Alternative al caffè e al tè »La dieta candida

La dieta Candida è un protocollo abbastanza severo, con una lunga lista di cibi proibiti. Tuttavia, le persone a dieta spesso si lamentano che la cosa più difficile da mollare non è il cibo spazzatura, la frutta o l'alcol. Ciò che molte persone hanno più problemi è in realtà rinunciare al loro caffè del mattino.

Ci sono una serie di motivi per cui è necessario evitare il caffè e il tè durante la dieta Candida. Fortunatamente, ci sono anche molte ottime alternative che puoi usare per sostituire il tuo colpo di caffeina. Quindi continuate a leggere per alcune opzioni che è possibile utilizzare per facilitare la vostra strada verso la dieta.

Perché i malati di una crescita eccessiva di Candida dovrebbero evitare la caffeina?

Purtroppo la caffeina è uno degli elementi che è assolutamente necessario evitare nella dieta Candida. La buona notizia è che la caffeina in realtà non è così buona per la tua salute, quindi quando esci dal caffè ricorda che stai davvero facendo un favore al tuo corpo.

In primo luogo, la caffeina drena il sistema immunitario sottolineando le ghiandole surrenali. Ogni volta che bevi caffè stai stimolando le tue ghiandole surrenali a produrre adrenalina. Se lo fai più volte al giorno per alcuni anni, le tue ghiandole surrenali saranno consumate e affaticate. Quando ciò accade, le ghiandole surrenali non riescono a svolgere correttamente il loro regolare lavoro, che è quello di regolare i livelli ormonali nel corpo. Ciò porta a sintomi come aumento di peso, disturbi dell'umore e sonno interrotto. È importante sottolineare che indebolisce anche la risposta del sistema immunitario, che abbatte le difese contro la crescita eccessiva di Candida.

In secondo luogo, la caffeina provoca anche picchi nel livello di zucchero nel sangue che alimentano la crescita eccessiva di Candida. Uno studio del 2008 ha rilevato che la caffeina ha aumentato i livelli di glucosio nel sangue fino all'8%. E questo effetto era ancora più pronunciato dopo i pasti. Come sai, lo zucchero è l'unica cosa che devi davvero evitare nella dieta Candida: si nutre del lievito nell'intestino e contribuisce alla crescita eccessiva di Candida.

In terzo luogo, infine, il caffè può contenere anche muffe che possono scatenare una reazione allergica in coloro che già soffrono di eccessiva crescita di Candida. Se si lasciano i chicchi di caffè abbastanza a lungo, si vedrà spesso un rivestimento ammuffito verde chiaro o bianco. Questo è il trichoderma o uno di un gruppo di muffe che cresce frequentemente sul caffè. La maggior parte dei tè contiene anche muffa, quindi devi stare molto attento a quelli che scegli.

Anche se il caffè decaffeinato ("decaffeinato") è sicuramente migliore del caffè normale, contiene ancora piccole quantità di caffeina. Quando stai cercando di trovare un sostituto per la tua bevanda mattutina, devi guardare un po 'più lontano.

Quindi quali sono le alternative?

Caffè alla cicoria

Ci sono state molte volte in passato (prima di Starbucks!) Quando il caffè non era disponibile. Una soluzione utilizzata dagli europei è la pianta di cicoria. Quando la radice viene essiccata, arrostita e macinata, si ottiene una gustosa bevanda amara che non è molto diversa dal caffè. Per una felice coincidenza, la radice di cicoria è anche un grande prebiotico (contiene 20% di inulina), quindi può anche aiutare a ripopolare l'intestino con batteri sani. E infine, il gusto amaro stimola la produzione di enzimi che aiutano a regolare il sistema digestivo.

Tè alle erbe

Le tisane sono un'altra alternativa, ma è necessario fare attenzione a quale si sceglie. Stai attento a prenderne uno che non contenga muffe, in quanto ciò ti darà da mangiare alla tua Candida. Una delle migliori opzioni è il tè alle foglie di ortica, che contiene flavanoidi (antiossidanti), vitamina C e ferro. Aiuta anche con la circolazione del sangue, che porterà i sottoprodotti tossici di Candida fuori dal corpo più velocemente. In alternativa, prova il tè alla cannella, il tè alla camomilla, il tè alla menta, il tè allo zenzero o il tè alla liquirizia. Tutti questi hanno proprietà antifungine che aiuteranno con la crescita eccessiva di Candida.

Olio di cocco

Quest'ultimo potrebbe non essere un drink, ma merita una menzione perché dovrebbe essere comunque parte integrante del trattamento con Candida. Ancora meglio, ti dà anche una spinta di energia! Oltre a contenere un acido caprilico chiamato antimicotico naturale, l'olio di cocco contiene anche una forma unica di grassi saturi (denominati MCT). Il tuo corpo non li immagazzina come fa con altri grassi, ma li usa come fonte di energia. Inizia con 1-2 cucchiai al giorno e guarda come ti senti.

Per un elenco completo di bevande che puoi provare durante il trattamento con Candida, dai uno sguardo al mio programma di trattamento per la dieta di Candida Ultimate.

Alternative al caffè e al tè »La dieta candida

caffeina-candida-caffèLa caffeina è consentita quando si segue una dieta a base di Candida?

Ci sono così tante informazioni su Candida su Internet e lo stesso è vero per quanto riguarda le bevande contenenti caffeina come caffè e tè.

La maggior parte delle liste di alimenti vi direbbe di evitare caffè o caffeina e in effetti la mia lista ha detto lo stesso che ho ora modificato.

Dopo aver esaminato il ragionamento che sta dietro l'esclusione della caffeina da una dieta Candida, come biologo, non lo compro esattamente. Tenderei a collocarlo nella categoria Candida. Naturalmente, come le bevande calde, ci sarebbero scelte migliori disponibili.

Il tè Red Bush e il tè Pau d'Arco sono entrambi scelte prive di caffeina che hanno proprietà antimicrobiche.


Inoltre, la maggior parte delle bevande contenenti caffeina contiene molto zucchero e altri ingredienti malsani, ma dopo aver esaminato tutte le prove, credo che un caffè o un tè non zuccherato sia accettabile in piccole quantità.

Caffè e tè contengono molti antiossidanti sani e gli studi recenti mostrano così tanti benefici per la salute da parte loro che non sarebbe saggio rimuoverli totalmente dalla dieta.
Le fonti in rete si riferiscono a un articolo dell'International Journal of Alternative & Complementary Medicine del 1993, in cui si afferma che la caffeina è uno stressante surrenale e questo a sua volta danneggia il sistema immunitario, lasciando quindi il corpo aperto alla crescita eccessiva del Candida.

Mentre c'è del vero in questo, un caffè o un paio di tè non avranno quantità di caffeina abbastanza alte da causare questo. Infatti gli antiossidanti presenti nel caffè o nel tè hanno dimostrato di prevenire le malattie. Questa ricerca è francamente obsoleta e in realtà non dovrebbe essere usata come una ragione per evitare tutta la caffeina mentre si sta seguendo una dieta a base di Candida.
Un altro mito è che proprio come la caffeina ci eccita, a sua volta stimola le cellule di lievito. Questa è finzione perché Candida si nutre solo di zuccheri mentre la caffeina agisce sul sistema nervoso centrale. I lieviti non ne hanno uno in quanto sono organismi unicellulari.

La moderazione è la chiave

Quindi qual è la linea di fondo? La caffeina attraverso prodotti naturali come caffè e tè è accettabile in piccole quantità e se consumata senza zucchero. I dolcificanti naturali come la stevia sarebbero accettabili. I benefici del consumo moderato di caffè e tè superano di gran lunga i negativi associati all'effetto della caffeina sulla candidosi.

Se stai facendo qualcos'altro proprio sulla dieta Candida, ma ti capita di avere una tazza di caffè, tè o tè verde al giorno, dubito seriamente che avrà qualche effetto in un modo o nell'altro sulla crescita eccessiva del lievito.

Il problema sta nell'avere più tazze al giorno che sicuramente stressano le surrenali, acidificano il corpo e rendono quindi il corpo più suscettibile alla crescita eccessiva del Candida.

Condividi questo:

4.8
5
11
4
5
3
1
2
3
1
1