Aumento di peso

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Una pubblicità del 1895 per un prodotto per l'aumento di peso

L'aumento di peso è un aumento del peso corporeo. Questo può comportare un aumento della massa muscolare, depositi di grasso, liquidi in eccesso come acqua o altri fattori. L'aumento di peso può essere un sintomo di una grave condizione medica.

Descrizione

Se si ottiene un peso sufficiente a causa dell'aumento dei depositi di grasso corporeo, si può diventare sovrappeso o obesi, generalmente definiti come aventi più grasso corporeo (tessuto adiposo) di quanto sia considerato positivo per la salute. L'indice di massa corporea (BMI) misura il peso corporeo in proporzione al quadrato di altezza e definisce il peso ottimale, insufficiente ed eccessivo in base al rapporto.

L'aumento di peso ha un periodo di latenza. L'effetto che l'alimentazione ha sull'aumento di peso può variare notevolmente a seconda dei seguenti fattori: energia (calorie) densità degli alimenti, regime di esercizio, quantità di acqua, quantità di sale contenuta nel cibo, tempo del giorno mangiato, età dell'individuo, il paese d'origine dell'individuo, il livello di stress generale dell'individuo e la quantità di ritenzione idrica in caviglie / piedi. I periodi di latenza tipici variano da tre giorni a due settimane dopo l'ingestione.

Avere un eccesso di tessuto adiposo (grasso) è una condizione comune, specialmente quando le scorte di cibo sono abbondanti e gli stili di vita sono sedentari. Fino al 64% della popolazione adulta degli Stati Uniti è considerata in sovrappeso o obesa e questa percentuale è aumentata negli ultimi quattro decenni.[1]

Una "regola" comunemente asserita per l'aumento o la perdita di peso si basa sul presupposto che una libbra di tessuto grasso umano contiene circa 3.500 kilocalorie (spesso chiamate semplicemente calorie nel campo della nutrizione).[2] Quindi, mangiare 500 calorie in meno rispetto a un fabbisogno al giorno dovrebbe comportare una perdita di circa un chilo a settimana. Allo stesso modo, per ogni 3500 calorie consumate oltre l'importo necessario, si otterrà una sterlina.[3][4]

L'ipotesi che una libbra di tessuto grasso umano rappresenti circa 3500 calorie nel contesto di perdita o guadagno di peso si basa su una revisione di precedenti osservazioni ed esperimenti di Max Wishnofsky pubblicata nel 1958. Rileva che una ricerca precedente suggeriva che un chilo di adiposo umano il tessuto è l'87% di grasso, che equivale a 395 grammi di grasso. Suppone inoltre che il grasso animale contenga 9,5 calorie per grammo. Quindi una libbra di tessuto grasso umano dovrebbe contenere 3750 calorie. Quindi analizza criticamente la letteratura pertinente e applica una serie di ulteriori presupposti, tra cui la dieta contiene proteine ​​sufficienti e la persona è in equilibrio di glicogeno e azoto (proteine), portando alla maggior perdita di peso derivante dal catabolismo del grasso. Egli conclude che un eccesso o un deficit calorico di 3500 per una persona che soddisfa le sue ipotesi, porterebbe al guadagno o alla perdita, rispettivamente, di un chilo di peso corporeo. Egli osserva che se le supposizioni che egli fa non vengono soddisfatte, un deficit di 3500 calorie non equivale necessariamente a un chilo di perdita di peso.

In ogni caso, Wishnofsky non ha preso in considerazione numerosi aspetti della fisiologia umana e della biochimica che confutano questa semplice equivalenza. Sfortunatamente, l'affermazione ha raggiunto lo stato di una regola empirica e viene ripetuta in numerose fonti, utilizzate per la pianificazione dietetica da parte dei dietologi e applicate erroneamente a livello di popolazione.[3][4]

Le cause

Per quanto riguarda l'aumento del tessuto adiposo, una persona generalmente guadagna peso aumentando il consumo di cibo, diventando fisicamente inattivo o entrambi. Quando l'assunzione di energia supera il dispendio energetico (quando il corpo è in equilibrio energetico positivo), il corpo può immagazzinare l'energia in eccesso sotto forma di grasso. Tuttavia, la fisiologia dell'aumento e della perdita di peso è complessa e coinvolge numerosi ormoni, sistemi corporei e fattori ambientali. Altri fattori oltre all'equilibrio energetico che possono contribuire all'aumento di peso includono:

Fattori sociali

Uno studio, che ha coinvolto più di 12.000 persone monitorate in 32 anni, ha scoperto che i social network svolgono un ruolo sorprendentemente potente nel determinare le probabilità di ingrassare di un individuo, trasmettendo un maggiore rischio di diventare obesi dalle mogli ai mariti, dai fratelli ai fratelli e dagli amici agli amici.[5] .[6]

Il microbiota umano facilita la fermentazione di carboidrati indigesti a acidi grassi a catena corta, gli SCFA, contribuendo all'aumento di peso.[7] Un cambiamento nella proporzione di Bacteroidetes e Firmicutes può determinare il rischio di obesità dell'ospite.[7]

Sonno e stress

La mancanza di sonno sufficiente è stata suggerita come causa dell'aumento di peso o della difficoltà a mantenere un peso sano. Due gli ormoni responsabili della regolazione della fame e del metabolismo sono la leptina, che inibisce l'appetito e aumenta il dispendio energetico e la grelina, che aumenta l'appetito e riduce il dispendio energetico. Gli studi hanno dimostrato che la deprivazione cronica del sonno è associata a livelli ridotti di leptina e livelli elevati di grelina, che insieme determinano un aumento dell'appetito, specialmente per i cibi ad alto contenuto di grassi e ad alto contenuto di carboidrati.[8] Di conseguenza, la privazione del sonno nel tempo può contribuire ad aumentare l'apporto calorico e diminuire l'autocontrollo sul desiderio di cibo, portando ad un aumento di peso.

Squilibri di ormoni e neurotrasmettitori

L'aumento di peso è un effetto collaterale comune di alcuni farmaci psichiatrici.[9]

patologie

Le cause patologiche di aumento di peso possono essere la sindrome di Cushing, l'ipotiroidismo, l'insulinoma, il craniofaringioma.Le ragioni genetiche possono riguardare la sindrome di Prader-Willi, la sindrome di Bardet-Biedl, la sindrome di Alström, la sindrome di Cohen, la sindrome di Carpenter.I farmaci che elencano il mal di testa e / o l'affaticamento come effetti collaterali possono indirettamente contribuire all'aumento di peso poiché riducono la motivazione per le attività all'aria aperta.[10]

effetti

L'eccesso di tessuto adiposo può causare problemi medici; tuttavia, una cifra tonda o grande non implica necessariamente un problema medico e talvolta non è principalmente causata dal tessuto adiposo. Se si acquisisce troppo peso, possono verificarsi gravi effetti collaterali sulla salute. Un gran numero di condizioni mediche sono state associate all'obesità. Le conseguenze per la salute sono classificate come il risultato di una maggiore massa grassa (osteoartrosi, apnea ostruttiva del sonno, stigma sociale) o aumento del numero di cellule adipose (diabete, alcune forme di cancro, malattie cardiovascolari, steatosi epatica non alcolica).[11][12] Vi sono alterazioni nella risposta del corpo all'insulina (resistenza all'insulina), uno stato proinfiammatorio e una maggiore tendenza alla trombosi (stato protrombotico).[12]

Prospettiva sociale

Nei secoli passati, un certo grado di rotondità è stato visto come indicativo di prosperità personale o familiare: "Le calorie erano scarse, il lavoro fisico era duro e la maggior parte delle persone era snella come i greyhound".[13] Solo all'inizio del ventesimo secolo il grasso ha perso questo appello. La connessione del grasso con il benessere finanziario persiste oggi in alcuni paesi meno sviluppati.[14] In effetti, potrebbe essere in aumento.[15]

Nonostante le connotazioni che il peso eccessivo aveva nel passato, è stato per qualche tempo considerato "inaccettabile" nella società occidentale contemporanea. Un mercato espansivo ha messo radici sin dalla metà del 20 ° secolo, concentrandosi su regimi di perdita di peso, prodotti e interventi chirurgici. Questo mercato è stato aiutato dal crescente numero di cittadini sovrappeso e obesi negli Stati Uniti. I dati della National Health and Nutrition Examination Survey del CDC indicano che il peso medio delle donne tra i 30 ei 60 anni è aumentato di 20 sterline, o del 14%, dal 1976. Tra le donne che pesano 300 sterline o più, l'aumento è stato del 18% .

Tuttavia, alcune ricerche hanno indicato lo schema opposto. È stato suggerito che l'obesità tra le donne residenti negli Stati Uniti sia diventata socialmente più accettabile.[16] Secondo uno studio pubblicato nel numero di luglio di Economic Inquiry,[17] questo è probabilmente perché più di un terzo delle donne di età pari o superiore ai 20 anni sono obese negli Stati Uniti. Lo studio ha rilevato che la donna media pesava 147 sterline nel 1994, ma ha dichiarato che voleva pesare 132 sterline. Nel 2002, la media delle donne pesava 153 sterline, ma disse che voleva pesare 135 sterline. "Il fatto che anche il peso desiderato delle donne sia aumentato suggerisce che c'è meno pressione sociale per perdere peso", hanno osservato i ricercatori. Tuttavia, anche la differenza tra il peso medio delle donne e il peso desiderato era aumentata.

In ogni caso, l'aumento di peso e la perdita di peso sono ancora argomenti caricati. L'onnipresente stigma sociale riguardante l'aumento di peso, può avere effetti duraturi e dannosi sugli individui, specialmente tra le giovani donne. Si pensa che questi includono disturbi alimentari[18][19] e dismorfismi corporei.

Nello sport

L'aumento di peso è visto negli sport professionistici soprattutto negli sport da combattimento a causa delle loro divisioni di peso. Si verifica principalmente nel pugilato, nelle arti marziali miste, nel puroresu e nel wrestling professionale.

Guarda anche

  • Dieta sana
  • Dieta di moda
  • Femminismo grasso
  • Grasso movimento di accettazione

Riferimenti

  1. ^ Katherine M. Flegal; Margaret D. Carroll, MS; Cynthia L. Ogden; Clifford L. Johnson, MSPH (2002). "Prevalenza e tendenze nell'obesità tra gli adulti negli Stati Uniti, 1999-2000". JAMA. 288 (14): 1723-1727. doi: 10.1001 / jama.288.14.1723. PMID 12365955..
  2. ^ Wishnofsky, M (1958). "Equivalenti calorici di peso guadagnato o perso". Am J Clin Nutr. 6: 542–546.
  3. ^ a b Hall, Kevin; Chow, CC (18 giugno 2013). "Perché la regola di perdita di peso di 3500 kcal per libbra è sbagliata?". International Journal of Obesity. 37: 1614. doi: 10.1038 / ijo.2013.112. PMC 3859816 Liberamente accessibile.
  4. ^ a b Hall, Kevin; Sacchi, Gary; Chandramohan, Dhruva; Chow, Carson; Wang, Y Claire; Gortmaker, Steven; Swinburn, Boyd. "Quantificazione dell'effetto dello squilibrio energetico sul peso corporeo" (PDF). Lancetta. 378: 826-37. doi: 10.1016 / s0140-6736 (11) 60812-x. PMC 3880593 Liberamente accessibile. PMID 21872751. Estratto 9 gennaio 2016.
  5. ^ Stein, Rob (2007-07-26). "L'obesità si diffonde nei circoli sociali come indicano le tendenze, indica lo studio". Washington Post. p. A01.
  6. ^ Nicholas A. Christakis, M.D., M.P.H. e James H. Fowler (2007-07-26). "La diffusione dell'obesità in un grande social network in 32 anni". NEJM. 357 (4): 370-379. doi: 10,1056 / NEJMsa066082. PMID 17652652.
  7. ^ a b Arora, Tulika; Sharma, Rajkumar (2011). "Potenziale di fermentazione del microbioma intestinale: implicazioni per l'omeostasi energetica e la gestione del peso". Recensioni nutrizionali. 69 (2): 99-106. doi: 10.1111 / j.1753-4887.2010.00365.x.
  8. ^ Patel, Sanjay R .; Hu, Frank B. (17 gennaio 2008). "Breve durata del sonno e aumento di peso: una revisione sistematica". Obesità (Silver Spring). 16 (3): 643-653. doi: 10.1038 / oby.2007.118. PMC 2723045 Liberamente accessibile. PMID 18239586.
  9. ^ Newcomer JW (2005). "Antipsicotici di seconda generazione (atipici) e effetti metabolici: una revisione completa della letteratura". Droghe del CNS. 19 Suppl 1: 1-93. doi: 10,2165 / 00023210-200519001-00001. PMID 15998156.
  10. ^ http://esofosbuvir.com/harvoni-and-weight-gain/
  11. ^ Haslam D, James WP (2005). "Obesità". The Lancet. 366 (9492): 1197-1209. doi: 10.1016 / S0140-6736 (05) 67.483-1. PMID 16198769.
  12. ^ a b Bray GA (2004). "Conseguenze mediche dell'obesità". J. Clin. Endocrinol. Metab. 89 (6): 2583-9. doi: 10,1210 / jc.2004-0535. PMID 15181027.
  13. ^ Natalie Angier, "Chi è grasso? Dipende dalla cultura". La storia e l'arte di essere grassi. Accesso 2010.04.01.
  14. ^ Fat Women: A Painter's Inspiration. Accesso 2010.04.01.
  15. ^ Alex Duval Smith, le ragazze che sono alimentate forzatamente per il matrimonio come fattorie di ingrassamento rianimato. L'osservatore, Domenica 1 marzo 2009.
  16. ^ L'obesità tra le donne negli Stati Uniti diventa più socialmente accettabile, afferma lo studio
  17. ^ Phu Tang; Frank Heiland (2007). "Dinamica sociale dell'obesità". Inchiesta economica. 45 (3): 571-591. doi: 10.1111 / j.1465-7295.2007.00025.x.
  18. ^ Eisenberg, ME; Neumark-Sztainer, D; Storia, m; Perry, C (2005). "Il ruolo delle norme sociali e delle influenze degli amici sui comportamenti malsani di controllo del peso tra le ragazze adolescenti". Scienze sociali e medicina. 60 (6): 1165-73. doi: 10.1016 / j.socscimed.2004.06.055. PMID 15626514.
  19. ^ Garner, DM; Garfinkel, PE (1980). "Fattori socio-culturali nello sviluppo dell'anoressia nervosa". Medicina psicologica. 10 (4): 647-56. doi: 10,1017 / S0033291700054945. PMID 7208724.
  • v
  • t
  • e
Sintomi e segni relativi al sistema endocrino, alla nutrizione e allo sviluppo (R62-R64, 783)
Peso e appetito
diminuire:
  • Anoressia
  • Perdita di peso
  • cachessia
  • Sottopeso
aumentare:
  • polifagia
  • polidipsia
  • Orexigenia
  • Aumento di peso
Crescita
  • Pietra miliare ritardata
  • Mancato successo
  • Bassa statura
    • idiopatica
Malattia della tiroide
Generale
  • Gozzo
Malattia di Graves
  • Il segno di Abadie del gozzo esoftalmico
  • Il segno di Boston
  • Il segno di Dalrymple
  • Il segno di Stellwag
  • ritardo del coperchio
    • Segno di Von Graefe
    • Il segno di Griffith
  • Segno di Möbius
Ipotiroidismo
  • Il segno della regina Anna
Nutrizione
  • Rachitismo
    • Il groove di Harrison
  • Soluzione benedetta
Disordini metabolici
  • basso contenuto di calcio
    • Segno Chvostek
    • Il segno di Trosseau
  • basso contenuto di glucosio
    • La triade di Whipple
Estratto da "https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Weight_gain&oldid=846271667"
4.5
5
13
4
4
3
1
2
3
1
0