Fast food

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per altri usi, vedi Fast food (disambiguazione).

Vedi anche: cibo trasformato
Hamburger, patatine fritte e bibite sono tipici fast food

Il fast food è un alimento prodotto in serie che viene tipicamente preparato e servito più velocemente rispetto ai cibi tradizionali. Il cibo è in genere meno prezioso dal punto di vista nutrizionale rispetto ad altri alimenti e piatti. Mentre qualsiasi pasto con un tempo di preparazione basso può essere considerato fast food, in genere il termine si riferisce al cibo venduto in un ristorante o in un negozio con ingredienti surgelati, preriscaldati o precotti e servito al cliente in una forma confezionata per il take-away / take-away .

I ristoranti fast food si distinguono tradizionalmente per la loro capacità di servire cibo attraverso un drive-through. I punti vendita possono essere stand o chioschi, che potrebbero non offrire ripari o posti a sedere,[1] o ristoranti fast food (noto anche come ristoranti di servizio rapido). Le operazioni in franchising che fanno parte delle catene di ristoranti hanno prodotti alimentari standardizzati spediti in ogni ristorante dalle postazioni centrali.[2]

Il fast food è iniziato con i primi negozi di fish and chips in Gran Bretagna negli anni '60 del XIX secolo. I ristoranti drive-through sono stati inizialmente diffusi negli anni '50 negli Stati Uniti. Il termine "fast food" fu riconosciuto in un dizionario da Merriam-Webster nel 1951.

Mangiare fast food è stato collegato, tra le altre cose, al cancro del colon-retto, all'obesità, al colesterolo alto e alla depressione.[3][4][5][6] Molti cibi veloci tendono ad essere ricchi di grassi saturi, zuccheri, sale e calorie. [7]

La tradizionale cena di famiglia viene sempre più sostituita dal consumo di fast food da asporto. Di conseguenza, il tempo investito nella preparazione del cibo si sta riducendo, con una coppia media negli Stati Uniti che ha speso 47 minuti e 19 secondi al giorno per la preparazione dei cibi nel 2013.[8]

Storia

Tirando la pasta di grano in fili sottili per formare Lamian
Vedi anche: Ristorante fast food § Storia

Il concetto di cibo pronto per la vendita è strettamente connesso con gli sviluppi urbani. Le case nelle città emergenti spesso mancavano di spazio adeguato o di adeguate attrezzature per la preparazione del cibo. Inoltre, procurarsi carburante per cucinare potrebbe costare tanto quanto i prodotti acquistati. La frittura di cibi in tini di olio rovente si è rivelata tanto pericolosa quanto costosa, e i proprietari di casa temevano che un fuoco di cottura "canaglia" potesse facilmente confondere un intero quartiere ".[9] Pertanto, gli abitanti delle città sono stati incoraggiati ad acquistare carni o amidi pre-preparati, come pane o spaghetti, quando possibile. Nell'Antica Roma, le città avevano bancarelle - un grande banco con un ricettacolo nel mezzo da cui sarebbe stato servito cibo o bevande.[10] Fu durante il boom economico americano del secondo dopoguerra che gli americani iniziarono a spendere di più ea comprare di più mentre l'economia rimbombava e una cultura del consumismo fioriva. Come risultato di questo nuovo desiderio di avere tutto, unito ai passi fatti dalle donne mentre gli uomini erano assenti, entrambi i membri della famiglia iniziarono a lavorare fuori casa. Mangiare fuori, che in precedenza era stato considerato un lusso, è diventato un evento comune e quindi una necessità. I lavoratori e le famiglie lavoratrici avevano bisogno di un servizio rapido e di cibo economico sia a pranzo che a cena. Questo bisogno è ciò che ha guidato il successo fenomenale dei primi giganti del fast food, che si adattavano alla famiglia in movimento (Franklin A. Jacobs). Il fast food è diventato un'opzione facile per una famiglia impegnata, come è il caso per molte famiglie oggi.

Vecchio mondo preindustriale

Nelle città dell'antichità romana, gran parte della popolazione urbana che vive in insulae, condomini a più piani, dipendevano dai venditori di cibo per gran parte del loro pasto; il Forum stesso fungeva da mercato in cui i romani potevano acquistare prodotti da forno e salumi.[11] Al mattino, il pane imbevuto di vino veniva consumato come spuntino veloce e poi cotto verdure e stufati Popina, un tipo semplice di stabilimento gastronomico.[12] In Asia, il 12 ° secolo cinese abbatteva pasta fritta, zuppe e focacce ripiene, che tuttora esistono come snack moderni.[13] I loro contemporanei di Baghdadi completavano i pasti fatti in casa con legumi lavorati, amidi acquistati e persino carni pronte da mangiare.[14] Durante il Medioevo, grandi città e grandi aree urbane come Londra e Parigi sostenevano numerosi venditori che vendevano piatti come torte, pasticci, sformati, cialde, wafer, pancake e carni cotte. Come nelle città romane durante l'antichità, molti di questi stabilimenti si rivolgevano a coloro che non avevano i mezzi per cucinare il proprio cibo, in particolare le singole famiglie. A differenza degli abitanti delle città più ricche, molti spesso non potevano permettersi abitazioni con attrezzature da cucina e quindi si affidavano agli alimenti a rapida preparazione. I viaggiatori, come pure i pellegrini in viaggio verso un luogo sacro, erano tra i clienti.[15]

Regno Unito

Targa blu a Oldham, in Inghilterra, che commemora le origini del pesce e patatine e l'industria fast food del 1860

Nelle zone con accesso alle acque costiere o di marea, i "fast food" includevano spesso molluschi o frutti di mare locali, come le ostriche o, come a Londra, le anguille. Spesso questo pesce veniva cucinato direttamente sulla banchina o nelle vicinanze.[16] Lo sviluppo della pesca a strascico nella metà del diciannovesimo secolo portò allo sviluppo di un favorito britannico, pesce e patatine e il primo negozio nel 1860.[17]

Pesce e patatine in un involucro

Una targa blu al Mercato di Tommyfield di Oldham segna l'origine delle industrie di fish and chips e fast food.[17] Come fast food economico servito in un involucro, il pesce e le patatine diventavano un pasto di riserva tra le classi lavoratrici vittoriane.[17] Nel 1910 c'erano più di 25.000 negozi di fish & chips in tutto il Regno Unito e negli anni '20 c'erano più di 35.000 negozi.[18] La catena di fast food di Harry Ramsden aprì il suo primo negozio di fish and chips a Guiseley, nel West Yorkshire, nel 1928.In un solo giorno nel 1952, il negozio servì 10.000 porzioni di pesce e patatine fritte, guadagnandosi un posto nel Libro dei Guinness dei primati.[19]

Il fast food britannico aveva una considerevole variazione regionale. A volte la regionalità di un piatto diventava parte della cultura della sua rispettiva area, come il pastoso della Cornovaglia e la barra di Mars fritta. Il contenuto delle torte dei fast food è vario, con il pollame (come i polli) o gli uccelli selvatici comunemente usati. Dalla seconda guerra mondiale, il tacchino è stato usato più frequentemente negli alimenti a rapida preparazione.[20] Il Regno Unito ha adottato anche il fast food di altre culture, come la pizza, il doner kebab e il curry. Più recentemente sono emerse anche alternative più salutari ai fast food convenzionali.

stati Uniti

Il vicino ristorante fast food firma a Bowling Green, nel Kentucky per Wendy's, KFC, Krystal e Taco Bell. Un segno di McDonald's può essere visto nello sfondo molto lontano.

Mentre le automobili divennero popolari e più accessibili dopo la prima guerra mondiale, furono introdotti ristoranti drive-in. L'azienda americana White Castle, fondata da Billy Ingram e Walter Anderson a Wichita, Kansas nel 1921, è generalmente accreditata aprendo il secondo fast food e la prima catena di hamburger, vendendo hamburger per cinque centesimi ciascuno.[21] Walter Anderson aveva costruito il primo ristorante White Castle a Wichita nel 1916, introducendo il menu limitato, un ristorante con hamburger ad alto volume, a basso costo e ad alta velocità.[22] Tra le sue innovazioni, l'azienda ha permesso ai clienti di vedere il cibo in fase di preparazione. White Castle ha avuto successo sin dal suo inizio e ha generato numerosi concorrenti.

Il franchising fu introdotto nel 1921 da A & W Root Beer, che concesse in franchising il suo sciroppo distintivo. Il primo concetto di ristorante di Howard Johnson in franchising risale alla metà degli anni '30, uniformando formalmente i menu, la segnaletica e la pubblicità.[22]

Il servizio di cordolo fu introdotto alla fine degli anni '20 e fu mobilitato negli anni '40 quando i carrelli a cingoli erano legati a pattini a rotelle.[23]

Gli Stati Uniti hanno la più grande industria di fast food al mondo e i fast food americani si trovano in oltre 100 paesi. Circa 4,7 milioni di lavoratori statunitensi sono impiegati nelle aree della preparazione dei cibi e della ristorazione, compresi i fast food negli Stati Uniti.[24] Le preoccupazioni di un'epidemia di obesità e le sue malattie correlate hanno ispirato molti funzionari del governo locale negli Stati Uniti a proporre di limitare o regolamentare i fast-food. Eppure, gli adulti statunitensi non sono disposti a cambiare il loro consumo di fast food anche di fronte all'aumento dei costi e alla disoccupazione caratterizzati dalla grande recessione, suggerendo una richiesta anelastica.[25] Tuttavia, alcune aree sono più colpite di altre. Nella contea di Los Angeles, ad esempio, circa il 45% dei ristoranti del South Central di Los Angeles sono catene di fast-food o ristoranti con posti a sedere minimi. In confronto, solo il 16% di quelli sul Westside sono tali ristoranti.[26]

Condizioni di lavoro

Nel 2013, il Progetto nazionale per l'occupazione ha scritto che "secondo uno studio condotto dall'università della California-Berkeley, più della metà (52%) dei lavoratori fast-food in prima linea deve fare affidamento su almeno un programma di assistenza pubblica per sostenere le loro famiglie. Di conseguenza, il modello di business dell'industria del fast-food di bassi salari, benefici inesistenti e orari di lavoro limitati costa ai contribuenti una media di quasi $ 7 miliardi ogni anno ". Sostengono che questo finanziamento consente a questi lavoratori di "offrire assistenza sanitaria, cibo e altre necessità di base" [27][28]

In movimento

Vedi anche: cibo conveniente
Il primo drive-thru a due corsie di McDonald era al Rock N Roll McDonald's di Chicago.

I fast food sono porta via o portare fuori fornitori che promettono un servizio rapido. Tali fast food spesso hanno un servizio "drive-through" che consente ai clienti di ordinare e raccogliere cibo dai loro veicoli. Altri hanno posti a sedere al coperto o all'aperto dove i clienti possono mangiare in loco. Negli ultimi tempi, il boom dei servizi IT ha permesso ai clienti di ordinare cibo dalle loro case attraverso le loro app per smartphone.

Quasi dal suo inizio, il fast food è stato progettato per essere mangiato "in movimento", spesso non richiede le posate tradizionali e viene mangiato come un finger food. Le voci di menu comuni nei fast food includono fish and chips, panini, pitas, hamburger, pollo fritto, patatine fritte, anelli di cipolla, crocchette di pollo, tacos, pizza, hot dog e gelato, anche se molti ristoranti fast food offrono "più lenti" cibi come peperoncino, purè di patate e insalate.

Stazioni di servizio

I negozi di alimentari situati in molte stazioni di benzina / gas vendono panini pre-confezionati, ciambelle e cibi caldi. Molte stazioni di servizio negli Stati Uniti e in Europa vendono anche cibi surgelati e hanno forni a microonde nei locali in cui prepararli. Le stazioni di servizio in Australia vendono alimenti come torte calde, sandwich e barrette di cioccolato, che sono facilmente accessibili per un cliente mentre sono in viaggio. Le stazioni di servizio sono spesso aperte per lunghi orari e sono aperte prima e dopo l'orario di apertura del negozio, pertanto è facilmente accessibile per i consumatori.

Venditori ambulanti e concessioni

Articolo principale: cibo di strada
Venditore ambulante che serve fast food in Nepal
Ristorante fastfood in Europa orientale: The Pajdaš (nel dialetto di Prekmurje compagno), Murska Sobota Slovenia.

Il cibo di strada tradizionale è disponibile in tutto il mondo, di solito attraverso piccoli venditori indipendenti che operano da un carrello, un tavolo, una griglia portatile o un veicolo a motore. Esempi comuni includono venditori di noodle vietnamiti, stand di falafel mediorientali, hot dog di New York e camion di taco. I venditori di Turo-Turo (tagalog per point point) sono una caratteristica della vita filippina.Comunemente, i venditori ambulanti offrono una gamma di opzioni colorata e varia, pensata per catturare rapidamente i passanti e attirare più attenzione possibile.

A seconda del luogo, più venditori ambulanti possono specializzarsi in tipi specifici di cibo caratteristici di una determinata tradizione culturale o etnica. In alcune culture, è tipico che i venditori ambulanti chiamino i prezzi, cantino o cantino per le vendite, suonano musica o si impegnino in altre forme di "teatrea di strada" per coinvolgere potenziali clienti. In alcuni casi, questo può guadagnare più attenzione del cibo.

Cucina

Fastfood a Ilorin, Kwara

I moderni fast food commerciali sono spesso altamente elaborati e preparati in modo industriale, cioè su larga scala con ingredienti standard e metodi di cottura e produzione standardizzati.[29] Di solito viene rapidamente servito in cartoni o sacchetti o in un involucro di plastica, in un modo che riduce al minimo i costi. Nella maggior parte delle operazioni di fast food, le voci di menu sono generalmente costituite da ingredienti lavorati preparati presso un centro di approvvigionamento centrale e quindi spediti ai singoli punti vendita dove sono riscaldati, cucinati (di solito con microonde o frittura) o assemblati in un breve lasso di tempo. Questo processo garantisce un livello costante di qualità del prodotto ed è fondamentale per poter consegnare rapidamente l'ordine al cliente ed eliminare i costi di manodopera e attrezzature nei singoli negozi.

A causa dell'enfasi commerciale sulla rapidità, l'uniformità e il basso costo, i prodotti fast food sono spesso realizzati con ingredienti formulati per ottenere un certo sapore o consistenza e per preservare la freschezza.

varianti

Molti tipi di sushi pronti da mangiare

I take-away cinesi / i ristoranti da asporto sono particolarmente popolari nei paesi occidentali come gli Stati Uniti e il Regno Unito. Normalmente offrono un'ampia varietà di cibo asiatico (non sempre cinese), che normalmente è stato fritto. La maggior parte delle opzioni sono una forma di pasta, riso o carne. In alcuni casi, il cibo è presentato come uno smörgåsbord, a volte self service. Il cliente sceglie la dimensione del contenitore che desidera acquistare e quindi è libero di riempirlo con la sua scelta di cibo. È comune combinare diverse opzioni in un contenitore e alcune prese si caricano in base al peso anziché per articolo. Nelle grandi città, questi ristoranti possono offrire la consegna gratuita per acquisti superiori all'importo minimo.

Agnello shish kebab

Il sushi ha visto crescere rapidamente la popolarità di recente nel mondo occidentale. Una forma di fast food creata in Giappone (dove il bentō è la varietà giapponese di fast food), il sushi è normalmente riso appiccicoso freddo aromatizzato con un aceto di riso dolce e servito con qualche guarnizione (spesso pesce), o, come nel tipo più popolare in Occidente, arrotolato in nori (conca essiccata) con ripieno. Il ripieno spesso include pesce, frutti di mare, pollo o cetriolo.

Un chiosco di fast food a Yambol, in Bulgaria

La pizza è una comune categoria fast food negli Stati Uniti, con catene nazionali come Papa John's, Domino's Pizza, Sbarro e Pizza Hut. Segue solo l'industria degli hamburger nel fornire calorie ai fast food dei bambini.[30] I menu sono più limitati e standardizzati rispetto alle pizzerie tradizionali e viene offerta la consegna della pizza.

Le case di kebab sono una forma di fast food del Medio Oriente, in particolare Turchia e Libano. La carne viene rasata da una rosticceria e viene servita su una focaccia tiepida con insalata e una scelta di salsa e condimento. Questi doner kebab o shawarmas sono diversi dagli shish kebab serviti su bastoncini. I negozi di kebab si trovano anche in tutto il mondo, in particolare in Europa, Nuova Zelanda e Australia, ma in genere sono meno diffusi negli Stati Uniti.

I fish and chips shop sono una forma di fast food popolare nel Regno Unito, in Australia e in Nuova Zelanda. Il pesce viene battuto e poi fritto, e servito con strisce di patate fritte.[31]

Gli olandesi hanno i loro tipi di fast food. Un pasto fast food olandese spesso consiste in una porzione di patatine fritte (chiamate friet o patat) con una salsa e un prodotto a base di carne. La salsa più comune per accompagnare le patatine fritte è fritessaus. È un sostituto della maionese dolce, aceto e povero di grassi, che tuttavia l'olandese chiama ancora "maionese". Quando si ordina è molto spesso abbreviato in incontrato (letteralmente "con"). Altre salse popolari sono ketchup o ketchup speziato ("curry"), salsa di arachidi in stile indonesiano ("satésaus" o "pindasaus") o piccalilli. A volte le patatine vengono servite con combinazioni di salse, il più famoso speciaal (speciale): maionese, con ketchup (speziato) e cipolle tritate; e oorlog (letteralmente "guerra"): maionese e salsa di arachidi (a volte anche con ketchup e cipolle tritate). Il prodotto a base di carne è solitamente uno spuntino fritto; questo include il frikandel (una salsiccia di carne macinata senza pelle e fritta), e il kroket (ragù di carne fritta ricoperto di pangrattato).

Fast food in Portogallo
Un piccolo ristorante con pasztecik szczeciński a Szczecin, in Polonia

In Portogallo ci sono alcune varietà di fast-food e ristoranti locali specializzati in questo tipo di cucina locale. Alcuni degli alimenti più popolari includono frango assado (Pollo alla griglia piri-piri precedentemente marinato), francesinha, francesinha poveira, espetada (carne di tacchino o maiale su due bastoncini) e bifanas (cotolette di maiale in una salsa specifica servita come sandwich). Questo tipo di cibo è spesso servito con patatine fritte (chiamato batate fritas), alcune catene internazionali hanno iniziato ad apparire specializzate in alcuni dei tipici fast food portoghesi come Nando.

Un esempio di una forma locale di fast food in Polonia è pasztecik szczeciński, una pasta di lievito fritta ripiena di carne o di farcitura vegetariana, tipico piatto di fast food della città di Stettino ben noto in molte altre città del paese. Un piatto è in polacco Elenco dei prodotti tradizionali. Il primo bar che serve pasztecik szczeciński, Bar "Pasztecik" fondato nel 1969, si trova in Wojska Polskiego Avenue 46 a Stettino.

Un punto fisso delle città dell'Asia orientale è il negozio di noodle. Flatbread e falafel sono oggi onnipresenti in Medio Oriente. Popolari piatti fast food indiani includono vada pav, panipuri e dahi vada. Nelle nazioni francofone dell'Africa occidentale, i bordi delle strade all'interno e intorno alle grandi città continuano a vendere, come hanno fatto per generazioni, una serie di bastoncini di carne pronti alla cottura, noti localmente come spiedini (da non confondere con lo spuntino del pane con lo stesso nome trovato in Europa).

Attività commerciale

Negli Stati Uniti, i consumatori hanno speso $ 160 miliardi di fast food nel 2012 (rispetto ai $ 6 miliardi del 1970).[32][33] In totale, l'industria dei ristoranti negli Stati Uniti ha previsto un fatturato di $ 660,5 miliardi nel 2013.[34] Il fast food ha perso quote di mercato in ristoranti fast casual, che offrono prodotti più robusti e costosi

4.1
5
15
4
2
3
3
2
3
1
0