Effetti collaterali del tè verde e chi deve evitarlo

Il tè verde è uno dei più antichi tè alle erbe conosciuti dall'uomo. Ha guadagnato rapidamente importanza in Occidente a causa dei suoi presunti benefici per la salute, la perdita di peso è uno dei più popolari. Alcuni di questi benefici per la salute sono supportati da studi, mentre alcuni devono ancora essere studiati. Ma bisogna anche essere consapevoli degli effetti collaterali.

Il tè verde è per lo più sicuro per gli adulti se consumato con moderazione. Anche l'estratto di tè verde è generalmente considerato sicuro per la maggior parte delle persone se assunto per via orale o applicato localmente sulla pelle per un breve periodo di tempo. Tuttavia, bere troppo tè verde (più di 5 tazze al giorno) è considerato pericoloso. Se consumati in eccesso, gli effetti collaterali del tè verde comprendono problemi di stomaco, bruciore di stomaco, diarrea, mal di testa, palpitazioni e aritmie, anemia, tremori e contrazioni muscolari, diabete, glaucoma, ipertensione e osteoporosi.

Le persone che hanno una naturale bassa tolleranza per la caffeina soffriranno di questi sintomi anche se ingeriscono piccole quantità. Alcuni potrebbero già soffrire di problemi che potrebbero essere aggravati dall'assunzione di tè verde. Queste persone dovrebbero limitare il consumo di tè verde al massimo a 2 tazze al giorno. Anche il momento di bere il tè verde è cruciale.

Effetti collaterali del tè verde

Come tutti i tè, il tè verde contiene caffeina; l'assunzione eccessiva di caffeina può causare o aggravare una serie di problemi, tra cui:

1. Problemi di stomaco

I tannini presenti nel tè verde aumentano l'acidità di stomaco che può causare mal di stomaco, nausea o costipazione. Per questo motivo, il tè verde non viene consumato a stomaco vuoto in Giappone e in Cina.

Uno studio sull'integrazione alimentare con estratti di tè verde ha scoperto che il supplemento di tè verde a stomaco vuoto può influire sul fegato.

Prepara il tuo tè verde in acqua tra 160 ° e 280 ° F. Non farlo a stomaco vuoto.

È meglio bere il tè verde dopo un pasto o tra un pasto e l'altro. Le persone con ulcera peptica o reflusso acido non dovrebbero consumare eccessivamente il tè verde. Uno studio del 1984 ha concluso che il tè è un potente stimolante dell'acido gastrico, che può essere ridotto aggiungendo latte e zucchero.

A volte, l'erogazione impropria del tè verde può anche avere effetti negativi. Il tè verde viene preparato meglio con acqua tra 160 ° e 280 ° F. L'acqua eccessivamente calda può causare bruciore di stomaco o mal di stomaco.

[Leggi anche: Quanto tè verde al giorno]

2. Carenza di ferro e anemia

Il tè verde riduce l'assorbimento di ferro dal cibo. I suoi polifenoli si legano al ferro e lo rendono meno disponibile per il tuo corpo. In precedenza si riteneva che il tè verde ostacolasse l'assorbimento del ferro non eme (ferro da fonti animali) di circa il 25%. Ma le scoperte recenti suggeriscono che esso ostacola anche l'heme o l'assorbimento del ferro da pianta.

Aggiungi un pizzico di limone al tuo tè verde per controllare il malassorbimento di ferro.

Tuttavia, la vitamina C aumenta l'assorbimento del ferro non eme, quindi puoi spremere il limone nel tuo tè o consumare altri cibi ricchi di vitamina C come piselli, broccoli e pomodori con il tuo pasto. Se hai una carenza di ferro come l'anemia, il National Cancer Institute raccomanda di consumare il tè tra i pasti.

3. Lieve mal di testa da lievi a gravi

Mentre il tè verde è considerato una bevanda sicura per i pazienti con emicrania, potrebbe essere ancora fuori dalla tabella di dieta per le persone con cefalea cronica quotidiana. Studi di ricerca basati sulla popolazione hanno dimostrato che la caffeina è un fattore di rischio per l'insorgenza di cefalea cronica quotidiana e, sebbene il tè verde contenga molto meno caffeina del caffè o di altri tipi di tè, è meglio evitare queste persone.

[Leggi anche: tè alle erbe per alleviare il mal di testa]

4. Problemi di sonno, nervosismo e ansia

Non importa quanto poco contiene il tè verde della caffeina, non è una bevanda da coricarsi. La caffeina stessa può bloccare le sostanze chimiche che inducono il sonno nel cervello e aumentare la produzione di adrenalina. La caffeina esercita effetti evidenti sull'ansia e sul sonno, che variano in base alla tua sensibilità ad esso.

Il tè verde contiene anche l'aminoacido L-teanina, che ha la capacità di calmarti ma anche di allertarti e concentrarti e concentrarti meglio, il che è in contrasto con il sonno della buona notte.

5. Battito cardiaco irregolare o accelerato

La caffeina nel tè verde potrebbe causare un battito cardiaco irregolare. Stimola anche i muscoli cardiaci a contrarsi a riposo.

6. Vomito

Poiché la caffeina influisce sul movimento del cibo attraverso il tubo del cibo, alternando la contrazione e il rilassamento dei muscoli del tubo alimentare può causare nausea.

7. Diarrea

La caffeina ha un effetto lassativo. Contribuisce alla peristalsi (il movimento del cibo attraverso il sistema digestivo). Stimola i muscoli del colon a contrarsi e quindi a rilassarsi, il che si traduce in una maggiore necessità di muovere le viscere.

8. Tremori e contrazioni muscolari

Regolando i canali degli ioni di calcio all'interno delle cellule, la caffeina forza le contrazioni dei muscoli scheletrici.

9. Bruciore di stomaco

La caffeina aumenta il rilascio di acido nello stomaco. Ciò provoca disagio simile al bruciore di stomaco.

10. Capogiri

La caffeina può ridurre il flusso di sangue al cervello, portando a vertigini e cinetosi.

11. Suonando nelle orecchie

La caffeina può aggravare l'acufene o il ronzio nelle orecchie.

12. Convulsioni

La caffeina stimola il sistema nervoso centrale. Attiva i neuroni se consumati in eccesso, causando così convulsioni.

13. Disturbi emorragici

La caffeina nel tè verde potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento.

14. Diabete

La caffeina nel tè verde potrebbe interferire con il controllo della glicemia. Se bevi tè verde e hai il diabete, controlla attentamente la glicemia.

15. Glaucoma

Bere il tè verde aumenta la pressione all'interno dell'occhio. L'aumento avviene entro 30 minuti e dura per almeno 90 minuti.

16. Alta pressione sanguigna

La caffeina nel tè verde potrebbe aumentare la pressione sanguigna nelle persone con pressione alta. Tuttavia, questo non sembra verificarsi nelle persone che bevono regolarmente tè verde o altri prodotti che contengono caffeina.

17. Malattia epatica

Gli integratori di estratti di tè verde sono stati associati a diversi casi di danni al fegato. Gli estratti di tè verde potrebbero peggiorare le malattie del fegato poiché la caffeina nel sangue può accumularsi e durare più a lungo.

18. Osteoporosi

Bere il tè verde può aumentare la quantità di calcio che viene espulsa dall'urina, il che può portare a un deterioramento della salute delle ossa e dell'osteoporosi, specialmente in coloro che potrebbero essere predisposti allo stesso a causa di altri fattori. La caffeina deve essere limitata a meno di 300 mg al giorno (circa 2-3 tazze di tè verde). È possibile compensare la perdita di calcio causata dalla caffeina ingerendo integratori di calcio.

19. Rischi per la salute della gravidanza e dell'infanzia

Il tè verde contiene caffeina, catechine e acidi tannici. Tutte e tre le sostanze sono state collegate a rischi di gravidanza. Se sei incinta o stai allattando, il tè verde in piccole quantità - circa 2 tazze al giorno - è sicuro. Questa quantità di tè verde fornisce circa 200 mg di caffeina. Tuttavia, bere più di 2 tazze di tè verde al giorno è stato collegato a un aumento del rischio di aborto e di altri effetti negativi.

La caffeina passa nel latte materno e può colpire un lattante. Inoltre, bere una grande quantità può causare difetti alla nascita del tubo neurale nei neonati.

[Leggi anche: Il tè verde è sicuro durante la gravidanza]

20. Problemi di assorbimento di sostanze nutritive nei bambini

I tannini nel tè verde possono bloccare l'assorbimento dei nutrienti come proteine ​​e grassi nei bambini. Può anche portare a stimolazione eccessiva a causa della caffeina presente nel tè verde.

Le persone in medicina possono bere il tè verde?

Il tè verde non deve essere assunto insieme a questi farmaci poiché è noto che causa reazioni negative:

Altamente interattivo

Farmaci stimolanti come anfetamine, nicotina, cocaina ed efedrina.

Moderatamente interattivo

Adenosina, antibiotici chinolonici, pillola anticoncezionale, Cimetidina (Tagamet), Clozapina (Clozaril), Dipiridamolo (Persantine), Disulfiram (Antabuse), Estrogeni pillole, Fluvoxamina (Luvox), Litio, Farmaci per la depressione (MAOI), Farmaci epatotossici, Farmaci quella lenta coagulazione del sangue (farmaci anticoagulanti / antipiastrinici), pentobarbital (Nembutal), fenilpropanolamina, riluzolo (Rilutek), teofillina, verapamil e warfarin.

Leggermente interattivo

Alcool, fluconazolo, farmaci anti-diabete, mexiletina (Mexitil) e terbinafina.

Come consumare il tè verde?

Il Consiglio del tè del Regno Unito raccomanda di bere non più di 6 tazze di tè al giorno. Per i migliori benefici per la salute, si consigliano da 3 a 4 tazze. Tuttavia, le dosi di tè verde variano in modo significativo, ma di solito variano tra 1-5 tazze al giorno è considerato sicuro. La dose comunemente usata di tè verde si basa sulla quantità tipicamente consumata nei paesi asiatici, che è di circa 3 tazze al giorno, fornendo 240-320 mg dei principi attivi, polifenoli. Per fare il tè, le persone in genere usano 1 cucchiaino di foglie di tè in 8 once di acqua bollente.

Bere tè verde quando è appena fatto ma leggermente raffreddato. Il tè scottante può danneggiare il sistema digestivo. Inoltre, studi recenti suggeriscono che troppo tè caldo può promuovere il cancro alla gola. I composti del tè come la catechina, la teanina e le vitamine C e B diminuiscono nel tempo attraverso l'ossidazione, quindi i benefici per la salute sono più forti con il tè fresco. Se stai preparando le stesse foglie di tè, mescole con moderazione. Con ogni successiva infusione, sostanze cancerose nelle foglie stesse (spesso pesticidi) vengono estratte e possono anche essere tossiche. Il tè vecchio può anche ospitare batteri, soprattutto perché le sue proprietà antibatteriche diminuiscono col tempo.

Conclusione

Non devi smettere di bere la tua tazza preferita di tè verde, ma se hai una delle condizioni mediche sopra elencate o prendi farmaci da prescrizione, fai attenzione e consulta il tuo medico su quante tazze puoi avere al giorno. La moderazione è la chiave per godere appieno dei benefici del tè verde.

Disclaimer: il contenuto è puramente informativo e educativo e non deve essere interpretato come un consiglio medico. Si prega di utilizzare il contenuto solo in consultazione con un medico o un professionista sanitario qualificato.

4.2
5
12
4
1
3
1
2
1
1
0