Metodo della media ponderata | costo medio ponderato

Panoramica del metodo medio ponderato

Il metodo della media ponderata viene utilizzato per assegnare il costo medio di produzione a un prodotto. Il costo medio ponderato è comunemente utilizzato in situazioni in cui:

  • Gli articoli di magazzino sono così interconnessi che è impossibile assegnare un costo specifico a una singola unità.
  • Il sistema contabile non è sufficientemente sofisticato per tracciare i livelli dell'inventario FIFO o LIFO.
  • Gli articoli di magazzino sono così commoditized (vale a dire identici tra loro) che non è possibile assegnare un costo a una singola unità.

Quando si utilizza il metodo della media ponderata, dividere il costo delle merci disponibili per la vendita per il numero di unità disponibili per la vendita, che produce il costo medio ponderato per unità. In questo calcolo, il costo delle merci disponibili per la vendita è la somma delle scorte iniziali e degli acquisti netti. Quindi si utilizza questa cifra media ponderata per assegnare un costo sia per l'inventario finale che per il costo delle merci vendute.

Il risultato netto dell'utilizzo del costo medio ponderato è che la quantità di inventario disponibile rappresenta un valore compreso tra le unità più vecchie e quelle più recenti acquistate in magazzino. Allo stesso modo, il costo dei beni venduti rifletterà un costo da qualche parte tra quello delle unità più vecchie e più recenti che sono state vendute durante il periodo.

Il metodo della media ponderata è consentito in base ai principi contabili generalmente accettati e agli standard internazionali di informativa finanziaria.

Esempio di calcolo del costo medio ponderato

Milagro Corporation sceglie di utilizzare il metodo della media ponderata per il mese di maggio. Durante quel mese, registra le seguenti transazioni:

  Quantità
Modificare
Effettivo
Costo unitario
 
Effettivo
Costo totale
Inventario iniziale +150 $220 $33,000
saldi -125 -- --
Acquista +200 270 54,000
saldi -150 -- --
Acquista +100 290 29,000
Fine inventario = 175  


Il costo totale effettivo di tutte le unità di inventario acquistate o di inizio nella tabella precedente è $ 116.000 ($ 33.000 + $ 54.000 + $ 29.000). Il totale di tutte le unità di inventario acquistate o iniziali è 450 (150 inventari iniziali + 300 acquistati). Il costo medio ponderato per unità è quindi di $ 257,78 ($ 116.000 ÷ 450 unità.)

La valutazione finale del magazzino è $ 45,112 (175 unità × $ 257,78 di costo medio ponderato), mentre il costo del venduto è di $ 70,890 (275 unità × $ 257,78 di costo medio ponderato). La somma di questi due importi (meno un errore di arrotondamento) equivale al costo effettivo totale di $ 116.000 di tutti gli acquisti e all'inventario iniziale.

Nell'esempio precedente, se Milagro utilizzava un sistema di inventario perpetuo per registrare le sue transazioni di inventario, avrebbe dovuto ricalcolare la media ponderata dopo ogni acquisto. La seguente tabella utilizza le stesse informazioni dell'esempio precedente per mostrare le ricompense:

 
unità
in mano

acquisti


Costo delle vendite

Inventario
Totale
Costo
Spostamento inventario - Medio
Costo unitario
Inventario iniziale 150 $         -- $        -- $33,000 $220.00
Vendita (125 unità @ $ 220)  25 -- 27,500 5,500 220.00
Acquista (200 unità a $ 270) 225 54,000 -- 59,500 264.44
Vendita (150 unità @ $ 264,44)  75 -- 39,666 19,834 264.44
Acquista (100 unità @ $ 290) 175 29,000 -- 48,834 279.05


Si noti che il costo delle merci vendute di $ 67.166 e il saldo di inventario finale di $ 48.834 è pari a $ 116.000, che corrisponde al totale dei costi nell'esempio originale. Pertanto, i totali sono gli stessi, ma il calcolo della media ponderata mobile si traduce in lievi differenze nella ripartizione dei costi tra il costo dei beni venduti e la fine delle scorte.

4.5
5
12
4
2
3
3
2
1
1
1