Cos'è la bile? Produzione, Funzione, Sali, Conservazione, Secrezione

La bile è un succo digestivo secreto dal fegato e conservato nella cistifellea. Ha due importanti funzioni:

  1. Aiuta con la digestione dei grassi e l'assorbimento nell'intestino.
  2. È un mezzo per l'organismo per espellere i prodotti di scarto dal sangue.

Funzioni biliari

La bile non contiene enzimi come le altre secrezioni del tratto gastrointestinale. Invece ha sali biliari (acidi) che possono:

  1. Emulsionare i grassi e scomporli in piccole particelle. Questa è un'azione detergente simile alla bile.
  2. Aiuta il corpo ad assorbire i prodotti di degradazione del grasso nell'intestino. I sali biliari si legano con i lipidi per formare le micelle. Questo viene quindi assorbito attraverso la mucosa intestinale.

L'altra importante funzione della bile è che contiene prodotti di scarto dell'analisi dell'emoglobina. Questo è noto come bilirubina ed è normalmente formato dal corpo in quanto si sbarazza dei vecchi globuli rossi che sono ricchi di emoglobina. La bile trasporta anche il colesterolo in eccesso dal corpo e lo "scarica" ​​nel tratto gastrointestinale dove può essere distribuito con altri rifiuti.

Produzione di bile

Le cellule epatiche (epatociti) producono la bile che raccoglie e drena nel dotto epatico. Da qui può entrare nell'intestino tenue per agire sui grassi viaggiando lungo il dotto biliare comune, oppure può entrare nella cistifellea attraverso il dotto cistico, dove viene immagazzinato.

Il fegato produce tra 600 ml e 1 litro di bile in un giorno. Come la bile viaggia lungo i condotti, il rivestimento di questi passaggi, secerne acqua, sodio e ioni bicarbonato nella bile, diluendo in questo modo. Queste sostanze aggiuntive aiutano a neutralizzare l'acido dello stomaco che entra nel duodeno con cibo parzialmente digerito (chimo) dallo stomaco. Fare riferimento alla secrezione di acido gastrico.

Sali biliari

I sali biliari sono costantemente riciclati nel corpo. È secreto nel duodeno insieme ad altri composti come la bile. Si lega con i lipidi per formare micelle e alla fine rientra nel flusso sanguigno. Passando attraverso la cirulazione del portale, i sali biliari entrano nel fegato. Qui passa attraverso i seni venosi del fegato ed è assorbito dalle cellule del fegato (epatociti). È quindi pronto per essere nuovamente secreto dalle cellule del fegato per compensare la bile. Ciò consente di riciclare in questo modo oltre il 90% dei sali biliari (circolazione enteroepatica della bile) e dopo circa 15 cicli, viene scartato nelle feci. Il fegato, tuttavia, produce costantemente piccole quantità di sali biliari per ricostituire le quantità che non possono essere ricircolate.

Stoccaggio della bile

Il fegato secerne costantemente la bile, fino a 1 litro in un periodo di 24 ore, ma la maggior parte viene conservata nella cistifellea. Questo organo cavo può contenere solo 30-60 ml di bile ed è in grado di immagazzinare grandi quantità di bile dal fegato, concentrandolo. La cistifellea è in grado di raggiungere questo risultato attraverso il riassorbimento di acqua, sodio, cloruro e altri elettroliti attraverso il suo rivestimento. Gli altri costituenti della bile, come i sali biliari, il colesterolo, la lecitina e la bilirubina, rimangono nella cistifellea.

Concentrazione di bile

La cistifellea deve concentrare la bile in modo che possa immagazzinare i sali biliari e i prodotti di scarto della bile del fegato. Trasporta attivamente il sodio attraverso la mucosa della colecisti. Gli altri costituenti come l'acqua, il cloruro e gli elettroliti si diffondono poi attraverso il rivestimento della cistifellea.

In questo modo, la bile della cistifellea è da 5 a 20 volte più concentrata rispetto alla bile del fegato. A questo punto, la bile della cistifellea è composta principalmente da sali biliari, e piccoli volumi di bilirubina, colesterolo, lecitina e altri elettroliti rimangono nella cistifellea.

Composizione della bile

La bile, proveniente dal fegato o dalla cistifellea, contiene le seguenti sostanze:

  • acqua
  • sali biliari
  • bilirubina
  • colesterolo
  • acidi grassi
  • lecitina
  • sodio
  • potassio
  • calcio
  • cloro
  • ioni bicarbonato

Come accennato, la bile della colecisti è concentrata rispetto alla bile del fegato. I sali biliari costituiscono il più grande volume di bile della colecisti e possono essere 6 volte più concentrati rispetto ai sali biliari nella bile del fegato.

La bile del fegato, tuttavia, ha concentrazioni più elevate di:

  • acqua
  • sodio
  • cloro
  • bicarbonato

Bile Secretion

Tra 20 e 30 minuti dopo aver mangiato un pasto, il cibo parzialmente digerito entra nel duodeno dell'intestino tenue dallo stomaco come chimo (svuotamento gastrico). La presenza di cibo, in particolare di cibi grassi, nello stomaco e nel duodeno stimola la colecisti a contrarsi a causa dell'azione della colecistochinina (CCK). La cistifellea quindi estrae la bile e rilassa lo sfintere di Oddi consentendo in tal modo alla bile di entrare nel duodeno.

L'altro stimolo per la contrazione della colecisti è rappresentato dagli impulsi nervosi del nervo vago e del sistema nervoso enterico. Fare riferimento a Nervi di stomaco per ulteriori informazioni sulla fornitura di nervi del tratto gastrointestinale superiore.
Se sufficientemente stimolato per un periodo prolungato (dovuto alla presenza di cibi grassi), la cistifellea può svuotare l'intero contenuto entro un'ora.

La secretina, l'ormone digestivo che stimola la secrezione pancreatica, aumenta anche la secrezione biliare. Il suo effetto principale, tuttavia, è quello di aumentare la secrezione di acqua e bicarbonato di sodio dal rivestimento del dotto biliare. Questa soluzione di bicarbonato, insieme al bicarbonato pancreatico, è essenziale per neutralizzare l'acido dello stomaco che è presente nel duodeno.

4.6
5
10
4
1
3
2
2
1
1
0