Fatboy Slim

Ha iniziato in un gruppo chiamato "Disque Attack" come batterista, che era molto una nuova rock band. A 18 anni, Cook andò all'università per studiare gli studi britannici. Durante questo periodo ha iniziato a fare il DJ nella scena dei club di Brighton.

Ha avuto il suo primo successo da solista nel 1989, intitolato "Blame It on the Bassline", che ha caratterizzato il futuro membro di Beats International, MC Wildski. Ha raggiunto il 29 nel Regno Unito Singles Chart.

Nel 1996, Cook ha assunto per la prima volta il personaggio Fatboy Slim. Il suo primo album come Fatboy Slim e il secondo album da solista si chiamava "Better living Through Chemistry", pubblicato con Skint Records. Ha avuto il singolo di successo Top 40 UK "Everybody Needs a 303".

Nel 2000 ha pubblicato il suo terzo album in studio dal titolo "Halfway Between the Gutter and the Stars", che è diventato anche un video vincitore di premi. L'anno seguente Fatboy Slim ha vinto sei premi per "Weapon of Choice", che è stato il maggior numero di premi vinti durante la cerimonia di quell'anno.

Cook ha anche prodotto il singolo "Mama Do the Hump" per Rizzle Kicks, che è arrivato al secondo posto nelle classifiche. Ha anche raggiunto il numero 3 nelle classifiche del Regno Unito con il suo singolo "Eat, Sleep, Rave, Repeat" nel 2013. Nello stesso anno si è esibito in uno dei concerti all'aperto di Brighton Beach, davanti a oltre 250.000 persone.

Il 6 marzo 2013, Fatboy Slim si è esibito per la prima volta alla House of Commons a Londra, in aiuto alla Last Life, una DJ salvata dalla mia vita. E a maggio 2014 ha suonato nell'Essex al We Are FSTVL, suonando per quasi due ore, il più grande atto dell'evento.

Cook è stato anche premiato con una stella nella versione della Walk of Fame della City of Brighton insieme a Winston Churchill.

Leggi di più

Fatboy Slim

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
"Norman Cook" reindirizza qui. Per il politico canadese, vedi Norman E. Cook.

Fatboy Slim
Fatboy Slim nel 2004
Informazioni di base
Nome di nascita Quentin Leo Cook
Conosciuto anche come Norman Cook
Vedi alias
Nato 31 luglio 1963
Bromley, Kent, Inghilterra
generi
  • Big beat
  • electronica
  • casa acida
  • trip hop
  • nu-funk
  • rock alternativo (con i Housemartin)
Professione (s)
  • DJ
  • musicista
  • produttore discografico
  • polistrumentista
strumenti
  • giradischi
  • sintetizzatori
  • tastiere
  • chitarra
  • basso
  • batteria
  • campioni
  • batteria
anni attivi 1979-presente
etichette
  • skint
  • Astralwerks
  • Fritto del sud
Atti associati
  • The Housemartins
  • Beats International
  • Freak Power
  • Pizzaman
  • L'autorità portuale di Brighton
  • Bootsy Collins
  • Lateef the Truthspeaker
  • Macy Gray
  • Ashley Slater
  • Damon Albarn
  • David Byrne
  • Beardyman
  • Riva Starr
Residenza Hove, East Sussex
Sposo (s) Zoë Ball (m. 1999; separati 2016)
Bambini 2
Sito web fatboyslim.net

Norman Quentin Cook[1] (nato Quentin Leo Cook, 31 luglio 1963),[2][3] noto anche come Fatboy Slim, è un DJ inglese, musicista e produttore discografico.[4] I suoi dischi hanno contribuito a diffondere il genere del big beat negli anni '90.

Negli anni '80, Cook è stato il bassista della band indie rock degli Housemartins, con sede a Hull, che ha ottenuto un singolo numero uno nel Regno Unito con la copertina a "Caravan of Love". Dopo la divisione degli Housemartin, Cook ha formato la band elettronica Beats International a Brighton, che ha prodotto il singolo numero uno "Dub Be Good to Me". Cook ha partecipato ad atti come Freak Power, Pizzaman e Mighty Dub Katz per moderare il successo.

Nel 1996, Cook adottò il nome di Fatboy Slim e lo pubblicò Una migliore vita attraverso la chimica con il consenso della critica Album di follow-up Hai fatto una lunga strada, piccola, A metà strada tra la grondaia e le stelle, e Palookaville, così come singoli come "The Rockafeller Skank", "Praise You", "Right Here, Right Now", "Weapon of Choice" e "Wonderful Night", hanno raggiunto un successo commerciale e critico.

Nel 2008, Cook ha formato l'Autorità Portuale di Brighton con David Byrne.[5] Cook è stato responsabile di remix di successo per Cornershop, Beastie Boys, A Tribe Called Quest, Groove Armada e Wildchild. Nel 2010, in collaborazione con Byrne, ha pubblicato il concept album Qui c'è amore. L'album è stato messo in scena in un musical e in prima assoluta off-Broadway nel 2013 ed è stato presentato per la prima volta nel Regno Unito al Royal National Theatre nel 2014. Nel 2017, il musical si svolge negli Stati Uniti attraverso il Seattle Repertory Theatre.

Cook detiene il Guinness World Record per i migliori 40 successi con nomi diversi. Come atto solista, ha vinto dieci MTV Video Music Awards e due Brit Awards.

Vita e carriera

1963-1984: inizio della carriera e inizi di carriera

Button Badge creato da Cook (circa 1979) per la sua band Disque Attack in cui suonava la batteria e per il quale è stato in seguito il ruolo di vocalist.

Quentin Leo Cook è nato a Bromley, cresciuto a Reigate, nel Surrey, in Inghilterra, e ha studiato alla Reigate Grammar School. Ha suonato la batteria in Disque Attack, una rock band influenzata dalla new wave britannica. Quando il frontman Charlie Alcock fu informato dai suoi genitori che doveva rinunciare alla band per concentrarsi sui suoi livelli di O, Cook prese il posto di vocalist. A The Railway Tavern a Reigate, Cook incontrò Paul Heaton, con il quale formò i Stambing Pondfrogs.

A 18 anni, Cook andò al Brighton Polytechnic per leggere un B.A. in inglese, politica e sociologia, dove ha conseguito un 2: 1 nel corso degli onori degli studi britannici. Anche se aveva iniziato a fare i DJ alcuni anni prima, in quel periodo iniziò a sviluppare le sue abilità nella vivace scena dei club di Brighton, apparendo regolarmente alla Brighton Belle e al Basement degli studenti, dove noto come DJ Quentox, iniziò a posare la base per la scena hip hop di Brighton.

1985-1995: The Housemartins per The Mighty Dub Katz

Nel 1985, l'amico di Cook Paul Heaton aveva formato un gruppo di chitarre chiamato The Housemartins. Il loro bassista è partito alla vigilia del loro primo tour nazionale, quindi Cook ha accettato di trasferirsi a Hull per unirsi a loro. La band presto ha avuto un singolo di successo con "Happy Hour", e i loro due album, Londra 0 Scafo 4 e Le persone che sorridevano a morte, ha raggiunto il picco nella Top 10 della classifica degli album nel Regno Unito.[6] Raggiunsero anche il numero uno poco prima di Natale del 1986 con una versione di "Caravan of Love", originariamente un successo l'anno prima per Isley-Jasper-Isley.[6] Tuttavia, nel 1988 si erano separati. Heaton e il batterista della band Dave Hemingway hanno continuato a formare The Beautiful South, mentre Cook è tornato a Brighton per dedicarsi al suo stile musicale preferito. Fu in quel periodo che iniziò a lavorare con il giovane ingegnere di studio Simon Thornton, con il quale continua a registrare dischi. Tutti i dischi di Cook pubblicati da quel momento in poi hanno coinvolto entrambi in vari gradi (Thornton è accreditato nel 2004 come "Produttore esecutivo", per esempio).

Cook ha ottenuto il suo primo successo da solista nel 1989, con il suo futuro membro di Beats International, MC Wildski, chiamato "Blame It on the Bassline". Accreditato su "Norman Cook feat. MC Wildski", la canzone ha seguito il modello base di ciò che sarebbe venuto nello stile della musica di Beats International. Divenne un successo modesto nel Regno Unito Singles Chart, raggiungendo il numero 29.

Cook ha fondato la Beats International, una confederata confederata di musicisti da studio tra cui i vocalist Lindy Layton e Lester Noel, i rapper D.J.Baptiste e MC Wildski, e il tastierista Andy Boucher. Il loro primo album, Lasciateli mangiare Bingo, incluso il singolo numero uno "Dub Be Good to Me", che ha causato una disputa legale intorno alle accuse di violazione del copyright attraverso l'uso liberale di campioni non autorizzati: la linea di basso era una nota da "The Guns of Brixton" "di The Clash e i testi presi in prestito pesantemente da" Just Be Good to Me "di The SOS Gruppo musicale. Questo ha mandato in bancarotta Cook mentre perdeva la causa e gli è stato ordinato di rimborsare il doppio delle royalties fatte sul disco. L'album di follow-up del 1991 Escursione sulla versione, un'esplorazione della musica dub e reggae, non è riuscito a ripetere il successo del suo predecessore, in quanto non ha tracciato il grafico.

Cook quindi formò Freak Power con il suonatore di corno Ashley Slater e il cantante Jesse Graham. Hanno pubblicato il loro album di debutto Drive-Thru Booty nel 1994, che conteneva il singolo "Accendi, sintonizza, tira fuori". Il taglio è stato raccolto dalla società di Levi per l'utilizzo in una campagna pubblicitaria multimilionaria. Nel 1996, Cook rientra in Freak Power per il loro secondo album, Più di tutto per tutti.

Cook si è avvalso del supporto degli amici produttori Tim Jeffery e JC Reid per creare un album di musica house come Pizzaman. Il 1995 Pizzamania l'album ha generato tre hit della Top 40 britannici: "Trippin 'on Sunshine", "Sex on the Streets" e "Happiness". "Happiness" è stato raccolto dalla società Del Monte Foods per l'utilizzo in una pubblicità di succo di frutta nel Regno Unito. I video musicali per i tre singoli sono stati tutti diretti da Michael Dominic.

Cook formò anche il gruppo The Mighty Dub Katz insieme a Gareth Hansome (aka GMoney), ex coinquilino di Cook. Insieme hanno iniziato il Boutique Nightclub a Brighton, precedentemente noto come il Big Beat Boutique. La loro canzone più grande insieme è stata "Magic Carpet Ride".

1996-2008: Fatboy Slim

Cook si esibisce al primo "Beach Party" a Portrush, nel 2006.

Cook ha adottato lo pseudonimo di Fatboy Slim nel 1996. Cook dice del nome: "Non significa niente, ho raccontato così tante menzogne ​​nel corso degli anni a riguardo, non posso davvero ricordare la verità, è solo un ossimoro ... una parola che non può esistere, mi sta bene, è piuttosto stupida e ironica ".[7]

L'album di Fatboy Slim e il secondo album da solista di Cook, Una migliore vita attraverso la chimica (pubblicato da Skint Records), conteneva la hit della Top 40 UK "Everybody Needs a 303". Il prossimo lavoro di Fatboy Slim è stato il singolo "The Rockafeller Skank", pubblicato prima dell'album Hai fatto una lunga strada, piccola, entrambi sono stati rilasciati nel 1998. "Praise You", anche da questo album, è stato il primo numero uno in assoluto nel Regno Unito di Cook. Il suo video musicale, con Spike Jonze, ha vinto numerosi premi.[8] Il 9 settembre 1999, ha suonato "Praise You" agli MTV Video Music Awards del 1999 a New York City, e ha vinto tre premi, incluso il premio per Breakthrough Video.[9]

Nel 2000, Fatboy Slim pubblicò il suo terzo album in studio, A metà strada tra la grondaia e le stellee ha collaborato con Macy Gray e "Weapon of Choice", che è stato anche trasformato in un video musicale premiato, con Christopher Walken.[10] L'album includeva anche "Sunset (Bird of Prey)", il cui video socialmente significativo campeggiava la pubblicità della campagna "Daisy Girl" del 1964. Al MTV Video Music Awards del 2001 a New York, Fatboy Slim ha vinto sei premi per "Weapon of Choice", il maggior numero di premi alla cerimonia.[11][12]

Nel 2003 ha prodotto Crazy Beat e Gene di Gene dall'album Blur Pensa a Tanke nel 2004, Palookaville è stato il primo album in studio di Cook per quattro anni.

Il più grande album di Fatboy Slim, Perché provare più difficile, è stato rilasciato il 19 giugno 2006. Comprende diciotto brani, tra cui dieci Top 40 singoli, un paio di numeri uno e due nuovi brani esclusivi: "Champion Sound" e "That Old Pair of Jeans".

Nel 2006, Cook viaggiò a Cuba, e scrisse e produsse due originali tracce crossover cubane per l'album The Revolution presenta: Revolution, che è stato rilasciato da Studio! K7 e Rapster Records nel 2009. Le tracce erano chiamate "Shelter" (che comprendeva il collaboratore a lungo termine Lateef); e "Siente Mi Ritmo", con il miglior gruppo vocale femminile di Cuba, Sexto Sentido. Le registrazioni si sono svolte nei leggendari EGREM Studios di Cuba, sede del Buena Vista Social Club, e hanno visto la partecipazione di una band composta da giovani musicisti di punta di Cuba, tra cui Harold Lopez Nussa. Un'altra traccia registrata durante queste sessioni intitolata "Guaguanco" è stata pubblicata separatamente sotto il soprannome di Mighty Dub Katz nel 2006.

2008-2012: Autorità Portuale di Brighton

The Brighton Port Authority ha debuttato nel 2008 con una collaborazione con David Byrne e Dizzee Rascal intitolata "Toe Jam", insieme a un video musicale con ballerini nudi con barre di censura su di loro, facendo foto e parole con loro.

L'album della colonna sonora per la serie TV Heroes include anche la canzone di The Brighton Port Authority "He's Frank (Slight Return)" (cover di una canzone di The Monochrome Set), con Iggy Pop come cantante. Il video di questo brano presenta un pupazzo di Iggy Pop, quasi a grandezza naturale. Una versione alternativa del club è stata rilasciata sotto il titolo "He's Frank (Washing Up)" con il video che mostra alcuni filmati di recitazione e testi di Iggy Pop.

L'album di debutto della band, Penso che avremo bisogno di una barca più grande, è il primo ad essere coprodotto dall'ingegnere di lunga data di Cook Simon Thornton, che canta anche su una traccia. L'album è stato rilasciato il 6 gennaio 2009 esclusivamente su Amazon.com su CD, con il formato scaricabile e altri negozi in programma per un mese dopo il 3 febbraio.

Cook ha pubblicato un album mix nel 2010, intitolato La leggenda ritorna come album covermount nel numero di giugno 2010 di Mixmag. Cook è tornato nei panni di Fatboy Slim durante l'esibizione al Ultra Music Festival di Miami nel marzo 2012.

Il 12 agosto 2012 si è esibito alla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi estive 2012 e il 1 ° settembre Cook si è esibito al Brighton Pride.[13]

2013-presente: il ritorno di Fatboy Slim

Cook si esibisce al Glastonbury Festival 2013.

Il 20 giugno 2013, Cook ha pubblicato il suo primo singolo di Fatboy Slim in sette anni; "Mangia, dormi, balla, ripeti" con Riva Starr e Beardyman. Sostenuto da un remix del dj scozzese Calvin Harris, la canzone è arrivata in cima alla classifica della danza britannica quell'anno.

Nel 2015, Cook ha rilasciato un'edizione del 15 ° anniversario di A metà strada tra la grondaia e le stelle. Questo è stato supportato con il rilascio di vari remix.

Nel 2017, Fatboy Slim è tornato con il suo singolo "Where U Iz", pubblicato il 3 marzo dello stesso anno.[14] Più tardi, quell'anno, ha pubblicato un'altra collaborazione con Beardyman intitolata "Boom F ** king Boom".[15]

Nel 2018, un album di remix di artisti australiani; dei precedenti lavori di Cook è stato rilasciato, intitolato Fatboy Slim vs. Australia.[16]

Altri lavori

Cook ha prodotto il singolo "Mama Do the Hump" del gruppo Brighton Rizzle Kicks, pubblicato a dicembre 2011, che ha raggiunto il punto 2 nelle classifiche.

Cook è stato responsabile di remix di successo per Cornershop, Beastie Boys, A Tribe Called Quest e Wildchild. Nel 2008, ha fatto un remix della traccia "Amazonas" per l'associazione benefica Bottletop.[17]

Cook ha anche ottenuto un successo numero 3 con "Eat, Sleep, Rave, Repeat", nell'ottobre 2013. È stato aiutato da un remix di Calvin Harris, e Beardyman fornisce la voce.

Nel maggio 2015, Cook ha compilato La collezione Fatboy Slim, un album di canzoni usate in tutti i suoi set nel corso degli anni.

Prestazioni

13 luglio 2002. La Big Beach Boutique II, dove oltre 250.000 persone hanno visto recitare dal vivo Fatboy Slim.
Fatboy Slim suona dal vivo a Città del Messico, 2017.

Il 13 luglio 2002, Fatboy Slim ha eseguito il secondo dei suoi concerti gratuiti all'aperto a Brighton Beach, a Brighton, con il nome di Big Beach Boutique II. Sebbene gli organizzatori si aspettassero una folla di circa 60.000 persone, l'evento ha attirato invece circa 250.000 persone che hanno stipato il lungomare e la spiaggia tra i moli di Brighton. La polizia locale ha costretto l'evento a finire presto tra preoccupazioni per la sicurezza, sovraffollamento e un decesso.[18]

Dopo che la musica ebbe finito e la folla cominciò a dissiparsi, c'era un'enorme congestione del traffico in tutta l'area di Brighton, con molti catturati nel traffico fino alla mattina.[19]

Nel giugno del 2005, Fatboy Slim ha riempito lo slot del titolo di venerdì notte sull'Altra scena al Glastonbury Festival.[20] Nel 2006, Fatboy Slim ha riempito lo slot del sabato al Global Gathering festival al Long Marston Airfield nelle Midlands inglesi. Ha suonato un set di due ore, apparendo di fronte a un palcoscenico visivo composto da schermi video e illuminazione 3D. Un spettacolo di fuochi d'artificio ha completato lo spettacolo.[21] Dopo essere stato bandito dalla polizia dal suonare a Brighton dal 2002, Fatboy Slim è stato autorizzato nel 2006 a giocare nuovamente nella sua città natale. Il 1 ° gennaio 2007, ha suonato ad un pubblico di oltre 20.000 fan lungo il lungomare di Brighton. I biglietti per l'evento, intitolato "Fatboy Slim's Big Beach Boutique 3", sono stati resi disponibili solo per le persone con un codice postale BN residenti. Il concerto è stato considerato uno straordinario successo dalla polizia del Sussex, da Fatboy Slim e dalla folla.[22] The Cuban Brothers e David Guetta hanno aperto il concerto. Il prossimo evento simile, "Big Beach Boutique 4", si è tenuto il 27 settembre 2008.[23]

Nel 2008, Fatboy Slim ha suonato nuovamente al Glastonbury Festival e ha diretto l'O2 Wireless Festival e il Rockness Festival. Secondo un NME intervista, questa potrebbe essere stata una delle ultime volte in cui si è esibito nei panni di Fatboy Slim, poiché potrebbe ora concentrarsi sul suo nuovo album, The Brighton Port Authority (BPA).[24] Anche nel 2008, Fatboy Slim ha chiuso la famosa tenda "Sahara" il venerdì del Coachella Valley Music Festival. La sua introduzione includeva a Charlie e la fabbrica di cioccolato apertura, che è stata definita da molte delle più memorabili performance del Sahara di sempre.

Nel 2009, ha girato l'Australia nel Good Vibrations Festival. Sempre nel 2009, ha suonato a Marlay Park, Dublino insieme a David Guetta, Dizzee Rascal e Calvin Harris, oltre a una grande esibizione al Sziget Festival di Budapest. Si è anche esibito al V Festival 2009.[25]

A Glastonbury 2009, ha suonato un concerto non pubblicato nel palco "flipper" della città dei rifiuti.[26]

Nel 2010, Fatboy Slim ha diretto la danza orientale al Glastonbury Festival.[27] Il 18 giugno 2010 si è esibito a Cape Town, in Sud Africa, nell'ambito del festival musicale Cool Britannia FIFA World Cup presso il Centro Congressi Internazionale di Città del Capo. Si è anche esibito a Napoli il 15 luglio, al Neapolis Festival. Il 30 maggio 2011 si è esibito come headliner per il Movement Electronic Music Festival di Detroit a Detroit, Michigan, USA. Il 25 settembre 2011, Fatboy Slim è stato il protagonista della terrazza del party notturno We Love Sundays di Ibiza, il famoso night club dello Space. Il 29 ottobre 2011, Fatboy Slim ha aperto al San Francisco Bill Graham Civic Auditorium, seguito il 30, chiudendo il Red Bulletin / Le PLUR Stage presso la Voodoo Music Experience di New Orleans, in Louisiana. Sabato, 24 marzo 2012, Fatboy Slim ha eseguito un DJ dal vivo sul palco principale dell'Ultra Music Festival di Miami, in Florida. Oltre alle sue altre esibizioni del 2011, Fatboy Slim ha anche recitato in un concerto al Bestival[28] nell'Isola di Wight l'11 settembre.

Nel marzo 2012, Cook ha ospitato un programma radiofonico di un'ora, intitolato Sulla strada per Big Beach Bootique 5, su XFM. Consisteva in 10 spettacoli.[29]

Ha eseguito il suo famoso remix di The Rockafeller Skank, soprannominato il "Funk Soul Brother" durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi estive 2012, in cima a un gigantesco polipo gonfiabile che è emerso dalla cima di un party bus.

Nel 2013, Fatboy Slim ha partecipato ad Ultra Music Festival, Wavefront Music Festival, Exit Festival, Bestival e Glastonbury Festival (come ospite speciale nei palchi di Wow! E Arcadia).

Il 6 marzo 2013, Fatboy Slim ha suonato alla House of Commons di Westminster, a Londra. Questa è stata la prima volta che un DJ si è esibito lì, ed è stato in aiuto alla Last Life Un DJ salvato My Life Foundation, che mira a incoraggiare i giovani dai 16 ai 25 anni ad essere più coinvolti nelle loro comunità attraverso il grassroot iniziative e sensibilizzare ai progetti di musica di comunità.[30]

Nel maggio 2014, Fatboy Slim ha suonato nell'Essex al We Are FSTVL ed è stato il più grande atto di legge, giocando per quasi due ore.

Nel dicembre 2014, Fatboy Slim ha suonato in 3 spettacoli sold out tra cui The Warehouse Project a Manchester e O2 Brixton Academy, con atti di supporto come VAS LEON con Arthur Baker per Slam Dunk'd e DJ Fresh.[31][32]

Il 15 maggio 2016 ha suonato un set privato di due ore "Baby Loves Disco" per i bambini in età prescolare e i loro genitori durante il festival Brighton Fringedetenzione[33]

A Glastonbury 2016, ha suonato il palco di John Peel per la prima volta.[34]

eredità

Conosciuto come DJ Quentox (The OX that Rocks), Cook e DJ Baptiste hanno iniziato a mettere in scena jam di hip hop per giovani club a Brighton, gettando oggi i semi della fiorente scena hip hop della città. Questi gruppi primitivi degli anni '80 vengono richiamati nel documentario musicale Costa sud, che documenta la scena hip hop cult di Brighton dalle sue radici fino ai giorni nostri.Cook è stato premiato con una stella nella città di Walk of Fame di Brighton, accanto a quella di Winston Churchill.La rivista Q ha nominato Fatboy Slim parte della lista "50 band da vedere prima di morire".[35]

Vita privata

Ha sposato il personaggio televisivo Zoë Ball nel 1999 alla Babington House nel Somerset; nel gennaio 2003, Cook ha rotto con Ball, ma tre mesi dopo si sono riconciliati.[36] Hanno un figlio, Woody Fred Cook (nato il 15 dicembre 2000), e una figlia Nelly May Lois (nata il 14 gennaio 2010), e vivevano in Western Esplanade, Hove.[37][38] Il 24 settembre 2016, Cook e Ball hanno annunciato la separazione dopo 18 anni.[39]

Cook è un azionista del 12% di Brighton & Hove Albion, la squadra di calcio da lui supportata da quando si è trasferita a Brighton alla fine degli anni '80.[40]

Il 4 marzo 2009, Cook ha fatto il check-in in un centro di riabilitazione a Bournemouth per combattere l'alcolismo, che aveva combattuto "per un po 'di tempo".[41] A causa di un prolungato soggiorno nel centro di riabilitazione, la sua esibizione allo Snowbombing, un festival di sport invernali e musica della durata di una settimana svoltasi nella stazione sciistica austriaca di Mayrhofen, è stata annullata, con lo slot riempito da 2ManyDJs. Cook ha lasciato la clinica alla fine di marzo.[42]

alias

È stato riferito nel 2008 che ha tenuto il Guinness World Record per la maggior parte dei primi 40 successi sotto nomi diversi.[43] Di seguito è riportato un elenco di alias meno noti utilizzati da Cook nelle esibizioni.

  • Arthur Chubb
  • Asher D. Slim
  • Biggie Slims
  • Ragazzo sfacciato
  • Chimica
  • Cook Da Bass
  • Disque Attack
  • DJ Delite (utilizzato in strumenti DJ, per esempio., acapellas, per single di Fatboy Slim)
  • DJ Quentox (Il bue che oscilla)
  • Fratello Soul ubriaco (Glastonbury 2004)
  • Il fattore Feelgood
  • Grime Minister
  • Calda dal 63
  • Leo Sayer
  • Margret Scratcher
  • Mighty Gus Poyetz
  • Pierre Burner Down
  • Sensateria
  • Figlio di un ragazzo sfacciato
  • Figlio di Wilmot
  • Pondfrogs Stomping
  • Sunny Side Up
  • Yum Yum Head Food

collaborazioni

bande

  • Beats International (1989–1992)