Obesità infantile

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Per la rivista medica, vedi Childhood Obesity (journal).

Obesità infantile
Bambini con vari gradi di grasso corporeo.
Specialità Endocrinologia

L'obesità infantile è una condizione in cui l'eccesso di grasso corporeo influisce negativamente sulla salute o il benessere di un bambino. Poiché i metodi per determinare direttamente il grasso corporeo sono difficili, la diagnosi di obesità è spesso basata sul BMI. A causa della crescente prevalenza dell'obesità nei bambini e dei suoi numerosi effetti avversi sulla salute, viene riconosciuta come una seria preoccupazione per la salute pubblica.[1] Il termine sovrappeso piuttosto che obeso è spesso usato nei bambini poiché è meno stigmatizzante.[2]

Classificazione

Articolo principale: Classificazione dell'obesità infantile
IMC per percentili di età per i bambini dai 2 ai 20 anni.
IMC per percentili di età per le ragazze dai 2 ai 20 anni.

L'indice di massa corporea (BMI) è accettabile per determinare l'obesità nei bambini di due anni di età e oltre.[3] È determinato dal rapporto tra peso e altezza.[4]

L'intervallo normale per l'IMC nei bambini varia in base all'età e al sesso. Mentre un IMC superiore all'85 ° percentile è definito in sovrappeso, un IMC maggiore o uguale al 95 ° percentile è definito come obesità da Centers for Disease Control and Prevention. Ha pubblicato tabelle per determinare questo nei bambini.[5]

La Task Force del Servizio Preventivo degli Stati Uniti ha riferito che non tutti i bambini con un BMI alto devono perdere peso. Un alto IMC può identificare un possibile problema di peso, ma non differenzia tra grasso o tessuto magro.[6] Inoltre, l'IMC può erroneamente escludere alcuni bambini con eccesso di tessuto adiposo. È quindi utile integrare l'affidabilità di una diagnosi BMI con strumenti di screening aggiuntivi come il tessuto adiposo o le misure di derma della pelle.[7]

Effetti sulla salute

Psicologico

I primi problemi che si presentano nei bambini obesi sono solitamente emotivi o psicologici.[8] I bambini obesi spesso subiscono il bullismo da parte dei loro coetanei.[9][10] Alcuni sono molestati o discriminati dalla propria famiglia.[10]Gli stereotipi abbondano e possono portare a una bassa autostima e depressione.[11]

Fisico

L'obesità infantile tuttavia può anche portare a condizioni potenzialmente letali quali diabete, ipertensione, malattie cardiache, problemi di sonno, cancro e altri disturbi.[12][13] Alcuni degli altri disturbi includevano malattie del fegato, pubertà precoce o menarca, disturbi alimentari come anoressia e bulimia, infezioni della pelle, asma e altri problemi respiratori.[14]

I primi effetti fisici dell'obesità nell'adolescenza includono la quasi totalità degli organi del bambino, i calcoli biliari, l'epatite, l'apnea notturna e l'aumento della pressione intracranica.[15] I bambini sovrappeso hanno maggiori probabilità di diventare adulti in sovrappeso.[13] L'obesità durante l'adolescenza è stata trovata per aumentare i tassi di mortalità durante l'età adulta.[16]

Uno studio del 2008 ha rilevato che i bambini obesi hanno arterie carotidi che hanno un'età prematura di trenta anni e livelli anormali di colesterolo.[17]

Sistema

Condizione

Sistema

Condizione

Endocrino
  • Tolleranza al glucosio alterata
  • Diabete mellito
  • Sindrome metabolica
  • iperandrogenismo
  • Effetti sulla crescita e sulla pubertà
  • Nulliparità e nulligravidità[18]
Cardiovascolare
  • Ipertensione
  • iperlipidemia
  • Aumento del rischio di malattia coronarica da adulto
gastroentestinale
  • Malattia grassa non alcolica
  • colelitiasi
respiratorio
  • Apnea ostruttiva del sonno
  • Sindrome da ipoventilazione dell'obesità
Muscoloscheletrico
  • Epifisi femorale capitale scivolata (SCFE)
  • Tibia vara (malattia di Blount)
Neurologico
  • Ipertensione endocranica idiopatica
Psicosociale
  • Relazioni tra pari distorte
  • Scarsa autostima [19]
  • Ansia
  • Depressione
Pelle
  • foruncolosi
  • Intertrigo

[20]

Effetti a lungo termine

I bambini obesi rischiano di essere obesi come adulti. Pertanto, sono più a rischio per problemi di salute degli adulti come malattie cardiache, diabete di tipo 2, ictus, diversi tipi di cancro e artrosi. Uno studio ha mostrato che i bambini che diventavano obesi già all'età di 2 anni avevano più probabilità di essere obesi come adulti.[21] Secondo un articolo di Il New York Times tutti questi effetti sulla salute stanno contribuendo a una vita più breve di cinque anni per questi bambini obesi. È la prima volta in due secoli che l'attuale generazione di bambini in America può avere una vita più breve rispetto ai loro genitori.[22]

Le cause

L'obesità infantile può essere causata da una serie di fattori che spesso agiscono in combinazione.[23][24][25][26][27] "Ambiente ossesogenico" è il termine medico riservato a questa miscela di elementi.[28] Il più grande fattore di rischio per l'obesità infantile è l'obesità di entrambi i genitori. Ciò può riflettersi nell'ambiente e nella genetica della famiglia.[29] Altri motivi possono anche essere dovuti a fattori psicologici e al tipo di corpo del bambino.

Una revisione del 2010 ha affermato che l'obesità infantile è probabilmente il risultato dell'interazione della selezione naturale favorendo quelli con un metabolismo energetico più parsimonioso e la società consumistica odierna con un facile accesso a cibi energetici a basso costo energetico e minori fabbisogni energetici nella vita quotidiana.[30]

I fattori includono l'aumento dell'uso della tecnologia, l'aumento degli snack e delle porzioni dei pasti e la diminuzione dell'attività fisica dei bambini. Uno studio ha rilevato che i bambini che utilizzano dispositivi elettronici 3 o più ore al giorno hanno un rischio aumentato del 17-44% di sovrappeso o un aumento del rischio di obesità del 10-61% (Cespedes 2011).

L'obesità infantile è comune tra i bambini delle comunità a basso reddito, afroamericano e ispanico. Ciò è dovuto principalmente al fatto che i bambini delle minoranze trascorrono meno tempo a giocare fuori casa e rimanere attivi.Alcuni contributi all'obesità infantile sono che i genitori preferirebbero che i loro figli restassero all'interno della casa perché temono che la banda, la violenza della droga e altri pericoli possano danneggiarli.[31]

Genetica

L'obesità infantile è spesso il risultato di un'interazione tra molti fattori genetici e ambientali. I polimorfismi in vari geni che controllano l'appetito e il metabolismo predispongono le persone all'obesità quando sono presenti sufficienti calorie. Oltre 200 geni influenzano il peso determinando il livello di attività, le preferenze alimentari, il tipo di corpo e il metabolismo.[32] Avere due copie dell'allele chiamato FTO aumenta la probabilità di obesità e diabete.[33]

Come tale, l'obesità è una caratteristica importante di un numero di rare condizioni genetiche che spesso si presentano nell'infanzia:

  • La sindrome di Prader-Willi con un'incidenza tra 1 su 12.000 e 1 su 15.000 nati vivi è caratterizzata da iperfagia e preoccupazioni alimentari che portano a un rapido aumento di peso nelle persone colpite.
  • Sindrome di Bardet-Biedl
  • Sindrome MOMO
  • Mutazioni del recettore della leptina
  • Carenza di leptina congenita
  • Mutazioni del recettore della melanocortina

Nei bambini con obesità grave ad esordio precoce (definita da un esordio prima dei dieci anni di età e indice di massa corporea oltre tre deviazioni standard sopra la norma), il 7% ospita una singola mutazione del locus.[34][35]

Uno studio ha rilevato che l'80% della progenie di due genitori obesi era obeso rispetto a meno del 10% della progenie di due genitori che erano di peso normale.[1][36] La percentuale di obesità che può essere attribuita alla genetica varia dal 6% all'85% a seconda della popolazione esaminata.[37]

Pratiche familiari

Negli ultimi decenni, le pratiche familiari sono notevolmente cambiate e molte di queste pratiche contribuiscono notevolmente all'obesità infantile:[4]

  • Con un numero decrescente di madri che allattano al seno, più bambini diventano bambini obesi mentre crescono e vengono allevati su latte artificiale.[38]
  • Meno bambini escono e si impegnano in giochi attivi come tecnologie, come la televisione e i videogiochi, tengono i bambini al chiuso.
  • Piuttosto che camminare o andare in bicicletta fino a una fermata dell'autobus o direttamente a scuola, più bambini in età scolare vengono accompagnati a scuola dai genitori, riducendo l'attività fisica.
  • Con il diminuire delle dimensioni della famiglia, aumenta la potenza dei bambini, la capacità di costringere gli adulti a fare ciò che vogliono. Questa abilità consente loro di accedere più facilmente a cibi ricchi di calorie, come caramelle e bevande gassate.
  • il contesto sociale attorno al pasto in famiglia gioca un ruolo nei tassi di obesità infantile

Politiche sociali

Diverse comunità e nazioni hanno adottato diverse pratiche e politiche sociali che sono benefiche o dannose per la salute fisica dei bambini. Questi fattori sociali includono:[4]

  • la qualità dei pranzi scolastici
  • l'enfasi delle scuole sull'attività fisica
  • accesso a distributori automatici e ristoranti fast-food
  • prevalenza e accesso a parchi, piste ciclabili e marciapiedi
  • sussidi governativi per l'olio di mais e lo zucchero
  • pubblicità di ristoranti fast-food e caramelle
  • prezzi di cibi sani e malsani
  • accesso a cibo fresco, sano e conveniente[39]

Pubblicità

La pubblicità di cibi malsani si correla con i tassi di obesità infantile.[4] In alcune nazioni, la pubblicità di dolciumi, cereali e fast-food è illegale o limitata sui canali televisivi per bambini.[40] I media si difendono incolpando i genitori per aver ceduto alle richieste dei loro bambini di cibi malsani.[4]

Stato socioeconomico

È molto più comune per i giovani che provengono da una minoranza etnica o razziale, o per coloro che hanno uno status socioeconomico inferiore, essere sovrappeso e impegnarsi in comportamenti meno salutari e attività sedentarie.[41]

Prevenzione

Le scuole svolgono un ruolo importante nella prevenzione dell'obesità infantile fornendo un ambiente sicuro e di supporto con politiche e pratiche che supportano comportamenti sani.[42] A casa, i genitori possono aiutare a prevenire che i loro figli diventino sovrappeso cambiando il modo in cui la famiglia mangia ed esercita insieme. Il modo migliore in cui i bambini imparano è con l'esempio, quindi i genitori dovrebbero dare l'esempio vivendo uno stile di vita sano.[43] Lo screening per l'obesità è raccomandato in coloro che hanno più di sei anni.[44]

dietetico

Gli effetti delle abitudini alimentari sull'obesità infantile sono difficili da determinare. Uno studio triennale randomizzato controllato su 1.704 bambini di 3 ° grado che ha fornito due pasti sani al giorno in combinazione con un programma di esercizi e consulenze dietetiche non ha mostrato una significativa riduzione della percentuale di grasso corporeo rispetto a un gruppo di controllo. Ciò era in parte dovuto al fatto che, anche se i bambini ritenevano di mangiare meno, il loro consumo calorico effettivo non diminuiva con l'intervento. Allo stesso tempo, la spesa energetica osservata è rimasta simile tra i gruppi. Ciò si è verificato anche se l'assunzione di grassi nella dieta è diminuita dal 34% al 27%.[45] Un secondo studio su 5.106 bambini ha mostrato risultati simili. Anche se i bambini hanno mangiato una dieta migliorata non è stato trovato alcun effetto sul BMI.[46] Perché questi studi non hanno portato l'effetto desiderato di frenare l'obesità infantile è stato attribuito agli interventi non essere abbastanza sufficiente. Le modifiche sono state apportate principalmente nell'ambiente scolastico, mentre si ritiene che debbano verificarsi contemporaneamente a casa, comunità e scuola per avere un effetto significativo.[36]

Una revisione Cochrane di una dieta a basso contenuto di grassi nei bambini (30% o meno dell'energia totale) per prevenire l'obesità ha trovato le prove esistenti di qualità da molto bassa a moderata e non è stato possibile trarre conclusioni definitive.[47]

Le bevande e gli alimenti ricchi di calorie sono prontamente disponibili per i bambini. Il consumo di bibite zuccherate può contribuire all'obesità infantile.In uno studio su 548 bambini in un periodo di 19 mesi la probabilità di obesità è aumentata di 1,6 volte per ogni bevanda analcolica consumata al giorno.[48][49]

Spuntini ricchi di calorie e preparati sono disponibili in molte località frequentate dai bambini. Poiché l'obesità infantile è diventata più diffusa, i distributori automatici di snack negli ambienti scolastici sono stati ridotti per legge in un piccolo numero di località. Alcune ricerche suggeriscono che l'aumento della disponibilità di cibi spazzatura nelle scuole può rappresentare circa un quinto dell'aumento del BMI medio tra gli adolescenti nell'ultimo decennio.[50] Mangiare in ristoranti fast food è molto comune tra i giovani con il 75% degli studenti dal 7 ° al 12 ° che consumano cibo veloce in una determinata settimana.[51] Anche l'industria del fast food è responsabile per l'aumento dell'obesità infantile. Questa industria spende circa $ 4,2 miliardi su annunci pubblicitari destinati ai bambini piccoli. Solo McDonald's ha tredici siti web che sono visti da 365.000 bambini e 294.000 adolescenti ogni mese. Inoltre, i ristoranti fast food distribuiscono giocattoli nei pasti dei bambini, il che aiuta ad invogliare i bambini a comprare il fast food. Il 40% dei bambini chiede ai propri genitori di portarli tutti i giorni nei fast food. A peggiorare le cose, su 3000 combinazioni create da articoli popolari nei menu per bambini nei fast food, solo 13 soddisfano le linee guida nutrizionali consigliate per i bambini.[52] Alcuni studi hanno trovato una relazione tra il consumo di fast food e l'obesità.[53] Compreso uno studio che ha rilevato che i ristoranti fast food vicino alle scuole aumentano il rischio di obesità tra la popolazione studentesca.[54]

Il consumo di latte intero e il consumo di latte del 2% nei bambini di età compresa tra uno e due anni non hanno avuto alcun effetto sul peso, l'altezza o la percentuale di grasso corporeo. Pertanto, il latte intero continua ad essere raccomandato per questa fascia di età. Tuttavia, l'andamento della sostituzione delle bevande zuccherate con il latte ha portato ad un aumento di peso in eccesso.[55]

legale

Alcune giurisdizioni usano leggi e regolamenti nel tentativo di guidare bambini e genitori verso scelte alimentari più sane. Due esempi sono le leggi sul conteggio delle calorie e il divieto di bevande analcoliche in vendita presso i distributori automatici nelle scuole.[56] Nel Regno Unito l'Obesity Health Alliance ha chiesto a chiunque vinca le elezioni generali di adottare misure per ridurre l'obesità infantile, vietando ad esempio la pubblicità di cibi malsani prima delle 21.00 e vietando la sponsorizzazione sportiva da parte dei produttori di cibi malsani. Il fallimento dell'attuale governo britannico nel ridurre il contenuto di zucchero, grassi e sale negli alimenti è stato criticato.[57] Gli esperti di salute, il comitato di selezione della salute e gli attivisti hanno descritto i piani conservatori sull'obesità infantile come "deboli" e "annacquati".[58]

Attività fisica

L'inattività fisica dei bambini ha anche dimostrato di essere una causa grave, ei bambini che non riescono a svolgere un'attività fisica regolare sono a maggior rischio di obesità. I ricercatori hanno studiato l'attività fisica di 133 bambini per un periodo di tre settimane utilizzando un accelerometro per misurare il livello di attività fisica di ciascun bambino. Hanno scoperto che i bambini obesi erano meno attivi del 35% nei giorni di scuola e il 65% meno attivi nei fine settimana rispetto ai bambini non obesi.

L'inattività fisica di un bambino può provocare l'inattività fisica da adulto. In un sondaggio di idoneità di 6.000 adulti, i ricercatori hanno scoperto che il 25% di coloro che erano considerati attivi tra i 14 ei 19 anni erano anche adulti attivi, rispetto al 2% di quelli che erano inattivi tra i 14 ei 19 anni, che ora si diceva fossero adulti attivi.[59] Restare fisicamente inattivi lascia energia inutilizzata nel corpo, la maggior parte dei quali viene immagazzinata sotto forma di grasso. I ricercatori hanno studiato 16 uomini in un periodo di 14 giorni e hanno dato loro il 50% in più di energia necessaria ogni giorno attraverso grassi e carboidrati. Scoprirono che la sovralimentazione di carboidrati produceva il 75-85% di energia in eccesso che veniva immagazzinata mentre il grasso corporeo e la sovralimentazione del grasso producevano il 90-95% di accumulo di energia in eccesso come grasso corporeo.[60]

Molti bambini non riescono a fare esercizio perché trascorrono del tempo facendo attività immobili come l'uso del computer, i videogiochi o la televisione. La tecnologia ha un grande fattore sull'attivita 'dei bambini. I ricercatori hanno fornito un questionario sulla tecnologia a 4.561 bambini, di età compresa tra 14, 16 e 18. Hanno scoperto che i bambini erano il 21,5% in più di probabilità di essere sovrappeso guardando 4+ ore di TV al giorno, il 4,5% in più di probabilità di essere sovrappeso quando si utilizza un computer o più ore al giorno e non è influenzato dal potenziale aumento di peso dei videogiochi.[60] Una prova randomizzata ha mostrato che ridurre la visione della TV e l'uso del computer può ridurre il BMI aggiustato per età; ridotto apporto calorico è stato pensato per essere il più grande contributore alla diminuzione BMI.[61]

Le attività tecnologiche non sono le uniche influenze domestiche dell'obesità infantile. Le famiglie a basso reddito possono influenzare la tendenza di un bambino ad aumentare di peso. Nel corso di un periodo di tre settimane i ricercatori hanno studiato la relazione tra stato socioeconomico (SES) e composizione corporea in 194 bambini di età compresa tra 11 e 12 anni. Hanno misurato il peso, la circonferenza della vita, la statura elastica, le pliche cutanee, l'attività fisica, la visione della TV e il SES; i ricercatori hanno scoperto chiare inclinazioni SES ai bambini delle classi superiori rispetto ai bambini della classe inferiore.[62]

L'inattività dell'infanzia è legata all'obesità negli Stati Uniti, con un numero maggiore di bambini sovrappeso in giovane età. In uno studio prescolastico del 2009, l'89% del giorno di un bambino in età prescolare è risultato essere sedentario, mentre lo stesso studio ha rilevato che anche quando fuori, il 56% delle attività era ancora sedentario. Un fattore che credeva di contribuire alla mancanza di attività riscontrata era la scarsa motivazione dell'insegnante,[63] ma quando i giocattoli, come le palle, venivano messi a disposizione, i bambini giocavano più facilmente.[63]

Ambiente domestico

Le scelte alimentari dei bambini sono influenzate anche dai pasti in famiglia.I ricercatori hanno fornito un questionario alimentare a 18.177 bambini, di età compresa tra 11 e 21 anni, e hanno scoperto che quattro genitori su cinque lasciano che i loro figli prendano le proprie decisioni alimentari. Scoprirono anche che rispetto agli adolescenti che mangiavano tre o meno pasti a settimana, quelli che mangiavano da quattro a cinque pasti familiari a settimana avevano il 19% in meno di probabilità di segnalare un consumo povero di verdure, il 22% in meno di probabilità di segnalare un consumo povero di frutta, e 19% in meno di probabilità di segnalare un consumo ridotto di prodotti caseari. Gli adolescenti che mangiavano da sei a sette pasti familiari a settimana, rispetto a quelli che mangiavano tre o meno pasti in famiglia a settimana, erano il 38% in meno di probabilità di segnalare un consumo povero di verdura, il 31% in meno di probabilità di segnalare un consumo scarso di frutta e il 27% meno probabilità di segnalare un consumo scarso di prodotti lattiero-caseari.[64] I risultati di un sondaggio nel Regno Unito pubblicato nel 2010 implicano che i bambini cresciuti dai loro nonni hanno più probabilità di essere obesi come adulti rispetto a quelli allevati dai loro genitori.[65] Uno studio americano pubblicato nel 2011 ha rivelato che più madri lavorano più i bambini hanno maggiori probabilità di essere sovrappeso o obesi.[66]

Fattori di sviluppo

Vari fattori di sviluppo possono influenzare i tassi di obesità. L'allattamento al seno, ad esempio, può proteggere dall'obesità in età avanzata con la durata dell'allattamento al seno inversamente associata al rischio di sovrappeso in seguito.[67] Il modello di crescita del corpo di un bambino può influenzare la tendenza ad aumentare di peso. I ricercatori hanno misurato i punteggi di deviazione standard (SD [peso e lunghezza]) in uno studio di coorte di 848 bambini. Hanno scoperto che i bambini che avevano un punteggio SD superiore a 0,67 avevano una crescita in salita (erano meno probabilità di essere sovrappeso) rispetto ai bambini che avevano meno di un punteggio di 0,67 SD (erano più propensi ad aumentare di peso).[68]

Il peso di un bambino può essere influenzato quando lui / lei è solo un bambino. I ricercatori hanno anche fatto uno studio di coorte su 19.397 bambini, dalla loro nascita fino all'età di sette anni e hanno scoperto che i bambini grassi a quattro mesi erano 1,38 volte più probabilità di essere sovrappeso a sette anni rispetto ai bambini di peso normale. I bambini grassi all'età di uno erano 1,17 volte più probabilità di essere sovrappeso all'età di sette anni rispetto ai bambini di peso normale.[69]

Malattia medica

La sindrome di Cushing (una condizione in cui il corpo contiene quantità eccessive di cortisolo) può anche influenzare l'obesità infantile. I ricercatori hanno analizzato due isoforme (proteine ​​che hanno lo stesso scopo di altre proteine, ma sono programmate da diversi geni) nelle cellule di 16 adulti sottoposti a chirurgia addominale. Scoprirono che un tipo di isoforma creava attività di oxo-riduttasi (l'alterazione del cortisone in cortisolo) e questa attività aumentava 127,5 pmol mg sup quando l'altro tipo di isoforma veniva trattato con cortisolo e insulina. L'attività del cortisolo e dell'insulina può eventualmente attivare la sindrome di Cushing.[70]

L'ipotiroidismo è una causa ormonale dell'obesità, ma non colpisce in modo significativo le persone obese che ne hanno più delle persone obese che non ce l'hanno. In un confronto di 108 pazienti obesi con ipotiroidismo a 131 pazienti obesi senza ipotiroidismo, i ricercatori hanno scoperto che quelli con ipotiroidismo avevano solo 0,077 punti in più sulla scala di assunzione calorica rispetto a quelli senza ipotiroidismo.[71]

Fattori psicologici

Articolo principale: Aspetti psicologici dell'obesità infantile

I ricercatori hanno intervistato 1.520 bambini, di età compresa tra 9 e 10 anni, con un follow up di quattro anni e hanno scoperto una correlazione positiva tra obesità e bassa autostima nel follow up quadriennale. Scoprirono anche che una diminuzione dell'autostima portava al 19% dei bambini obesi che si sentivano tristi, il 48% di loro si sentiva annoiato e il 21% di loro si sentiva nervoso. In confronto, l'8% dei bambini di peso normale si sentiva triste, il 42% di loro si sentiva annoiato e il 12% di loro si sentiva nervoso.[72]

Lo stress può influenzare le abitudini alimentari di un bambino. I ricercatori hanno testato l'inventario di stress di 28 femmine del college e hanno scoperto che coloro che stavano mangiando per abbuffate avevano una media di 29,65 punti sulla scala di stress percepita, rispetto al gruppo di controllo che aveva una media di 15,19 punti.[73] Questa prova può dimostrare un legame tra mangiare e stress.

Sentimenti di depressione possono far mangiare troppo a un bambino. I ricercatori hanno fornito un'intervista domiciliare a 9.374 adolescenti, tra i sette ei 12 anni e hanno scoperto che non c'era una correlazione diretta con i bambini che mangiavano in risposta alla depressione. Di tutti gli adolescenti obesi, l'8,2% si è dichiarato depresso, rispetto all'8,9% degli adolescenti non obesi che hanno dichiarato di essere depressi.[74]Gli antidepressivi, tuttavia, sembrano avere poca influenza sull'obesità infantile. I ricercatori hanno fornito un questionario sulla depressione a 487 soggetti sovrappeso / obesi e hanno scoperto che il 7% di quelli con sintomi di depressione bassa utilizzavano antidepressivi e aveva un punteggio medio di BMI di 44,3, il 27% di quelli con sintomi di depressione moderata utilizzavano antidepressivi e aveva un BMI medio punteggio di 44.7, e il 31% di quelli con sintomi di depressione maggiore utilizzavano antidepressivi e aveva un punteggio medio di BMI di 44.2.[75]

Diversi studi hanno anche esplorato la connessione tra Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e obesità nei bambini. Uno studio nel 2005 ha concluso che all'interno di un sottogruppo di bambini ospedalizzati per obesità, il 57,7% presentava ADHD co-morboso.[76] Questa relazione tra obesità e ADHD può sembrare contro-intuitiva, in quanto l'ADHD è tipicamente associato a un più alto livello di dispendio energetico, che è considerato un fattore protettivo contro l'obesità.[77] Tuttavia, questi studi hanno determinato che i bambini mostravano più segni di ADHD prevalentemente disattento piuttosto che ADHD di tipo combinato.È possibile, tuttavia, che i sintomi di iperattività tipicamente presenti negli individui con ADHD di tipo combinato siano semplicemente mascherati nei bambini obesi con ADHD a causa della loro ridotta mobilità.[76] La stessa correlazione tra obesità e ADHD è presente anche nelle popolazioni adulte.[78] Le spiegazioni sottostanti esistenti per la relazione tra ADHD e obesità nei bambini includono, ma non si limitano a, anormalità nella via ipo-dopaminergica, l'ADHD che crea comportamenti alimentari anomali che portano all'obesità o impulsività associata ad abbuffate che portano all'ADHD in pazienti obesi.[78][79] Una revisione sistematica della letteratura sulla relazione tra obesità e ADHD ha concluso che tutti gli studi esaminati hanno riportato che i pazienti con ADHD erano più pesanti del previsto.[79] Tuttavia, la stessa revisione sistematica ha anche sostenuto che tutte le prove a supporto di questa connessione erano ancora limitate e ulteriori ricerche sono ancora necessarie per saperne di più su questa connessione.[79] Dati i tassi di prevalenza sia dell'obesità che dell'ADHD nei bambini, la comprensione della possibile relazione tra i due è importante per la salute pubblica, in particolare quando si esplorano opzioni di trattamento e gestione.

L'intervento diretto per il trattamento psicologico dell'obesità infantile è diventato più diffuso negli ultimi anni. Una meta-analisi del trattamento psicologico dell'obesità nei bambini e negli adolescenti ha riscontrato che il trattamento comportamentale basato sulla famiglia (FBT) e il trattamento del comportamento esclusivamente genitore sono le pratiche più efficaci nel trattamento dell'obesità nei bambini all'interno di un quadro psicologico.[80]

Gestione

L'obesità nei bambini viene trattata con i cambiamenti della dieta e l'attività fisica. Dieta e pasti mancanti dovrebbero; tuttavia, essere scoraggiato.[81] Il vantaggio di tenere traccia dell'IMC e di fornire consulenza in merito al peso è minimo.[82]

Stile di vita

L'allattamento al seno esclusivo è raccomandato in tutti i neonati per i suoi effetti nutrizionali e altri benefici.[67] I genitori che cambiano la dieta e lo stile di vita della loro prole offrendo porzioni di cibo adeguate, aumentando l'attività fisica e mantenendo comportamenti sedentari al minimo possono anche diminuire i livelli di obesità nei bambini.[83]

Se i bambini fossero più mobili e meno sedentari, il tasso di obesità diminuirà. I genitori dovrebbero riconoscere i segni e incoraggiare i loro figli ad essere più fisicamente attivi. Camminando o andando in bicicletta, invece di usare il trasporto motorizzato o guardare la televisione, si riduce l'attività sedentaria.[84]

farmaci

Non ci sono farmaci attualmente approvati per il trattamento dell'obesità nei bambini. L'American Academy of Pediatrics raccomanda che i farmaci per l'obesità siano scoraggiati.[81]Orlistat e sibutramina possono essere utili nella gestione dell'obesità moderata nell'adolescenza.[67]La metformina è minimamente utile.[85] Una revisione Cochrane nel 2016 ha concluso che i farmaci potrebbero ridurre l'IMC e il peso corporeo in misura ridotta nei bambini e negli adolescenti obesi. Questa conclusione era basata solo su prove di scarsa qualità.[86]

Chirurgia

A partire dal 2015 non ci sono buone prove che confrontino la chirurgia con il cambiamento dello stile di vita per l'obesità nei bambini.[87] Esistono numerosi studi in corso di alta qualità che esaminano questo problema.[87]

Epidemiologia

Articolo principale: Epidemiologia dell'obesità infantile
Tassi di sovrappeso tra i bambini da 2 a 19 anni negli Stati Uniti.

Dal 1980 al 2013, la prevalenza di sovrappeso e obesità nei bambini è aumentata di quasi il 50%.[88] Attualmente il 10% dei bambini di tutto il mondo sono in sovrappeso o obesi.[2] Nel 2014, l'Organizzazione mondiale della sanità ha istituito una commissione ad alto livello per porre fine all'obesità infantile.[89]

Con oltre 42 milioni di bambini in sovrappeso in tutto il mondo, l'obesità infantile sta aumentando in tutto il mondo.[4] Dal 1980, il numero di bambini obesi è raddoppiato in tutti e tre i paesi del Nord America, in Messico, negli Stati Uniti e in Canada.[90] Sebbene il tasso di obesità infantile negli Stati Uniti abbia cessato di aumentare, il tasso attuale rimane elevato. Nel 2010, il 32,6% dei bambini di età compresa tra 6 e 11 anni era in sovrappeso e il 18% dei bambini di età compresa tra 6 e 9 anni era obeso.[90]

Canada

Il tasso di sovrappeso e obesità tra i bambini canadesi è aumentato drammaticamente negli ultimi anni. Nei ragazzi, il tasso è passato dall'11% negli anni '80 al 30% negli anni '90.[91]

Brasile

Il tasso di sovrappeso e obesità nei bambini brasiliani è aumentato dal 4% negli anni '80 al 14% negli anni '90.[91] Nel 2007 la prevalenza di bambini in sovrappeso e obesità infantile è stata dell'11,1% e del 2,7% nelle ragazze, rispettivamente dell'8,2% e dell'1,5% nei maschi.[92]

stati Uniti

Il tasso di obesità tra i bambini e gli adolescenti negli Stati Uniti è quasi triplicato tra i primi anni 1980 e il 2000. Tuttavia non è cambiato significativamente tra il 2000 e il 2006, con le statistiche più recenti che mostrano un livello di poco superiore al 17%.[93] Nel 2008, il tasso di bambini sovrappeso e obesi negli Stati Uniti era del 32% e aveva smesso di salire.[94] Nel 2011, uno studio di coorte nazionale su neonati e bambini piccoli ha rilevato che quasi un terzo dei bambini statunitensi era sovrappeso o obeso a 9 mesi e 2 anni.[95] In uno studio di follow-up, lo stato di peso del bambino (sano e obeso) era fortemente associato allo stato di peso in età prescolare.[96]

Australia

Articolo principale: Obesità infantile in Australia

Dall'inizio del 21 ° secolo, l'Australia ha scoperto che l'obesità infantile ha seguito la tendenza con gli Stati Uniti. Le informazioni raccolte hanno concluso che l'aumento si è verificato nelle aree socioeconomiche inferiori in cui è stata incolpata una scarsa istruzione nutrizionale.

Ricerca

Uno studio condotto su 1800 bambini di età compresa tra 2 e 12 anni a Colac, in Australia, ha testato un programma di dieta ristretta (senza bevande gassate o dolci) e un maggiore esercizio fisico.I risultati intermedi includevano un aumento del 68% nei programmi di attività post-scolastiche, una riduzione del 21% nella visione televisiva e una riduzione media del peso di 1 kg rispetto a un gruppo di controllo.[97]

Un'indagine condotta dalla American Obesity Association

Obesità infantile

Panoramica

L'obesità infantile è una condizione medica grave che colpisce bambini e adolescenti. I bambini obesi sono al di sopra del peso normale per la loro età e altezza.

L'obesità infantile è particolarmente preoccupante perché i chili in più spesso iniziano i bambini sulla via dei problemi di salute che un tempo erano considerati problemi degli adulti: diabete, ipertensione e colesterolo alto. Molti bambini obesi diventano adulti obesi, soprattutto se uno o entrambi i genitori sono obesi. L'obesità infantile può anche portare a scarsa autostima e depressione.

Una delle migliori strategie per ridurre l'obesità infantile è migliorare le abitudini alimentari e di esercizio di tutta la famiglia. Trattare e prevenire l'obesità infantile aiuta a proteggere la salute di tuo figlio ora e in futuro.

Sintomi

Non tutti i bambini che portano chili in più sono sovrappeso o obesi. Alcuni bambini hanno telai corporei più grandi della media. E i bambini normalmente trasportano quantità diverse di grasso corporeo nelle varie fasi dello sviluppo. Quindi potresti non sapere solo guardando tuo figlio se il peso è un problema di salute.

L'indice di massa corporea (BMI), che fornisce una linea guida di peso in relazione all'altezza, è la misura accettata di sovrappeso e obesità. Il medico di tuo figlio può aiutarti a capire se il peso del tuo bambino potrebbe presentare problemi di salute utilizzando i grafici di crescita, l'indice di massa corporea e, se necessario, altri test.

Quando vedere un dottore

Se sei preoccupato che tuo figlio stia ingrassando troppo, parla con il suo medico. Il medico di tuo figlio prenderà in considerazione la storia di crescita e sviluppo del tuo bambino, la storia del peso alla statura della tua famiglia e il punto in cui tuo figlio atterra nei grafici di crescita. Questo può aiutare a determinare se il peso del tuo bambino è in una gamma malsana.

Le cause

I problemi legati allo stile di vita - troppo poca attività e troppe calorie da cibo e bevande - sono i principali fattori che contribuiscono all'obesità infantile. Ma anche fattori genetici e ormonali potrebbero avere un ruolo. Ad esempio, recenti ricerche hanno scoperto che i cambiamenti negli ormoni della digestione possono influenzare i segnali che ti permettono di sapere che sei pieno.

Fattori di rischio

Molti fattori - di solito in combinazione - aumentano il rischio di diventare sovrappeso:

  • Dieta. Mangiare regolarmente cibi ipercalorici, come cibi veloci, prodotti da forno e spuntini per distributori automatici, può facilmente far ingrassare il bambino. Anche caramelle e dessert possono causare aumento di peso, e sempre più prove indicano le bevande zuccherate, compresi i succhi di frutta, come colpevoli dell'obesità in alcune persone.
  • Mancanza di esercizio. I bambini che non si allenano molto hanno maggiori probabilità di aumentare di peso perché non bruciano più calorie. Anche il tempo speso in attività sedentarie, come guardare la televisione o giocare ai videogiochi, contribuisce al problema.
  • Fattori familiari Se tuo figlio proviene da una famiglia di persone in sovrappeso, potrebbe avere maggiori probabilità di ingrassare. Ciò è particolarmente vero in un ambiente in cui gli alimenti ipercalorici sono sempre disponibili e l'attività fisica non è incoraggiata.
  • Fattori psicologici. Lo stress personale, genitoriale e familiare può aumentare il rischio di obesità del bambino. Alcuni bambini mangiano troppo per affrontare problemi o per affrontare emozioni, come lo stress, o per combattere la noia. I loro genitori potrebbero avere tendenze simili.
  • Fattori socioeconomici Le persone in alcune comunità hanno risorse limitate e accesso limitato ai supermercati. Di conseguenza, possono optare per cibi pronti che non si deteriorano rapidamente, come pasti surgelati, cracker e biscotti. Inoltre, le persone che vivono in quartieri a basso reddito potrebbero non avere accesso a un posto sicuro dove esercitare.

complicazioni

L'obesità infantile può avere complicazioni per il benessere fisico, sociale ed emotivo del bambino.

Complicazioni fisiche

  • Diabete di tipo 2 Questa condizione cronica influisce sul modo in cui il corpo del bambino utilizza zucchero (glucosio). L'obesità e uno stile di vita sedentario aumentano il rischio di diabete di tipo 2.
  • Sindrome metabolica. Questo gruppo di condizioni può mettere il bambino a rischio di malattie cardiache, diabete o altri problemi di salute. Le condizioni includono ipertensione, glicemia alta, trigliceridi alti, colesterolo HDL ("buono") e grasso addominale in eccesso.
  • Colesterolo alto e alta pressione sanguigna Una cattiva alimentazione può far sviluppare al tuo bambino una o entrambe queste condizioni. Questi fattori possono contribuire all'accumulo di placche nelle arterie. Queste placche possono indurre le arterie a restringersi e indurirsi, il che può portare ad un infarto o ictus in una fase successiva della vita.
  • Asma. I bambini in sovrappeso o obesi potrebbero avere più probabilità di avere l'asma.
  • Disordini del sonno. L'apnea ostruttiva del sonno è una malattia potenzialmente grave in cui la respirazione di un bambino si interrompe ripetutamente e inizia durante il sonno.
  • Malattia grassa non alcolica (NAFLD). Questo disturbo, che di solito non provoca sintomi, provoca depositi di grasso nel fegato. La NAFLD può causare cicatrici e danni al fegato.

Complicazioni sociali ed emotive

  • Bassa autostima e bullismo. I bambini spesso prendono in giro o prepotente i loro coetanei in sovrappeso, che soffrono di una perdita di autostima e di un aumento del rischio di depressione.
  • Comportamento e problemi di apprendimento. I bambini sovrappeso tendono ad avere più ansia e abilità sociali più povere rispetto ai bambini con peso normale. Questi problemi potrebbero portare i bambini sovrappeso a recitare e interrompere le loro classi a un estremo o a ritirarsi socialmente dall'altro.
  • Depressione. La scarsa autostima può creare sentimenti opprimenti di disperazione, che possono portare alla depressione in alcuni bambini che sono in sovrappeso.

Prevenzione

Se tuo figlio è a rischio di diventare sovrappeso o al momento un peso sano, puoi prendere misure per ottenere o mantenere le cose sulla strada giusta.

  • Limita il consumo di bevande zuccherate da parte del tuo bambino
  • Fornire un sacco di frutta e verdura
  • Mangia i pasti in famiglia il più spesso possibile
  • Limitare a mangiare fuori, soprattutto nei ristoranti fast-food
  • Regolare le dimensioni delle porzioni in modo appropriato per età
  • Limita la TV e altro tempo sullo schermo

Inoltre, assicurati che il bambino veda il medico per i controlli dei bambini benestanti almeno una volta all'anno. Durante questa visita, il medico misura l'altezza e il peso del bambino e calcola il suo indice di massa corporea. Un aumento del BMI di tuo figlio o del suo grado percentile nell'arco di un anno è un possibile segno che il tuo bambino è a rischio di diventare sovrappeso.

Di Mayo Clinic Staff

17 novembre 2016

4.5
5
14
4
3
3
2
2
1
1
1