Intossicazione alimentare: cosa sapere

Stare male a mangiare cibo che ha germi, virus o parassiti è più comune di quanto si possa pensare. Si stima che 48 milioni di americani, ovvero 1 su 6, vengano ogni anno con intossicazioni alimentari. La maggior parte guarisce da sola senza cure mediche.

Potresti avere sintomi come nausea, vomito e diarrea entro poche ore dal pasto. Ma a volte i sintomi possono richiedere giorni o più di una settimana per presentarsi. Questo può rendere difficile sapere se si tratta di intossicazione alimentare o qualcos'altro. Il ritardo rende anche difficile rintracciare la malattia al cibo o alla bevanda specifici.

Lo stesso cibo può influenzare le persone in modo diverso. Alcuni potrebbero non sentirsi bene dopo pochi morsi. Altri possono mangiare molto e non avere alcuna reazione.

L'intossicazione alimentare è più comune e più rischiosa per le persone con sistemi immunitari indeboliti, neonati e bambini piccoli, donne incinte e anziani.

Come ti ammali?

L'intossicazione alimentare può essere causata da batteri, virus o parassiti. Possono esistere negli alimenti in qualsiasi momento, ad esempio quando sono in crescita, confezionati, spediti, conservati o cotti.

Alcuni alimenti hanno maggiori probabilità di ospitare agenti dannosi. Questi includono uova crude, latte e succhi non pastorizzati, formaggi a pasta molle e carne o frutti di mare crudi o poco cotti. I prodotti freschi sono un altro rischio. Anche gli alimenti confezionati sfusi sono problematici. Un singolo uovo cattivo potrebbe influenzare l'intero lotto di omelette in un buffet. Potresti creare dei problemi da solo non lavando il tagliere o le mani mentre prepari cibi diversi.

Le tue possibilità di intossicazione alimentare sono più alte in estate. A 90 gradi di calore, il cibo può iniziare a rovinare in un'ora. Durante un picnic o durante una gita in campeggio, è più probabile che mangi carne cruda o alla brace o che maneggi carne cruda senza acqua e sapone. I batteri possono crescere rapidamente all'interno di refrigeratori tiepidi. Quindi se fai un picnic in una giornata calda, rimetti gli avanzi con ghiaccio fresco.

Continua

Cause comuni

In 4 casi su 5 di avvelenamento da cibo, non si scopre mai esattamente cosa lo abbia causato. Va bene perché molto probabilmente migliorerai da solo. Ma nei casi in cui si trova il colpevole, di solito è uno dei seguenti:

  • Il Norovirus, spesso chiamato influenza dello stomaco, è responsabile di oltre la metà delle malattie alimentari negli Stati Uniti in cui è nota la causa. Il Norovirus può farti addormentare non solo mangiando cibi contaminati, ma anche toccando le maniglie delle porte e altre superfici o avendo contatti con una persona infetta. Dovresti pulire la cucina se qualcuno nella tua casa ce l'ha. Di solito ci vogliono 12-48 ore prima che tu ti senta male. I tuoi sintomi possono durare 1-3 giorni.
  • Salmonella è il nome di un gruppo di batteri. Crescono in uova crude e carne. Ma puoi anche ottenere la salmonella dal latte o formaggio non pastorizzato. Alcuni frutti e verdure, come meloni o germogli, possono anche causarlo. I sintomi iniziano entro 1-3 giorni e possono durare fino a una settimana.
  • Il Clostridium perfringens è un batterio che è più probabile che si manifesti quando gli alimenti sono preparati alla rinfusa, come nelle mense o nelle case di cura o per eventi di catering. La cottura uccide i batteri ma non le sue spore. Quindi il cibo ha lasciato il riscaldamento può far crescere nuovi germi. Puoi prenderlo da manzo, pollo o sugo. Potresti avere crampi e diarrea ma nessun altro sintomo. Si ammala entro 6-24 ore e di solito si sentono meglio in un paio di giorni.
  • Il Campylobacter proviene da pollame crudo, latte non pastorizzato e talvolta acqua. Potrebbero essere necessari 2-5 giorni per sviluppare sintomi che puoi notare. Ma dovresti sentirti meglio in altri 2-10 giorni. Non puoi passarlo a nessuno. Ma se è serio, potresti avere una diarrea sanguinolenta.

Altre cause gravi

Alcuni batteri causano meno casi di intossicazione alimentare, ma possono farti stare molto male. Possono persino causare la morte.

Loro includono:

  • E. coli Questo è il nome di un tipo di batterio trovato nell'intestino degli animali. È possibile ottenere questo da carne macinata cruda, latte non pastorizzato, germogli o qualsiasi cibo o liquido che ha avuto contatto con feci animali o liquami. Alcuni ceppi sono innocui. Altri possono farti star male.
  • La Listeria è un batterio insolito che può crescere a temperature fredde come nel frigorifero. Si trova in pesce affumicato, formaggi crudi (non pastorizzati), gelati, patè, hot dog e salumi. Le donne incinte e altre con un sistema immunitario indebolito, possono sentirsi male da infezioni più lievi da listeria in un giorno. Altre persone con una più grave infezione da listeria chiamata listeriosi potrebbero non mostrare i sintomi per una settimana o anche un paio di mesi. Oltre alla diarrea e al vomito, la listeria può causare sintomi insoliti, tra cui debolezza, confusione e torcicollo. Può anche essere mortale. Se hai il torcicollo con la febbre, potresti aver bisogno di antibiotici.

Se pensi di avere un avvelenamento da cibo, parla con il tuo medico.

fonti

FONTI:

Clinica Mayo: "Intossicazione alimentare", "Sintomi di intossicazione alimentare", "Intossicazione alimentare: cause".

UpToDate: "Educazione del paziente: intossicazione alimentare (malattia alimentare) (Oltre le basi)."

CDC: "Burden of Foodborne Illness: Findings", "Germi e malattie alimentari".

FDA: "Malattie alimentari: ciò che devi sapere."

Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti: "Malattie trasmesse dagli alimenti: ciò che i consumatori devono sapere", "I disturbi alimentari nascono in estate - Perché?" "Cooking for Groups: A Volunteer's Guide to Food Safety".

Foodsafety.gov: "Salmonella", "Clostridium perfringens", "Norovirus (Norwalk Virus)," "Campylobacter", "E. coli", "Listeria".

© 2017 WebMD, LLC. Tutti i diritti riservati.

Intossicazione alimentare: cosa sapere

Cibo bevanda
pane ammuffito e cibo su un tagliere
Marsan / Shutterstock

Mangiare accidentalmente un pezzo di cibo ammuffito può trasformare un "sguardo su di me mangiando avanzi come un adulto" in un momento di "merda che ho avvelenato da cibo" abbastanza rapidamente, ma consumare muffe è davvero così male per te?

La risposta breve è no, probabilmente non morirai mangiando muffa; lo digerirai come qualsiasi altro cibo, e finché avrai un sistema immunitario relativamente sano, il massimo che avrai sarà nausea o vomito a causa del gusto / idea di ciò che hai appena mangiato. Detto questo, questa roba è sicuramente non buono per te, e se sei allergico alla muffa, può portare a sintomi fastidiosi tra cui irritazione degli occhi, naso e gola.

Cosa c'è di più, anche se la muffa del pane comune non è particolarmente dannosa, lìsiamo alcune muffe pericolose là fuori che possono essere dannose per la salute. In effetti, alcuni di loro possono produrre sostanze velenose note come micotossine, le più nocive delle quali (aflatossina) possono provocare il cancro secondo l'USDA. Detto questo, la contaminazione tende a verificarsi più in alto rispetto alla tua cucina, soprattutto nelle colture di cereali e noci, quindi probabilmente la tua muffa casalinga non è correlata alle aflatossine.

Non puoi semplicemente ritagliare lo stampo dal tuo cibo?

Anche se potrebbe essere una tentazione di strappare semplicemente le parti ammuffite nell'interesse di non sprecare cibo (o denaro), non c'è alcuna garanzia che tu stia effettivamente rimuovendo l'intera infezione fungina facendo così. Le radici filiformi della muffa possono raggiungere in profondità il cibo in questione, quindi la semplice rimozione delle parti ovviamente brutte non lo farà. Meglio sbagliare dal punto di tagliare troppo o troppo poco, o meglio ancora, buttare via tutto. Per chiarire le cose, l'USDA ha una tabella sulla gestione del cibo che delinea quali alimenti possono essere potati in modo sicuro e quali dovrebbero essere semplicemente scartati.

Non tostare il tuo pane uccidere lo stampo?

No, in realtà, non necessariamente: anche se tecnicamente puoi uccidere la muffa esponendola a temperature elevate, probabilmente non raggiungerai quelle temperature senza bruciare la merda sempre viva del tuo pane - e anche allora, non è garantito che funzionasse . Inoltre, anche se non ti dispiace il sapore del pane carbonizzato, probabilmente avrai ancora un sapore persistente di muffa sul tuo toast. Perché non solo ottenere pane più fresco?

Che dire del formaggio ammuffito?

Alcuni formaggi (come il Gorgonzola) hanno colture di stampi appositamente aggiunte a loro, anche se questi specifici stampi non sono in realtà in grado di produrre micotossine. Accantonando quei formaggi intenzionalmente infetti, i diversi tipi di formaggio richiederanno una manipolazione diversa quando la muffa è presente: i formaggi ammuffiti duri e semi-morbidi possono essere tagliati senza preoccupazioni, ma i formaggi molli ammuffiti dovrebbero essere completamente rottamati.

Come puoi evitare che si formi la muffa?

Semplici passi per evitare la formazione di muffe includono la copertura sicura degli alimenti nel frigorifero (con involucro di plastica o contenitori), il consumo degli avanzi entro quattro giorni e l'assenza di cibo deperibile per più di due ore. Ma la cosa più importante è essere realistici su quanto cibo mangi durante la settimana: se vivi da solo, probabilmente lo seinon andando a finire un intero pezzo di pane prima che arrivi la muffa.

Video consigliato
Ora puoi ricevere twinkies artigianali consegnati alla tua porta di New York

Gianni Jaccoma è un editore di Thrillist e ha mangiato molto pane ammuffito ai suoi tempi. Seguilo su Twitter @gjaccoma