Guida agli oli da cucina | Care2 Vivere sano

Di Lauren Howland, Planet Green

Qual è l'olio più sano con cui cucinare?

Quasi tutti usano l'olio in qualche tipo di pasto. Sebbene ci sia una varietà di tipi tra cui scegliere, a seconda del cibo e del sapore del piatto, la maggior parte degli oli può avere un lato grasso aggiuntivo e non sono necessariamente salutari per il tuo corpo. Inoltre, a causa del fatto che ogni olio ha una diversa temperatura di affumicatura, per raccogliere i benefici alcuni olii vengono utilizzati al meglio nelle insalate. Di seguito sono riportati un elenco di oli popolari e quelli da cui dovresti stare lontano.

Olio di colza: questo olio è prodotto con semi di colza geneticamente modificata. Inizialmente progettato per l'uso di routine di erbicidi durante la produzione, il Canola generalmente non sarà etichettato come organico. L'alto livello di grassi monoinsaturi presenti nella sua base aiuta a ridurre il colesterolo LDL "insalubre" e aumenta invece il colesterolo HDL "sano".

Olio d'oliva: spremendo meccanicamente le olive questo olio viene prodotto in grandi quantità. Come l'olio di canola, l'olio d'oliva è ricco di acidi grassi monoinsaturi (il più alto di tutti gli oli). Offre una grande protezione contro le malattie cardiache aumentando il colesterolo HDL. L'olio d'oliva funziona anche come cura premeditata per il trattamento della formazione di calcoli biliari. Attiva la secrezione di ormoni della bile e del pancreas, a volte meglio dei farmaci prescritti. NOTA: l'olio d'oliva non deve essere usato per cucinare perché ha una bassa temperatura di affumicatura, il che significa che può alterare il sapore del cibo.

Olio d'oliva vergine: questo olio è estremamente simile all'olio d'oliva normale, tranne per il fatto che viene prodotto (di solito) senza alcuna trasformazione chimica. Con esso arrivano potenti antiossidanti chiamati polifenoli. Gli antiossidanti presenti in natura assorbono i radicali liberi prima che possano ossidarsi, il che impedisce l'effetto dannoso del colesterolo LDL alle arterie.

Olio di mais: ottenuto da gambi di mais pressati meccanicamente, l'olio di mais è uno degli oli più economici da acquistare e uno dei peggiori per il corpo e per l'ambiente. L'olio di mais è ricco di acidi grassi omega-6, che aumentano il rischio di cancro al seno nelle donne e il cancro alla prostata negli uomini.

Olio di cartamo: questo olio è relativamente neutro nel sapore e ha un alto punto di fumo, che lo rende un buon olio per il sauté.

Olio di arachidi: purtroppo molte marche sono lavorate chimicamente, ma se sei interessato, i marchi pressati con l'espulsore possono essere trovati nei negozi specializzati e online. L'alto punto di fumo lo rende ideale per friggere e il gusto di nocciola lascia un sapore delicato in molti piatti. L'olio di arachidi è anche ricco di grassi monoinsaturi come l'olio d'oliva.

Olio di sesamo: questo olio è ricco di grassi polinsaturi e vitamina E. Sebbene sia usato principalmente per cucinare, può anche essere usato per la cura della pelle e dei capelli. L'olio di sesamo contiene anche due potenti antiossidanti, sesamolo e sesamina.

Olio di avocado: questo olio dal sapore leggero può essere utilizzato a temperature elevate e ha un'alta quantità di grassi insaturi. Se non hai ancora provato a cucinare, concediti il ​​piacere.

Olio di vinaccioli: è ricco di mono e polinsaturi, ma può essere usato come sostituto dell'olio d'oliva.

Olio di semi di girasole: questo olio dal sapore delicato è ricco di vitamina E. Ha una temperatura del calore più bassa, quindi non dovrebbe essere usato per il soffritto.

Ghee: questa graffetta indiana è utilizzata in molti piatti e rappresenta un'ottima alternativa agli altri oli. Il burro chiarificato è una meravigliosa fonte di beta-carotene e vitamine A, D, E e K.

Olio di cocco: le persone tendono a delirare i benefici dell'olio di cocco e per una buona ragione. Stimolando la ghiandola tiroidea, l'olio aiuta a ridurre il colesterolo, rendendolo essenziale per prevenire le malattie e rallentare il modo in cui il nostro corpo invecchia. Per lo stesso motivo, gli studi dimostrano che l'olio di cocco può aiutare anche con la perdita di peso. L'olio di cocco contiene inoltre circa il 40% di acido laurico, lo stesso acido che si trova nel latte materno. Il corpo umano prende questo acido e lo converte in una sostanza che combatte le infezioni batteriche e virali nei neonati e può anche aiutare a rafforzare il sistema immunitario negli adulti. Per non parlare di questo rende anche un ottimo balsamo per i tuoi capelli!

Qual è il tuo olio preferito con cui cucinare? Hai qualche buona ricetta? Lasciali nella nostra sezione commenti.

Relazionato:
6 usi sani per l'olio di cocco
Rischio di malattie cardiache ridotto da olio d'oliva e verdi
Guida a 19 zuccheri e dolcificanti

4.2
5
13
4
4
3
1
2
3
1
1