Il calcio nelle arterie può predire il rischio cardiaco

27 aprile 2010 - I medici che usano le scansioni CT per rilevare l'accumulo di calcio nelle arterie potrebbero essere in grado di prevedere meglio il rischio di malattie cardiache in alcuni dei loro pazienti, suggerisce un nuovo studio.

I depositi di calcio nelle pareti delle arterie sono parte del processo di accumulo di placca, chiamato aterosclerosi. La quantità di calcio nelle pareti delle arterie è proporzionale alla quantità di placca presente ed è riportata come "punteggio di calcio".

L'accumulo di calcio è un segno precoce di malattia coronarica e di solito precede lo sviluppo di blocchi reali. Tuttavia, se conoscere il punteggio di calcio (al di sopra e al di là dei fattori di rischio tradizionali) migliora la previsione di chi è ad alto rischio di malattie cardiache non è chiaro.

Punteggi di calcio e malattie cardiache

Nel nuovo studio, 5.788 pazienti tra i 45 e gli 84 iscritti allo studio multietnico di arteriosclerosi (MESA Trial) sono stati valutati usando la TC per cercare il calcio nelle pareti delle loro arterie coronarie.

All'inizio dello studio i partecipanti non avevano conosciuto malattie cardiovascolari. Tra i partecipanti c'erano uomini e donne che si identificavano come bianchi, neri, ispanici o cinesi. Sono stati seguiti da interviste telefoniche ogni nove a 12 mesi per raccogliere informazioni su ricoveri ospedalieri, altri eventi di malattie cardiache e morte.

In un periodo di follow-up di quasi sei anni, 209 partecipanti hanno avuto un evento di malattia cardiaca, come infarto, morte per malattie cardiache o arresto cardiaco.

Utilizzando il punteggio di calcio derivato da CT in aggiunta ad altri fattori di rischio, i ricercatori sono stati in grado di collocare correttamente il 77% della popolazione complessiva dello studio in categorie ad alto o basso rischio. Quando i punteggi di calcio non sono stati inclusi, solo il 69% dei partecipanti è stato classificato correttamente.

Scansione CT non raccomandata

I ricercatori dicono che i punteggi di calcio coronarico hanno aiutato a riclassificare un numero considerevole di pazienti in categorie di rischio più accurate. Il 23% dei pazienti che hanno manifestato eventi sono stati riclassificati in una categoria a rischio più elevato e un ulteriore 13% che non ha registrato un evento è stato riclassificato come a basso rischio in base ai risultati CT.

I ricercatori concludono che un punteggio di calcio, utilizzato in combinazione con noti fattori di rischio, è in grado di migliorare la capacità dei medici di determinare se i loro pazienti sono a rischio di sviluppare problemi cardiaci nel tempo.

Continua

Ma la scansione TC non è ancora raccomandata come test di screening di routine, dicono i ricercatori. Questo studio non ha risposto alla domanda cruciale se lo screening per il calcio coronarico migliori gli esiti dei pazienti. Tuttavia, ha posto le basi per la prossima fase di ricerca. E i ricercatori osservano che una scansione del calcio TC comporta alcuni rischi minori, come l'esposizione a piccole quantità di radiazioni, nonché costi aggiuntivi.

In un editoriale di accompagnamento, John P.A. Ioannidis, MD, della Scuola di Medicina dell'Università di Ioannina in Grecia, e Ioanna Tzoulaki, PhD, dell'Imperial College of Medicine di Londra, sono d'accordo. "[I] risultati, non importa quanto promettenti, non sono sufficienti a raccomandare questo marcatore per un uso di routine diffuso", scrivono.

fonti

FONTI:

Comunicato stampa, Il Journal of American Medical Association.

Polonsky, T. Il Journal of American Medical Association, 28 aprile 2010; vol 303: pp 1610-1616.

Ioannidis, J. Il Journal of American Medical Association28 aprile 21010, vol 303: pp 1646-1647.

© 2010 WebMD, LLC. Tutti i diritti riservati.
4.1
5
13
4
3
3
1
2
1
1
1