Grassi polinsaturi

Salta alla navigazione Salta alla ricerca

I grassi polinsaturi sono grassi nei quali la catena idrocarburica costituente possiede due o più doppi legami carbonio-carbonio.[1][2] Il grasso polinsaturo si trova principalmente nelle noci, nei semi, nei pesci, negli oli di semi e nelle ostriche.[1] "Insaturo" si riferisce al fatto che le molecole contengono meno della quantità massima di idrogeno (se non ci fossero doppi legami). Questi materiali esistono come cis o trans isomeri dipendenti dalla geometria del doppio legame.

I grassi saturi hanno catene di idrocarburi che possono essere più facilmente allineati. Le catene di idrocarburi nei grassi trans si allineano più facilmente di quelle dei grassi cis, ma meno bene di quelle dei grassi saturi. In generale, ciò significa che i punti di fusione dei grassi aumentano da cis a trans insaturo e quindi a saturi. Vedi la sezione sulla struttura chimica dei grassi per maggiori informazioni.

Struttura chimica dell'acido linoleico grasso polinsaturo.
Rappresentazione 3D dell'acido linoleico in una conformazione curva.
Struttura chimica dell'acido alfa-linolenico (ALA), un acido grasso omega-3 essenziale.

La posizione dei doppi legami carbonio-carbonio nelle catene di acido carbossilico nei grassi è indicata con lettere greche.[1] L'atomo di carbonio più vicino al gruppo carbossilico è il alfa carbonio, il prossimo carbonio è il beta carbonio e così via. Negli acidi grassi l'atomo di carbonio del gruppo metilico all'estremità della catena idrocarburica è chiamato omega carbonio perché omega è l'ultima lettera dell'alfabeto greco. Gli acidi grassi omega-3 hanno un doppio legame a tre atomi di carbonio dal metil-carbonio, mentre gli acidi grassi omega-6 hanno un doppio legame a sei atomi di carbonio dal metil-carbonio. L'illustrazione seguente mostra l'acido grasso omega-6, l'acido linoleico.

Mentre è il nutritivo aspetti dei grassi polinsaturi che sono generalmente di maggiore interesse, questi materiali hanno anche applicazioni non alimentari. Gli olii essiccanti, che polimerizzano con l'esposizione all'ossigeno per formare pellicole solide, sono grassi polinsaturi. I più comuni sono olio di semi di lino (semi di lino), olio di tung, olio di semi di papavero, olio di perilla e olio di noci. Questi oli sono usati per fare pitture e vernici.

Salute

Benefici potenziali

Nella ricerca preliminare, gli acidi grassi omega-3 in olio di alghe, olio di pesce, pesce e frutti di mare hanno dimostrato di ridurre il rischio di attacchi di cuore.[3] Altre ricerche preliminari indicano che gli acidi grassi omega-6 presenti nell'olio di girasole e in olio di cartamo possono anche ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.[4]

Tra gli acidi grassi omega-3, né le forme a catena lunga né a catena corta erano coerentemente associate al rischio di cancro al seno. Alti livelli di acido docosaesaenoico (DHA), tuttavia, l'acido grasso polinsaturo omega-3 più abbondante nelle membrane di eritrociti (globuli rossi), erano associati a un ridotto rischio di cancro al seno.[5] Il DHA ottenuto attraverso il consumo di acidi grassi polinsaturi è positivamente associato alle prestazioni cognitive e comportamentali.[6] Inoltre, il DHA è vitale per la struttura della materia grigia del cervello umano, così come per la stimolazione della retina e la neurotrasmissione.[1]

L'assunzione dietetica di acidi grassi polinsaturi è in fase di ricerca preliminare per valutare il rischio di sviluppare la sclerosi laterale amiotrofica (malattia dei motoneuroni).[7][8]

L'importanza del rapporto degli acidi grassi essenziali omega-6 / omega-3 come stabilito da studi comparativi mostra un rapporto omega-6: omega-3 inferiore a 4: 1 può influenzare la salute.[9]

Contrariamente ai consigli convenzionali, una valutazione delle prove del 1966-1973 relative all'impatto sulla salute della sostituzione del grasso saturo con acido linoleico nella dieta ha rilevato che i partecipanti al gruppo che lo facevano avevano è aumentato tassi di morte per tutte le cause, malattia coronarica e malattie cardiovascolari.[10] Sebbene questa valutazione sia stata contestata da molti scienziati,[11] ha alimentato il dibattito sulla consulenza alimentare a livello mondiale per sostituire i grassi polinsaturi con grassi saturi.[12]

Gravidanza

La supplementazione di grassi polinsaturi non diminuisce l'incidenza di disturbi legati alla gravidanza, come l'ipertensione o la preeclampsia, ma può aumentare leggermente la durata della gestazione e ridurre l'incidenza delle nascite premature precoci.[1]

I panel di esperti negli Stati Uniti e in Europa raccomandano che le donne in gravidanza e in allattamento consumino quantità maggiori di grassi polinsaturi rispetto alla popolazione generale per migliorare lo stato di DHA del feto e del neonato.[1]

Cancro

I risultati degli studi clinici osservazionali sull'assunzione di grassi polinsaturi e sul cancro sono stati incoerenti e variano in base a numerosi fattori di incidenza del cancro, tra cui il genere e il rischio genetico.[3] Alcuni studi hanno mostrato associazioni tra assunzione più alta e / o livelli di omega-3 di grassi polinsaturi e un rischio ridotto di alcuni tipi di cancro, tra cui il cancro al seno e al colon-retto, mentre altri studi non hanno trovato alcuna associazione con il rischio di cancro.[3][13]

Fonti di cibo

Le fonti alimentari di grassi polinsaturi includono:[1][14]

Fonte di cibo (100g) Grasso polinsaturo (g)
Noci 47
Olio di Canola 34
Semi di girasole 33
Semi di sesamo 26
Semi di Chia 23.7
Arachidi non salate 16
Burro di arachidi 14.2
Olio di avocado 13.5 [15]
Olio d'oliva 11
Olio di cartamo 12.82[16]
Alga marina 11
sardine 5
Germogli di soia 7
tonno 14
Salmone selvatico 17.3
Grano integrale 9.7

Riferimenti

  1. ^ a b c d e f g "Acidi grassi essenziali". Micronutrient Information Center, Oregon State University, Corvallis, OR. Maggio 2014. Estratto 24 maggio 2017.
  2. ^ "Acidi grassi omega-3, olio di pesce, acido alfa-linolenico". Mayo Clinic. 2017. Estratto 24 maggio 2017.
  3. ^ a b c "Acidi grassi Omega-3 e salute: scheda informativa per professionisti della salute".US National Institutes of Health, Ufficio dei supplementi dietetici. 2 novembre 2016. Estratto 5 aprile 2017.
  4. ^ Willett, Walter C (settembre 2007). "Il ruolo degli acidi grassi dietetici n-6 nella prevenzione delle malattie cardiovascolari". Journal of Cardiovascular Medicine. 8: S42-5. doi: 10,2459 / 01.JCM.0000289275.72556.13. PMID 17876199.
  5. ^ Pala, V .; Krogh, V; Muti, P; Chajès, V; Riboli, E; Micheli, A; Saadaziano, M; Sieri, S; Berrino, F (luglio 2001). "Acidi grassi della membrana eritrocitaria e successivo tumore al seno: uno studio prospettico italiano". Ufficiale del National Cancer Institute. 93 (14): 1088-95. doi: 10.1093 / JNCI / 93.14.1088. PMID 11459870.
  6. ^ Van De Rest, O .; Geleijnse, J. M .; Kok, F. J .; Van Staveren, W. A .; Dullemeijer, C .; Olderikkert, M.G.M .; Beekman, A. T.F .; De Groot, C. P.G.M. (Agosto 2008). "Effetti dell'olio di pesce sulle prestazioni cognitive nei soggetti più anziani". Neurologia. 71 (6): 430-38. doi: 10,1212 / 01.wnl.0000324268.45138.86. PMID 18678826.
  7. ^ Veldink, J H; Kalmijn, S; Groeneveld, G-J; Wunderink, W; Koster, A; De Vries, J H M; Van Der Luyt, J; Wokke, J H J; Van Den Berg, L H (aprile 2007). "L'assunzione di acidi grassi polinsaturi e vitamina E riduce il rischio di sviluppare la sclerosi laterale amiotrofica". Journal of Neurology, Neurosurgery, and Psychiatry. 78 (4): 367-71. doi: 10.1136 / jnnp.2005.083378. PMC 2077791 Liberamente accessibile. PMID 16648143.
  8. ^ Okamoto, Kazushi; Kihira, Tameko; Kondo, Tomoyoshi; Kobashi, Gen; Washio, Masakazu; Sasaki, Satoshi; Yokoyama, Tetsuji; Miyake, Yoshihiro; et al. (Ottobre 2007). "Stato nutrizionale e rischio di sclerosi laterale amiotrofica in Giappone". Sclerosi laterale amiotrofica. 8 (5): 300-4. doi: 10,1080 / 17482960701472249. PMID 17852010.
  9. ^ Simopoulos (ottobre 2002). "L'importanza del rapporto tra acidi grassi essenziali omega-6 / omega-3". L'importanza del rapporto tra acidi grassi essenziali omega-6 / omega-3. Istituto Nazionale della Salute. 56 (8): 365-79. doi: 10.1016 / S0753-3322 (02) 00.253-6. PMID 12442909.
  10. ^ Ramsden, C; Zamora, D; Leelarthaepin, B; Majchrzak-Hong, S; Faurot, K; Suchindran, C; Ringel, A; Davis, J; Hibbeln, J (febbraio 2013). "Uso di acido linoleico alimentare per la prevenzione secondaria della cardiopatia coronarica e morte: valutazione dei dati recuperati dallo studio del cuore della dieta di Sydney e metanalisi aggiornata". Gruppo BMJ. 346: e8707. doi: 10.1136 / bmj.e8707. PMC 4688426 Liberamente accessibile. PMID 23386268.
  11. ^ Intervista: Walter Willett (2017). "Rassegna della ricerca: vecchi dati sui grassi alimentari nel contesto delle raccomandazioni attuali: commenti su Ramsden ed altri nel British Medical Journal". TH Chan School of Public Health, Università di Harvard, Boston. Estratto 24 maggio 2017.
  12. ^ Weylandt, K. H .; Serini, S; Chen, Y. Q .; Su, H. M .; Lim, K; Cittadini, A; Calviello, G (2015). "Acidi grassi polinsaturi Omega-3: la via da seguire in tempi di prove miste". BioMed Research International. 2015: 143109. doi: 10.1155 / 2015/143109. PMC 4537707 Liberamente accessibile. PMID 26301240.
  13. ^ Patterson, R. E .; Flatt, S. W .; Newman, V. A .; Natarajan, L; Rock, C. L .; Thomson, C. A .; Caan, B. J .; Parker, B. A .; Pierce, J. P. (2010). "L'assunzione di acido grasso marino è associata alla prognosi del cancro al seno". Journal of Nutrition. 141 (2): 201-206. doi: 10,3945 / jn.110.128777. PMC 3021439 Liberamente accessibile. PMID 21178081.
  14. ^ "Database nazionale dei nutrienti per riferimento standard, versione 23". Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti, servizio di ricerca agricola. 2011.
  15. ^ http://nutritiondata.self.com/facts/fats-and-oils/620/2
  16. ^ "Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti - National Nutrient Database". 8 settembre 2015.
  17. ^ a b c d e Anderson. "Composizione di acidi grassi di grassi e oli" (PDF). UCCS. Estratto 8 aprile 2017.
  18. ^ "Pagina iniziale del database delle composizioni alimentari NDL / FNIC". Nal.usda.gov. Estratto 21 maggio 2013.
  19. ^ USDA → Rapporto di base: 04042, olio, arachidi, insalata o cucina Estratto il 16 gennaio 2015
  20. ^ nutritiondata.com → Olio, cartamo vegetale, oleico Retrieved il 10 aprile 2017
  21. ^ nutritiondata.com → Olio, cartamo vegetale, linoleico Estratto il 10 aprile 2017
  22. ^ nutritiondata.com → Olio, verdura, girasole Estratto il 27 settembre 2010
  23. ^ Rapporto base USDA Crema fluida, pesante
  24. ^ "Nutrizione e salute". The Goose Fat Information Service.
  25. ^ nutritiondata.com → Uovo, tuorlo, crudo, fresco Estratto il 24 agosto 2009
  26. ^ "09038, Avocado, crudo, California". Database di sostanze nutritive nazionali per riferimento standard, versione 26. Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti, servizio di ricerca agricola. Estratto 14 agosto 2014.
  27. ^ "Scuola di Feinberg> Nutrizione> Scheda informativa nutrizionale: lipidi". Northwestern University. Archiviato dall'originale in data 2011-07-20.
  • v
  • t
  • e
Tipi di lipidi
Generale
  • Saturazione: Grassi saturi
  • Grassi insaturi
  • Grasso monoinsaturo
  • Grassi polinsaturi
  • Acido grasso essenziale
  • Altro: Grasso
  • Olio
Geometria
  • Grasso trans
  • Acido grasso omega-3
  • Acido grasso Omega-6
  • Acido grasso Omega-9
eicosanoidi
  • Acido arachidonico
  • Le prostaglandine
  • prostaciclina
  • trombossano
  • leucotrieni
Acidi grassi
  • Acido caprilico
  • Acido caprico
  • Acido laurico
  • Acido miristico
  • Acido palmitico
  • Acido stearico
  • Acido arachidico
  • Acido behenico
  • Acido lignocerico
gliceridi
  • monogliceride
  • digliceridi
  • trigliceridi
    • trieptanoato di glicerina
    • trimiristina
    • tripalmitina
    • tristearin
    • trilinoleina
    • triolein
I fosfolipidi
  • fosfatidilserina
  • phosphatidylinositol
  • Fosfatidil etanolamina
  • Cardiolipin
  • dipalmitoilfosfatidilcolina
sfingolipidi
  • ceramide
steroidi
  • Colesterolo
  • I corticosteroidi
  • Steroidi sessuali
  • secosteroids
Estratto da "https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Polyunsaturated_fat&oldid=847336154"
4.6
5
15
4
1
3
1
2
3
1
1