Un ex vegano confessa che il veganismo stava distruggendo la sua salute

Un ex vegano confessa in che modo il veganismo stava distruggendo la sua salute

Uno degli articoli più affascinanti che abbia mai letto ...

Questo articolo è stato scritto da un ex blogger Vegan di nome Tasha di voraciouseats.com che era un vegano rigoroso da oltre 3 anni e mezzo. Di recente, è venuta fuori e ha ammesso che la sua dieta vegana stava distruggendo la sua salute, e in questo articolo sono riportati in dettaglio tutti i suoi pensieri, emozioni, confusione, la sua sfida contro i medici per almeno includere piccole quantità di alimenti animali e molto altro ancora si è verificato durante questo periodo.

È stata una lettura così interessante, che ho voluto ripubblicarla qui per farti leggere.

Incredibilmente, secondo il suo blog, dopo aver pubblicato la sua storia sul perché ha concluso il suo veganismo, aveva persino ricevuto minacce di morte contro di lei e la sua famiglia per aver ammesso la sua storia e "aver parlato contro il veganismo" per così dire. Ciò non sorprende dal momento che alcuni vegani (non tutti) trattano il veganismo quasi come un culto o una religione estremista a cui nessuno può opporsi.

Ora, dal mio punto di vista, voglio chiarire che sostengo i vegani in termini di molte delle loro convinzioni sull'agricoltura industriale, e sono anche pienamente d'accordo sul fatto che l'industria agricola industriale (specialmente negli Stati Uniti) sia orrenda e debba essere combattuta contro. Tuttavia, non sono d'accordo nutrizionalmente con una dieta vegana al 100%, poiché credo sia estremamente difficile prevenire molte carenze nutrizionali, e non c'è motivo di non includere almeno una piccola quantità di prodotti animali allevati umanamente, come ad esempio gamma di uova da una fattoria all'aperto legittimo.

Voglio anche chiarire che, anche se non sono d'accordo con una dieta vegana dal punto di vista nutrizionale, non ho nulla contro i vegani personalmente perché sono un buon amico con parecchi vegani.

Ora un vegano irriducibile sosterrà che le carenze nutrizionali non sono un problema finché si completa, ma il fatto è che è un problema per molti, poiché le forme supplementari di alcuni nutrienti come ferro e B-12 semplicemente non sono utilizzato dal corpo da un integratore allo stesso modo di una fonte animale. In realtà, Tasha parla di quell'esatto argomento se leggi di seguito e perché gli integratori non hanno funzionato per lei, e lei rifiuta le accuse offensive di altri vegani che lei "non ha fatto il veganismo giusto ".

La vitamina K2 è un'altra vitamina estremamente importante che è quasi impossibile ottenere da una dieta a base vegetale al 100%, a meno che non si mangino verdure fermentate molto specifiche prodotte con la giusta coltura batterica che produce K2. Ma i cibi animali come burro e crema nutriti con erba sono le migliori fonti di vitamina K2, ei vegani in genere possono essere molto carenti in questa specifica vitamina, che può interrompere l'utilizzazione della vitamina D e anche il metabolismo del calcio nel tuo corpo se sei carente in K2 .

Inoltre, non vedo il punto di chiunque sia un vegano estremista al 100% quando ci sono semplicemente troppi modi per mangiare almeno una piccola quantità di uova, pesce o qualche altro cibo a base animale che può aiutare a accertare le carenze nutrizionali ma fallo in modo responsabile da una fattoria che alleva gli animali correttamente e umanamente (sì, questi esistono ancora se fai uno sforzo).

Dopotutto, non si può negare il fatto che gli umani di ogni cultura del mondo hanno sempre mangiato una dieta onnivora per tutta la nostra esistenza di 200.000 anni come homo sapiens (e ritorno fino a 2 milioni di anni con i nostri antenati, homo erectus e Neanderthal ) ... alcune culture ovviamente con piccole quantità di cibo per animali e altre culture con quantità molto più elevate di alimenti animali ... ma ogni cultura del mondo era sempre onnivora nella storia umana.

Ho anche pensato che fosse molto interessante quello che ha detto su altri autori vegani, blogger vegani, ecc. Che l'hanno contattata dopo che "è uscita" e le hanno confidato che non erano mai stati vegani al 100% ... che non sarebbero mai potuti andare senza alcun cibo animale, ma si vergognavano troppo per ammetterlo apertamente alla comunità vegana.

Questa è una lettura estremamente affascinante ... vedi sotto per l'articolo di Tasha

-Mike

Ecco l'articolo di Tasha sulla sua lotta con il veganismo:  

Molti di voi sanno che recentemente sono stato in difficoltà per la prima volta nella mia vita con problemi di salute. Quando ho scoperto che i miei problemi erano il risultato diretto della mia dieta vegana, ero devastato. 2 mesi fa, dopo aver imparato a fondo che non tutti sono in grado di mantenere la loro salute come vegano, ho preso una delle decisioni più difficili della mia vita e ho abbandonato il veganismo e sono tornato a seguire una dieta onnivora. La mia salute tornò immediatamente. Questa esperienza è stata umiliante, apri gli occhi e profondamente trasformativa. Per ascoltare tutta la storia continua a leggere ...


Parte 1 - Shock di salute

Quando il dottore mi disse che avevo molte carenze di vitamine e minerali, che ero quasi anemico e che la mia B12 era così bassa che voleva farmi un'iniezione immediatamente, mi rifiutavo di crederle. In realtà le ho chiesto di mostrarmi i risultati delle analisi del sangue perché pensavo che dovesse esserci un errore. Ma non c'era errore, era proprio lì in bianco e nero; carenze e anomalie su tutta la linea.

I risultati spiegavano perfettamente perché mi sentivo debole ed esausto per più di 6 mesi. Considerando che in precedenza avevo vissuto per allenarmi e anche un'ora sull'ellittico non era abbastanza per me, ultimamente facendo più di 20 minuti con un ritmo lento mi ha fatto desiderare di trascorrere il resto della giornata a letto recuperando.Quando potevo dormire fino a mezzogiorno, mi sentivo stordito quando mi alzavo, non riuscivo a ricordare le parole semplici oi nomi dei miei amici, e stavo gelando il freddo anche nel bel mezzo di una soffocante estate saudita. Tra la miriade di sintomi che ho elencato qui e quelli che non descriverò pubblicamente, la cosa peggiore in assoluto è stata la mia depressione. Questo terribile nemico per tutta la vita con cui mi sono battuto dentro e fuori stava tornando di soppiatto nella mia vita, dipingendo i bordi del mio mondo come un nero nauseante e rubando la gioia che avevo combattuto così disperatamente da riguadagnare.

Il dottore, che era gentile e molto comprensivo, era sorprendentemente ben informato sulle diete vegane e aveva una lunga specializzazione nel campo della nutrizione. Dopo aver escluso qualsiasi altra possibile condizione medica, ha pazientemente parlato delle mie lacrime e dei miei singhiozzi e ho spiegato che sì, gli umani sono più sani quando mangiano una grande quantità di cibi vegetali diversi, ma che sarebbe sbagliato ignorare le piccole quantità di animali prodotti di cui molti di noi hanno così bisogno. "La maggior parte dei corpi umani funziona in modo ottimale sul prodotto animale occasionale. Uova e pezzi di carne ogni tanto sono piccole ma molto importanti parti di una dieta sana. "Disse, con un'espressione di tristezza sul viso. Poteva vedere quanto fosse difficile per me.

Mi ha detto che mentre ci sono persone che possono essere abbastanza sane in una dieta vegana, o prevalentemente vegana, c'erano molte persone che semplicemente non potevano. Dopotutto, ogni essere umano è biologicamente e fisiologicamente diverso, ha spiegato. Ho ascoltato pazientemente, confutando le sue affermazioni con la conoscenza che ho raccolto nel corso degli anni. Dopotutto, non ero solo un vegano abituale, ero un vegelettesco hardcore, ipocrita e così giudizioso. Non ho mai perso un'opportunità di predicare. Lei era preparata. Altrettanto paziente spiegò quanti dei "fatti" che stavo citando erano semplicemente sbagliati, o erano stati presentati in un modo che distorceva la verità. E 'stato orribile e sono quasi svenuto nel suo ufficio perché ero così agitato.

Ha rispettato il fatto che ero impegnata a rimanere vegana e ha lavorato con me per più di un'ora per capire come avrei potuto massimizzare i nutrienti nella mia dieta vegana già superbamente sana. Secondo lei, stavo già facendo tutto bene. Insieme con i suggerimenti dietetici minori, ha anche raccomandato una varietà di integratori in aggiunta a quelli che ho già preso tutti i giorni, comprese le compresse di ferro.

Rimasi in silenzio quando mi diede l'iniezione di vitamina B, cercai di non piangere mentre aspettavo in fila in farmacia le mie tavolette di ferro e quando tornai a casa nascosi i fogli e la scatola di pillole nella parte posteriore del mio comodino. Non l'ho detto a nessuno per giorni, nemmeno a Cody. Avevo fallito e sarebbe stato il mio sporco piccolo segreto.

Per una settimana presi diligentemente le pillole di ferro, ignorando in qualche modo il fatto che non fossero vegani. Avevo sentito una piccola misura di miglioramento immediatamente dall'iniezione di vitamina B, e speravo di ottenere lo stesso effetto dalle pillole di ferro. Sfortunatamente, dopo pochi giorni era ovvio che mi stavano facendo male. Non riuscivo a tenere giù il cibo, trascorrevo ore al giorno in bagno, alternativamente curvo o appollaiato sul cesso. Stavo perdendo peso e mi sentivo peggio che mai.

Tornai dal dottore e, più paziente che mai, disse che ovviamente non trattavo bene le pillole. Sono sensibile a quasi tutti i farmaci, anche Advil è noto per farmi ammalare, quindi non è stata una sorpresa. Mi ha chiesto se avrei preso in considerazione l'aggiunta di qualche uovo alla mia dieta ogni giorno. Ho scosso la testa, alcune uova non potevano essere così importanti. Ha spiegato che sì, lo erano davvero. Ma ho ancora detto di no. Assolutamente no. Dopo un'altra lunga sessione di consulenza, scrisse un'altra prescrizione per un altro tipo di supplemento di ferro. Ancora una volta ho cercato di combattere le lacrime in farmacia.

Il nuovo ciclo di pillole era ancora peggio. Preferirei sentirmi debole, stordito e depresso, di questo violentemente malato. Dopo 2 settimane ho gettato le pillole nella spazzatura e restituito al medico di nuovo.

Mi ha parlato a lungo, spiegando ancora in modo dettagliato come e perché una dieta vegana stava danneggiando il mio corpo. La nutrizione è una scienza scioccantemente inesatta; nessuno comprende completamente la complicata danza di vitamine e minerali, tanto meno la sinergia di cibi integrali e il loro ruolo nella nostra salute. Ma lei ha cercato di darmi una scomposizione completa come avrei capito. Ha discusso di ferro eme, mancanza di nutrienti specifici che portano direttamente alla depressione e all'ansia, ha parlato a lungo di vitamina A, taurina, retinolo, beta carotene, vitamina D, acidi grassi omega, nonché B12 e risultati disastrosi e irreversibili ciò si verifica quando il corpo esaurisce definitivamente le sue ultime riserve di quell'ingrediente cruciale per la salute e molto altro ancora.

Ha spiegato come i problemi di salute di cui siamo afflitti nel mondo occidentale non siano causati da prodotti animali, tutt'altro. Gli esseri umani hanno consumato animali (in quantità molto maggiori di quanto facciamo ora) per milioni di anni senza effetti negativi, e storicamente non c'è mai stata una sola cultura vegana. Dobbiamo esaminare le recenti aggiunte alla nostra dieta per scoprire le cause delle nostre improvvise piaghe moderne: zucchero raffinato, oli vegetali idrogenati, grassi trans, farine raffinate, tossicità chimica e denaturazione industrializzata di tutte le forme di cibo. Secondo lei, evitare i prodotti animali sani e biologici non solo non era necessario per una buona salute, ma nella maggior parte dei casi ha avuto un effetto positivo sul nostro benessere.

"Vedi," concluse, "per molte, se non per la maggior parte, le persone una dieta totalmente vegetale non è una buona cosa. Ovviamente non sta funzionando per te e non c'è nulla di cui vergognarsi. Il corpo si è evoluto per utilizzare la carne in modo efficiente e sano, non in compresse o pillole. Hai assunto supplementi di vitamina B12 per anni, e hai provato a prendere integratori di ferro per settimane, e non sono stati utilizzati dal tuo corpo. I supplementi sono un sostituto molto povero di cibi integrali. L'assunzione di farmaci non è l'opzione migliore e non è necessaria; potresti quasi certamente riacquistare la salute con una dieta equilibrata. È mia raccomandazione che tu ci provi ".

Ho scosso la testa in silenzio.

"Mi dispiace, non posso. Non lo farò. "Le dissi per la milionesima volta, asciugandomi le lacrime che scorrevano sul mio viso. "Semplicemente non succederà. Non mi importa quanto io sia malato. È sbagliato mangiare animali! "

Si sporse in avanti sulla sua scrivania e fece un altro motivo per farmi riflettere più attentamente sulla mia salute e il mio benessere. "Natasha, ti stai facendo del male. Sei molto, molto malato. I tuoi capelli stanno cadendo, la tua depressione è tornata e ti stai ammalando. Non puoi andare avanti così. "

L'ho fissata per diversi secondi, poi mi sono alzato e ho lasciato la stanza.

Sono tornato in programma per il mio follow-up vitamina B (e diverse visite con diversi altri tipi di medici tra cui un cardiologo - ne parlerò più avanti), ma stavo solo passando per le mozioni, mi sono sempre fermato a soffermarmi sulla salute seria problemi che stavo avendo, era troppo doloroso.

Continuavo a mangiare sano, come sempre. Un'intera testa di verdura ogni mattina nel mio frullato di frutta, fagioli quasi ogni giorno, tonnellate di agrumi nei miei piatti da spuntino, tofu, pasticci di noci imbevuti, cereali integrali, cereali germogliati e verdure arrostite, e naturalmente le mie vitamine quotidiane, tutto il cibo delizioso e bello che ho amato. Questa dieta avrebbe dovuto rendermi sano oltre a salvare il mondo, non farmi ammalare. Tutto ciò che mi era stato detto dai vegani aveva detto che questo era il modo migliore per mangiare gli umani.

Volevo disperatamente che fosse giusto, perché la mia etica superava la mia fisiologia.

Certo, non ho mai messo in discussione il motivo per cui ero costantemente affamato. Perché 2 hamburger vegetariani, un'enorme insalata di verdure crude e una scodella di noci, non potevano tenermi piena più di 2 ore. Era estenuante, fisicamente doloroso e noioso tentare di tenermi nutrito, ma ho pensato che ne valesse la pena. Ero sano O almeno, è quello che ho pensato fino a quando non è stato provato il contrario. Non sono ancora sicuro del motivo per cui ho accettato per così tanto tempo che la stanchezza, l'esaurimento e la crescente depressione erano una parte normale della vita che ci si poteva aspettare man mano che si invecchia. Dopotutto, ho solo 28 anni e non ho mai sofferto di problemi di salute nella mia vita. Ma il fatto è: volevo che il veganismo funzionasse. Volevo disperatamente che fosse giusto, perché la mia etica superava la mia fisiologia.

Ho affrontato delicatamente l'argomento della mia cattiva salute con diversi amici vegani. Ho persino fatto commenti su altri blog e su Twitter evidenziando le mie difficoltà. La risposta è stata a dir poco scioccante. Nel giro di pochi giorni ho ricevuto un'ondata di e-mail da altri blogger "vegani", che mi hanno detto con sicurezza che non erano veramente vegani "dietro le quinte". Mangiavano uova, o pesce occasionale, o pezzi di carne, tutti per mantenersi sani, ma erano troppo spaventati per ammetterlo nei loro blog. Ho persino ricevuto e-mail da due membri molto importanti e rispettati della comunità AR vegan. Uno ha pubblicato e amato autore di libri di cucina vegana, l'altro un noto blogger per i diritti degli animali, le loro e-mail hanno dettagliato le loro lotte per la salute e il loro eventuale ritorno in pubblico al consumo di carne. Molte persone mi hanno mandato link ad altri vegani che avevano lottato con problemi di salute legati al veganismo ed erano stati costretti a tornare a mangiare animali e prodotti animali, o avevano deciso di smettere di seguire una dieta vegana, come: Raw Model, Debbie Does Raw, Daniel Vitalis, Sweetly Raw, Chicken Tender, The Non-Practicing Vegan e PaleoSister, solo per citarne alcuni. Era bello sapere che non ero l'unico a soffrire di questo problema, e più ne sentivo, più sembrava che non fossi nemmeno in minoranza.

Sfortunatamente, c'erano anche molte persone che mi contattarono per offrire consigli non richiesti e spesso offensivi. Hanno fatto in modo di farmi sapere che ero solo malato perché stavo "facendo il veganismo sbagliato". "Hai provato più verdi / fagioli / tofu / noci?" Le domande erano implacabili. Ero sconcertato dai suggerimenti di mangiare bacche di goji importate, usare la polvere di maca nei miei frullati o mangiare più spirulina. Tutte queste raccomandazioni esotiche erano presumibilmente necessarie per rendermi sano con una dieta che è annunciata come naturale e ideale; assolutamente non aveva senso.

Molti altri vegani hanno appena alzato gli occhi, sfacciatamente scettici sul fatto che mi sentissi male, in primo luogo. La consapevolezza che persone che prima avevo considerato amici ora si rifiutavano di credere nella veridicità dei miei problemi di salute era scioccante. Potrebbero onestamente pensare che abbandonerei subito il veganismo? Credevano davvero di non aver provato tutto ciò che era in mio potere per fare in modo che funzionasse? 'Trascorri un giorno nel mio corpo a malapena in grado di camminare dalla stanchezza, sentendoti girare la testa, freddo e depresso, e poi giudicarmi!' Volevo urlare contro di loro. Ma non l'ho fatto. Ho appena smesso di parlarne.

Come femminista, questo corpo che odia la retorica mi ha fatto infuriare.

Dopo di ciò, mi sono esercitato in silenzio per molti mesi. Ho mentito a me stesso, ai miei lettori, al mondo dicendo che mi sentivo sano e in salute, quando in realtà mi sentivo peggio che mai. Durante questo periodo ho visto un medico dopo il dottore e ho provato ogni suggerimento e raccomandazione, sperando disperatamente in una cura. Ero determinato a far funzionare il veganismo; Ero sempre convinto che proprio dietro l'angolo successivo avrei trovato la soluzione. Ho cercato di ignorare il problema dei miei problemi di salute con gli altri vegani, chiedendo con insistenza che chiunque non potesse essere sano con una dieta vegana ovviamente "non stava facendo bene". Volevo urlare, ma invece ho tenuto la bocca chiusa e ho ascoltato le loro arroganti e ignoranti opinioni sul perché così tante persone "hanno fallito" nel veganismo. Alcune persone hanno persino suggerito che quelli di noi che non potevano rimanere sani come vegani dovrebbero sacrificare volontariamente la nostra salute per la causa. Come femminista, questa retorica che odiava il corpo mi ha fatto infuriare. La volontaria partecipazione alla negazione e al degrado delle mie esigenze corporee ha colpito la misoginia, il controllo patriarcale e la violenza contro il corpo femminile, e tutto ciò contro cui combatto. Ma ancora, ho tenuto la bocca chiusa. Non sapevo cos'altro fare.

4.3
5
15
4
2
3
1
2
3
1
1