Yogurt sforzato

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
"Yogurt greco" reindirizza qui. Per l'uso di yogurt filtrato in Grecia, vedi § Grecia.

Yogurt sforzato
Yogurt sforzato con olio d'oliva
Nomi alternativi chak (k) a, yogurt greco, labneh, suzma, yogurt al formaggio
genere Yogurt
Luogo d'origine Grecia, Medio Oriente o Asia centrale
Regione o stato Ovest, Sud e Asia centrale; Medio Oriente, Europa sud-orientale
Ingredienti principali Yogurt
Energia alimentare
(per porzione)
457 kJ (109 kcal) per 100 g[1] kcal
Libro di cucina: yogurt filtrato Media: yogurt filtrato

Yogurt sforzato, yogurt greco,[2] yogurt cheese, yogurt al sacco, labaneh o yogurt suzma (greco: στραγγιστό γιαούρτι, arabo: لبنة Labnah, Turco: süzme yoğurt), è lo yogurt che è stato teso a rimuovere la maggior parte del suo siero, risultando in una consistenza più spessa rispetto allo yogurt non isolato, preservando il caratteristico sapore aspro dello yogurt. Come molti tipi di yogurt, lo yogurt sforzato viene spesso ottenuto da latte che è stato arricchito facendo bollire parte del suo contenuto di acqua o aggiungendo burro e latte in polvere in più. In Europa e Nord America, viene spesso prodotto con yogurt magro o senza grassi. In Islanda viene prodotto un prodotto simile chiamato skyr.

Lo yogurt filtrato è generalmente commercializzato in Nord America come "yogurt greco" e in Gran Bretagna come "yogurt alla greca",[3] anche se lo yogurt teso è ampiamente consumato nelle cucine del Levante, del Mediterraneo orientale, del Medio Oriente, dell'Asia centrale e dell'Asia meridionale, in cui viene spesso utilizzato in cucina (dato che è abbastanza ricco di grassi per evitare la coagulazione a temperature più elevate). Tali piatti possono essere cucinati o crudi, salati o dolci. A causa del processo di deformazione per rimuovere il siero in eccesso, anche le varietà non grasse di yogurt filtrato sono molto più spesse, più ricche e più cremose rispetto agli yogurt che non sono stati filtrati. Poiché il processo di filtrazione rimuove il siero, o il fluido, dai solidi del latte, richiede sostanzialmente più yogurt semplice per produrre una tazza di yogurt filtrato, quindi il costo per farlo è aumentato di conseguenza. Gli addensanti, come la pectina, la farina di semi di carrube, gli amidi, la gomma di guar, ecc., Elencati negli ingredienti indicano che lo sforzo non era il metodo utilizzato per consolidare i solidi del latte. La commercializzazione di yogurt greci o greci negli Stati Uniti consente l'uso di più addensanti invece di affaticare, quindi c'è poca differenza nello yogurt di anni prima dell'introduzione di yogurt teso diverso dall'aumento degli addensanti, anche se il prezzo è ora superiore per i prodotti originali non vincolati. Nell'Europa occidentale e negli Stati Uniti, lo yogurt filtrato è diventato più popolare rispetto allo yogurt non legato. Dal momento che il processo di filtrazione rimuove parte del lattosio, lo yogurt teso è più povero di zuccheri rispetto allo yogurt non isolato.[4]

Nel 2012 è stato riferito che la maggior parte della crescita nell'industria dello yogurt statunitense da 4,1 miliardi di dollari proveniva dal sottosettore dello yogurt sottoposto a tensioni, tipicamente commercializzato come "yogurt greco".[5][6] Negli Stati Uniti non esiste una definizione legale di yogurt greco, e lo yogurt addensato con agenti addensanti può anche essere venduto come "yogurt greco" anche se non è necessariamente yogurt tostato.[7]

Nutrizione

Non ci sono normative standard sul mercato per monitorare o controllare la composizione degli yogurt concentrati.[8] Il contenuto di carboidrati, grassi e proteine ​​negli yogurt filtrati variava rispettivamente da 1 a 12, da 0 a 20 e da 3,3 a 11 grammi per 100 grammi.[8] Gli yogurt concentrati contengono un contenuto solido totale finale superiore rispetto agli yogurt normali, con possibilità di prolungare la durata di conservazione rispetto agli yogurt normali.[9]

Variazioni per area

Asia

Asia centrale

Nelle cucine di molti popoli iraniani, baluci e turchi (ad esempio in cucina azerbaigiana, afgana, tatara, tagica, uzbeka e altre cucine centroasiatica), un tipo di yogurt teso chiamato chak (k) un[10][11] o suzma (Turkmeno: süzme, Azero: süzmə, Kazako: сүзбe, Kirghizistan: сүзмө, Uzbeco: suzma, Uiguro: сүзма)[11] è consumato Si ottiene drenando qatiq, una varietà di yogurt locale. Asciugandolo ulteriormente, si ottiene qurut, una sorta di formaggio fresco secco.[11] Lo yogurt sforzato in Balochistan è chiamato "Sheelanch" ed è una parte vitale della dieta nomade. Di solito è usato per fare tuffi servito con le date, o servito come contorno. Inoltre viene essiccato e conservato per l'inverno.

Medio Oriente

Labneh (noto anche come Labni, Lebni) è popolare nel Levante e nella penisola arabica. Oltre ad essere usato fresco, il labneh viene anche essiccato e poi formato in palline, talvolta ricoperto di erbe o spezie e conservato sotto olio d'oliva. Labneh è un popolare piatto mezze e ingrediente sandwich. Un panino comune in Medio Oriente è uno di labneh, menta, timo e oliva su pane pita. Il sapore dipende in gran parte dal tipo di latte utilizzato: il labneh del latte vaccino ha un sapore piuttosto delicato. Anche la qualità del condimento dell'olio d'oliva influenza il gusto del labneh. Il latte proveniente da cammelli e altri animali viene utilizzato nella produzione di labrai in Arabia Saudita e in altri paesi del Golfo.

I beduini producono anche un labneh secco e duro (labaneh malboudeh, simile al qurut dell'Asia centrale) che può essere immagazzinato. Il labneh strained è premuto in stoffa di formaggio tra due pietre pesanti e più tardi asciugato al sole. Questo labro secco viene spesso mangiato con khubz (pane arabo), in cui sia il khubz che il labneh sono mescolati con acqua, grasso animale e sale, e arrotolati in palline.

In Iraq, in Giordania, in Libano, in Palestina, in Israele e in Siria, il Labneh viene prodotto togliendo il liquido dallo yogurt fino a ottenere una consistenza simile a quella di un formaggio a pasta molle. Ha un sapore come la panna acida o lo yogurt molto teso ed è un tuffo nella colazione comune.[12] Di solito si mangia in modo simile all'hummus, spalmato su un piatto e condito con olio d'oliva e spesso, menta secca. Inoltre è spesso abbinato a un tuffo con la miscela di erbe miste za'atar.

Il Labneh è anche l'ingrediente principale di Jameed, che è a sua volta usato in mansaf, il piatto nazionale della Giordania.

Labaneh bil zayit, "labaneh in oil", consiste in piccole palline di labna secco conservate sott'olio, dove può essere conservato per oltre un anno. Man mano che invecchia diventa più aspro.

In Egitto, lo yogurt teso e non forzato è chiamato "zabadi" ("laban" che significa "latte" in arabo egiziano). Si consuma con accompagnamenti salati come olive e olio, e anche con un dolcificante come il miele, come spuntino o colazione. Il formaggio Areesh (o Arish) (arabo: جبنة قريش) è un tipo di formaggio originario dell'Egitto. Lo Shankish, un formaggio fermentato, è fatto con formaggio d'argilla.[13] Il formaggio d'Arish è fatto da yogurt riscaldato lentamente fino a quando non si caglia e si separa, quindi messo in una garza per drenare. È simile nel gusto alla Ricotta.[14] Il contenuto proteico del formaggio Areesh è del 17,6%.[15]

Ho corso

Viene chiamato yogurt tostato in Iran Ma chekide e di solito è usato per fare tuffi, o servito come contorno.Nel nord dell'Iran, Ma chekide è una varietà di kefir con un sapore aspro e distinto. Di solito è mescolato con erbe fresche in una purea tipo pesto chiamata delal.Lo yogurt è un contorno di tutti i pasti iraniani. Lo yogurt sforzato viene utilizzato come salse e vari antipasti con una moltitudine di ingredienti: cetrioli, cipolle, scalogni, erbe fresche (aneto, menta, prezzemolo, coriandolo), spinaci, noci, zereshk, aglio, ecc. Gli antipasti più popolari sono gli spinaci o le melanzane borani, '' Mâst-o-Khiâr '' con cetriolo, cipolline ed erbe aromatiche, o '' Mâst-Musir '' con scalogno selvatico.

tacchino
Turco non stirato Süzme Yoğurt (yogurt filtrato), con un contenuto di grassi del 10%

In Turchia, lo yogurt teso è noto come süzme yoğurt[16] ("yogurt filtrato") o kese yoğurdu ("bag yogurt").[17] A volte viene aggiunta acqua nella preparazione di cacık, quando questo non viene mangiato come meze ma consumato come bevanda. Lo yogurt sforzato viene utilizzato in mezzes e tuffi turchi come haydari.[18]

Nei mercati turchi, labne è anche un prodotto lattiero-caseario popolare, ma è diverso dallo yogurt filtrato; è un formaggio cremoso a base di yogurt senza sale e viene usato come mascarpone.[19]

Asia del sud

Una pentola di terracotta usa e getta con "dahi"

In Asia meridionale, yogurt normale non legato (cagliata), prodotto con latte di mucca o bufalo d'acqua, viene spesso venduto in ciotole di argilla usa e getta chiamate kulhar. Mantenuto per un paio d'ore nella sua pentola di terracotta, parte dell'acqua evapora attraverso i pori di argilla non smaltati. Inoltre raffredda la cagliata a causa dell'evaporazione.

Ma vero yogurt teso, chakka, si ottiene drenando lo yogurt in un panno (preferibilmente di mussola). Shrikhand è un piatto fatto con chakka, zucchero, zafferano, cardamomo, frutta e noci tagliate a dadini; è spesso mangiato con i poori. È particolarmente popolare negli stati di Gujarat e Maharashtra, dove i produttori di latte vendono shrikhand in contenitori.

Chakka viene anche consumato nelle regioni dominate dal Pashtun in Pakistan e Afghanistan con piatti a base di riso e carne.[20]

Europa

Europa orientale

Albania

In Albania, lo yogurt teso si chiama "salcë kosi". Dopo aver preparato lo yogurt con il latte micro-coltivato, viene scaricato in un sacco di tessuto da poche ore, per tutta la notte. L'acqua rilasciata da questo processo si chiama "hir" e può essere utilizzata per conservare il formaggio o come bevanda. Nel frattempo lo yogurt filtrato viene utilizzato in molte varianti nella cucina albanese e viene consumato sia in tinta unita che con elementi aggiunti come aneto, aglio, cetriolo, noci, olio d'oliva ecc.

Armenia
Lo yogurt viene filtrato attraverso una garza

In Armenia viene chiamato lo yogurt teso kamats matzoon. Tradizionalmente, è stato prodotto per la conservazione a lungo termine drenando il matzoon in sacchi di stoffa. Successivamente è stato conservato in sacchi di cuoio o vasi di terracotta per un mese o più a seconda del grado di salatura.[21]

Bulgaria

In Bulgaria, dove lo yogurt è considerato parte integrante della cucina nazionale, lo yogurt teso si chiama "tsedeno kiselo mlyako" (bulgaro: цедено кисело мляко), ed è usato in una varietà di insalate e condimenti. Un altro prodotto simile è "katak" (bulgaro: катък), che è spesso prodotto con latte di pecora o di capra.

Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Serbia e Macedonia

Una varietà di yogurt teso chiamato "base" è una varietà tradizionale di formaggio della regione di Lika in Croazia. Nei paesi dell'ex Jugoslavia, lo yogurt filtrato a base di latte vaccino è diventato molto popolare negli ultimi anni. Di solito è etichettato grčki tip jogurta e mangiato da solo come spuntino o dessert.

In Macedonia è ampiamente noto come pavlaka (Павлака).

Europa del Sud

Cipro

Come in Grecia, lo yogurt filtrato è ampiamente utilizzato nella cucina cipriota sia come ingrediente in ricette sia da solo o come supplemento a un piatto. A Cipro, lo yogurt filtrato viene solitamente prodotto con latte di pecora.

Grecia
Tzatziki, un meze popolare in Grecia

Yogurt sforzato (greco: στραγγιστό γιαούρτι, translit.strangistó giaoúrti) è usato nel cibo greco principalmente come base per la salsa tzatziki e come dessert, con miele, sciroppo di amarene, o dolci a cucchiaio spesso serviti sopra. Alcuni gustosi piatti greci usano yogurt sforzato. In Grecia, lo yogurt teso, come lo yogurt in generale, è tradizionalmente prodotto con latte di pecora. Fage International S.A. iniziò a sforzare latte di vacca da latte per la produzione industriale in Grecia nel 1975, quando lanciò il suo marchio "Total".[22]

Resto d'Europa

Danimarca

È disponibile un tipo di yogurt sforzato chiamato ymer. In contrasto con la varietà greca e turca, solo una piccola quantità di siero di latte viene drenato nel processo di produzione.[23] Ymer è tradizionalmente consumato con l'aggiunta di ymerdrys (acceso: ymer-cospargere), una miscela di briciole di pane tostato di rugbrød pane di segale mescolato con zucchero di canna. Come altri tipi di prodotti caseari inaciditi, ymer è spesso consumato a colazione. Lo yogurt sforzato condito con muesli e sciroppo d'acero viene spesso servito al brunch nei caffè in Danimarca.

Olanda

Lo yogurt sforzato è noto come hangop, letteralmente significa "riagganciare". È un dolce tradizionale Hangop può anche essere fatto usando il latticello.

Regno Unito

Nel Regno Unito lo yogurt filtrato può essere commercializzato come "greco" solo se prodotto in Grecia. Lo yogurt da latte vaccino non prodotto in Grecia viene generalmente venduto come "Stile greco" o "Ricetta greca" per ragioni di marketing, in genere a prezzi inferiori rispetto allo yogurt prodotto in Grecia. Tra gli yogurt "stile greco" non vi è distinzione tra quelli addensati da sforzi e quelli addensati attraverso additivi.[24]

A settembre 2012 Chobani UK Ltd. ha iniziato a vendere lo yogurt prodotto negli Stati Uniti come "Yogurt greco". FAGE, una società che produce yogurt in Grecia e la vende nel Regno Unito, ha presentato una richiesta di passaggio nei confronti di Chobani nella High Court britannica, sostenendo che i consumatori del Regno Unito intendevano "greco" riferirsi al paese di origine (simile a "belga"). Birra"); La posizione di Chobani era che i consumatori capissero "greco" per riferirsi a una preparazione (simile a "French Toast"). Entrambe le società hanno fatto affidamento su sondaggi per dimostrare il loro punto; FAGE ha anche fatto affidamento sulla precedente pratica industriale degli yogurt maker britannici per non etichettare il loro yogurt come "yogurt greco". Alla fine, il giudice Briggs si è espresso a favore di FAGE e ha concesso un'ingiunzione che impediva a Chobani di usare il nome "Yogurt greco".[25] Nel febbraio 2014 questa decisione è stata confermata in appello.[26][27] Chobani in seguito annunciò che stava rientrando nel mercato del Regno Unito usando un'etichetta "strained yogurt"

Yogurt sforzato

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per altri usi, vedi Yogurt (disambiguazione).

Yogurt
Una ciotola di yogurt
genere Prodotto lattiero-caseario
Regione o stato Eurasia - Turchia
Temperatura di servizio Chilled
Ingredienti principali Latte, batteri
Ricettario: Yogurt Media: Yogurt

Yogurt, yogurt o yogurt (/ Joʊɡərt / o / Jɒɡərt /; dal turco: Yogurt; altre grafie elencate sotto) è un alimento prodotto dalla fermentazione batterica del latte.[1] I batteri usati per fare lo yogurt sono noti come "colture di yogurt". La fermentazione del lattosio da parte di questi batteri produce acido lattico, che agisce sulle proteine ​​del latte per conferire allo yogurt la sua consistenza e il caratteristico sapore aspro.[1] Il latte vaccino è comunemente disponibile in tutto il mondo e, come tale, è il latte più comunemente usato per fare lo yogurt. Il latte proveniente da bufali d'acqua, capre, pecore, fattrici, cammelli e yak viene anche utilizzato per produrre lo yogurt, se disponibile localmente. Il latte utilizzato può essere omogeneizzato o no; ogni tipo produce risultati sostanzialmente diversi.

Lo yogurt è prodotto utilizzando una coltura di Lactobacillus delbrueckii subsp. bulgaricus e Streptococco termofilo batteri. Inoltre, altri lattobacilli e bifidobatteri vengono talvolta aggiunti durante o dopo la coltura dello yogurt. Alcuni paesi richiedono che lo yogurt contenga una certa quantità di unità formanti colonia (CFU) di batteri; in Cina, ad esempio, il requisito per il numero di batteri lactobacillus è almeno 1 × 106 CFU per millilitro.[2]

Per produrre lo yogurt, il latte viene dapprima riscaldato, solitamente a circa 85 ° C (185 ° F), per denaturare le proteine ​​del latte in modo che non formino la cagliata. Dopo il riscaldamento, il latte viene lasciato raffreddare a circa 45 ° C (113 ° F).[3] Si mescola la coltura batterica e si mantiene una temperatura di 45 ° C (113 ° F) per 4-12 ore per consentire la fermentazione.[4]

Etimologia e ortografia

La parola deriva dal turco: Yogurt,[5] ed è solitamente correlato al verbo yoğurmak"impastare" o "cagliare o coagulare, addensare".[5] Potrebbe essere correlato a yoğun, che significa denso o denso. Il suono è stato tradizionalmente rappresentato come "gh" nelle traslitterazioni turche dal 1615-1625 circa.[5] Nel turco moderno la lettera ğ segna una diaeresi tra due vocali, senza essere pronunciata, che si riflette in alcune versioni linguistiche della parola (ad es. Greco γιαούρτι giaoúrti, Francese yaourt, Rumeno iaurt). In inglese, le diverse varianti dell'ortografia della parola includono yogurt, yogurt e, in misura minore, yogurt o yogurt.[5]

Storia

Analisi del L. delbrueckii subsp. bulgaricus il genoma indica che il batterio potrebbe aver avuto origine sulla superficie di una pianta.[6] Il latte può essersi spontaneamente e involontariamente esposto ad esso attraverso il contatto con le piante, oppure i batteri potrebbero essere stati trasferiti dalle mammelle di animali domestici produttori di latte.[7] Le origini dello yogurt sono sconosciute, ma si pensa siano state inventate in Mesopotamia intorno al 5000 aC.[8] Negli antichi archivi indiani, la combinazione di yogurt e miele è chiamata "il cibo degli dei".[9] Le tradizioni persiane sostengono che "Abramo doveva la sua fecondità e longevità alla normale ingestione di yogurt".[10]

Turco non stirato Süzme Yoğurt (yogurt filtrato), con un contenuto di grassi del 10%

La cucina della Grecia antica comprendeva un prodotto caseario noto come oxygala (οξύγαλα) che si ritiene fosse una forma di yogurt.[11][12][13][14] Galeno (129 d.C. 200 / c 216) ha affermato che l'ossigala era consumata con il miele, simile al modo in cui oggi viene mangiato yogurt greco denso.[14][13] Gli scritti più antichi che menzionano lo yogurt sono attribuiti a Plinio il Vecchio, il quale osservò che certe "nazioni barbare" sapevano come "addensare il latte in una sostanza con una gradevole acidità".[15] L'uso dello yogurt da parte dei turchi medievali è registrato nei libri Dīwān Lughāt al-Turk di Mahmud Kashgari e Kutadgu Bilig di Yusuf Hajib scritto nell'XI secolo.[16][17] Entrambi i testi menzionano la parola "yogurt" in diverse sezioni e ne descrivono l'uso da parte dei nomadi turchi.[16][17] I primi yogurt erano probabilmente fermentati spontaneamente da batteri selvatici in sacchi di pelle di capra.[18]

Alcuni resoconti suggeriscono che i cuochi dell'Imperatore indiano Akbar avrebbero aromatizzato lo yogurt con semi di senape e cannella.[19] Un altro resoconto di un incontro europeo con lo yogurt si verifica nella storia clinica francese: Francis I soffriva di una grave diarrea che nessun medico francese poteva curare. Il suo alleato Suleiman il Magnifico mandò un dottore, che presumibilmente curò la paziente con lo yogurt.[19][20] Essendo grato, il re francese si è diffuso intorno alle informazioni sul cibo che lo aveva guarito.

Fino al 1900, lo yogurt era un alimento base nelle diete dell'Impero russo (e in particolare dell'Asia centrale e del Caucaso), nell'Asia occidentale, nell'Europa sud-orientale / nei Balcani, nell'Europa centrale e in India. Stamen Grigorov (1878-1945), studente bulgaro di medicina a Ginevra, esaminò per la prima volta la microflora dello yogurt bulgaro. Nel 1905, lo descrisse come costituito da un batterio sferico e un batterio producente acido lattico. Nel 1907 fu chiamato il batterio a forma di bastoncello Bacillus bulgaricus (adesso Lactobacillus delbrueckii subsp. bulgaricus). Il bielorusso e biologo russo Ilya Ilyich Mechnikov, dell'Istituto Pasteur di Parigi, è stato influenzato dal lavoro di Grigorov e ha ipotizzato che il consumo regolare di yogurt fosse responsabile della durata insolitamente lunga dei contadini bulgari.[21] credere Lactobacillus Essendo essenziale per una buona salute, Mechnikov ha lavorato per diffondere lo yogurt come alimento in tutta Europa.

Isaac Carasso ha industrializzato la produzione di yogurt. Nel 1919, Carasso, originario dell'ottomano Salonicco, iniziò una piccola attività di produzione di yogurt a Barcellona, ​​in Spagna, e chiamò l'azienda Danone ("piccolo Daniele") dopo suo figlio. Il marchio successivamente si espanse negli Stati Uniti sotto una versione americanizzata del nome: Dannon. Lo yogurt con aggiunta di marmellata di frutta è stato brevettato nel 1933 dalla latteria Radlická Mlékárna a Praga.[22]

Lo yogurt è stato introdotto negli Stati Uniti nel primo decennio del ventesimo secolo, influenzato da quello di Élie Metchnikoff The Prolongation of Life; Studi ottimistici (1908); era disponibile in forma di compresse per quelli con intolleranza digestiva e per la coltura domestica.[23] È stato reso popolare da John Harvey Kellogg presso il Battle Creek Sanitarium, dove è stato usato sia per via orale che in clistere,[24] e in seguito dagli immigrati armeni Sarkis e Rose Colombosian, che fondarono "Colombo and Sons Creamery" ad Andover, nel Massachusetts nel 1929.[25][26] Colombo Yogurt fu originariamente consegnato in giro per il New England in un carro trainato da cavalli con la parola armena "madzoon" che fu in seguito cambiato in "yogurt", il nome turco del prodotto, poiché il turco era la lingua franca tra gli immigrati dei vari vicini Etnie orientali che erano i principali consumatori in quel momento. La popolarità dello yogurt negli Stati Uniti è stata migliorata negli anni '50 e '60, quando è stata presentata come alimento salutare da scienziati come il batteriologo ungherese Stephen A. Gaymont.[27] Verso la fine del 20 ° secolo, lo yogurt era diventato un prodotto alimentare americano comune e lo Yogurt Colombo fu venduto nel 1993 a General Mills, che interruppe il marchio nel 2010.[28]

Nutrizione e salute

Yogurt, greco, semplice (non zuccherato), latte intero (valore giornaliero)
Valore nutrizionale per 100 g (3,5 once)
Energia 406 kJ (97 kcal)
carboidrati
3,98 g
zuccheri 4,0 g
Fibra alimentare 0 g
Grasso
5,0 g
Proteina
9,0 g
Vitamine Quantità
% DV
Vitamina A equiv.
beta carotene
luteina zeaxantina
0%
26 μg
22 μg
Tiamina (B1)
2%
0,023 mg
Riboflavina (B2)
23%
0,278 mg
Niacina (B3)
1%
0,208 mg
Acido pantotenico (B5)
7%
0,331 mg
Vitamina B6
5%
0,063 mg
Folato (B9)
1%
5 μg
Vitamina B12
31%
0,75 μg
Colina
3%
15,1 mg
Vitamina C
0%
0 mg
minerali Quantità
% DV
Calcio
10%
100 mg
Ferro
0%
0 mg
Magnesio
3%
11 mg
Manganese
0%
0,009 mg
Fosforo
19%
135 mg
Potassio
3%
141 mg
Sodio
2%
35 mg
Zinco
5%
0,52 mg
Altri costituenti Quantità
Selenio 9,7 μg
acqua 81,3 g

Link al rapporto completo dal database USDA
  • unità
  • μg = microgrammi • mg = milligrammi
  • UI = unità internazionali
Le percentuali sono approssimativamente approssimative usando le raccomandazioni statunitensi per gli adulti.

Lo yogurt (yogurt normale da latte intero) contiene l'81% di acqua, il 9% di proteine, il 5% di grassi e il 4% di carboidrati, compreso il 4% di zuccheri (tabella). Una quantità di 100 grammi fornisce 406 kilojoule (97 kcal) di energia alimentare. In proporzione al valore giornaliero (DV), una porzione di yogurt è una ricca fonte di vitamina B12 (31% DV) e riboflavina (23% DV), con contenuto moderato di proteine, fosforo e selenio (dal 14 al 19% DV; tabella).

Confronto tra latte intero e yogurt bianco intero, una tazza (245 g) ciascuno
Proprietà latte[29] Yogurt[30]
calorie di kilo 146 149
Carboidrati totali 12,8 g 12 g
Totalmente grasso 7,9 g 8,5 g
Colesterolo 24 mg 32 mg
Proteina 7,9 g 9 g
Calcio 276 mg 296 mg
Fosforo 222 mg 233 mg
Potassio 349 mg 380 mg
Sodio 98 mg 113 mg
Vitamina A 249 IU 243 IU
Vitamina C 0,0 mg 1,2 mg
Vitamina D 96,5 UI ~
Vitamina E 0,1 mg 0,1 mg
Vitamina K 0,5 μg 0,5 μg
tiamina 0,1 mg 0,1 mg
Riboflavina 0,3 mg 0,3 mg
niacina 0,3 mg 0,2 mg
Vitamina B6 0,1 mg 0,1 mg
folato 12,2 μg 17,2 μg
Vitamina B12 1,1 μg 0,9 μg
Colina