HOME - Chimica del cotone

game-changer

­

CASAAdmin

Progettiamo, stampiamo, imballiamo e forniamo abbigliamento personalizzato e innovativo per eventi, aziende, organizzazioni e scuole.

In altre parole…

ABBIAMO STAMPATO ABBIGLIAMENTO CHE TI FA RISOLTO

STIAMO PORTANDO LE MIGLIORI OPZIONI

Scegli tra migliaia di stili su centinaia di marchi.

MARCHE

SIAMO QUI PER SERVIRE

TELEFONO: (507) 459-8896

EMAIL: TimAhrens11@gmail.com

ALTURA, MN

HOME - Chimica del cotone

Salta alla navigazione Salta alla ricerca
Frank Albert Cotton
Nato 9 aprile 1930
Philadelphia, PA
Morto 20 febbraio 2007 (76 anni)
College Station, TX
Premi National Medal of Science (1982)
NAS Award in Chemical Sciences (1990)
Priestley Medal (1998)
Wolf Prize (2000)
FRS
Carriera scientifica
istituzioni Texas A & M University
Consigliere di dottorato Geoffrey Wilkinson[1]

Frank Albert Cotton (9 aprile 1930 - 20 febbraio 2007)[1] era un chimico americano. Era il presidente della W.T. Doherty-Welch Foundation e illustre professore di chimica alla Texas A & M University. Ha scritto oltre 1600 articoli scientifici.[2] Cotton è stato riconosciuto per le sue ricerche sulla chimica dei metalli di transizione.

Formazione scolastica

Frank Albert Cotton (noto come "Al" Cotton, o "F Albert" nelle pubblicazioni) è nato il 9 aprile 1930 a Philadelphia, in Pennsylvania. Ha frequentato scuole pubbliche locali prima della Drexel University e poi della Temple University.[2] Dopo aver conseguito la laurea in BA da Temple nel 1951, Cotton ha conseguito un dottorato di ricerca. tesi sotto la guida di Sir Geoffrey Wilkinson[1] all'Università di Harvard, dove ha lavorato sui metalloceni.[3] Ha conseguito il dottorato nel 1955.[4]

Carriera indipendente

Dopo la sua laurea ad Harvard, Cotton ha iniziato a insegnare al MIT. Nel 1961, a trentuno anni, divenne la persona più giovane ad aver conseguito una cattedra a pieno titolo al MIT.[2] Il suo lavoro ha enfatizzato sia la struttura elettronica che la sintesi chimica. Ha aperto la strada allo studio del legame multiplo tra gli atomi di metallo di transizione, iniziando con la ricerca sugli alogenuri di renio,[5] e nel 1964 ha identificato il legame quadruplo nello ione Re2Cl2-8. Il suo lavoro si concentrò presto su altre specie legate metallo-metallo,[6] chiarire la struttura dell'acetato di cromo (II).

Fu uno dei primi sostenitori della diffrazione a raggi X a cristallo singolo come strumento per chiarire l'ampia chimica dei complessi metallici. Attraverso i suoi studi sui cluster, ha dimostrato che molti hanno mostrato "fluxionality", in cui i ligandi interscambiano i siti di coordinamento su scale temporali osservabili spettroscopicamente. Ha coniato il termine "apticità" e la nomenclatura che ne deriva.

Nel 1962 ha intrapreso la struttura cristallina dell'enzima nucleasi di Staphylococcal,[7] risolto a risoluzione 2Å nel 1969, pubblicato nel 1971,[8] e depositati nella Protein Data Bank (codice PDB 1SNS) come una delle prime dozzine di strutture di cristallo proteico.[9]

Nel 1972 Cotton si trasferì alla Texas A & M University come Robert A. Welch Professor of Chemistry. L'anno seguente fu nominato Distinguished Professor of Chemistry. Ha anche lavorato come direttore del Laboratorio universitario per la struttura molecolare e l'incollaggio.[2][10]

Influenza pedagogica

Oltre alla sua ricerca, Cotton ha insegnato chimica inorganica. È autore Applicazioni chimiche della teoria di gruppo.[11] Questo testo si concentra sull'analisi teorica di gruppo del legame e della spettroscopia.

Tra gli studenti universitari, Cotton è forse meglio conosciuto come il coautore del libro di testo Chimica Inorganica Avanzata, ora nella sua sesta edizione inglese.[12][13] Co-autore con il suo consulente di tesi, Sir Geoffrey Wilkinson, e ora con i coautori Carlos Murillo e Manfred Bochmann, il libro di testo è colloquialmente conosciuto come "Cotton and Wilkinson". Il testo esamina la chimica di coordinazione, la chimica dei cluster, la catalisi omogenea e la chimica organometallica.[2][13]

Il cotone è servito in vari consigli di redazione di riviste scientifiche, tra cui quelle del Ufficiale della American Chemical Society, Chimica inorganica, e Organometalli. Ha presieduto la Divisione di Chimica Inorganica dell'ACS ed è stato Consigliere di ACS per cinque anni. Ha fatto parte del National Science Board degli Stati Uniti (1986-1998), che sovrintende alla National Science Foundation, e al Comitato consultivo scientifico e tecnico del Laboratorio Nazionale di Argonne, e alla Commissione Nazionale per il Laboratorio di Ricerca del Texas.

Cotton supervisionò la ricerca di tesi di 116 studenti di dottorato[10] così come più di 150 colleghi post-dottorato.[4]

Riconoscimento

Tra i premi ricevuti da Cotton figurano la National Medal of Science degli Stati Uniti nel 1982,[14] il premio Wolf nel 2000; e la Priestley Medal, il più alto riconoscimento della American Chemical Society, nel 1998.[10]

Nel 1995, il Dipartimento di Chimica del Texas A & M insieme alla sezione locale dell'American Chemical Society, ha inaugurato l'annuale F.A. Cotton Medal per l'eccellenza nella ricerca chimica. Un secondo premio in suo onore, il F. Albert Cotton Award per la chimica sintetica inorganica,[15] è presentato al National Meeting della American Chemical Society ogni anno.[10]

Cotton era un membro della National Academy of Sciences negli Stati Uniti e le corrispondenti accademie in Russia, Cina, Regno Unito, Francia e Danimarca, nonché la American Philosophical Society. Ha ricevuto ventinove dottorati onorari.[10]

Corri per la presidenza di ACS

Cotton ha causato una polemica nella sua corsa per il Presidente della American Chemical Society per il 1984, in cui ha inviato una lettera a membri selezionati che descrivono il suo avversario come "un mediocre chimico industriale".[16] Il cotone perse definitivamente l'offerta al suo avversario Dr. Warren D. Niederhauser di Rohm & Haas.[17]

F.A. Medaglia di cotone per l'eccellenza nella ricerca chimica

La F.A. Cotton Medal, istituita nel 1994, viene assegnata ogni anno dalla Sezione A & M del Texas dell'American Chemical Society per riconoscere i successi nella ricerca piuttosto che la distinzione di qualsiasi altro tipo, non importa quanto sia meritorio. Il premio è sponsorizzato da F. Albert Cotton Endowment Fund, che è stato inizialmente sollevato da Carlos A.Murillo in onore di Frank Albert Cotton, al quale è stata conferita la prima medaglia nel 1995. Il destinatario riceve, oltre alla medaglia, una replica in bronzo e un certificato che descrive il premio.[18]

Premiati

Fonte: sezione A & M del Texas della American Chemical Society

  • 2018 Harry B. Gray, California Institute of Technology;
  • 2017 Jennifer A. Doudna, Università della California, Berkeley;[19]
  • 2016 Stephen J. Lippard, Massachusetts Institute of Technology;
  • 2015 Douglas C. Rees, California Institute of Technology;
  • 2014 K. Barry Sharpless, The Scripps Research Institute;
  • 2013 Brian M. Hoffman, Northwestern University;
  • 2012 R. Graham Cooks, Purdue University;
  • 2011 George M. Whitesides, Università di Harvard;
  • 2010 Peter J. Stang, University of Utah;
  • 2009 Richard N. Zare, Stanford University;
  • 2008 Chi-Huey Wong, The Scripps Research Institute e National Taiwan University;
  • 2007 Jacqueline K. Barton, California Institute of Technology;
  • 2006 Robin M. Hochstrasser, Università della Pennsylvania;
  • 2005 Richard H. Holm, Università di Harvard;
  • 2004 Albert Eschenmoser, Istituto federale svizzero di tecnologia, Zurigo e Istituto di ricerca Scripps;
  • 2003 Gabor A. Somorjai, Università della California, Berkeley;
  • 2002 Ada Yonath, Weizman Institute of Science;
  • 2001 Samuel J. Danishefsky, Dipartimento di Chimica, Columbia University;
  • 2000 Tobin J. Marks, Dipartimento di Chimica, Northwestern University;
  • 1999 Alexander Pines, Dipartimento di Chimica, Università della California, Berkeley;
  • 1998 JoAnne Stubbe, Dipartimento di Chimica, Massachusetts Institute of Technology;
  • 1997 Pierre-Gilles de Gennes, École Supérieure de Physique e de Chimie Industrielles de la Ville de Paris, Collège de France;
  • 1996 George A. Olah, Dipartimento di Chimica, University of Southern California;
  • 1995 F. Albert Cotton, Dipartimento di Chimica, Texas A & M University.[20]

Morte

Cotton è morto il 20 febbraio 2007 a College Station, in Texas, per le complicazioni di un trauma cranico subì in una caduta nell'ottobre 2006.[21] Fu sopravvissuto da sua moglie, l'ex Diane Dornacher, che sposò nel 1959, e le loro due figlie, Jennifer e Jane.[2] Il dipartimento dello sceriffo della contea di Brazos ha aperto un'inchiesta sulla sua morte, descrivendo la sua morte come "sospettosa".[22]

Riferimenti

  1. ^ a b c Chisholm, M. H .; Lord Lewis Of Newnham (2008). "Frank Albert Cotton. 9 aprile 1930 - 20 febbraio 2007". Memorie biografiche di Fellows of the Royal Society. 54: 95. doi: 10.1098 / rsbm.2008.0003.
  2. ^ a b c d e f "Professor F Albert Cotton". The Daily Telegraph. 2007-03-02. Estratto 2018-04-27.
  3. ^ Wilkinson, G .; Pauson, P. L .; Cotton, F. A. (1954). "Composti bis-ciclopentadienilici di nichel e cobalto". Ufficiale della American Chemical Society. 76 (7): 1970-1974. doi: 10.1021 / ja01636a080.
  4. ^ a b Necrologio in Current Science 92, 844 (25 marzo 2007)
  5. ^ Bertrand, J. A .; Cotone, F. A .; Dollase, W.A. (1963). "L'anione complesso metallo-metallo legato, polinucleare in CsReCl4". Ufficiale della American Chemical Society. 85 (9): 1349-1350. doi: 10.1021 / ja00892a029.
  6. ^ Cotone, F. A .; Walton, R. A. "Multiple Bonds Between Metal Atoms" Oxford (Oxford): 1993. ISBN 0-19-855649-7.
  7. ^ Cotton FA, Hazen EE Jr, Richardson DC (1966). "Nucleasi extracellulare cristallino di nucleasi di stafilococco". Journal of Biological Chemistry. 241: 4389–4390.
  8. ^ Arnone A, Bier CJ, Cotton FA, Day VW, Hazen EE Jr, Richardson DC, Richardson JS, Yonath A. "Una struttura ad alta risoluzione di un complesso inibitore della nucleasi extracellulare di Staphylococcus aureus". Journal of Biological Chemistry. 246: 2302–2316.
  9. ^ Richardson JS, Richardson DC (marzo 2013). "Studiare e lucidare le macromolecole del PDB". biopolimeri. 99 (3): 170-82. doi: 10.1002 / bip.22108. PMC 3535681 Liberamente accessibile. PMID 23023928.
  10. ^ a b c d e "Il chimico di fama internazionale Dr. F. Albert Cotton è deceduto martedì all'età di 76 anni". Texas A & M University. 2007-02-21. Archiviato dall'originale il 2010-07-17. Estratto 2011-01-26.
  11. ^ Cotone, F. A., Applicazioni chimiche della teoria di gruppo, John Wiley & Sons: New York, (1 ° ed., 1963, 3d ed., 1990). ISBN 0-471-51094-7
  12. ^ Wiley: Advanced Inorganic Chemistry, 6th Edition
  13. ^ a b Cotton, F. A. e Wilkinson, G., Chimica Inorganica Avanzata, John Wiley and Sons: New York, (1a ed., 1962, 6a ed., 1999). ISBN 978-0-471-19957-1
  14. ^ National Science Foundation - La President's National Medal of Science
  15. ^ F. Albert Cotton Award in Synthetic Inorganic Chemistry Archiviato il 2013-02-19 alla Wayback Machine.
  16. ^ Candid Science: Conversations with Famous Chemists. Di István Hargittai, 2000, pp 241-242.
  17. ^ Chimico di Badger: una newsletter del Dipartimento di Chimica - Università del Wisconsin - Madison; Newsletter 30 (novembre 1983) http://digicoll.library.wisc.edu/cgi-bin/UW/UW-idx?type=div&did=UW.BCNOV1983.I0002&isize=text
  18. ^ "F. A. Cotton Medal for Excellence Chemical Research". Sezione A & M del Texas della American Chemical Society. Estratto 2 febbraio 2017.
  19. ^ F.A. Cotton Medal 2017
  20. ^ ACS Chemistry for Life Archiviato 2013-04-14 su Archive.is
  21. ^ "Il chimico del Texas A & M F. Albert Cotton muore all'età di 76 anni". Houston Chronicle. 2007-02-20. Estratto 2007-03-14.
  22. ^ "La morte del professor Cotton è stata indagata". L'Aquila. 2007-04-18. Estratto 2018-03-06.
  • v
  • t
  • e
Premi del premio Wolf in Chimica
1970
  • Carl Djerassi (1978)
  • Herman Mark (1979)
1980
  • Henry Eyring (1980)
  • Joseph Chatt (1981)
  • John Charles Polanyi / George C. Pimentel (1982)
  • Herbert S. Gutowsky / Harden M. McConnell / John S. Waugh (1983/4)
  • Rudolph A. Marcus (1984/5)
  • Elias James Corey / Albert Eschenmoser (1986)
  • David C. Phillips / David Blow (1987)
  • Joshua Jortner / Raphael David Levine (1988)
  • Duilio Arigoni / Alan R. Battersby (1989)
1990
  • Richard R. Ernst / Alexander Pines (1991)
  • John Pople (1992)
  • Ahmed Zewail (1993)
  • Richard Lerner / Peter Schultz (1994/5)
  • Gilbert Stork / Samuel J. Danishefsky (1995/6)
  • Gerhard Ertl / Gabor A. Somorjai (1998)
  • Raymond Lemieux (1999)
2000
  • F. Albert Cotton (2000)
  • Henri B. Kagan / Ryōji Noyori / K. Barry Sharpless (2001)
  • Harry B. Gray (2004)
  • Richard N. Zare (2005)
  • Ada Yonath / George Feher (2006/7)
  • William E. Moerner / Allen J. Bard (2008)
2010s
  • Stuart A. Rice / Ching W. Tang / Krzysztof Matyjaszewski (2011)
  • Paul Alivisatos / Charles M. Lieber (2012)
  • Robert S. Langer (2013)
  • Chi-Huey Wong (2014)
  • K. C. Nicolaou / Stuart Schreiber (2016)
  • Robert G. Bergman (2017)
  • Omar M. Yaghi / Makoto Fujita (2018)
  • agricoltura
  • Arts
  • Chimica
  • Matematica
  • Medicina
  • Fisica
  • v
  • t
  • e
Premi della National Medal of Science degli Stati Uniti
Scienze comportamentali e sociali
1960
  • 1964: Roger Adams
  • Othmar H. Ammann
  • Teodosio Dobzhansky
  • Neal Elgar Miller
1980
  • 1986: Herbert A. Simon
  • 1987: Anne Anastasi
  • George J. Stigler
  • 1988: Milton Friedman
1990
  • 1990: Leonid Hurwicz
  • Patrick Suppes
  • 1991: Robert W. Kates
  • George A. Miller
  • 1992: Eleanor J. Gibson
  • 1994: Robert K. Merton
  • 1995: Roger N. Shepard
  • 1996: Paul Samuelson
  • 1997: William K. Estes
  • 1998: William Julius Wilson
  • 1999: Robert M. Solow
2000
  • 2000: Gary Becker
  • 2001: George Bass
  • 2003: R. Duncan Luce
  • 2004: Kenneth Arrow
  • 2005: Gordon H. Bower
  • 2008: Michael I. Posner
  • 2009: Mortimer Mishkin
2010s
  • 2011: Anne Treisman
  • 2014: Robert Axelrod
  • 2015: Albert Bandura
Scienze biologiche
1960
  • 1963: C. B. van Niel
  • 1964: Marshall W. Nirenberg
  • 1965: Francis P. Rous
  • George G. Simpson
  • Donald D. Van Slyke
  • 1966: Edward F. Knipling
  • Fritz Albert Lipmann
  • William C. Rose
  • Sewall Wright
  • 1967: Kenneth S. Cole
  • Harry F. Harlow
  • Michael Heidelberger
  • Alfred H. Sturtevant
  • 1968: Horace Barker
  • Bernard B. Brodie
  • Detlev W. Bronk
  • Jay Lush
  • Burrhus Frederic Skinner
  • 1969: Robert Huebner
  • Ernst Mayr
1970
  • 1970: Barbara McClintock
  • Albert B. Sabin
  • 1973: Daniel I. Arnon
  • Earl W. Sutherland Jr.
  • 1974: Britton Chance
  • Erwin Chargaff
  • James V. Neel
  • James Augustine Shannon
  • 1975: Hallowell Davis
  • Paul Gyorgy
  • Sterling B. Hendricks
  • Orville Alvin Vogel
  • 1976: Roger Guillemin
  • Keith Roberts Porter
  • Efraim Racker
  • E. O. Wilson
  • 1979: Robert H. Burris
  • Elizabeth C. Crosby
  • Arthur Kornberg
  • Severo Ochoa
  • Earl Reece Stadtman
  • George Ledyard Stebbins
  • Paul Alfred Weiss
1980
  • 1981: Philip Handler
  • 1982: Seymour Benzer
  • Glenn W. Burton
  • Mildred Cohn
  • 1983: Howard L. Bachrach
  • Paul Berg
  • Wendell L. Roelofs
  • Berta Scharrer
  • 1986: Stanley Cohen
  • Donald A. Henderson
  • Vernon B. Mountcastle
  • George Emil Palade
  • Joan A. Steitz
  • 1987: Michael E. DeBakey
  • Theodor O. Diener
  • Harry Eagle
  • Har Gobind Khorana
  • Rita Levi-Montalcini
  • 1988: Michael S. Brown
  • Stanley Norman Cohen
  • Joseph L. Goldstein
  • Maurice R. Hilleman
  • Eric R. Kandel
  • Rosalyn Sussman Yalow
  • 1989: Katherine Esaù
  • Viktor Hamburger
  • Philip Leder
  • Joshua Lederberg
  • Roger W. Sperry
  • Harland G. Wood
1990
  • 1990: Baruj Benacerraf
  • Herbert W. Boyer
  • Daniel E. Koshland Jr.
  • Edward B. Lewis
  • David G. Nathan
  • E. Donnall Thomas
  • 1991: Mary Ellen Avery
  • G. Evelyn Hutchinson
  • Elvin A. Kabat
  • Salvador Luria
  • Paul A. Marks
  • Folke K. Skoog
  • Paul C. Zamecnik
  • 1992: Maxine Singer
  • Howard Martin Temin
  • 1993: Daniel Nathans
  • Salome G. Waelsch
  • 1994: Thomas Eisner
  • Elizabeth F. Neufeld
  • 1995: Alexander Rich
  • 1996: Ruth Patrick
  • 1997: James Watson
  • Robert A. Weinberg
  • 1998: Bruce Ames
  • Janet Rowley
  • 1999: David Baltimore
  • Jared Diamond
  • Lynn Margulis
2000
  • 2000: Nancy C. Andreasen
  • Peter H. Raven
  • Carl Woese
  • 2001: Francisco J. Ayala
  • Mario R. Capecchi
  • Ann Graybiel
  • Gene E. Likens
  • Victor A. McKusick
  • Harold Varmus
  • 2002: James E. Darnell
  • Evelyn M. Witkin
  • 2003: J. Michael Bishop
  • Solomon H. Snyder
  • Charles Yanofsky
  • 2004: Norman E. Borlaug
  • Phillip A. Sharp
  • Thomas E. Starzl
  • 2005: Anthony S. Fauci
  • Torsten N. Wiesel
  • 2006: Rita R. Colwell
  • Nina Fedoroff
  • Lubert Stryer
  • 2007: Robert J. Lefkowitz
  • Bert W. O'Malley
  • 2008: Francis S. Collins
  • Elaine Fuchs
  • J. Craig Venter
  • 2009: Susan L. Lindquist
  • Stanley B. Prusiner
2010s
  • 2010: Ralph L. Brinster
  • Shu Chien
  • Rudolf Jaenisch
  • 2011: Lucy Shapiro
  • Leroy Hood
  • Sallie Chisholm
  • 2014: Maggio Berenbaum
  • Bruce Alberts
  • 2015: Stanley Falkow
  • Rakesh K. Jain
  • Mary-Claire King
  • Simon Levin
Chimica
1980
4.5
5
10
4
3
3
1
2
3
1
1