Dieta a basso contenuto di carboidrati e diarrea

Fare un grande cambiamento nella vostra dieta nel tentativo di perdere peso o migliorare la vostra salute richiede dedizione e duro lavoro. Ma imparare i dettagli di una nuova dieta non è sempre l'aspetto più impegnativo di impegnarsi in un regime alimentare diverso. A volte, un cambiamento nella dieta può venire con effetti collaterali indesiderati - spesso gastrointestinali. L'esperienza di diarrea persistente dopo il passaggio a una dieta a basso contenuto di carboidrati può essere solo temporanea, oppure può significare che è necessario apportare alcune modifiche.

Video del giorno

Il tuo corpo è abituato alla dieta che hai alimentato, quindi un cambiamento significativo nella composizione della dieta può causare disagio digestivo. Questo non è necessariamente legato al tipo di cambiamento che hai fatto - sostanzialmente aumentando l'assunzione di fibre, andando a basso contenuto di grassi o passando a una dieta molto ricca di proteine ​​può avere tutti lo stesso tipo di effetto. I sintomi gastrointestinali comprendono eccesso di gas, disturbi addominali, stitichezza e diarrea. Se la tua diarrea è correlata a un importante cambiamento nella dieta, dovrebbe gradualmente scomparire quando il tuo corpo si adatta. I sintomi indotti dal cambiamento di solito durano da diversi giorni a un paio di settimane, a seconda di quanto prontamente si adatta il corpo.

Poiché la maggior parte delle diete a basso contenuto di carboidrati limita strettamente i carboidrati, una maggiore percentuale di calorie deve provenire da grassi e proteine. Il grasso in genere rappresenta circa il 45-65% delle calorie in una dieta povera di carboidrati. Se la tua dieta precedente era relativamente povera di grassi - forse il 20-35 percento delle calorie generalmente raccomandato - il tuo corpo probabilmente non ha mai dovuto elaborare una dieta costantemente ricca di grassi. Quando il pancreas non produce abbastanza enzimi che digeriscono i grassi per tenere il passo con la domanda, un grasso digerito in modo improprio può causare diarrea. A meno che tu non abbia un problema di salute di base, tuttavia, la condizione è probabilmente temporanea e dovrebbe essere migliorata consumando meno grassi.

Ma quanto grasso dovresti consumare? Anche se non esiste una percentuale specifica adatta a tutti, è consigliabile provare a ridimensionarla se si ottiene molto più del 35% delle calorie giornaliere da grassi. Se i sintomi migliorano ma non scompaiono, potrebbe essere necessario ridurre ulteriormente l'assunzione di grassi. Tenere un diario alimentare può aiutarti a trovare il rapporto di assunzione adatto al tuo corpo.

Latte, panna acida, panna, formaggio e yogurt contengono tutti diversi livelli di lattosio o zucchero del latte. Se la tua transizione verso una dieta a basso contenuto di carboidrati include un aumento significativo dell'assunzione di latticini, la tua diarrea potrebbe essere semplicemente un segno di intolleranza al lattosio. In questo caso, ridurre l'assunzione di latte o rimuovere prodotti più problematici dalla dieta potrebbe essere la chiave. I formaggi duri, per esempio, contengono molto meno lattosio - e meno carboidrati - rispetto al latte. E mentre latte e yogurt hanno quantità simili di lattosio, lo yogurt può essere più facile da tollerare perché le colture attive in esso contenute hanno già decomposto parte del lattosio del latte durante il processo di fermentazione.

Prova a eliminare il latte più ricco di carboidrati dalla tua dieta, poiché è più probabile che siano gli alimenti che contengono più lattosio. Se i sintomi migliorano o scompaiono, potrebbe non essere necessario evitare tutti i latticini.

I dolcificanti artificiali, noti anche come dolcificanti non calorici, sono il cardine della dieta media a basso contenuto di carboidrati. Sia che tu li usi per addolcire il tuo caffè o per trasformare ricette tradizionali in ricette più appetibili, a basso contenuto di carboidrati, aumentando l'assunzione di dolcificanti artificiali puoi devastare la tua digestione. Il sorbitolo, uno zucchero artificiale presente in alcuni prodotti alimentari a basso contenuto di carboidrati e usato anche per addolcire bevande, ha un effetto lassativo se consumato in quantità sufficienti. Secondo il sito web Food Intolerance Diagnostics, gli adulti sani possono sviluppare diarrea e altri sintomi gastrointestinali dopo aver consumato solo 5 grammi di sorbitolo, mentre più del 50% degli adulti sperimenta tali sintomi dopo aver consumato 10 grammi del dolcificante artificiale.

Mannitolo e sucralosio sono altri comuni dolcificanti artificiali che possono causare disturbi gastrointestinali. Anche se può essere difficile eliminare i dolcificanti artificiali se è come si soddisfano i più golosi con una dieta a basso contenuto di carboidrati, ridurre di un paio di settimane può aiutare a determinare se è ciò che sta guidando i problemi gastrointestinali.

Il tuo sistema digestivo è complesso perché è influenzato da un'ampia varietà di fattori oltre alla dieta, compresi lo stress e le malattie. Se sei in grado di escludere cambiamenti nella dieta come causa della tua diarrea ma il problema persiste, è una buona idea vedere il tuo medico. Avere la diarrea per più di quattro settimane è considerato cronico, e la diarrea cronica può essere un segno che si ha un problema di salute di fondo più serio.

LiveStrong Calorie Tracker

Perdere peso. Mi sento benissimo!Cambia la tua vita con MyPlate da LIVEFORTE.COM

4.2
5
10
4
4
3
3
2
1
1
0