La tua guida per una dieta vegana per i più piccoli

Quando i bambini sono in piedi da soli e pronti a partire per il mondo, i loro bisogni nutrizionali iniziano a cambiare. Quando iniziano a contare meno sul latte materno o sulla formula e più sui cibi di famiglia, possono passare dei momenti meravigliosi esplorando trame e sapori e nutrendosi. Questi primi anni sono anche un momento di vulnerabilità nutrizionale, con sprint di crescita, cianfrusaglie e preferenze alimentari sempre diverse.

La chiave del successo è pianificare bene, rilassarsi, essere flessibili e divertirsi. La seguente guida ti aiuterà a pianificare un menu che garantirà al tuo piccolo tutto ciò di cui ha bisogno per crescere in modo sano e felice! Una cosa è certa: non sono necessarie proteine ​​animali per assicurarsi che i tuoi figli crescano con la giusta nutrizione. Fintanto che fai scelte consapevoli per assicurarti che i tuoi figli raggiungano una gamma equilibrata e completa di sostanze nutritive come quelle elencate di seguito, è davvero possibile nutrire neonati, bambini piccoli, bambini, adolescenti e al di là di una dieta vegana sana.

Guida alimentare vegana per i più piccoli (bambini da 1 a 3 anni)

Include un'ampia varietà di alimenti. Offrire acqua da una tazza tra i pasti.

Latte e formula

  • Totale da 20 a 24 once (da 600 a 700 millilitri, cinque porzioni di latte materno, latte artificiale per uso commerciale, latte di soia fortificato pieno o una combinazione di questi.

Pane e cereali

4 o più porzioni da bambino; 1 porzione per bambino = =

  • 1/4 tazza (60 millilitri) di cereali, cereali o pasta cotti
  • 1/2 fetta di pane o un pezzo simile di tortilla, pane pita o rotolo
  • Cereali pronti al consumo da 1/2 tazza (125 millilitri)

Verdure

2 o più porzioni da bambino; 1 porzione per bambino = =

  • Verdure cotte 1/4 di tazza (60 millilitri)
  • Insalata di 1/2 tazza (125 millilitri) o altri pezzi di verdure crude
  • Succo di verdura 1/3 di tazza (85 millilitri)

Frutta

2 o più porzioni da bambino; 1 porzione per bambino = =

  • 1/2 a 1 frutta fresca
  • 1/4 tazza (60 millilitri) di frutta cotta
  • Succo di frutta da 1/4 di tazza (60 millilitri) (limite a 1/2 tazza totale al giorno)

Fagioli e alternative

2 o più porzioni da bambino; 1 porzione per bambino = =

  • 1/4 tazza (60 millilitri) di fagioli cotti, piselli o lenticchie
  • 2 once (60 grammi) di tofu o tempeh
  • Sostituto di carne da 1/2 a 1 oncia (da 15 a 30 grammi)
  • Yogurt di soia da 2 once (30 millilitri)
  • Da 1 a 2 cucchiai da tavola (da 15 a 30 millilitri) di burro di arachidi

Noci e semi

1 o più porzioni da bambino; 1 porzione per bambino = =

  • Dado o burro di semi da 1 a 2 cucchiai da tavola (da 15 a 30 ml)
  • 2 cucchiai (30 millilitri) di noci o semi

Nutrire un bambino vegano non deve essere difficile se si seguono semplici linee guida come queste. Per ulteriori informazioni sull'alimentazione di neonati e bambini vegani, consulta alcune altre fantastiche guide su One Green Planet, tra cui Come nutrire un bambino con una dieta vegana qui. C'è altro su ciò che i bambini vegani mangiano qui. One Green Planet ha anche elencato 10 fantastiche ricette vegane che i tuoi bambini adoreranno qui. Assicurati di controllarli tutti!

Se hai un bambino che alimenta una dieta vegana, quali sono i tuoi cibi e ricette? Qualche grande ricetta di One Green Planet nel tuo mix? Assicurati di condividere con noi nei commenti, in modo che tutti possiamo condividere la buona notizia che un nuovo raccolto di bambini nutriti con vegani sta crescendo in tutto il paese (e nel mondo)!

Raccomandiamo inoltre di scaricare la nostra app Food Monster, disponibile sia per Android che per iPhone, e può anche essere trovata su Instagram e Facebook. L'app contiene oltre 8.000 ricette a base di piante e allergie e gli abbonati ottengono l'accesso a dieci nuove ricette al giorno. Controlla!

Fonte immagine principale: Larali21 / Wikimedia Commons

Relazionato

La tua guida per una dieta vegana per i più piccoli

Opinione
veganismo

Il mio bambino è vegano. Qual è il problema?

Nutrire mio figlio è stato abbastanza semplice. Affrontare i pregiudizi delle persone è stata la parte più difficile
"Ero stato alla mercè di pubblicità, layout di supermercati e la singolare forma di persuasione urlante di mio figlio." Fotografia: Andrew Findlay / Alamy

io non avevo mai incontrato un vegano prima di diventarne uno anch'io, quindi ero un po 'ingenuo su come sarebbe stato salutato dai miei amici e dalla mia famiglia. Mentre iniziavo a spiegare la mia nuova scelta dietetica alle persone della mia vita che avevano notato che non stavo prendendo parte ai miei due cibi preferiti (formaggio e altro formaggio), a malapena si alzò un sopracciglio. Ma quando ho detto che mio figlio di due anni e mezzo si sarebbe unito a me per una dieta vegana, era una storia diversa. Semplicemente non ero preparato per l'ostilità che dovevo affrontare.

Si è scoperto che dire che hai un figlio vegano è quello di mettere immediatamente sotto controllo la tua credibilità come genitore. Sono stato accusato di costringere mio figlio ad adottare una dieta estrema per un capriccio, rendendolo parte di un esperimento inutile e pericoloso.

Dopo un po 'non sono stato disposto a parlarne. Ho iniziato a dire alle persone che ero vegano, ma mio figlio era lacto-vegetariano, un piccolo cambiamento che ha fatto la differenza. Da allora ho imparato che altri genitori vegani usano questa tattica per evitare conversazioni scomode. Sono stato trattato per le stesse domande che mi vengono poste su di me: che dire delle proteine? Che dire del ferro e della sempre inafferrabile B12? Le risposte sulla mia alimentazione sono state accettate, ma le informazioni che avevo sulla dieta di mio figlio sono state considerate sospette e potenzialmente false.

Avevo preso tutti i dati a mia disposizione e ho preso una decisione - una che, dopo aver considerato le considerazioni di salute, ambientali ed etiche, mi sembrava la cosa migliore per mio figlio. Dopo alcune settimane ho iniziato a sospettare che questo, in effetti, fosse il problema: non che mio figlio fosse a dieta atipica ma che fosse atipico qualsiasi cosa. Potrebbe essere che in una società focalizzata sull'individualismo, ricco di diversità e multiculturalismo, l'educazione dei bambini sia uno degli ultimi bastioni dell'intolleranza all'adesione alla tradizione? Ho iniziato a chiedermi se i genitori che studiavano a casa hanno affrontato lo stesso livello di controllo e critica.

Quando nutrivo mio figlio quale sarebbe stata considerata la dieta tradizionale, mi ero attenuto alle quantità giornaliere (GDAs) e al piatto di consumo del NHS - la nozione tradizionale di una dieta equilibrata, che include un componente "cibi e bevande ricchi di grassi e zuccheri" . Quando ho cambiato la dieta di mio figlio, mi è venuto in mente che avevo seguito le regole senza pensare a me stesso.

La scelta del veganismo mi ha reso consapevole delle pressioni che non avevo nemmeno realizzato fino a quando non se ne furono andati. Nei ristoranti abbiamo ordinato dal menu per bambini, ed ero stato in balia di pubblicità, layout di supermercati e la singolare forma di persuasione urlante di mio figlio. Il pranzo pre-veganista era il caos. Sputando e urlando dal suo seggiolino, si buttava avanti e indietro finché la sedia non si rovesciava se gli offrissi un pezzo di broccoli troppe volte. Per fortuna c'erano alcuni pasti che amava: bastoncini di pesce, spaghetti alla bolognese e pepite di pollo erano garantiti per essere inghiottiti. Mangiare una dieta ricca di carne e latticini alla fine mi ha trasformato in un genitore compiacente. Supponevo che stesse prendendo tutto ciò di cui aveva bisogno; non mi è venuto in mente che potrebbe essere troppo. Da quando sono diventato vegano, mi sono completamente impegnato a fare le migliori scelte alimentari possibili per lui e, dopo alcune settimane di raschiatura dei curry di lenticchie dal tappeto, ho notato che ha iniziato a pulire il suo piatto.

In un mondo pieno di statistiche allarmanti sulla salute dei nostri bambini, sicuramente le persone dovrebbero essere incoraggiate a discutere alternative alla dieta corrente corrente. Ma se le mie esperienze di chiedere consiglio ai professionisti del settore medico sul veganismo sono qualcosa a cui andare, è probabile che ti venga consegnata una stampa su potenziali problemi e inviata sulla tua strada.

Nonostante tutti i discorsi sulle carenze nutrizionali e sui tassi di crescita più lenti, nutrire il mio bambino vegano è stato abbastanza semplice; la parte più difficile ha riguardato la disinformazione e i pregiudizi delle persone. Quello e rinunciando al formaggio.

4.2
5
12
4
1
3
1
2
2
1
1