, non è una cosa così brutta - entrare in contatto con qualcosa di te che ha bisogno di preavviso e di rispondere in modo costruttivo ad esso. Molto probabilmente la soluzione non si presenta in una forma così semplice come costringendoti in qualche modo ad essere più altamente motivata, ma invece può crescere dall'esplorare e comprendere le fonti del problema e rispettosamente rispettandole.

Cordiali saluti .... e ricordati che siamo qui se hai bisogno di noi.

Motivazione: perso o semplicemente fuori posto?

Motivazione
Auto motivazione
Comprensione e mantenimento della motivazione
Consigli per l'auto-miglioramento
Comprensione del miglioramento di sé
scuole
Auto-miglioramento
Consigli per la vita
Domanda personale

Ho perso la mia motivazione per la scuola. Cosa dovrei fare?

Margaret Weiss, Completato un ciclo di studi completo
Questo è semplice

La tua fonte di motivazione, qualunque cosa fosse, è sparita, quindi devi cercarne una nuova.

Dal momento che non hai fornito assolutamente nessun dettaglio su te stesso, a parte il mondo ridicolosamente contro di te e la tragedia di non essere nel ruolo d'onore, posso solo andare con quello che ho: la mia esperienza di vita e il mio approccio pratico.

In tal senso, l'unico modo per curare il tuo blues è che tu possa assumere le responsabilità dell'età adulta.

Con qualsiasi esperienza e istruzione tu abbia, esci e ottieni un lavoro retribuito, prendi un appartamento e muovi. Se hai finito mentalmente con la scuola, allora non c'è bisogno di prolungare questa agonia, e ti conviene separarti dalle seccature della gioventù come l'educazione.

Se prendi questo a cuore e inizi a candidarti per un posto di lavoro, imparerai presto che i datori di lavoro non guardano bene quelli che non hanno completato l'istruzione minima (no, non HS ma laurea triennale).

Tuttavia, se pensi di sapere meglio di lavorare per qualcuno e preferirebbe essere il tuo capo, non c'è nessuno che ti impedisca di aprire la tua attività e assumere altri per lavorare per te.

Mi chiedo se assumerai licenziamenti alle scuole superiori - pensaci su per un momento.

(Questo implica anche che la mancanza della tua presenza in quel turno di onore ha comportato molte ore di risparmio, e tu li hai utilizzati per sviluppare un'idea imprenditoriale o una notevole abilità che ora puoi usare per monetizzare: è arrivato il tuo momento!)

Se non hai competenze particolari e nessuno ti assume per lavorare per loro (dog walking e assistente personale remoto escluso dai pool di carriera), allora puoi solo terminare la tua istruzione e dedicare il tuo tempo un po 'più saggiamente ad occupare il tuo mente.

Il tuo feedback è privato.
Questa risposta è ancora pertinente e aggiornata?
Bence Mitlasóczki, Studente di fisica
Originariamente risposto: ho perso la mia motivazione per la scuola e mi sento senza speranza. Cosa dovrei fare?
Ho vissuto la stessa cosa di recente. Sono uno studente di fisica e fino a febbraio sono stato molto motivato. Poi qualcosa mi ha colpito e ho iniziato a odiare tutti i miei corsi, anche se personalmente avevo mantenuto buoni voti. Se ho capito bene, non sei ancora uno studente universitario. In questo caso, non hai ancora visto la bellezza della matematica. Penso che, se uno è ben motivato, la matematica è una delle materie più facili. La parola chiave è la motivazione. Devi trovare la gioia in esso (anche se nella mia esperienza i sistemi educativi sono molto cattivi), accendere quel piccolo fuoco dentro di te che ti impedisce di fermarti quando non riesci a risolvere un problema.
Inoltre, prova un hobby completamente nuovo. Hai già provato a programmare? C ++, Java, Python, Ruby - un sacco di lingue che sono facili da iniziare, ed è anche legato alla matematica. Fai sport invece di guardare la TV. Compra un paio di scarpe, vesti bene e fai jogging per un'ora in una zona tranquilla. Goditi la natura (un parco, una campagna, qualunque cosa).

Modifica: La matematica a livello universitario diventa abbastanza difficile per la maggior parte delle major (io uso l'università invece del college perché vengo dall'Europa). La cattiva notizia è che allora probabilmente avrai bisogno o sentirai il vantaggio di conoscere la matematica più tardi, quindi o iniziare ad amarla o smettere: allora il maggiore che tuo padre ha scelto non fa per te, ed è OK, purché tu abbia altro obiettivi.

Thomas Strickland, Jr, ex Automation Engineer (1986-2004)

Vai al tuo consulente di orientamento. Prendi tutti i test attitudinali che ti daranno. Strong-Campbell è uno dei migliori, ma ce ne sono molti altri. Prendili completamente onestamente. Prendili come ti senti veramente, non come vuoi che gli altri pensino a te. Ci sono molti di questi test su Amazon. Prendine un po '. Guarda tutti i risultati. Dovresti trovare un consenso sui lavori che ti piacciono.

Siediti in prima fila, di tutte le tue classi. Siedi leggermente ai professori rimasti. Statisticamente, questo posto ottiene sempre un 'A.' Tutte le altre A sono centrate attorno ad esso. Tutte le "B" sono centrate attorno ad esso. Tutte le "C" sono centrate attorno ad esso. "D's" e "F" sono nella parte posteriore della stanza. Seduto lì ti esporrà alle persone più intelligenti. Stare intorno a loro aumenterà le tue conoscenze e la tua popolarità.

Non sopportare alcun bullismo, né contro di te né contro qualcun altro.

Sviluppa buone abitudini di studio. Prima puoi fare i compiti, dopo la lezione, più è facile. Se hai dei tesina, inizia da loro, al più presto. Prendi buoni appunti. Se non sai come, guarda su, in rete. Fare il bagno, regolarmente. Sorridi alle persone che non conosci. Agisci in modo amichevole, verso tutti. Stai lontano dalle cricche. Quelli tendono a sviluppare una mentalità "noi contro loro".

Ottieni un buon calendario e metti tutti i tuoi compiti, saggi, tesine e progetti.

In bocca al lupo!

Lijo James, Infermiera clinica
Non hai bisogno della laurea con lode. Il voto C è migliore. In futuro, quando i toppers saranno selezionati per grandi lavori nelle grandi aziende, potresti essere l'imprenditore che li sta pagando. Pensa a te stesso in questo modo. Ma per quello hai bisogno di superare la tua vita scolastica. Fino ad allora seguitelo. Cerca di imparare qualcosa da ogni tutor a scuola. Gestione del tempo, puntualità, gestione delle risorse, piani di backup, puoi imparare molte cose dai tutor. Fai domande sciocche come se dovessi scrivere 100 volte come imposizione. Invece lo imparerò e ti mostrerò domani. Fai domande ai tuoi tutor che sembrano prima sciocche, ma potrebbero avere significati profondi e provare a dimostrarlo. Ma non vantartene, provalo. Alla fine ti piacerà andare a scuola solo perché hai qualcosa da chiedere e qualcosa da spiegare. Adesso vai e fallo.
Susan Turner, RN, BSN Registered Nurses (1998)

Decidi di tornare in pista. Fai cose come scegliere saggiamente i tuoi amici e stare attorno a persone positive. Sapere che ci saranno sempre problemi con gli altri, anche molto tempo con alcuni membri della famiglia. Tieni la testa alta. Fai sempre ciò che è giusto. Studia duramente e fai del bene. Evita di cercare di essere perfetto. Non succederà. Non ha mai né mai lo farà. Ans va bene. Renditi felice. Non dipendere da qualcun altro per farlo o qualcosa per te. Se è così, perderai solo tutte le motivazioni più tardi nella vita che porta a dolore molto più intenso e dolore e angoscia e stress. Risalire la testa. L'hai capito!

Khubaib Kasbati, Cercando di raggiungere la grandezza.
Smetti di incolpare gli altri, non rende le cose migliori e invece rende le cose peggiori. Fai fuori tutto piangendo come aiuto. Fa in modo che cambino idea. Hai perso la tua autostima, riprendilo (Champ). E ricorda che puoi cambiare il mondo intorno a te. Identifica anche i motivi per cui odi la scuola e li metti fine.
4.1
5
10
4
1
3
3
2
1
1
1